Pierfrancesco Favino



6
febbraio

Sanremo 2018, conferenza stampa della prima serata in diretta. Teodoli: «Ci aspettiamo qualcosa di più del 40%»

Festival di Sanremo, sala stampa

Tutto pronto (o quasi) per la prima serata del Festival di Sanremo 2018. Ancora poche ore e lo spettacolo avrà inizio: stasera il pubblico ascolterà tutte le venti canzoni in gara ed assisterà alle performance dei primi ospiti. Fiorello sta scaldando i motori, mentre salta l’esibizione di Laura Pausini (colpita da laringite). In diretta, dalle ore 12 seguiremo la conferenza stampa dell’attesissima première, con le ultime notizie da parte dei conduttori e degli organizzatori della manifestazione.




5
febbraio

Sanremo 2018, conferenza stampa d’apertura in diretta. Baglioni: «Premio alla carriera a Milva». Mannoia ospite sabato

Festival di Sanremo, conferenza stampa

Musica, maestro. La conferenza stampa d’apertura del Festival di Sanremo 2018 inaugura ufficialmente la settimana della kermesse canora. Stamane, alla vigilia dello show vero e proprio, gli organizzatori ed i conduttori della rassegna terranno un primo incontro con i giornalisti, che seguiremo in diretta a partire dalle 12.30. In arrivo notizie, conferme ed anticipazioni. 


27
dicembre

Festival di Sanremo 2018: Pierfrancesco Favino al fianco di Hunziker e Baglioni

Pierfrancesco Favino

Il Festival di Sanremo 2018 ha trovato il suo «Banderas italiano». Pierfrancesco Favino avrebbe infatti siglato l’accordo per la propria partecipazione alla kermesse canora in programma dal 6 al 10 febbraio, in qualità di co-conduttore. L’ufficialità arriverà solo il 9 gennaio prossimo nel corso della tradizionale conferenza stampa di presentazione dell’evento ma, secondo quanto riporta La Stampa, l’attore avrebbe dato la propria formale disponibilità ad esserci (il contratto sarebbe stato firmato). L’interprete romano affiancherà sul palco il direttore artistico Claudio Baglioni e Michelle Hunziker.





28
novembre

Festival di Sanremo 2018: caccia al ‘Banderas italiano’. Ecco i papabili al fianco di Hunziker e Baglioni

luca argentero

Luca Argentero

Caccia al “Banderas” italiano. C’è solo un posto, al fianco di Claudio Baglioni e Michelle Hunziker, al Festival di Sanremo 2018 e in queste ore circolano con insistenza i nomi di tre protagonisti del cinema e della fiction: Pierfrancesco Favino, Luca Argentero e Raoul Bova.


13
giugno

MARCO POLO: LA GRANDE SIMPATIA DI PIERFRANCESCO FAVINO NEL PRESENTARCI LA SECONDA STAGIONE! (VIDEO)

Pierfrancesco Favino e Lorenzo Richelmy

In Marco Polo (la seconda stagione dal primo luglio disponibile su Netflix), Pierfrancesco Favino interpreta il padre del protagonista Lorenzo Richelmy; nell’intervista che vedrete qui in basso, invece, indossa anche i panni del “padre padrone“. Il volto del ragù in barattolo con malcelata simpatia cerca di difendere il figlio televisivo, che però sarebbe stato l’unico a poter parlare con cognizione di causa. Oggetto del contendere è la dichiarazione che Lorenzo avrebbe rilasciato al Fatto Quotidiano in cui diceva senza troppi giri di parole che “la fiction italiana fa cagare“. Per capirne di più e soprattutto avere maggiori info su Marco Polo 2, ecco la nostra video intervista.





29
ottobre

PIERFRANCESCO FAVINO A DM: NETFLIX E’ IL NUOVO CHE TROVA UNA COLLOCAZIONE (VIDEO)

Pierfrancesco Favino

Potremmo definirlo l’”ambasciatore” italiano di Netflix. Pierfrancesco Favino è, infatti, nel cast della serie Marco Polo e nel film Suburra, che il colosso americano sta distribuendo in America, oltre a vantare una non nascosta passione per quello che Netflix rappresenta e ha rappresentato sinora. DavideMaggio.it l’ha incontrato.


