Raiuno



23
novembre

UN MEDICO IN FAMIGLIA 6, STASERA GLI ULTIMI EPISODI: CRONACA DI UN SUCCESSO ANNUNCIATO E TRASVERSALE

Un Medico in Famiglia 6, ultimi episodi

Troppo buoni per essere veri? Forse. Troppo forti per non replicare? Esatto. Andranno stasera in onda, in prima serata su Raiuno, gli ultimi due episodi di “Un Medico in famiglia 6 e c’è da scommetterci: sarà (nuovamente) record d’ascolti. Già battezzata con i migliori auspici, considerati i rientri di Giulio Scarpati (Lele Martini) e della coppia Sermonti- Sikabonyi (Guido e Maria), quest’edizione doveva essere in teoria l’ultimo capitolo del format, ma di fronte a tanto affetto e a tanti ascolti, Raiuno e Publispei non hanno potuto fare a meno di mettere in cantiere un settimo e nuovo ciclo di avventure Martiniane.

Un successo annunciato appunto, in grado di diventare l’autetico “jolly” della prima serata di Raiuno. Una “macchina trita-ascolti” capace non solo di annientare i one-man show di Zelig, ma anche di mettere in riga la blasonata decima edizione del Grande Fratello. Ed è proprio questa, probabilmente, la vittoria più importante. Infatti il grande merito di Scarpati & company, non è stato solo quello di tenere incollati al teleschermo il tradizionale (e poco giovanile)  pubblico di Raiuno, ma anche quello di fare breccia sul famigerato “target commerciale”, ossia quel pubblico più giovane e sensibile ai messaggi pubblicitari (e quindi più interessante per gli inserzionisti), che Raiuno spesso dimentica.

Una media di 7 milioni di spettatori a serata (per la maggior parte donne) di cui circa il 40% di età compresa tra i 4 e i 24 anni: un’autentico miracolo catodico per l’ammiraglia Rai: nonni e nipoti pronti a condividere il telecomando e l’apprezzamento per un prodotto sicuramente di qualità e dalla forte impronta nazional-popolare. Cosa aspettarci dunque durante gli episodi di stasera?




15
novembre

“GRAZIE A TUTTI” MA SOPRATTUTTO ALL’AUDITEL: ECCO I TIMORI DEL CODACONS RIGUARDO LO SHOW DI MORANDI

Gianni Morandi (Grazie a tutti)

L’Auditel ha letteralmente salvato Gianni Morandi. Il rischio di un poco soddisfacente riscontro in termini di audience è sempre stato (e sempre sarà) la spada di Damocle di numerosi artisti  che tentano, da anni, di rianimare un genere in via di estinzione come il varietà; ma mai come questa volta gli ottimi ascolti hanno evitato all’“eterno ragazzo” il verificarsi di una situazione sicuramente poco piacevole.

Ma il Codacons non è pago: la famosa associazione in difesa del consumatore si è gettata a capofitto in una delle tante invettive di cui si è resa protagonista in questi anni. Quest’ultima inedita filippica, però, ha creato un incredibile e curioso precedente:  la stroncatura preventiva.

Secondo Libero, infatti, il Codacons si sarebbe lasciato andare ad impietosi ed ovviamente negativi giudizi riguardo il nuovo (?) show di Gianni Morandi, Grazie a tutti, etichettando il programma come “antiquato e costoso”. Valutazioni alquanto spietate, elargite addirittura qualche ora prima della messa in onda della puntata di esordio dello show. Motivo scatenante di questa particolare presa di posizione sono, appunto, i soldi. L’osservatorio della qualità dei programmi tv del Codacons ha lanciato un accorato appello alla Rai affinchè i costi dello show e, soprattutto, l’ingaggio del cantante di Monghidoro, vengano resi pubblici.


