Silvio Berlusconi



30
agosto

DM LIVE24: 30/8/2010. VIANELLO RACCONTA, MASI NON SVENDE, AMICI PROMUOVE, SILVIO AL PROCESSO.

Diario della Televisione Italiana del 30 agosto 2010

>>> Dal Diario di ieri… 

  • Agorà

lauretta ha scritto alle 12:37    

Andrea Vianello dalle pagine di Libero parla del suo nuovo programma, Agorà che partirà dal 27 settembre di mattina dal lunedì al venerdì su Raitre: “L’idea è ambiziosa e affascinante: provare a raccontare l’Italia e l’attualità attraverso la politica e in modo semplice, cercando di colmare un po’ quel varco tra il palazzo e i cittadini provando a capire il cuore pulsante del popolo. Parleremo di tante cose che hanno a che fare con la politica, ad esempio di tasse, pensioni e scuola…ma non usando il politichese e senza essere ansiogeni”  [...] Parlando poi della storica trasmissione ‘Mi manda Raitre’, aggiunge: “È un pezzo della mia vita, sono stati sei anni molto intensi. Mi sento come quando lasci una casa che hai amato, per una più grande e ugualmente bella: c’è sempre un po’ di nostalgia nel chiudere la porta, nel vedere quello scorcio per l’ultima volta dalla finestra. Ma ho voglia di cimentarmi in una nuova avventura, di rimettermi in discussione: spero di mantenere anche nel nuovo progetto, quel pizzico di fiducia da parte della gente che mi sono guadagnato con Mi manda Raitre”. 

  • La Rai vale

lauretta ha scritto alle 20:33   

“La trattativa con Sky è saltata perchè ho rinunciato a svendere la Rai”. Così il d.g. della Rai, Mauro Masi, a CortinaIncontra. Intervistato da Giovanni Minoli, il direttore generale ha detto di aver ricevuto l’offerta dell’intero bouquet della Rai per 7 anni a 50 milioni l’anno, mentre il suo valore è di almeno 200 milioni. Per Masi il Tg1 “non è di parte” e “Minzolini è un giornalista di punta” che sta portando importanti innovazioni nel linguaggio dell’informazione tv. (Ansa) 

  • Promosso

Ettore ha scritto alle 20:41    

Per Stefano De Martino arriva la promozione ad Amici. Nella prossima edizione, infatti, il ballerino diventerà un collega di Kledi e Josè. (Tgcom)




30
luglio

TG1, NUOVO EDITORIALE DI MINZOLINI: “SIAMO ALLA DERIVA GIUSTIZIALISTA”. E GARIMBERTI LO BACCHETTA

Video dell'editoriale di Augusto Minzolini

Che estate sarebbe senza un editoriale di Augusto Minzolini? I suoi interventi, in fondo, sono come l’amore o il colpo della strega, se preferite: arrivano quando meno te l’aspetti. Un anno fa il ‘direttorissimo’ del Tg1 era intervenuto sull’inchiesta di Bari (“Solo ipotesi e chiacchiericci”), ieri invece lo ha fatto sul divorzio tra Fini e Berlusconi, ma non solo. Ormai è così, quando Augusto parla stanno tutti ad ascoltare, a centellinare le parole, poi non passa nemmeno un minuto e partono le polemiche, le accuse di faziosità, le repliche, gli sfottò. Le posizioni del direttore del Tg1 diventano un caso, ribalzano dalla tv ai giornali, come agitano loro i contestatori non lo fa nessuno. Tutti col dito puntato, dagli al Minzo. Alla faccia della libertà di espressione.

Nell’editoriale trasmesso durante il tg delle 20 di ieri, Augusto Minzolini ha sùbito parlato della manovra economica approvata dal Governo, “varata nonostante le polemiche dell’opposizione e degli enti locali (…) misure impopolari ma necessarie, che hanno avuto il plauso dell’Europa”. A questo punto il direttore ha fatto una personale analisi del momento politico attuale: “in queste settimane la confusione sui giornali è aumentata a dismisura, sono fioccate previsioni pessimistiche sul futuro del governo, si è parlato di esecutivi tecnici o di larghe intese, sono state enfatizzate inchieste dai contorni confusi. Insomma, la solita cappa mediatica tenta di condizionare gli equilibri paese”. Poi ha denunciato:”Siamo alla deriva giustizialista”. Parole che del tutto legittime e ben argomentate, anche quando non pienamente condivisibili.

