Reportage



30
ottobre

Casamonica – Le mani su Roma: Nello Trocchia racconta sul Nove i crimini del clan

Nello Trocchia

Se non ci si vive è difficile immaginarlo. Non si pensa possano esistere in una città reale zone completamente franche“. Ci sarà anche la testimonianza di Virginia Raggi nel reportage Casamonica – Le mani su Roma, realizzato dal giornalista Nello Trocchia per il canale e in onda in prima tv in due appuntamenti: domani, giovedì 31 ottobre, e lunedì 4 novembre alle 21.25. Il documentario racconterà la vita di un clan che condiziona da anni la Capitale e che – denuncia lo stesso Trocchia – “ha puntato tutto sulla violenza e ha costruito un impero con l’usura e il traffico di droga“.




7
gennaio

FUGA DALL’ISIS: SU SKYTG24 LA RETE CHE LIBERA LE SCHIAVE DEL CALIFFO

Fuga dall'Isis

Donne che fuggono dall’inferno. Dalle violenze del Califfato. SkyTg24 propone, in prima visione per l’Italia, Fuga dall’Isis, un reportage dedicato alle loro storie. Stasera – 7 gennaio – in prime time, l’emittente all news trasmetterà un documento sulla liberazione delle donne fatte prigioniere e schiave dal sedicente Stato Islamico. Un viaggio faticoso reso possibile grazie a un gruppo di uomini coraggiosi.


3
novembre

EUROPA PROMESSA: SKYTG24 RACCONTA L’ODISSEA DEI MIGRANTI VERSO IL VECCHIO CONTINENTE

Europa Promessa, Skytg24

Una prospettiva diversa sul tema immigrazione, considerato non più come semplice emergenza ma come fenomeno strutturale da studiare nei suoi effetti a lungo termine. E’ questa la chiave di lettura utilizzata nell’inchiesta Europa Promessa, che SkyTg24 trasmetterà stasera – martedì 3 novembre – alle 20.20 (e in replica alle 23 e alle 21.10 di venerdì 6 novembre). Non un dibattito, ma un reportage per comprendere come sta cambiando il volto dell’Europa.





15
luglio

BLOGNOTES: SU ITALIA1 I REPORTAGE SPERIMENTALI DALLE ZONE DI FRONTIERA

BlogNotes

C’è lo spirito informale del diario di viaggio in BlogNotes, il programma di reportage in onda in seconda serata su Italia1 a partire da oggi, 15 luglio. A cura di Mimmo Lombezzi e Lorena Bari, in cinque puntate il format realizzato da Videonews e Mediafriends metterà a confronto alcune storie ambientate all’estero con situazioni affini presenti in Italia. Un viaggio su doppio binario, che si discosterà volutamente dal modello della tradizionale inchiesta giornalistica.

BlogNotes, infatti, predilige l’andamento del ricordo o della riflessione, piuttosto che lo stile formale del servizio giornalistico. Come in un diario, le “storie di frontiera” provenienti da tutto il mondo verranno presentate come appunti di viaggio annotati su un tablet, all’interno di una rete di libere associazioni di idee e collegamenti. I reportage, infatti, saranno inframmezzati da molteplici citazioni tratte da autori classici, ma anche da pellicole cincinematografiche, blog e siti Internet.

Un’altra particolarità di BlogNotes è l’utilizzo del linguaggio del graphic journalism e del fumetto, che spesso ’sporcherà’ le immagini, con disegni o foto ricalcate a matita. A dare ritmo alla narrazione saranno le tavole di Mimmo Lombezzi, con uno stile pensato soprattutto per un pubblico giovane come quello di Italia1. In realtà, il programma era stato già trasmesso da Tgcom24 a partire dallo scorso mese di gennaio e solo ora è arrivato il passaggio sperimentale sulla rete generalista.

