Real Time



17
ottobre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (10-16/10). PROMOSSI LA BRESCIA E REAL TIME. BOCCIATI FIORELLO E IL GIGOLO’ DEL GRANDE FRATELLO

Le Pagelle della settimana tv: Rossella Brescia

10 a Rossella Brescia, che questa settimana abbiamo visto ospite a Victor Victoria. E’ una brava ballerina, conduce con successo Colorado e fa radio. In un paese normale sarebbe la primadonna di un grande show su una rete ammiraglia ma invece… 

9 a Real Time. Da poco sbarcata sul digitale terrestre, la rete del gruppo Discovery con risorse limitate riesce a fare produzioni gradevolissime. Su tutte Il boss delle torte e Ma Come ti vesti? 

8  al balletto Marco Mengoni e Lorella Cuccarini nel corso di Domenica In Onda. Il divo di XFactor si mette in gioco con la conduttrice duettando sulle note di Sugar e  ci fa venire voglia di varietà. La Cuccarini, dal canto suo, dimostra che è quello il suo pane. 

7 a Salvo Sottile. Fino a qualche settimana fa il suo Quarto Grado era sull’orlo della chiusura ma in poco tempo è cambiato tutto. D’accordo c’è voluto il caso Scazzi a risollevare lo share ma 5 milioni di telespettatori su Rete 4, nell’era del digitale per giunta, sono un evento. 

 alla programmazione di Canale 5 di mercoledi prossimo. Sbarazzatasi di Le Due Facce dell’Amore, dirottato su La5, la rete per contrastare Ti Lascio Una Canzone ha scelto il film Una Moglie Bellissima con, manco a dirlo, Gabriel Garko. Che fantasia. 




29
agosto

DISCOVERY REAL TIME SBARCA (FREE) SUL DIGITALE TERRESTRE.

Discovery Real Time sul Digitale Terrestre

Conto alla rovescia per l’approdo di Real Time sul digitale terrestre: il canale del gruppo Discovery sarà visibile infatti anche sul DTT a partire dal 1°settembre, come ci ricorda un martellante spot pubblicitario propoosto sul canale 118 del bouquet SKY. Il canale sarà free, basterà solo un decoder o una tv con DTT incorporato per apprezzare i programmi di questa simpatica emittente che si differenzia dagli altri canali Discovery perchè impostata in modo più leggero e spensierato.

La programmazione non verte, infatti, su scienza e documentari sulla natura ma è caratterizzata da una massiccia presenza di curiosi docu-reality e programmi di tendenza, tra i quali meritano di essere segnalati il divertente Ma come ti vesti?! in cui due esperti di moda cercano di affinare il gusto nel vestire dei concorrenti e Il boss delle torte che racconta il lavoro della numerosissima famiglia italo-americana Valastro, alle prese con la direzione di una pasticceria.

Le differenze con gli altri canali Discovery sarannno ancora più evidenti con l’approdo sulla piattaforma digitale perchè il canale cambierà il proprio nome e il logo, diventando semplicemente “Real Time“. L’emittente satellitare diventa così la seconda, dopo Cielo, a sbarcare sul DTT anche se occorre ricordare che sarà visibile (sul canale 33) solo ed esclusivamente nelle zone in cui si è completato il processo di switch-off.


31
ottobre

L’ALTRA META’ DI SKY: LA PROGRAMMAZIONE TRASH-EROTICA

Porno, un affare di Famiglia (Comedy Central)

Come abbiamo recentemente documentato, viaggiare nei meandri di Sky può riservare grandissime sorprese, a volte spettacolari, altre volte sconcertanti. La prima “vittima” del nostro “reportage” è stato il famoso canale GXT ed i suoi deliranti programmi. Prossimi martiri catodici sono quei programmi che costituiscono il fulcro della sexy programmazione di Sky. No, non parliamo di Hot Club, ma di quelle trasmissioni ad alto contenuto erotico che non richiedono alcun abbonamento addizionale e sono guardabili da qualunque uomo senza temere che la garanzia di anonimato possa venir violata.

La prima trasmissione in questione ha un titolo che è tutto un programma: “Porno: un affare di famiglia”, in onda su Comedy Central. Nonostante la ”famiglia” presente nel titolo, scordatevi assolutamente trasmissioni alla “Jefferson” o “Otto sotto un tetto”. Qui si parla di tutt’altro: un docu-reality che si pone l’ambizioso obiettivo di raccontare le gesta ero(t)iche di Adam Glasser, meglio conosciuto come Seymore Butts, uno dei magnati più influenti del porno statunitense. Ad accompagnare Adam nelle sue esilaranti avventure, troviamo la madre Lila (che paragona il talentuoso figliolo nientemeno che a Tom Cruise), il figlioletto Brady, che se solo venisse a conoscenza di ciò che succede in salotto mentre gioca nella sua cameretta rinnegherebbe il padre all’istante e, last but not least, il cugino Stevie, un arzillo sessantenne, factotum della piccola impresa di famiglia, tutto dedito alla ricerca di nuovi talenti. In realtà si tratta di un singolare personaggio che non ha timore di chiedere ad una sconosciuta qualsiasi, se abbia voglia di essere ripresa durante le più bizzarre discipline amatorie. Laggiù si chiama casting, da noi si chiamerebbe stalking.

