Striscia la Notizia



27
settembre

STRISCIA LA NOTIZIA : L’IRA DI MIKE

Mike Bongiorno (Tapiro d’oro, Striscia la Notizia) @ Davide Maggio .it 

Miss Italia deve aver rappresentato davvero un brutto capitolo per Mike Bongiorno.

Mai mi era capitato di vedere il re del quiz così fuori di sè.

Se, infatti, è vero che il caro vecchio Mike a telecamere spente non sia proprio uno stinco di santo è altrettanto vero che qualunque artista avrebbe poco gradito la tensione, palese tra l’altro, venutasi a creare sul palco del PalaCotonella.

Figuriamoci a 83 anni suonati!

Una tensione che ha fatto si che una manifestazione già alla deriva da anni, quanto meno televisivamente, venisse affossata del tutto.

E la colpa non può che essere addebitata alla primadonna (mancata, tra l’altro) Loretta Goggi.

Una conduzione fastidiosissima, quella della Goggi, paragonabile al comportamento di una brava scolaretta che vuole mostrare alla maestra quant’è brava.

Il problema è che la bravura della Goggi non credo sia mai stata messa in discussione da nessuno. Ciò che è stato sempre messo in discussione è stato proprio un egocentrismo esponenziale poco gradito dai colleghi di lavoro che di fatto le ha stroncato una carriera … e che puntualmente è arrivato anche sul palco di Miss Italia.

Un palco sul quale la conduttrice ha costantemente cercato di prevalere sul collega.

E nonostante la conduzione di Mike abbia dimostrato che alla sua veneranda età maratone del genere non sono più sostenibili, da professionista qual è, il re del quiz ha lasciato dietro le quinte le liti e sicuramente quella rabbia mista a delusione che è venuta tutta fuori (a mio avviso comprensibilmente) con la consegna del tapiro d’oro

L’energumeno che vedete nel video accanto a Mike è la sua inseparabile guardia del corpo. Chiamasi Roberto Orlandini e non abbandona Mike per nessun motivo. Anche durante le registrazioni dei programmi, il caro Orlandini si piazza dietro le quinte e veglia sul tranquillo svolgimento delle trasmissioni. Questa scelta si è resa necessaria dopo che, anni fa, un ospite del pubblico scelse di manifestare un po’ troppo calorosamente il proprio affetto nei confronti di Mike.




14
settembre

24/09 : STRATEGICHE MODIFICHE DI PALINSESTO

24 settembre 2007 @ Davide Maggio .it

Il 24 settembre sarà pure una giornata particolarmente densa di graditi ritorni televisivi ma è anche la prima giornata in cui vengono messe in atto delle “manovre” di palinsesto,  a mio avviso strategiche.

Senza indugiare, sappiate che dal 24 settembre :

  • Tempesta d’Amore passerà dall’access prime time al prime time di Rete4, il venerdi;
  • la fascia oraria lasciata scoperta dalla soap di cui sopra (dalle 20.10 alle 21.10) sarà occupata da Walker Texas Ranger che si sposta, dunque, da Italia 1 a Rete4;
  • l’access di Italia 1 sarà invece occupato da Candid Camera, in prima tv, che andrà in onda dalle 20,30 alle 20.45 al quale farà seguito il nuovo game show di Enrico Papi, Prendere o Lasciare, che terminerà alle 21.10.

Inutile ribadire che il beneficiario di queste modifiche non può che essere Striscia la Notizia. Se ci fate caso ad un potente quiz come Affari Tuoi viene controprogrammato un nuovo quiz su Italia 1 (che, come già detto in altre occasione, ha come “avversario” principale proprio Flavio Insinna) e per recuperare un consolidato pubblico di aficionados che guarda ogni sera Tempesta d’Amore si è pensato bene di spostare la soap in prima serata andando a contrastare, senza nessuna grossa pretesa mi auguro, i ballerini di Milly Carlucci il venerdi. 

Scelte commercialmente valide e che, in questo caso, non credo vadano a danneggiare i telespettatori. Una tv commerciale vive anche e soprattutto di questi espedienti…

In realtà il colpo basso credo stia da un’altra parte.

