RAI5



25
novembre

RAI YOYO, RAI5 E RAI STORIA SENZA PUBBLICITA’ DA MAGGIO 2016. CAMPO DALL’ORTO: NO AL MERCATO PAY

Rai

Stop alla pubblicità su tre canali del servizio pubblico. La decisione, anticipata al Corriere dal DG Antonio Campo Dall’Orto, è stata ufficializzata ieri dal Presidente della Vigilanza Rai Roberto Fico. Dal 1° maggio 2016, gli spot pubblicitari verranno eliminati da Rai Yoyo, Rai5 e Rai Storia: in pratica, dai canali culturali e dalla rete dedicata ai più piccoli nonchè canale leader dell’offerta tematica Rai.




23
febbraio

L’ARTE SECONDO DARIO FO: SU RAI5 DIECI LEZIONI COL PREMIO NOBEL

Dario Fo

Il giullare polemista diventa storico dell’arte in tv: mistero buffo. L’arte secondo Dario Fo è il titolo del ciclo di appuntamenti che Rai5 trasmetterà in prima serata a partire da oggi, 23 febbraio. Per dieci “lezioni”, realizzate in tempi diversi negli anni Duemila e assemblate per l’occasione, l’attore premio Nobel condurrà il pubblico in un itinerario a ritroso che ripercorrerà gli sviluppi dell’arte occidentale e italiana in particolare, da Giotto e Raffaello, da Michelangelo a Picasso.

Su Rai5 L’arte secondo Dario Fo

Nelle performance raccolte e trasmesse da Rai5, Dario Fo sarà affiancato anche dalla compianta Franca Rame, nel ruolo di assistente tuttofare. Con il supporto di tele e tavole da lui stesso dipinte a compendio della narrazione, il regista illustrerà la vita e le opere dei grandi Maestri dell’arte, passando dal medioevo all’età contemporanea. Con l’eccezione di un excurus picassiano in onda proprio nella prima puntata, su Rai5 verrà raccontata una storia contrassegnata dalla genialità tecnica e inventiva dei suoi artefici, spesso realizzata in aperta contrapposizione rispetto al gusto vigente e ai dettami del potere.

L’arte secondo Dario Fo – prima puntata

Stasera, a partire dalle 21.15, si parlerà di “Picasso desnudo“. Dario Fo e Franca Rame portano in scena la vita e le opere di Pablo Picasso attraverso un racconto che ne ripercorrerà tutti i periodi: dal rapporto di Picasso con la Commedia dell’Arte, al grande interesse che il pittore catalano nutriva verso l’arte italiana e, in particolare, verso i grandi maestri del Rinascimento, comprese le loro scelte politiche e anche i loro amori.

Dario Fo e l’Expo 2015


7
dicembre

PRIMA DELLA SCALA 2014: ASSENTI NAPOLITANO E RENZI MA NON MANCA VALERIA MARINI. LA DIRETTA SU RAI5

Teatro alla Scala

È l’evento culturali e mondano più celebre d’Italia. La Prima della Scala quest’anno vedrà protagonisti il direttore d’orchestra Daniel Barenboim e la regista Deborah Warner, ma soprattutto uno dei più grandi compositori di tutti i tempi: Ludwig van Beethoven con il suo “Fidelio”. L’evento sarà trasmesso in diretta e in esclusiva da Rai5 (oltre che su Rai HD canale 501 e Radio3), questo pomeriggio a partire dalle 17.30.

Prima della Scala 2014 senza Napolitano e Renzi ma con Valeria Marini

L’inaugurazione scaligera di quest’anno sarà orfana sia del Presidente della Repubblica che di quello del Consiglio, evento rarissimo che non si verificava dagli anni ‘60. Giorgio Napolitano aveva da tempo annunciato la sua assenza, mentre Matteo Renzi avrebbe rinunciato per sopravvenuti impegni dell’ultima ora. Sul fronte istituzionale ci si dovrà accontentare del Presidente del Senato Piero Grasso, del ministro della Cultura Dario Franceschini, del Governatore della Lombardia Roberto Maroni e del sindaco di Milano Giuliano Pisapia. In mezzo a tanti forfait, un’unica certezza: quella di vedere in teatro Valeria Marini. L’attrice, da anni presente alla prima della Scala, ha confermato anche per la prima del 2014 la sua presenza.

Prima della Scala in diretta –  Tutti i numeri della messa in onda su Rai5

Grande cura è stata riservata dalla Rai alla ripresa audio e video dello spettacolo – della durata di ben 3 ore – con 10 telecamere in alta definizione, due microcamere posizionate sulla scena e 60 microfoni che serviranno per la trasmissione stereofonica in radio e con audio HD 5.1 in tv. Più di un mese di preparazione per lo staff di regia, che segue la messa in scena dello spettacolo a partire dalle prime prove. L’intera squadra di ripresa, composta da circa 50 persone tra cameraman, microfonisti, tecnici audio e video, è  invece entrata in gioco progressivamente a partire da due settimane prima della prima.