Da qui, con un assist che neanche Sneijder all’Inter, è passato al divorzio tra Fini e Berlusconi che sta consumando il Pdl in questi giorni. “Un elemento positivo lo determina, la chiarezza - ha detto - e in questo momento c’è bisogno di chiarezza, non di tatticismo esasperato”. Parole destinate ad animare il dibattito, a scaternare le ire dei trombettieri della libera informazione. Nemmeno il tempo di terminare l’editoriale e gli esponenti di Pd e Idv dichiaravano ai cronisti la loro indignazione. Tra gli interventi critici su Minzolini, il più autorevole è stato quello che il Presidente della Rai Paolo Garimberti ha espresso in serata, durante un’audizione in Commissione di Vigilanza.


24
luglio

UNOMATTINA ESTATE, MENTANA RACCONTA LA TELEFONATA DI BERLUSCONI DOPO LA NOMINA AL TG DI LA7: MI HA DETTO CHE LA DOVEVO A LUI (VIDEO)

Uno Mattina Estate, Enrico Mentana

 

A quanto pare niente “ghe pensi mi”, almeno per questa volta. Enrico Mentana ne è certo, e ci fa pure una bella risata sopra: con il suo nuovo incarico giornalistico Berlusconi non c’entra niente. Il neo direttore del tg di La7 ha sgomberato il campo dai rumors attraverso una battuta pronunciata ieri a Unomattina Estate, programma di cui era ospite. Incalzato dalle domande del conduttore Pierluigi Diaco, Mitraglietta ha svelato un aneddoto sulla sua nomina e sulle rituali telefonate di complimenti che la hanno seguita. Tra i tanti a contattarlo anche il premier Berlusconi, che si sarebbe attribuito il merito del colpaccio. Diavolo d’un Silvio, voleva far credere a Mentana di essere stato lui a piazzarlo sulla poltroncina di direttore del tg di La7, anche se- ha assicurato il giornalista- “sapevo che non era così”.

La chicca di Chicco è saltata fuori quasi casualmente, durante uno scambio di battute tra il conduttore di Unomattina Estate e lo stesso Mentana. Pierluigi Diaco ha così domandato a Mitraglietta se dopo la sua nomina a La7 avesse ricevuto le telefonate di complimenti da Pierluigi Bersani e Silvio Belusconi. E il giornalista: “Sì, da entrambi”. A quel punto Diaco ha rilanciato:”Ti ha fatto piacere quella del predisidente Berlusconi?”. E Mentana, che lì per lì sembrava quasi imbarazzato, ha svelato: “Berlusconi lo conosciamo come è fatto, praticamente ha detto che era stato lui anche se sapevo che non era così”.

Il direttore del tg di La7 non ha dubbi, dietro la sua nomina non c’è il Cavaliere. Anche se, a dire il vero, solo qualche settimana fa si vociferava che il nuovo incarico di Mentana fosse stato approvato, se non addirittura voluto, dallo stesso Berlusconi. A riportare l’indiscrezione era stato anche l’informatissimo Roberto D’Agostino, dalle pagine del suo sito. Il centrodestra, sembra di capire, da tempo teneva d’occhio il Mitraglia e cercava di indirizzarlo dove meglio potesse mettere a frutto le sue doti di “giornalista equilibrato”. A un certo punto si parlava pure di un Mentana al TG3 come sgambetto del Cav. al giornalismo militante di TeleKabul. Poi è andata diversamente, lo sappiamo. Ma stupisce comunque che oggi Chicco, quando racconta la telefonata in Berlusconi si sarebbe attribuito i meriti nella sua nomina, se la rida come se avesse appena raccontato la barzelletta del secolo.