13
novembre

RAI, PALINSESTI GENNAIO 2010: RAIUNO CONTINUA A PUNTARE SULL’USATO SICURO CON MILLY CARLUCCI E PUPO. NOVITA’, CON ALCUNI “LIMITI”, PER RAIDUE CHE DEBUTTA ANCHE IN PRESERALE

Palinsesti Rai - Gennaio 2010

La stagione autunnale deve ancora terminare ma si guarda già al 2010 per quanto riguarda la programmazione Rai. E proprio a partire da gennaio 2010 si potranno valutare meglio l’operato e le scelte dei nuovi direttori Mauro Mazza per Raiuno e Massimo Liofredi per Raidue (mentre per Raitre la direzione è ancora in bilico). Anticipiamo subito che Raiuno continuerà a puntare sull’usato sicuro mentre Raidue proporrà alcune novità.

Partiamo proprio dal secondo canale che dovrà risistemare il day time: oltre alle conferme de Il fatto del giorno, che in un mese ha raddoppiato gli ascolti, e de L’Italia sul 2, tornerà in onda Paolo Limiti con un nuovo show (forse quotidiano alle 16.10 o forse al sabato pomeriggio). Novità anche nel preserale con un intrattenimento denominato “Secondo canale“, in attesa della striscia quotidiana dell’Isola dei famosi. Al sabato pomeriggio potrebbe tornare il programma musicale Top e of the pops e a seguire è previsto l’intrattenimento “Generazioni a confronto“. Sarà Limiti il conduttore? Di certo non sarà Raffaella Carrà, la quale dovrà attendere ancora qualche mese prima del suo ritorno in video, dopo aver visto sfumare il contatto col direttore Liofredi.

In prima serata continua l’invasione dei telefilm con Ncis e Castle (domenica), Senza traccia (lunedì), Desperate housewives e Brothers and Sisters (venerdì) e Close to home (sabato). Nei giorni restanti Annozero confermato al giovedì, al mercoledì film e calcio con la Coppa Italia e al martedì un’imprecistata produzione d’intrattenimento. Unica novità della seconda serata  sarà Ultima parola al venerdì sera che potrebbe rivelarsi il nuovo programma di Gianluigi Paragone. Ancora nessuna traccia del nuovo programma di informazione che verrà con ogni probabilità affidato a Maurizio Belpietro.

Scopri dopo il salto le novità di Raiuno e Raitre.





13
novembre

L’ANTONIANO NON HA PIU’ UNO ZECCHINO. LA CRISI INVESTE LA BABY KERMESSE ALL’ALBA DELLA 52^ EDIZIONE SENZA CINO TORTORELLA

52 Zecchino d'oro

Tra gli eventi storici che la TV di Stato trasmette annualmente figura anche lo Zecchino D’Oro, kermesse canora che vede assoluti protagonisti i bambini (dai 3 agli 11 anni) e che possiamo definire come la capostipite di un genere, quello dei baby talent-show, ultimamente molto in voga in Rai (con Ti lascio una canzone) e Mediaset (con la nuova edizione di Bravo Bravissimo). L’idea di una rassegna canora internazionale fu partorita da Cino “Mago Zurlì” Tortorella e, negli anni, ha assunto un’importanza tale da meritarsi la targa di “Patrimonio per una cultura di pace” dell’UNESCO.

L’edizione numero 52 andrà in onda su RaiUno per 5 pomeriggi a partire dal 17 novembre e vedrà alla guida la bella (e brava) Veronica Maya, al timone dal 2006, insieme all’attore Paolo Conticini. Novità e tradizione sono le parole chiave dello Zecchino 2009: oltre al premio finale assegnato durante la serata di chiusura (che, precisiamo, andrà alla canzone e non all’interprete), la giuria in studio, diversa in ogni puntata, avrà il compito di assegnare  un “premio di consolazione” chiamato per l’occasione Zecchino colorato (rosso, bianco, blu e verde) e sarà così composta (fonte: il Velino): martedì “bambini e personaggi famosi” (Gigliola Cinquetti, Gabriele Paolino, Domiziana Giovinazzo, Francesca Senette, Umberto Smaila, Valentina Vezzali, Manila Nazzaro eYvonne Sciò), mercoledì “bambini dai 3 ai 7 anni”, giovedì “nonni e nipoti”, venerdì “donne incinte” e sabato “bambini 8-12 anni”.