Prima della Scala in diretta – Conducono Michele dall’Ongaro e Maria Concetta Mattei





7
dicembre

RAI5: NEL NUOVO PALINSESTO ARTE, TEATRO E CINEMA D’AUTORE. OGGI, LA PRIMA DELLA SCALA IN DIRETTA

Rai5

Un palinsesto nuovo di zecca, tutto dedicato al teatro, al cinema d’autore, alla letteratura e alla lirica. Rai5 alza il sipario – è proprio il caso di dirlo – sulla sua trasformata programmazione, rivendicando una mission ambiziosa ed importante allo stesso tempo: difendere e valorizzare la cultura sul servizio pubblico. Concetto, questo, ribadito anche dal direttore di rete Pasquale D’Alessandro e dal DG Rai Luigi Gubitosi, presenti all’inaugurazione del nuovo corso. “La nuova vita di Rai5 è un esempio di come le reti tematiche siano dedicate alla cultura” ha affermato il top manager di Viale Mazzini. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio il nuovo palinsesto dell’emittente.

Rai5: gli appuntamenti fissi della programmazione

A caratterizzare la nuova programmazione 2013-2014 saranno in particolare alcuni appuntamenti fissi. Il lunedì, ad esempio, sarà dedicato al teatro, il martedì al cinema d’autore, ma la selezione delle pellicole – ha spiegato D’Alessandro – sarà diversa da quella di RaiMovie. Il mercoledì e il sabato saranno le altre due serate dedicate al teatro, con la messa in onda delle migliori piece in cartellone in Italia. Il giovedì verrà riservato all’opera e al balletto, mentre il venerdì ospiterà la documentaristica d’autore. Ci sarà anche un notiziario dedicato all’arte, in onda la domenica, seguito da alcuni reportage sul medesimo argomento.

Rai5: la Prima della Scala in diretta

Il nuovo palinsesto di Rai5 verrà idealmente inaugurato quest’oggi, sabato 7 dicembre, alle ore 17.30, con la diretta dal Teatro alla Scala di Milano de “La Traviata” di Giuseppe Verdi, sotto la direzione di Daniele Gatti e la regia di Dimitri Tcherniakov. La stessa sera, il canale tematico aprirà il suo ciclo di docu-film con la messa in onda di “Below sea level” di Gianfranco Rosi, autore di “Sacro GRA”, recente vincitore del Leone d’Oro a Venezia.


19
ottobre

RAI 4 CONFLUISCE IN RAI GOLD, NUOVO PALINSESTO PER RAI 5: E’ ARRIVATO IL TEMPO DELLA RIORGANIZZAZIONE?

Rai

Mai cambiare la via vecchia con la nuova, soprattutto quando porta buoni risultati. E’ un detto antico che però la dirigenza Rai ha deciso di sfidare, scegliendo nell’ultimo consiglio d’amministrazione di far confluire Rai 4, orfana dallo scorso luglio dello storico direttore Carlo Freccero, all’interno della direzione Rai Gold, che già comprende i due canali Rai Premium e Rai Movie.

Rai 4 confluisce in Rai Gold

Una scelta che speriamo non influenzi la linea editoriale del canale perchè al momento non se ne sente il bisogno. Rai 4 risulta infatti il più riuscito tra i canali tematici dell’azienda di Stato, tanto da aver festeggiato i suoi primi cinque anni con un’offerta speciale e creata coinvolgendo il pubblico sui social network, ed ottenuto un risultato storico: nella notte di mercoledì 17 luglio 2013 fu addirittura il canale più seguito d’Italia.

Se il pubblico di affezionati potrebbe avere qualcosa da temere, la decisione dei vertici Rai risulta sicuramente interessante per il direttore di Rai Gold Roberto Nepote che, nell’intervista rilasciata a DM lo scorso febbraio, lanciò una sorta di allarme per la presenza di ripetuti appuntamenti cinematografici su Rai 4 che rischiava così di togliere pubblico alla sua Rai Movie. La confluenza dei due canali in un unico progetto potrebbe dunque aprire le porte ad una riorganizzazione generale, nella quale andrebbe valutato bene anche il futuro di Rai Premium, il fu canale per veri affictionati che ormai di fiction nostrane ne offre davvero poche, dedicandosi a serie straniere e repliche di show televisivi.

Rai 5: lanciate le linee guida della nuova programmazione

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





16
agosto

PALIO DI SIENA 2013 IN DIRETTA SU RAI5. RAI2 PREFERISCE I POLIZIESCHI ALL’ENNESIMA REPLICA

Palio di Siena

Come da tradizione si rinnova questo pomeriggio l’appuntamento con il Palio di Siena, la storica corsa equestre che vede in competizione le varie contrade della cittadina toscana. Dopo il Palio di Provenzano svoltosi il 2 luglio, e conclusosi con la vittoria della contrada dell’oca, è la volta del Palio dell’Assunta. Un appuntamento imperdibile non solo per i senesi, pronti a riversarsi a Piazza del Campo, ma anche per i tanti appassionati che potranno seguire la corsa grazie alla diretta Rai.