24
luglio

DM LIVE24: 24/7/2010. LA MORI NON SE NE FA UNA RAGIONE (NOI SI), SCANU E’ OUT E DIACO INVITA

Diario della TV italiana del 24 Luglio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Evidentemente non ti volevano!

lauretta ha scritto alle 11:50

Claudia Mori dalle pagine di Vero: “Non so ancora perchè non ci sono io anche nella prossima edizione di Xfactor. Io avevo dato la mia disponibilità a tornare, ma ne i produttori, ne i vertici Rai hanno fatto qualcosa per avermi come giurata! Per quanto riguarda i nuovi giurati, Elio così come Ruggeri, sono bravissimi e rappresentano la competenza e la vocazione al campo. Mara Maionchi rappresenta la continuità mentre la Tatangelo è la parte più giovanile. Elio mi piace moltissimo. È un uomo talmente bravo e intelligente che andrà bene per Xfactor, programma che ormai è diventato un cult, un vero successo. Come talent show, questo rimane il migliore e sono orgogliosa di averne fatto parte”.

  • Berlusconi, la Cuccarini e le tette grosse

lauretta ha scritto alle 21:17

Lorella Cuccarini rivela a Fabrizio Roncone della Corriere della Sera: “Conobbi Berlusconi quando ancora non era un politico e posso testimoniare che fino al 1994 è stato un ottimo imprenditore televisivo. Solo che con una certa disinvoltura diceva a tutti che ero l’unica fra le sue star a non avere le tette grosse come piacevano a lui!”.

  • Valerio Scanu OUT

Antonello De Marco ha scritto alle 12:42CLASSIFICA FIMI – Album più venduti dal 12/07/2010 al 18/07/2010

TOP TEN
1. Ligabue – Arrivederci Mostro (10)
2. Vasco Rossi – Vasco London Instant Live 04.05.2010 (4)
3. Shakira – She Wolf (6)
4. Gigi D’Alessio – Semplicemente Sei (6)
5. Sting – Symphonicities (1)
6. Litfiba – Stato Libero Di Litfiba (7)
7. Marracash – Fino a Qui Tutto Bene (1)
8. Cesare Cremonini – 1999- 2010 The Greatest Hits (8)
9. Biagio Antonacci – Inaspettata (14)
10. Lady Gaga – The Fame Monster (38)

ARTISTI DEI TALENT SHOW
14. Pierdavide Carone – Una Canzone Pop (16)
16. Emma – Oltre (18)
21. Alessandra Amoroso – Senza Nuvole (43)
28. Marco Mengoni – Re Matto (22)
33. Marco Carta – Il Cuore Muove (8)
39. Noemi – Sulla Mia Pelle (42)
40. Loredana Errore – Ragazza Occhi Cielo (18)
62. Giusy Ferreri – Fotografie (35)
69. Carmen Masola – Vissi D’Arte (3)

OUT. Valerio Scanu con “Per tutte le volte che…” dopo 22 settimane esce dalla top 100.

  • Diaco VS Arcuri
lauretta ha scritto alle 15:58

Ad Uno Mattina Estate durante lo spazio dedicato alla rassegna stampa, Diaco parlando dell’Arcuri: “Consiglierei alla Arcuri di essere meno disinvolta. Mi sembra che ogni settimana abbia un fidanzato nuovo! Forse se si fermasse un secondo […]“.

E dopo il salto una serie infinita di CHISSENEFREGA!


14
luglio

DM LIVE24: 14 LUGLIO 2010

Diario della Televisione Italiana del 14 Luglio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Livello 22

lauretta ha scritto alle 22:04

Gerry Scotti in gran segreto ha registrato nei giorni scorsi negli studi romani di Endemol, il programma Livello 22. Protagonisti due vip nel ruolo di capisquadra e sei concorrenti scelti dal pubblico. (fonte Chi)

  • Gli ultimi saranno i primi

lauretta ha scritto alle 19:34

Sapete chi è stato l’ultimo ad essere stato informato dell’intervista a Silvio Berlusconi al Tg1? Il responsabile del politico, Francesco Giorgino. Il quale, sentitosi scavalcato, per ripicca e al grido non sono un tappabuchi, ha rifiutato di farla lui. Sta di fatto che il premier è stato intervistato dal capo degli esteri Nicoletta Manzione. Per Giorgino si tratta del secondo rifiuto importante nel giro di pochi giorni, prima la vicedirezione poi l’intervista al premier. ( Marco Castoro – Italia oggi)

  • Dare i numeri

TG1 13/07/2010

lauretta ha scritto alle 20:27

Al Tg1 danno i numeri estratti al Superenalotto. Peccato che quelli che appaiono in sovraimpressione siano un tantino diversi!