Il 24 settembre c’è un’altra modifica di palinsesto molto più “leggera” ma, a mio avviso, molto più penetrante.

Ad essere modificato sarà, infatti, il preserale di Italia1.

La sit-com di successo Camera Cafè che attualmente (come mai era accaduto in precedenza) è in onda per un’ora intera verrà “ridimensionata” e sarà trasmessa dalle 19.10 alle 19.40.  A seguire ci saranno due episodi del cartone animato Dragon Ball che andranno in onda dalle 19.40 alle 20.30.

A cosa sarà dovuto questo ”spezzettamento” del preserale?

Io mi son fatto un’idea ben precisa ma per il momento non voglio svelarla. Mi piacerebbe prima sapere se i miei attentissimi lettori hanno fatto i miei stessi contorti ragionamenti!

21 settembre 2007 

Dietro front a metà di Rete4 per Tempesta d’Amore. La soap non sarà più eliminata dall’access prime time ma verrà… dimezzata. Andrà in onda dalle 20 alle 20.20 e seguirà Walker Texas Ranger sino alle 21.10. Confermato l’appuntamento settimanale del venerdi in prime time.


11
settembre

STRISCIA LA NOTIZIA : LA VOCE DELLA PERSISTENZA

Striscia la Notizia @ Davide Maggio .it

Non è un’edizione come tutte le altre quella del tg satirico più famoso d’Italia che riaprirà i battenti il prossimo 24 settembre.

Verrà, infatti, inaugurata la 20esima edizione di Striscia la Notizia la cui conduzione sarà affidata, nella prima parte, alla coppia storica del programma formata da Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti.

Confermate anche le veline. Melissa Satta e Thais Wiggers balleranno, dunque, per il terzo anno sui 4 metri e mezzo del bancone del programma.

Mi incuriosiva conoscere e rendervi noto il sottotitolo della ventesima edizione. Ebbene… sarà LA VOCE DELLA PERSISTENZA ad accompagnare l’ormai noto logo del tg satirico che, insieme al biennale cambio della guardia delle veline, rappresenta forse l’unica novità.

Una formula, quella del più noto programma di Antonio Ricci, che è rimasta pressocchè invariata da quel lontano 7 novembre del 1988 quando fece il suo debutto su Italia1.

Una trasmissione che risulta più o meno come un reato, come direbbe il regista Federico Fellini.

Un “reato” che, però, piace agli italiani perchè porta agli onori delle cronache ciò che gli altri non vogliono o non possono dire.

Un potente cocktail di scoop e inchieste che tiene in guardia gli italiani dalle piccole grandi truffe quotidiane.

Quello che è stato eletto dai sondaggi come “Il Telegiornale più credibile per gli italiani” ha collezionato in “vent’anni di onorata carriera” scoop da prima pagina come :

  • il filmato inedito sui saccheggi nel campo di Valona in Albania durante la Missione Arcobaleno nel settembre ‘99;
  • la scoperta di due navi irachene ancorate nel porto di La Spezia con 80 marinai e 40 ufficiali in piena Guerra del Golfo!
  • la messa in scena per rendere più sensazionale un servizio ad opera di un cronista della CNN che, collegandosi con il network, indossava la maschera antigas durante la Guerra del Golfo pur non essendoci alcun pericolo

Si potrebbe proseguire all’infinito partendo dai clamorosi casi di malasanità per arrivare alle truffe ad opera di sedicenti maghi e passando naturalmente per Wanna Marchi e Stefania Nobile.

Certo, sono stati anche tanti i servizi ai quali è stato dato sin troppo spazio senza che ce ne fosse il motivo e che hanno rapprentato la rovina di molti ma in questi casi la probabile mancanza di notizie porta a mettere da parte l’ortodossia. Ma questa e’ un’altra storia…  

Per chiudere vi lascio ad alcune “ventennali curiosità” : Striscia la Notizia in… numeri! 