La telecronaca dell’evento, affidata come sempre alla giornalista del Tg1 Susanna Petruni e a Maurizio Bianchini, sarà trasmessa per la prima volta su Rai5 a partire dalle 18.15. La scelta di non trasmettere il Palio sui primi 3 canali della Rai ma sulla rete culturale diretta da Massimo Ferrario, è stata presa dalla tv di Stato per poter seguire con calma tutte le fasi del Palio senza particolari vincoli sulla durata della messa in onda.

La trasmissione dell’evento inizierà, infatti, 50 minuti prima dell’ingresso a Piazza del Campo dei cavalli. Una scelta condivisibile, anche se val la pena sottolineare che nel pomeriggio di Rai2, rete su cui il Palio di Siena lo scorso 2 luglio portò un ascolto di ben 1.031.000 ascoltatori (7.01%), attualmente vanno in onda soltanto polizieschi all’ennesima replica, la cui cancellazione per un giorno non avrebbe comportato certo particolari problemi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


26
giugno

RAI 5, PALINSESTI AUTUNNO 2013: L’INTRATTENIMENTO CULTURALE CON LETTERMAN E COOL TOUR

Rai5

Il suo target di riferimento sono i laureati e infatti è il canale dell’intrattenimento culturale, non per tutti insomma. Parliamo di Rai5 che anche per la nuova stagione 2013/2014 affronterà i temi dell’arte e della contemporaneità che incontrano i nuovi linguaggi della televisione. Il palinsesto di Rai 5 si articola su serate tematiche dedicate a docufilm, eco green e social responsibility, cinema d’autore, scienza, culture, viaggi e teatro.

Tra i programmi che vedremo in onda ci saranno L’isola del campione, Progetti di danza con Kledi Kadiu, Gordon Ramsay – Great escape ed Earth – La potenza del pianeta. Programmi di genere diverso, tutti accomunati dalla stessa filosofia editoriale: coniugare temi “alti” con un linguaggio contemporaneo, spettacolare, stimolante, capace di intercettare un target dinamico, esigente, eclettico, multitasking.

Tra gli appuntamenti fissi Il Late Show con David Letterman, la lirica, la danza, la musica, il magazine Cool Tour su mostre, eventi culturali, moda, nuove tendenze artistiche e musicali. Il miglior risultato registrato nella scorsa stagione è stata la replica dell’evento di Roberto Benigni La più bella del mondo, seguita da 1.044.000 spettatori pari al 3.65% di share.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


14
maggio

EUROVISION SONG CONTEST 2013: LA PRIMA SEMIFINALE SU RAI5 CON FEDERICA GENTILE

Eurovision Song Contest 2013

Eurovision Song Contest 2013

La Malmö Arena è pronta ad ospitare l’evento musicale dell’anno a livello europeo: l’Eurovision Song Contest 2013. La nota kermesse musicale, che solo da tre anni ha visto il ritorno trionfante dell’Italia, quest’anno viene ospitata dalla cittadina di Malmö, in Svezia, grazie alla vittoria di Loreen nella precedente edizione svoltasi a Baku, che ha portato il paese scandinavo in vetta, a sorpresa anche nelle classifiche e nell’airplay radiofonico. Dalle parti di SVT, la tv pubblica svedese incaricata di organizzare l’evento, assicurano che sarà un’edizione low-cost – con questa crisi economica gli investimenti di Russia e Azerbaijan sono solo un lontanissimo ricordo – ma non per questo meno entusiasmante.

I paesi in gara sono 39 e stasera si parte con la prima semifinale, in diretta dalle 21 su Rai5 con il commento di Federica Gentile, che vedrà in gara 16 paesi. Solo 10 però potranno passare alla finalissima di sabato 18 maggio, che invece andrà in diretta su Rai2 con il commento di Filippo Solibello e Marco Ardemagni di Caterpillar AM e che vedrà in gara anche il “nostro” Marco Mengoni. I telespettatori italiani potranno votare solo questa sera e ovviamente durante la finalissima, mentre la seconda semifinale che vedrà in gara San Marino con Valentina Monetta non verrà trasmessa dall’azienda pubblica (ma la si può vedere tranquillamente su Eurovision.tv o sulla tv di San Marino, ricevibile anche via satellite).

Come al solito a stilare le top10 delle due semifinali e la classifica finale saranno i telespettatori di tutta Europa con il televoto (per la cronaca quest’anno c’è anche l’app ufficiale) e le giurie nazionali, con un peso del 50% ciascuno. Per quanto riguarda l’ordine di esibizione, la SVT ha preferito decidere da sé e limitare l’uso dei sorteggi per garantire un equilibrio musicale durante le tre serate e tenere, per quanto possibile, l’attenzione alta.