[Combinazione vincente Superenalotto: 9 - 20 - 33 -48 -55 - 84  J:10 SS:74]

[Combinazione del TG1: 24 - 33 - 54 - 69 - 79 - 86 J:52 SS:41]





13
luglio

‘IN ONDA’ UN TRAVAGLIO SHOW SU LA7: VESPA? PIU’ CHE UN GIORNALISTA E’ UN MEZZANO

Marco Travaglio nella puntata di In Onda del 12 Luglio 2010

La cenetta al lume di candela era tra il premier Berlusconi, Gianni Letta, il cardinale Tarciso Bertone, Pierferdinando Casini, Mario Draghi e Cesare Geronzi. Ma a non digerire il conviviale banchetto a casa di Bruno Vespa è stato lui, Marco Travaglio. Così, col peso sullo stomaco, il giornalista non si è sottratto dal commentare con parole taglienti il simposio dei maginifici sette durante la registrazione di “In onda”, il programma di approfondimento di LA7 condotto da Luisella Costamagna e Luca Telese trasmesso ieri sera, 13 luglio. La stilettata più precisa, il brizzolato Marcolino l’ha diretta proprio al Bruno Vespa organizzatore di cene tra potenti:” Vespa un giornalista?  Si fa per dire. Credo che questo sia un compito da mezzani più che da giornalisti”.

A Travaglio non è andata giù l’idea che il conduttore di Porta a porta, invece di fare l’integerrimo cane da guardia del potere, abbia invitato a tavola i pezzi da novanta del Paese e, tra una minestrina e un bicchiere di lambrusco, abbia fatto da levatrice all’eventuale nascita di nuovi accordi politici e strategie di governo. “Non credo che a un giornalista possa mai venire in mente di invitare il Segretario di Stato Vaticano, il Presidente del Consiglio, il Governatore della Banca d’Italia, il più importante assicuratore ed ex banchiere come Cesare Geronzi e due politici che un tempo si amavano (Silvio Berlusconi e Pierferdinando Casini, ndDM), per far riscoccare la scintilla” ha detto Travaglio, il quale ha poi aggiunto:” l’idea che un giornalista debba propiziare un cambio di maggioranza, puntellare un Governo che sta traballando è abbastanza patetica”.

La firma de Il Fatto quotidiano è tornato “In onda” per cantarle a Bruno Vespa, da tempo uno dei suoi bersagli preferiti. Travaglio, anche dal pulpito di Annozero, aveva più volte accusato il conduttore di Porta a porta di nascondere i fatti e di fare un giornalismo asservito al potere. Stavolta l’occasione per fare la predica e rimbrottare Vespa arriva invece dall’incontro organizzato dal giornalista giovedì scorso nella sua casa romana di Trinità dei Monti. “Penso che in altri paesi del mondo un giornalista non si inventerebbe una cena di quel genere” ha concluso Travaglio commentando la notizia.


12
luglio

CURRENT: DA STASERA VA IN ONDA VIDEOCRACY, RACCONTO A SENSO UNICO SULL’ITALIA DELLA TV

Videocrazy, il documentario trasmesso questa sera da Current TV

Su Current va in onda l’Italia delle veline e dei tronisti, degli addominali tartarugati di Corona e delle festicciole al Billionaire. Il paese dei Balocchi che ammalia e contamina il Paese reale. A partire da stasera, 12 luglio, dalle 21.10 il canale 130 di Sky trasmetterà il documentario “Videocracy, basta apparire” del regista bergamasco-svedese Erik Gandini. Current propone così per la prima volta la discussa inchiesta che nessuna emittente aveva ancora mandato in onda (e ci sarà pure stato un motivo). La pellicola, presentata al festival di Venezia 2009, racconta del presunto partito catodico che suggestiona le menti e governa la Penisola, degradandola culturalmente. Tutti vogliono fare la tv: la colpa di questa tendenza perversa, manco a dirlo, sarebbe di Berlusconi e delle sue reti. Ci si aspettano grandi rivelazioni da questo documentario, ma il flop è dietro l’angolo.