Non mancheranno ovviamente le guest star italiane (che si esibiranno ogni giornata su tre canzoni)  tra cui figurano: Povia, Max Pisu, Alexia, Paolo Belli, Cristina D’Avena, Gabriele Cirilli, Annalisa Minetti, Emanuela Aureli, Ariel, Sergio Sgrilli e Mariella Nava. Michele Bertocchi, Georgia Luzi e il cast di Music Gate apriranno invece l’ultima giornata. Assente (non senza rammarico) Cino Tortorella, cacciato dalla Rai come da lui stesso dichiarato a Sorrisi:


11
novembre

CIAK, MARA NON CANTA PIU’: ELEONORA DANIELE RICONQUISTA IL TRONO DELLO SHOW NOSTALGIA

Eleonora Daniele ha qualche Santo in Paradiso. La bionda conduttrice di Uno Mattina sarà, con ogni probabilità, nuovamente alla guida di Ciak si Canta, show nostalgia che, nel gennaio dello scorso anno, garantì alla RaiUno di Fabrizio Del Noce degli ascolti sorprendenti nonostante la serrata concorrenza dell’ammiraglia Mediaset. A rivelare, infatti, l’infondatezza della notizia che vedeva Mara Venier al timone dello show è la stessa conduttrice veneziana che, ai microfoni dell’Alfonso Signorini Show, ha ammesso (non senza dispiacere) di non aver nulla a che fare con il programma di Gianni Ippoliti. Dopo l’esperienza (già dimenticata) come inviata de La Fattoria, per l’ex Signora della Domenica si prospetta comunque un futuro roseo in casa Rai, grazie ai buoni rapporti con il neo direttore Mauro Mazza. L’esilio sembra quindi finito e la vita mondana tra viaggi e feste, per la felicità dei tanti fan, rimarrà un piacevole ricordo.

Tornando al presente: Eleonora Daniele, lanciata in TV dal rinnegato Grande Fratello, rimarrà quindi l’unica Del Noce’s Angels alla guida di uno show in prima serata, dopo i risultati altalenanti di Parenti Talenti, Dimmi la verità e Incredibile delle giovani colleghe. Consigliamo comunque di non adagiarsi sugli allòri: la ruota gira e prima o poi tocca a tutti dover affrontare la ghigliottina dell’Auditel. E dopo il flop inaspettato di Tutti pazzi per la tele, è probabile che allo stantìo Ciak si Canta, spostato in periodo di garanzia e in partenza il 19 febbraio, tocchi la stessa sorte.

L’insuccesso non si augura a nessuno, ci mancherebbe, ma è lecito domandarsi se l’annunciata (ma smentita) nuova scelta di Mauro Mazza non potesse essere davvero una valida alternativa all’ex Gieffina, poco spontanea e avvezza alla diretta. E se lo scorso anno fu l’ironia di Cristiano Malgioglio e la novità del format a salvare la barca, quest’anno con il cambio di cast e una formula abusata l’unico in grado di fare la differenza è proprio il conduttore.





10
novembre

EMANUELE FILIBERTO, IL PRINCIPE E’ RACCOMANDATO?

Emanuele Filiberto di Savoia (Domenica Cinque)

Il principe è “raccomandato”. Nessun insulto di sorta nè invettiva contro il “povero” Emanuele Filiberto erede Savoia, ma un semplice gioco di parole per anticiparvi l’ennesimo programma a cui è stato accostato il suo nome regale. Pare infatti che il Principe sarà la nuova spalla di Pupo nella conduzione della prossima edizione de I Raccomandati di Raiuno.

La messa in onda della trasmissione è ancora da definire (probabilmente il “solito” venerdì sera) così come manca ancora la firma ufficiale del contratto, in compenso si allunga la lista di programmi ai quali il principe dovrebbe prender parte, conteso com’è dopo la sua vittoria a “Ballando con le stelle“.