Tra un casting e una breve scampagnata col piccino Brady, lo spettatore può assistere tranquillamente a riprese pornografiche di tutti i generi, opportunamente censurate, ma assolutamente comprensibili sempre che non si soffra di cataratta congenita.





18
ottobre

DISCOVERY REAL TIME: L’INTRATTENIMENTO CORTESE CHE ENTRA NELLE CASE SENZA URLARE

DISCOVERY REAL TIME CORTESIE PER GLI OSPITI

Tele educati di tutta Italia, se siete stanchi di risse, urla, volgarità e polemiche di cui è ormai satura la tv generalista, sappiate che fuggire il lato più becero del piccolo schermo non è poi così difficile.

Se, infatti, non siete fra i cultori del trash, e soffrite di una grave forma di intolleranza alle telerisse, sarete felici di sapere che una tv non urlata esiste, e non vi stiamo indirizzando verso i documentari del National Geographic. L’intrattenimento pacato, di quelli che anche il Moige approverebbe ad occhi chiusi (e a schermo spento), ha il nome di Discovery Real Time, canale 118 di Sky, che propone ai telespettatori più attenti una programmazione godibile e mai sensazionalistica, capace comunque di fidelizzare il pubblico,  e di accontentare una sempre più vasta fascia di utenti. Pur avendo, ormai da qualche mese, effettuato un vero e proprio restyling che ha riguardato il taglio grafico del canale, logo compreso, i contenuti sono rimasti fedeli agli intenti dichiarati fin dalla sua nascita.

Real Time, ultima creazione di Discovery Networks Europe in Italia, è completamente dedicato a quei programmi che riguardano l’ampissimo concetto di lifestyle. Cucina, design, modi e mode, trovano spazio in un palinsesto che tende ad accontentare una sempre più larga forbice di pubblico, dedicandosi agli hobby e alle passioni tipiche di un telespettatore colto, interessato, attento a tutto ciò che riguarda la vita quotidiana. Sono dedicate ad una fascia di utenza più adulta quelle produzioni come Chirurgia XXL, Malattie Misteriose e Little Miss America, programmi a metà fra il docu-reality e l’approfondimento; piacciono ai giovani LA Ink, Paint Your Life e Ma come Ti vesti, in cui lo sforzo produttivo si sposa con una massiccia dose di originalità, proponendo ciò che difficilmente è possibile rintracciare nella tv che resta fuori dai cieli di Sky.


18
marzo

TV E MODA: TUTTI GLI APPUNTAMENTI CHE HANNO RESO IL TUBO CATODICO PIU’… FASHION

Moda e Tv

Moda e Televisione sono due realtà indiscutibilmente vicine. Entrambe legate saldamente al concetto di immagine, si sono negli anni influenzate a vicenda, divenendo fedeli specchi dei nostri tempi; il piccolo schermo e la passerella, infatti, non fanno altro che mostrarci ciò che siamo diventati nel tempo, anche, e soprattutto, sotto la loro impietosa influenza.

Lo spostamento negli anni del fenomeno del “divismo”, che dal cinema creatore di miti eterni è migrato verso il piccolo schermo, con i suoi divi effimeri, e verso la moda, con le tanto ricercate modelle-modello di bellezza, è la testimonianza del crescente potere affidato ai mondi della tv e del fashion. E’ indubbio, però, che una delle due realtà ha saputo meglio raccontare l’altra, sviscerandola e spezzettandola in ogni suo aspetto. Vi siete accorti che la tv ha declinato la moda in così tante forme da renderla un genere?

I format di moda che hanno visto la luce dagli anni novanta ad oggi sono decine, e con l’avvento dei reality si sono sicuramente arricchiti, riuscendo non solo a raccontare lo stile e gli stili, ma anche ad entrare nel dietro le quinte di un mondo complesso e ricco di sfaccettature. L’esperienza italiana in questo settore parte già dal 1984, quando da un’idea di Fabrizio Pasquero nasce Nonsolomoda, rotocalco fra i più longevi del nostro tubo catodico, che per primo ha fatto si che la moda in tv non fosse solo “look” ma anche arte.