L’inchiesta assembla immagini e suggestioni, portando avanti la tesi che quella orchestrata da Berlusconi sia una macchina di potere prima che di intrattenimento. Una ‘videocrazia’, appunto. In realtà, se le premesse possono incuriosire e sembrare valide, sono le argomentazioni che lasciano a desiderare. C’è Fabrizio Corona che fa la doccia col pacco in bella vista, raccontando come si fanno i soldi (e si finisce in tribunale). Poi Lele Mora si dichiara “mussoliniano” e ci fa ascoltare le suonerie del Ventennio sul suo cellulare. Seguono immagini di provini, con ragazze che sculettano e sognano la celebrità. Tutto qui: “Videocracy” scopre l’aqua calda, ci racconta che certa tv illude e ‘usa’ le persone, promettendo loro una popolarità effimera, e soldi facili.

Il promo del documentario di Erik Gandini, a suo tempo, non era andato in onda su Rai e Mediaset suscitando polemiche. Ora Current propone “Videocracy” per intero, nonostante le imprecisioni che esso contiene. Quella più clamorosa, ad esempio, riguarda l’attribuzione di un programma di spogliarelli alle tv di Berlusconi (quando a realizzarlo era invece la rete locale Tele Torino International, nel 1977). Current trasmetterà tutto da stasera, commettendo forse una stonatura, se consideriamo l’ampia serie di inchieste ben confezionate che solitamente l’emittente realizza.


8
luglio

MAGIC ITALY: SILVIO ‘THE VOICE’, BERLUSCONI FA LO SPEAKER IN TV PER PROMUOVERE IL TURISMO IN ITALIA (VIDEO)

Quando si dice “Italia amore mio”… Se il presidente operaio vi lasciava perplessi e quello chansonnier vi strappava un sorriso, eccovi ora il presidente tour operator. Non c’è storia: Silvio fa tutto, ti consiglia pure come trascorrere le vacanze. Per lui il “ghe pensi mi” è una filosofia di vita, ce l’ha nel sangue, che ci volete fare?! Serviva un testimonial noto, una voce convincente che promuovesse le bellezze artistiche e paesaggistiche del Belpaese, che dicesse agli italiani quanto è magica la loro penisola. Berlusconi non ha esitato un secondo (è più forte di lui): ha scritto un breve testo e lo ha pure inciso, mettendoci la voce. Il risultato è uno spot pubblicitario istituzionale, che da settimana prossima andrà in onda in tv sulle reti Rai, e anche all’estero su Rai International.

Questa che vedi è la tua Italia, un Paese unico fatto di cielo, di sole, di mare… un Paese straordinario che devi ancora scoprire”. In sottofondo c’è la voce di Berlusconi, quella suadente e impostata da teleimbonitore, e sullo schermo scorrono le immagini di alcuni tra i luoghi più incantevoli d’Italia. Il Duomo di Milano, le calli di Venezia, i faraglioni di Capri e la fontana di Trevi… La colonna sonora è “Un amore così grande” di Claudio Villa, e a giudicare dall’indole canterina sembra che il premier abbia scelto pure quella. Poi, come nei migliori spot tv, c’è il gran finale, quello che cattura il telespettatore: “Impiega le tue vacanze per conoscere meglio l’Italia, la tua magica Italia” dice Berlusconi.

Il promo è stato realizzato per il Ministero del Turismo e presentato ieri da una a dir poco entusiasta Michela Vittoria Brambilla. Dal punto di vista televisivo niente da dire: lo spot cattura e, in pochi secondi, mostra scorci di Italia che lasciano a bocca aperta. Il messaggio è chiaro e condivisibile: caro turista, invece di fare il pecorone e chiuderti in un villaggio vacanze all’estero perché non visiti il tuo Paese e ne scopri le bellezze più nascoste? Resta però da capire perché debba essere un politico a promuovere il turismo, proprio di questi tempi in cui i governanti, Presidente del consiglio in primis, dovrebbero occuparsi di ben altro. In fondo ci sono enti preposti e ben finanziati per assolvere a questo compito.  

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,