STRISCIA LA NOTIZIA IN NUMERI

7/11/1988 – Data di nascita di “Striscia la Notizia” (su Italia1);

7 – I minuti che durava ogni puntata nella prima edizione di Striscia;

30 – Il numero di puntate della prima edizione;

222 – Il numero di puntate in onda nell’ultima edizione 2006/2007;

3901 – Il numero delle puntate andate in onda dal 1988 al 2007;

57 - Il numero dei conduttori di Striscia dal 1988 al 2007;

31 – Il numero di Veline dal 1988 al 2007;

2 - Le “infermiere” di Striscia la Notizia;

1/10/1990 – Data di nascita del Gabibbo;

159 – I centimetri d’altezza del Gabibbo;

73 – I chili del Gabibbo;

83 – Il numero di scarpe del Gabibbo;

800.055.077 – Il numero verde S.O.S. GABIBBO

1500 – Il numero di segnalazioni telefoniche che, in media, arrivano ogni giorno alla redazione;

1000 – Le segnalazioni quotidiane che, in media, arrivano via e-mail;

100 – Le segnalazioni quotidiane che arrivano via fax;

30 – Le segnalazioni quotidiane che arrivano via lettera o video;

3530 - Le segnalazioni quotidiane totali che arrivano in redazione;

13.870.000 TELESPETTATORI – Il miglior ascolto di sempre registrato il 23/09/2002;

387.000 Record di pagine viste per il sito www.striscialanotizia.mediaset.it il 02/02/2006;

350 GRAMMI – Il peso di un tapiro d’oro (che in realtà non è d’oro ma realizzato in poliuretano espanso);

8000 KM circa – Il tragitto più lungo compiuto dal tapiro consegnato da Capitan Ventosa ad Al Bano a Samanà (Isola dei Famosi) nell’ottobre 2005;

16.650 - Le persone che hanno partecipato come pubblico in studio da settembre 2006 a giugno 2007;

49.950 - Le persone che hanno partecipato come pubblico in studio dalla stagione 2004/2005 alla stagione 2006/2007;

21 - I personaggi imitati da Dario Ballantini;

27/11/1996 - Prima consegna del tapiro effettuata dal Gabibbo al giudice Alberto Cardino.





19
aprile

AMARCORD, Che Fine Hanno Fatto…LE VELINE DI STRISCIA LA NOTIZIA?

Striscia la Notizia @ Davide Maggio .it

C’era un tempo in cui la televisione sapeva proporre idee nuove, spesso dal carattere sperimentale. Alcuni di questi programmi sono finiti ben presto nel dimenticatoio, altri più fortunati, si sono prima affermati come fenomeno di costume, per diventare in un secondo tempo dei veri e propri cult.

Uno di questi è Striscia La Notizia, programma andato in onda per la prima volta il 7 novembre 1988 su Italia 1. Il grande successo della trasmissione, ha portato al suo trasferimento su Canale 5, dove negli anni ha potuto accrescere la sua popolarità.

A caratterizzare il programma di punta delle reti Mediaset, sono state fin da subito le Veline, vallette che negli anni hanno subito varie trasformazioni.

Innanzitutto il numero delle Veline all’inizio era variabile, potevano essere tre o anche quattro, erano mute e si muovevano sui pattini. Il loro unico compito era quello di consegnare le notizie, sotto forma di velina per l’appunto.

Negli anni il loro ruolo si è sensibilmente modificato. I pattini sono scomparsi, sono nati gli stacchetti e verso la metà degli anni ‘90 ha prevo il via la consuetudine di sceglierne una bionda ed una mora.

Anche le loro forme nel tempo, si sono assottigliate. Non più donne giunoninche ma ragazze della porta accanto. Meno volgari senza ombra di dubbio.

Tante sono le Veline che si sono avvicendate sul bancone di Striscia La Notizie. Di molte di loro si sono perse le tracce. Alcune invece sono riuscite, non senza fatica, a sfondare nel mondo dello spettacolo o comunque a mantenere un loro ruolo.

Vediamo che fine hanno fatto alcune di loro.

ELIETTE MARINANGELO

Eliette Marinangelo @ Davide Maggio .it

Insieme a Cristina Prevosti, Stefania Dall’Olio e Micaela Verdiani è stata la prima Velina di Striscia La Notizia. All’epoca della sua partecipazione le Veline erano ancora mute. Dopo questo programma, ha partecipato ad altre trasmissioni. E’ di origini brasiliane ed ancora oggi fa la modella. A quest’attività si è aggiunta quella di attrice per spot pubblicitari. Oggi ha 41 anni.

