Tenente Colombo



25
giugno

E’ MORTO PETER FALK, ADDIO AL CELEBRE TENENTE COLOMBO

Peter Falk (Il Tenente Colombo)

E’ morto la scorsa notte a Los Angeles Peter Falk. L’attore, celebre al pubblico televisivo per aver interpretato il Tenente Colombo, soffriva da tempo di alzheimer. Nato a New York nel 1927, Falk aveva iniziato la sua carriera d’attore recitando nei teatri di Broadway,  approdando in seguito in serie tv di successo come Ai confini della realtà e Alfred Hitchcock presenta, e in film cult come Angeli con la pistola e Sindacato assassini.

La grande popolarità a livello internazionale arrivò qualche anno dopo grazie allo stralunato Tenente Colombo, ruolo per il quale vinse 4 Emmy e un Golden Globe. A contribuire al successo e alla caratterizzazione del personaggio fu indubbiamente il particolare sguardo dell’attore, dovuto ad una protesi oculare che Falk portava dall’età di tre anni, in seguito all’asportazione dell’occhio destro a causa di un tumore.

La storica serie tv debuttò negli Usa nel 1968, proseguendo ininterrottamente sino al 1978, per poi essere ripresa dal 1989 al 2003. In Italia lo spiegazzato impermeabile e il sigaro del simpatico Tenente, fecero la loro prima apparizione nel 1974 su Telecapodistria per poi approdare nel 1977 su Rai 2 e, a partire dai primi anni 80, su Rete4. Ancora oggi le indagini di Colombo, all’ennesimo passaggio televisivo, rappresentano uno degli appuntamenti più apprezzati della rete.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




30
ottobre

FOX RETRO: UN CANALE VINTAGE ALL’INSEGNA DEL LOW COST. SE NE SENTIVA IL BISOGNO?

Fox Retrò.

La presenza del canale Fox Retro sul tasto 121 del telecomando Sky sa tanto di consolazione, di (magro) risarcimento danni corrisposto agli abbonati al fine di compensare l’abbandono di Rai Sat Extra dal bouquet della piattaforma satellitare. Era il 1° agosto del 2009 e Fox Channels Italy ha lanciato un canale tematico che trasmette esclusivamente telefilm del passato.

Si tratta di un’opera di sintesi, di razionalizzazione: i titoli del canale venivano già mandati in onda sparsi tra le altre emittenti della pay tv di Murdoch. La nascita di Fox Retro ha permesso di riunire il tutto e di mettere un pò d’ordine nella programmazione di questi “pezzi d’antiquariato”. Intendiamoci, non che i telefilm della nuova generazione siano migliori rispetto a quelli passati: è la creazione di un apposito canale tematico che non ci convince. Tutte queste serie, infatti, potevano essere ben trasmesse in un altro modo, magari dedicando una “mattinata vintage” al palinsesto di Fox o Fox Life.

Diversi titoli presenti nel palinsesto del canale 121 che “ammufivano” nei magazzini di Cologno Monzese. Tra questi, uno dei migliori è sicuramente “I Jefferson (11 stagioni dal 1975 al 1985), che da tanto tempo non veniva trasmesso dalle reti Mediaset. Si tratta di una delle prime sit com a sfondo sociale che racconta delle difficoltà incontrate dall’omonima famiglia di colore, un tempo povera ma divenuta benestante, ad integrarsi nel contesto della borghesia di New York. Per scoprire che fine hanno fatto i protagonisti cliccate qui.


13
agosto

CANALI FOX: IN ANTEPRIMA LE NOVITA’ DELLA PROSSIMA STAGIONE. HAPPY DAYS, LO SPIN OFF DEI GRIFFIN E UNA DOCUFICTION SULLA BOXE

Prossimamente su FOX RETRO' - Il Tenente Colombo

Chi vive di solo satellite, non può non conoscerli e non può non apprezzarli o quanto meno seguirli. Sono i canali FOX, vere e proprie roccaforti per il gruppo del tycoon Murdoch e appuntamenti irrinunciabili per gli appassionati di telefilm e non solo. Poco meno di un mese e anche sulle reti di Fabrizio Salini si darà il via ad una nuova stagione, caratterizzata da alcune novità. Ve ne presentiamo alcune in anteprima.

Cominciamo con Fox Retro‘, che ha da poco compiuto un anno di trasmissioni, e che da settembre regalerà ai suoi fan nuovi classici della serialità a stelle e strisce. Dal lunedi al venerdi alle 18.30 rivedremo, infatti, Il Tenente Colombo, pronto altresì a sbarcare in prima serata con i tv movie; nello slot di punta spazio anche a Star Trek e Charlie’s Angels con episodi back to back. Atteso ritorno sarà anche quello di Arthur Fonzarelli, alias Fonzie, in Happy Days in onda con le prime serie in daytime.

Su Fox si segnalano, invece, la serie americana Happy Town (dal 5 settembre), i nuovi episodi del telefilm rivelazione Glee (dal 15 settembre) ma soprattutto Cleveland Show, spin off dei celebri Griffin, in onda da martedi 7 settembre alle 21.  In prima visione assoluta debuttano anche gli zoombie di The Walking Dead, miniserie in 6 episodi da 60 minuti tratta da un celebre fumetto.

Ma la rete su cui si preannunciano le maggiori novità è FX. Reduce da un restyling che ha aumentato la qualità dei contenuti e ha alzato il profilo del pubblico, ma non gli ascolti (si registra un brusco calo se rapportiamo gli ultimi due mesi all’anno precedente), il canale 119 di Sky si prepara all’autunno con le nuove stagioni di “24” (ultimo giorno per Jack Bauer), Big Love, The Unit e Brotherhood.





23
agosto

STUDIO APERTO: QUANTO È FACILE DISSACRARE LE STAR IN DECLINO DEGLI ANNI 80!

Kirstie Alley (Slim and Fat)

Semplice mettere alla gogna un malato di alzaheimer, donne trasfigurate dall’obesità e simil-barboni: soprattutto se si tratta di quelli che sono stati i pilastri dell’ 80’s Celebrity System. Kathleen Turner, Boy George, Peter Falk, Bob Dylan, Kirstie Alley: una volta osannati come divinità, ora non ci si fa più scrupolo alcuno a mostrarne il decadimento fisico. E poco importa se le immagini che paparazzi e agenzie di stampa propongono, ledono la dignità di quelli che una volta erano gli eroi di Hollywood: si fa razzia delle foto e dei filmati più vergognosi al pari di sciacalli famelici.

Un più che singolare istinto di sopravvivenza, nella giungla del gossip, sembra accumunare i media agli sciacalli: l’impulso a infierire in gruppo sulla preda più debole, ignorando il fatto che quello che oggi è trattato come  l’anello debole della catena alimentare,  qualche anno fa troneggiava imponente dettando cachet dello star system e quotidiana agenda setting.

Il servizio che ha chiuso l’ultima edizione di Studio Aperto è solo l’ennesimo esempio di una lunga serie di quello che può ben essere definito sciacallaggio mediatico. Le star del cuore sono gettate brutalmente in pasto a quelli che una volta erano i fan più accaniti: il pailettato mondo degli anni 80, anziché essere ritratto con un briciolo di nostalgia qua e là, viene riplasmato con Pongo da discount.