23
aprile

IO LEGGO PERCHE’: RAI3 FESTEGGIA LA GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO CON UNA SERATA EVENTO

Pierfrancesco Favino

Uno spettacolo “da sfogliare”, prima ancora che da vedere. Il servizio pubblico e l’Associazione Italiana Editori festeggiano oggi – giovedì 23 aprile –  la Giornata Mondiale del Libro con una serata evento dedicata ai mondi di carta. In prime time su Rai3 e in diretta dall’Hangar Bicocca di Milano andrà in onda Io leggo perché, una serata celebrativa guidata dalla voce narrante di Pierfrancesco Favino, con la partecipazione di artisti, scrittori e testimonial.

#Ioleggoperché – Gli ospiti

Ciascuno di loro offrirà il proprio contributo a partire da un testo del cuore, dalla poesia preferita, dalle emozioni che si incontro leggendo un libro. In particolare, Vinicio Capossela, partendo da Alexis Zorba, il protagonista del romanzo Zorba il greco di Nikos Kazantzakis, spiegherà l’amore per la lettura. Emis Killa che racconterà il rapporto particolare con Charles Bukowski. Ci saranno poi le voci di Malika Ayane, Paola Turci e Carmen Consoli, assieme alle gag di Neri Marcorè sul “book”, prodotto rivoluzionario, versatile e duraturo. Tra gli altri, in diretta su Rai3 interverranno anche Gianrico Carofiglio, Rocco Tanica, Alessandro Bergonzoni, Luis Sepúlveda, Geppi Cucciari, Massimo Gramellini, Andrea Vitali, Beppe Severgnini, Giacomo Poretti, Guido Catalano, Marco Malvaldi, Sabrina Impacciatore, Francesco Bianconi, Mauro Corona, Renzo Rubino, Benedetta Parodi, Maria Pace Ottieri, Kader Abdolah, Silvia Avallone, Giuseppe Munforte, Kamal Abdulla, Diego De Silva, Cristiano Cavina.

La serata inizierà con un monologo dello scrittore francese Daniel Pennac interpretato da Favino, il quale si collegherà anche con la piazza Gae Aulenti di Milano, luogo in cui i “Messaggeri” e i “Messaggeri speciali”, ossia testimoni d’eccezione, leggeranno una pagina del libro che ha segnato la loro storia personale. Al centro della scena ci saranno sempre le parole dei libri, unite alla musica e alle emozioni: al termine della serata, il linguaggio culturale andrà a comporre un’ideale biblioteca.


12
dicembre

MARCO POLO: SU NETFLIX IL KOLOSSAL CON LORENZO RICHELMY E PIERFRANCESCO FAVINO

Lorenzo Richelmy

Ci sono voluti ben 95 milioni di dollari per confezionare un prodotto che potesse dare filo da torcere, in termini di imponenza, a Il Trono di Spade. A provare l’impresa è stata Netflix che, forte dei successi di House of Cards e Orange Is the New Black, ha ben pensato di contrastare la rivale HBO con una nuova serie dal sapore “epico”. Marco Polo è il nome di questo nuovo progetto – disponibile proprio da oggi – che narrerà il viaggio del celebre mercante italiano presso la corte di Kublai Khan, condottiero mongolo e fondatore del primo Impero cinese della Dinastia Yuan.

La trama di Marco Polo

Così come Game Of Thrones, il nuovo telefilm punterà su molti elementi di azione, avventura e sentimento: ci saranno guerre (il focus sarà centrato su quella tra Nord e Sud), cortigiani corrotti da cui stare in guardia, bordelli e quindi probabilmente scene di nudo, lotte violente piene di aggressività, contesti romantici in cui far sviluppare l’amore (in primis quella tra Marco ed una sua compagna di prigionia) ed animali pronti a rappresentare le fazioni opposte dedite allo scontro. Per fortuna però ci saranno anche caratteristiche che impediranno di cadere nella sterile emulazione: lo show infatti non sarà corale ma verterà unicamente sulle vicende del protagonista ed ovviamente farà riferimento a molti accadimenti storici, cosa che non accade nella serie fantasy “rivale”.

Lorenzo Richelmy e Pierfrancesco Favino nel cast

Ma veniamo al cast. Ad interpretare i personaggi principali ci saranno due italiani: si tratta di Lorenzo Richelmy (I liceali, Sotto una buona stella) e di Pierfrancesco Favino, rispettivamente nelle vesti di Marco Polo e di suo padre Niccolò. Vedere due attori nostrani in un contesto così “kolossal” ed internazionale ci fa sentire tutti un po’ più importanti. E, per loro, non si tratta semplicemente di recitare: farlo in inglese ed imparare il kung fu, l’arte marziale su cui punterà “Marco Polo”, rappresenta quel vanto in più che permetterà di uscire a testa alta qualora la serie non trovasse il consenso del pubblico mainstream.