TERRY SESSA

Terry Sessa @ Davide Maggio .it

Ha partecipato al programma dal 1989 al 1992. La sua ultima stagione a Striscia La Notizia l’ha vissuta in stato interessante. Per questo motivo Antonio Ricci, ha predisposto la creazione di costumi che non permettessero di vedere il pancione che via, via cresceva. Dopo qualche tentativo mirato a sfondare nel mondo dello spettacolo, ha deciso di ritirarsi dalle scene, per dedicarsi alla famiglia. Oggi vive in Toscana ed è moglie e mamma felice di due bambini. Ha 43 anni.


7
gennaio

STRISCIA LA NOTIZIA : TORNA IACCHETTI E POI?

Ezio Greggio & Enzo Iacchetti @ Davide Maggio .it

Per Gerry Scotti è finita l’avventura di Striscia La Notizia.

Non era un mistero che la conduzione del presentatore pavese sarebbe terminata il 6 gennaio.

Al Suo posto tornerà, da domani, Enzo Iacchetti grazie al quale si riunirà la coppia storica di Striscia La Notizia, quella che ha saputo regalare i momenti più divertenti ai telespettatori del tg satirico di Canale5.

L’ennesimo passaggio del testimone se da una parte è visto, quanto meno da me, con estremo favore, dall’altra mi porta a fare alcune riflessioni.

Se i miei ricordi televisivi non mi tradiscono, quello del fenomeno del “cambio” a Striscia La Notizia dovrebbe essere un caso isolato.

Mi chiedevo per quale motivo questa trasmissione debba essere soggetta ad una regolare sostituzione dei conduttori nel pieno della programmazione.

Questa simpatica “abitudine” ha caratterizzato il fiore all’occhiello di Ricci sin dalla quarta edizione e rispondeva, nella maggior parte dei casi, ad un’esigenza ben precisa : l’impossibilità per Ezio Greggio di condurre in toto Striscia La Notizia, avendo scelto di vivere per sei mesi in Italia e per sei mesi negli states.

Adesso, però, pare che quest’esigenza si sia trasformata in una vera e propria epidemia che colpisce i presentatori dell’access prime time di Canale5.

Ebbene… non capisco per quale motivo venga permesso ad un conduttore (che, diciamolo pure, altro non è che un dipendente, anche se privilegiato, dell’emittente per la quale, appunto, lavora) di poter fare i propri comodi e scegliere di “andare e tornare” a proprio piacimento nel bel mezzo della programmazione e deludendo quel pubblico che alla coppia di turno s’era affezzionato.

Non è un caso che in seguito al “cambio della coppia” ci sia puntualmente un calo d’ascolti fisiologico.

Se, però, negli ultimi anni, questo calo poteva essere anche spiegato con la minore popolarità, l’indubbia minore simpatia e il palese minore affiatamento delle “accoppiate striscianti” seguenti a quella originale (nella maggior parte dei casi Greggio – Iacchetti), quest’anno le regole si sono invertite.

Da domani, infatti, dopo che a una Hunziker qualunque è stata data la possibilità di scegliere il ”trasferimento” in teatro e dopo il conseguente arrivo di un sovraesposto Scotti a tappare i buchi, FINALMENTE avremo il ritorno della migliore accoppiata degli ultimi anni di Striscia La Notizia.

Non tutti i mali, almeno in questo caso, vengono per nuocere ma speriamo che ci si dia una calmata!





3
gennaio

QUELL’INSOPPRIMIBILE VOGLIA DI PONTIFICARE DI MAURIZIO COSTANZO

Maurizio Costanzo @ Davide Maggio .it

Ci risiamo. Maurizio Costanzo proprio non riesce a trattenersi: ama pontificare o per meglio dire, velatamente deplorare. Dopo un periodo di relativo silenzio, nel quale era auspicabile che il baffuto giornalista stesse riflettendo sui flop che hanno accompagnato gli ultimi anni della sua carriera, è tornato a dire la sua sulla televisione e in particolare su uno dei suoi colleghi più amati dal pubblico ovvero Gerry Scotti.