BlogNotes: gli argomenti delle cinque puntate

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


26
agosto

TASHAKKOR: IL DOCUMENTARIO DI MASSIMO GILETTI IN AFGHANISTAN DOMANI SU RAI1

Massimo Giletti

Andrà in onda domani, lunedì 27 agosto, intorno alle 23.10 la nuova fatica di Massimo Giletti: Tashakkor (vuol dire “grazie” in persiano), il documentario girato in Afghanistan per la regia di Roberto Campagna che rende omaggio alle milizie italiane impegnate in quei luoghi. Un reportage per raccontare le vicende dei soldati del Bel Paese, quelli che sono tornati in Patria avvolti dal tricolore e quelli che prestano ancora servizio nel deserto.

Massimo Giletti ha manifestato tutto il suo entusiasmo per aver preso parte a questo progetto realizzato nella postazione più estrema dell’avamposto di Bala Murghab. Il ricordo indelebile della paura nascosta dietro ogni angolo, del caldo torrido del deserto e dello sguardo dei giovani militari che rischiano la vita ogni giorno hanno profondamente colpito il conduttore, stando a quanto rivela Telesette.

“Volevo sfidare me stesso ponendomi in una situazione estrema, difficile”

afferma il conduttore de L’Arena che prosegue con una dichiarazione che con ogni probabilità non farà contento Bruno Vespa:

“Questo documentario è anche un modo per dimostrare che Rai1, in seconda serata, può fare informazione senza affidarsi per forza ai talk”

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





18
settembre

PRESADIRETTA, STASERA RICCARDO IACONA TORNA AD INDAGARE. SI COMINCIA DALL’ITALIA “SENZA SOLDI”

Riccardo Iacona, Presadiretta

Riccardo Iacona continua ad indagare, a raccontare l’Italia sgangherata (e smutandata) di oggi con occhio attento e stile sferzante. Ritorna stasera Presadiretta, il programma giornalistico della terza rete che, con i suoi reportage, terrà compagnia al pubblico per le prossime cinque domeniche, fino al 16 ottobre. Poi la trasmissione cederà il testimone Milena Gabanelli e la rivedremo in onda a febbraio, con altre 11 puntate. A seguito di un sempre rinnovato successo di ascolti, Rai3 ha dunque confermato e rafforzato l’appuntamento curato da Iacona. Gli ingredienti e il format sono sempre gli stessi: poche chiacchere, niente talk e molte notizie raccolte sul campo.

Stasera Presadiretta esordirà con una puntata sulla crisi economica, dal titolo “Senza soldi“. Il programma della terza rete entrerà nel cuore dell’attualità, facendo anche le pulci alla manovra anti-default del Governo. Riuscirà l’Esecutivo coordinato da Silvio Berlusconi a portare fuori l’Italia dalla crisi?  Dove verranno presi i soldi per raddrizzare il debito pubblico? Il reportage risponderà a questi interrogativi raccontando anche il malcostume della evasione fiscale. La trasmissione di Iacona porterà le sue telecamere in Sardegna, dove chiudono le industrie, e tra gli industriali del Nord Est, ad Arzignano vicino a Vicenza, dove gli imprenditori del settore della concia delle pelli da anni evadono tasse e contributi. Poi si sposterà a Parma, dentro la crisi della politica locale, e a Cernobbio fra i grandi e i potenti.

L’inchiesta sarà curata da Domenico Iannaccone, Raffaella Pusceddu, Lisa Iotti, Vincenzo Guerrizio, Alassandro Macina, Danilo Procaccianti, Elena Stramentinoli e dallo stesso Iacona. Settimana prossima Presadiretta continuerà il suo viaggio nella crisi durante una puntata intitolata “Popolo“, che farà luce sugli aspetti più drammatici della miseria di migliaia di famiglie che devono fare i conti con il  welfare che sta sparendo. Il 2 ottobre prossimo, il programma parlerà di “Gioventù sfruttata“, un racconto delle difficoltà di un’intera generazione che ha  perso il diritto a pianificare il futuro.