Nemmeno Cristina Chiabotto e Hoara Borselli erano riuscite così bene nell’intento di capitalizzare la vittoria dello show della Carlucci. Filiberto è riuscito “a fare il prezzemolo” in tutte le minestre possibili, del resto… “anche i nobili tengono famiglia”.


10
novembre

MONTALBANO VS BONOLIS: PER IL MERCOLEDI RAIUNO PUNTA SULL’USATO GARANTITO

Il Commissario Montalbano

Chissà cosa pensava domenica il direttore Mazza mentre si godeva in prima fila lo spettacolo di Morandi; probabilmente pensava ai dati auditel del giorno dopo, probabilmente pensava “Beh… mi sembra meglio di Salemme” oppure iniziava già a pensare a quale fiction piazzare per tornare a vincere nel dì di festa, in caso di esito negativo.

Gli ascolti di Morandi si sono rivelati poi più che confortanti (oltre 6 milioni per la prima puntata di “Grazie a tutti”) ed è al momento scongiurato il pericolo di una nuova controprogrammazione last-minute. Ciò non toglie che la guida tv di Raiuno è declinabile al momento con una sola parola: fiction. “Un medico in famiglia” raddoppia (ieri nelle vesti riuscite di anti-Grande Fratello e stasera), giovedì rimane stabile “Don Matteo, e il mercoledì? Mazza ha già avuto modo di appurare che contro Bonolis non bastano neppure i big match della Champions League ed è per questo che, durante le settimane di stop calcistico, ha deciso di puntare nuovamente su un “evergreen” della serialità made in italy.

Ebbene si: Raiuno fa “filotto” di fiction e riempie il tassello del mercoledì con le repliche del “Commissario Montalbano. L’inossidabile serie che ha Luca Zingaretti come protagonista, si conferma un vero e proprio “classico” della produzione nostrana e, agli occhi dei telespettatori della rete ammiraglia Rai, persino le sue repliche hanno più appeal di alcuni film in prima tv.


8
novembre

GRAZIE A TUTTI: GIANNI MORANDI E ALESSANDRA AMOROSO ALLA RICERCA DEL TARGET PERDUTO.

Grazie a Tutti, Gianni Morandi e Alessandra Amoroso

Dopo i flop di Clerici e Salemme, Raiuno ci riprova. E lo fa in grande stile. Parte stasera alle 21.30 il nuovo show di Gianni Morandi, Grazie a tutti, un varietà che si preannuncia ricco di novità, a partire da una new entry “scippata” alla concorrenza”: Alessandra Amoroso. La giovane cantante, figlia degli Amici di Maria dei Miracoli, trasloca così sulla tv di Stato, nella speranza che almeno qualcuno dei suoi giovani fan si decida a cambiare canale, sintonizzandosi sulla prima rete della TV di Stato che non spicca per giovani all’ascolto.

Questa sembra essere la scommessa di Morandi che, conscio dei flop delle trasmissioni dei colleghi altrettando celebri, punta sugli idoli dei giovani, recuperando quel target tanto prezioso che la tv pubblica ha gradualmente perso nel corso degli anni. E cosa fare di meglio se non ‘strappare’ ai talent show i suoi stessi protagonisti?

D’altro canto Morandi conosce fin troppo bene i meccanismi televisivi e ha dimostrato in più di un’occasione di saperli utilizzare. Chi non ricorda, ad esempio, quando in uno dei suoi ultimi programmi, destinato a scontrarsi con l’inossidabile C’è Posta Per Te della De Filippi, Morandi si mise letteralmente in mutande, per “dimostrare quei meccanismi fondamentali della macchinetta dell’auditel”? Non a caso l’evento registrò un picco notevole di share, seppur non sufficiente a battere l’inarrestabile forza di Maria. Cosa fare di meglio allora se non rubare a Maria chi è di Maria? Sperando tra l’altro, come si mormora da tempo, in una (seconda) celebre ospitata della De Filippi sulla tv pubblica, dopo quella dello scorso febbraio a Sanremo.