E lo ha fatto ovviamente in grande, attraverso le pagine del Messaggero. Il giornalista dapprima ha criticato la scarsa originalità della programmazione natalizia delle reti generaliste, auspicando qualche innovazione per l’anno venturo, per poi sferrare un piccolo attacco nei confronti dell’erede di Mike Bongiorno, colpevole secondo lui di essersi lasciato andare ad una certa sovraesposizione, come giustamente aveva sottolineato anche il titolare di questo blog.

Come sappiamo Gerry Scotti è apparso in breve tempo, in tre trasmissioni differenti nonchè nella fiction con Lino Banfi e a tutt’oggi lo vediamo contemporaneamente alla conduzione di “Chi vuol essere milionario?” e di “Striscia la notizia”. Quindi tutto vero, anche se va detto che dalla prossima settimana alla guida di quest’ultimo programma verrà sostituito dal veterano Enzo Iachetti.

Stupisce il fatto che proprio Maurizio Costanzo, faccia un accenno alla sovraesposizione di Scotti dal momento che lui ne è da anni il re indiscusso insieme alla moglie. Stiamo parlando di un personaggio che è onnipresente, conducendo in media due trasmissioni all’anno (quando gli va male), scrivendo canzoni, testi teatrali, sceneggiature cinematografiche, producendo pellicole e fiction, collaborando addirittura con il Ministro delle Comunicazioni, scrivendo per testate giornalistiche e l’elenco potrebbe essere infinito.

Non è che ogni tanto, per un fatto di buon gusto bisognerebbe fare un respiro profondo e guardare in casa propria prima di manifestare certe “perplessità”?

  • Aggiornamento

“Conversando” il programma nel quale Maurizio Costanzo aveva tanto creduto è stato sospeso. A partire dal 7 gennaio la domenica pomeriggio di Canale 5  sarà interamente affidata a Paola Perego.


13
dicembre

SCOTTI STRISCIA, LA MARINI SCHERZA CON AMENDOLA e LA PIVETTI VOTA!

Striscia la notizia @ Davide Maggio .itEzio Greggio & Gerry Scotti @ Davide Maggio .it

Arrivano conferme per il passaggio del testimone a Striscia la Notizia. Come annunciato, la Hunziker lascia anzitempo la conduzione dell’access prime time di Canale 5 dal prossimo lunedi. Al Suo posto è confermata la presenza di Gerry Scotti che affiancherà Ezio Greggio sino al prossimo 6 gennaio.

Inizia, insomma, con anticipo, il solito, fastidioso turnover del tg satirico di Canale 5.

Scherzi a Parte @ Davide Maggio .it

Continuano i mormorii sulla coppia che condurrà la prossima edizione di Scherzi a Parte che prenderà il via il 19 gennaio. Sembra che Claudio Amendola stia avendo la meglio su Teo Mammucari mentre tra la Lecciso e la Marini parrebbe ormai certa la convocazione di quest’ultima.

Einstein Multimedia @ Davide Maggio .itIrene Pivetti @ Davide Maggio .it

Si mormora che Antonio Marano, direttore di RaiDue, voglia scippare a Rete4 Irene Pivetti per la conduzione del nuovo format, targato Einstein Multimedia, “Vota Antonio“. Si tratta di un programma di satira e di intrattenimento politico per il quale la Pivetti sarebbe più che “azzeccata”. [via DagoSpia] 


13
novembre

DOPO LA MONOPOLIZZAZIONE COSTANZIANA, A MEDIASET E’ RICCI A FARLA DA PADRONE…

… e CULTURA MODERNA va in PRIMA SERATA


Maurizio Costanzo @ Davide Maggio .itNegli ultimi anni abbiamo assistito ad una graduale monopolizzazione delle emittenti del biscione che ha modificato in maniera significativa il palinsesto delle emittenti di Cologno Monzese.

Parlo, naturalmente, della penetrazione sempre più profonda di Maurizio Costanzo, Maria De Filippi e la loro Fascino PGT principalmente nelle programmazioni di Canale5.

Il risultato è stato (vi dirò poi per quale motivo parlo al passato) sotto gli occhi di tutti : si inziava la mattina del lunedi con Tutte le Mattine e si finiva la sera della domenica alle 20 con il termine di quella che è stata e continua ad essere, oggi più di prima, l’icona del trash nostrano. Una settimana televisiva piena zeppa di Costanzo, Signora e il loro staff di fedelissimi.

Una presenza eccessiva che è riuscita addirittura a spostare il baricentro delle produzioni Mediaset dalla imponente sede di Cologno Monzese a Roma dove Mediaset, avendo un centro di produzione di dimensioni davvero modeste (P.zza SS. Giovanni e Paolo), è “costretta” a prendere in “prestito” studi televisivi in quel di Cinecittà (che, nemmeno a farlo apposta, vede coinvolto in prima linea Maurizio Costanzo).

Non è finita qui.

L’ascesa di Lucio Presta a manager di punta per il reperimento di risorse artistiche e l’alleanza stretta da quest’ultimo proprio con Costanzo hanno fatto si che lo spostamento in quel di Roma (assieme all’inarrestabile potere costanziano) si rafforzasse ancor di più. Quasi tutti gli artisti del successore di Lele Mora, infatti, lavorano e risiedono nella capitale (giusto per citarne alcuni, Paolo Bonolis e Paola Perego).

Sembra però che ci sia quest’anno (e finalmente) un’inversione di rotta.

L’uscita di scena di MCS dal contenitore domenicale dell’ammiraglia di casa Mediaset ha rappresentato, a mio avviso, il primo di una serie di atti che hanno segnato un dietrofront dell’anchorman più famoso d’Italia quasi desideroso di un ritorno al “vecchio stile” in cui s’occupava di tematiche di scottante attualità senza macchiare e farcire i propri programmi con quel trash del quale, negli ultimi tempi, non riusciva proprio a fare a meno.

Non solo…

I risultati poco esaltanti incassati da Mediaset nel periodo di garanzia di questa nuova stagione televisiva hanno fatto si che i pochi programmi di successo realizzati siano stati elevati a esempi di altissima televisione pur non essendolo, in realtà, nemmeno un po’.

Antonio Ricci @ Davide Maggio .itParlo di Striscia la Notizia, di Cultura Moderna e di Paperissima.

Sarà un caso, fortuna o sarà bravura, ma tutti e tre i programmi citati fanno capo a colui che s’appresta a divenire il nuovo “gestore” dei palinsesti berlusconiani : Antonio Ricci.

Vi sono sincero. Il tipo di televisione che fa Antonio Ricci non mi piace. Ci si trova di fronte ad una frivolezza che se può risultare stimolante, gradevole e divertente nella mezz’ora quotidiana di Striscia la Notizia (meritevole, per quanto mi riguarda, dei successi sinora riscossi) rischia di diventare monotona e piatta se propinata per 2 ore e mezza di fila come nel caso di Paperissima.

Ma la dura legge dell’auditel non fa sconti a nessuno e dà potere a chi porta a casa il maggior numero di telespettatori senza curarsi dei perchè e dei per come quel risultato e’ stato raggiunto.

E cosi’, in un periodo di magra, gli ascolti di Striscia, Paperissima e Cultura Moderna forniscono ad Antonio Ricci quell’autorevolezza necessaria per poter influire (sulla scia Costanzian-Defilippiana) sui palinsesti delle più grandi tv commerciali italiane.

Già tempo fa, qualcuno l’aveva definito come Signore delle Marionette ma, a quanto pare, il teatrino (delle marionette) si sta ingrandendo a dismisura.

C’e’ infatti una novità non trascurabile.

Cultura Moderna starebbe per approdare alla prima serata!

Da gennaio, pare che dovremmo imbatterci in una versione prolungata (circa 2 ore) del programma condotto da Teo Mammucari. Dovrebbero essere infatti realizzate alcune puntate che, per alcune settimane, dovrebbero sondare il gradimento del pubblico.

E’ proprio così disgustosamente inaccettabile mettere in cantiere la produzione di un bel varietà vecchio stile?!?