23
giugno

ANNOZERO TORNA IL 28 GIUGNO SU RAI2

Michele Santoro, Annozero

Annozero torna quando meno te l’aspetti. Anche quando i rapporti tra Michele Santoro e la Rai sembrano ormai morti e sepolti da un pezzo. Fermi tutti: la stagione del talk show più scomodo della tv generalista non si è chiusa il 9 giugno scorso come tutti credono. Il sipario è ancora mezzo aperto, e l’ultimo atto della teogonia santoriana andrà in onda martedì prossimo, 28 giugno, sulla seconda rete.

Come infatti riportato sulla pagina Facebook ufficiale del programma, in quella data Annozero si congederà dal pubblico con un reportage trasmesso in prima serata su Rai2 ed in streaming. Lo speciale sarà presentato e commentato dallo stesso Michele Santoro che, in questo modo, offrirà ai telespettatori il suo ultimo ‘graffio’ d’autore prima dell’estate e di una nuova avventura professionale.

Per quanto riguarda i contenuti della puntata speciale, si tratterà di un reportage che esplora le problematiche del mondo della pesca (il titolo completo della trasmissione è Annozero – speciale Pesca). Da tempo il conduttore ha dichiarato di volersi dedicare anche a nuove forme di sperimentazione giornalistica e di approfondimento, e forse martedì prossimo ne avremo un assaggio.


10
giugno

RADICI: SU RAI3 IL REPORTAGE CHE RACCONTA L’ALTRA FACCIA DELL’IMMIGRAZIONE

Radici, Rai3

Rosita la studentessa, Mohamed il sindacalista, Nela l’ attrice, Magatte il musicista… Nomi e volti che saranno i protagonisti di Radici, la serie di quattro reportage firmati da Davide Demichelis da oggi su Rai3. Il programma di seconda serata racconterà alcune appassionanti storie di immigrazione, fatte di sacrifici, coraggio, emozioni vive, convivenze tra culture ed abitudini che vengono da lontano. Molto lontano. Ed è proprio da lì, dalle “radici” di persona che la trasmissione inizierà il suo viaggio ‘all’indietro’ nella vita dei suoi protagonisti. Donne e uomini che oggi vivono regolarmente in Italia, ma provengono dalla Bolivia, dal Marocco, dalla Bosnia, dal Senegal… e vi ritornano, seguiti dalle telecamere di Rai3.

E così, in presa diretta, il pubblico condividerà con loro le sensazioni nel ritrovare i luoghi natali, o conoscerà i motivi che li hanno convinti a lasciare il proprio Paese e a diventare “immigrati”. Questa sera, ad esempio, Radici racconterà la storia di Rosa , 31 anni, boliviana, che vive e studia a Bergamo dove si mantiene facendo le pulizie a casa di una famiglia. Tornerà in Bolivia in compagnia della sua mamma - immigrata anche in Italia - per ritrovare la sua famiglia e la sua gente,  tra emozioni e ricordi. Nel ruolo di protagonista e interprete delle sue sensazioni, Rosita condurrà il telespettatore in profondità nella cultura e nel tessuto sociale della sua terra. Lo porterà sino alle sue ‘radici’.

L’obiettivo del programma, prodotto da Icaro Communication con la collaborazione del Premio Ilaria Alpi, del Wwf Italia e di Oxfam Italia, è anche quello di far luce sulla vita quotidiana dell’immigrato in Italia. Il suo lavoro, la sua casa, la sua città, le persone con cui vive: sono tutti aspetti che spesso passano in secondo piano o vengono addirittura ignorati da parte di un’informazione che, invece, preferisce raccontare l’immigrazione “pericolosa”, quella che non sa o non vuole integrarsi. Dietro i volti di chi cerca l’America nella nostra Penisola ci sono storie di povertà, diseguaglianza e sfruttamento che la nuova trasmissione-reportage della terza rete intende raccontare senza filtri.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »