Omnibus



30
ottobre

OMNIBUS, IL DEPUTATO SISTO DI FORZA ITALIA IN DIRETTA: CIAO MAMMA, SONO QUI E TI VOGLIO SALUTARE

Omnibus, Francesco Paolo Sisto saluta la mamma

La mamma è sempre la mamma. Anche davanti alle telecamere e nell’ambito di una discussione politica. Ha suscitato sorpresa e pure qualche sorriso il fuori programma avvenuto ieri in diretta ad Omnibus, su La7. Mentre si stava concludendo il dibattito d’attualità, il deputato di Forza Italia Francesco Paolo Sisto, celebre avvocato barese, ha interrotto la conduttrice Alessandra Sardoni, che si apprestava a lanciare un servizio, ed ha chiesto di poter salutare la propria madre.

Omnibus: Sisto saluta la mamma in diretta

Approfittando di una battuta sulle riforme, ad un tratto Sisto si è rivolto alla conduttrice del talk show e ha chiesto:

Posso dire una piccola cosa? La mia mamma mi rimprovera sempre che io non la saluto e non la chiamo. Allora, mamma, ciao, sono qui e ti voglio salutare” ha detto il deputato rivolgendosi alla genitrice, presumibilmente sintonizzata. “Faccio come quei ciclisti degli anni ’50. Noi umanizziamo un po’ anche queste trasmissioni” si è poi giustificato il parlamentare.

Il fuori programma ‘materno’ si è consumato in diretta, tra le risatine degli altri ospiti in studio e lo stupore di Alessandra Sardoni. E’ stata proprio la giornalista e conduttrice della trasmissione mattutina a commentare ironicamente quanto avvenuto: “ancora non si era vista questa cosa a Ominibus, però abbiamo sperimentato anche questo” ha detto. Intanto, il cronista parlamentare Marco Damilano dichiarava in modo sarcastico di volersi associare ai saluti.




27
agosto

OMNIBUS NIGHT: LA7 INAUGURA LA SUA LINEA NOTTE

Omnibus

Omnibus raddoppia, e fa le ore piccole. A partire da oggi, lunedì 27 agosto, il programma d’approfondimento targato La7 andrà in onda anche in versione notturna con un appuntamento alle ore 23.50 intitolato, giustappunto,  Omnibus Night. Tutte le sere la trasmissione metterà a confronto i protagonisti dell’attualità politica ed economica, proporrà rubriche e fornirà una rassegna stampa dei principali quotidiani in edicola l’indomani. Alla conduzione ci saranno il vice direttore del TgLa7 Edgardo Gulotta e la giornalista Flavia Fratello.

Omnibus Night conterrà al suo interno anche il notiziario della notte e il TgLa7 Sport, e a colpi di notizie chiuderà il palinsesto giornaliero della rete terzopolista. L’appuntamento si aggiungerà alla collaudata versione mattutina del programma, che dà il buongiorno ai telespettatori di La7 con notizie e tavole rotonde riguardanti i principali temi d’attualità. Ora, con l’edizione notturna al via oggi, l’emittente di Telecom gioca nuovamente la carta dell’informazione puntuale e in diretta.

Il programma di La7 andrà a competere con la Linea Notte di Rai3, che ogni sera richiama tanti affezionati telespettatori. Forse, in un futuro prossimo, al panorama informativo serale si aggiungerà anche una fascia notturna made in Mediaset: secondo indiscrezioni, infatti, a Canale5 starebbero lavorando alla realizzazione di un rotocalco e di un talk show serale che rimpiazzino Matrix di Alessio Vinci.


23
giugno

LA7, PALINSESTI AUTUNNO 2011: SAVIANO, PARODI, (FORSE) SANTORO E IL TERZO POLO E’ SERVITO. CABELLO E BIGNARDI IN STAND BY

La7, presentazione Palinsesti autunno 2011

Vieni via con me, andiamo a La7. La grande indiscrezione ha trovato conferma ed ora è ufficiale: nella prossima stagione il programma record di ascolti con Fabio Fazio e Roberto Saviano andrà in onda sulla rete cenerentola delle generaliste (maggiori info qui). E terzo polo fu, amen. Il trasloco della super trasmissione da Rai3 a La7 è stata la notizia bomba annunciata stamane a Milano, durante la presentazione dei palinsesti autunnali dell’emittente di Telecom Italia Media. Accanto all’arrivo di Saviano, che oggi ha ribadito la sua presenza televisiva in collegamento telefonico, la nuova programmazione di La7 potrà contare su nuovi interessanti programmi e su strategiche conferme. Andiamo con ordine.

Le trasmissioni del neonato terzo polo tv inizieranno ogni  mattino con il contenitore d’approfondimento giornalistico Omnibus, a cui seguirà il Coffee break di Tiziana Panella. Spazio anche all’economia ’spicciola’, quella legata ai consumi e agli interessi dei comuni cittadini, con un programma condotto dalla giornalista finanziaria Myrta Merlino. Nel daytime, confermato l’appuntamento con le storie ed i documentari di Atlantide. La trasmissione con Natascha Lusenti sarà seguita, in palinsesto, da una delle novità più curiose della prossima stagione di La7: lo show di cucina e lifestyle condotto da Benedetta Parodi, la quale approda nel pentolone del terzo polo direttamente dai fornelli di Cotto e mangiato, su Italia1.

Prima dell’edizione delle 20 del Tg La7 diretto da Enrico Mentana, Geppi Cucciari condurrà il suo ironico G’day in versione allungata. E poi via, il notiziario di Chicco Mitraglia sarà seguito da serate in gran parte dedicate all’approfondimento giornalistico, ma non solo. Confermato nell’access prime time Otto e mezzo con Lilli Gruber, appuntamento quotidiano di commento ai fatti della politica e dell’attualità. Occhio alle novità della prima serata: la coppia esplosiva composta da Filippo Facci e Luca Telese debutterà con un nuovo talk show ed Antonello Piroso condurrà un nuovo spazio tutto suo. Il giornalista tornerà anche in tarda serata, dove è stato spostato il suo (ah)iPiroso, attualmente in onda al mattino. In arrivo anche un nuovo appuntamento con il giornalismo d’inchiesta.





3
maggio

DANIELA SANTANCHE’ AD OMNIBUS: CHI SE NE FREGA DEL CADAVERE DI BIN LADEN (VIDEO)

Daniela Santanchè

Ma sì, chissenefrega del cadavere di Bin Laden. Giustizia è fatta, e buona notte ai suonatori. A volte il pragmatismo di Daniela Santanchè è spiazzante, assomiglia nei modi a quello di un generale dei Marines. Stamane il Sottosegretario all’attuazione del programma ha dato prova di questa sua virtù nel corso di un dibattito durante la trasmissione Omnibus. Nel contenitore informativo di La7 si discuteva dell’uccisione del capo di Al Quaeda e delle motivazioni della sua sepoltura in mare, avvenuta per mano dei corpi speciali statunitensi. Una questione del tutto marginale per l’esponente Pdl rispetto alla notizia della scomparsa di un criminale.

Nella nostra cultura non è giusto festeggiare la morte, perchè portiamo avanti la cultura della vita con forza. Però credo che oggi si possa fare un’eccezione” ha affermato Daniela Santanchè commentando l’uccisione di Osama. A quel punto, il senatore Idv Pancho Pardi poneva un interrogativo che nelle ultime ore è diventato occasione di polemica soprattutto sul web: “Perchè questo trasferimento del cadavere su una portaerei con una spiegazione puerile?“. Secondo la versione ufficiale, infatti, il corpo di Osama Bin Laden è stato seppellito in mare perchè la sua tomba non diventasse un luogo di culto per gli estremisti islamici ed anche perchè sia l’Arabia Saudita che il Pakistan si sarebbero rifiutati di riceverlo.

Motivazioni che hanno sollevato le dietrologie dei complottisti tra i quali, sembra di capire, c’è anche Pancho Pardi. La Santanchè, invece, è di tutt’altro avviso e non va per il sottile. “Chi se ne frega di che fine ha fatto. Hanno preso e ucciso un simbolo, voglio dire… chissenefrega!“. Il sottosegretario, pensando alle vittime innocenti degli attentati che sarebbero stati ordinati dal capo di Al Qaeda, ha respinto così la polemica innescata da Pardi, al quale non rimaneva che balbettare, spiazzato: “ecco la specialista dell’interruzione“.


24
marzo

IL COLONNELLO GIULIACCI ARRIVA A LA 7, CACCIATO DA MEDIASET PER AVER DETTO CHE LE METEORINE ‘SERVONO SOLO AD ATTIRARE UOMINI ARRAPATI’.

Mario Giuliacci

Per le prossime settimane si prevedono ampie schiarite e cielo limpido in casa di Mario Giuliacci. Le nubi che la scorsa estate oscurarono la carriera televisiva del colonnello più amato del piccolo schermo sembrano essersi definitivamente diradate. Il “signor Buonasera”, per anni sbeffeggiato bonariamente da Striscia la notizia per il suo curioso modo di salutare il pubblico inclinando vistosamente la testa verso destra, è pronto a tornare in video a dare le previsioni del tempo. L’occasione arriva dal Tg La7 che, fresco di Premio Tv 2011 come miglior Tg, arricchisce la sua squadra, affidandosi all’indiscussa esperienza del colonnello.

Dopo essere stato allontanato da Canale 5 e dal Centro Epson meteo lo scorso luglio, il colonnello torna quindi alla carica nel Tg diretto da Enrico Mentana, che con Giuliacci divise numerose stagioni di lavoro al Tg5. In un’intervista rilasciata al settimanale Diva e Donna, il colonnello che in questi mesi di assenza ha fatto il nonno a tempo pieno coglie l’occasione per spiegare i motivi del suo allontanamento dalle reti Mediaset.

“Mi hanno cacciato perché ho detto la mia sulle ragazzine mandate in onda al posto dei professionisti delle previsioni: servono solo ad attirare uomini arrapati. I titoli e la laurea in fisica non sono un accessorio”.

Un’esternazione evidentemente poco gradita, che unitamente ad altri fattori ha portato all’allontanamento di Giuliacci  dal telegiornale della rete ammiraglia Mediaset dopo ben 13 anni di lavoro.





27
agosto

TG LA7: DA LUNEDI AL VIA LA VERA SFIDA DI MENTANA

Nuovo logo TG LA7

Un telegiornale concorrenziale e non alternativo. Questo il leit motiv emerso dalla conferenza stampa che Enrico Mentana ha tenuto oggi a Roma, per lanciare le novità del suo telegiornale.  Ha inizio ora la vera e propria sfida per l’ex direttore del TG5, dopo che negli ultimi due mesi sono state poste le basi per un nuovo telegiornale che avesse nei contenuti (le notizie) il suo punto di forza. E’ lo stesso Mentana a raccontare i perchè del cambio di rotta:


26
agosto

LA7: DAL 30 AGOSTO L’INFORMAZIONE PERNO DEL NUOVO PALINSESTO. MINZOLINI: “MENTANA E’ UN PROBLEMA DI MIMUN”

Enrico Mentana, direttore Tg La7

Segnatevi questa data: lunedì 30 agosto 2010. Per La7, la rete cenerantola nonchè settima generalista, si apre una nuova fase. Tra telefilm, film e produzioni di prima serata, l’informazione sarà il fulcro del nuovo palinsesto con nuovi orari per il Tg e la conduzione del neo direttore del notiziario Enrico Mentana. Vediamo nel dettaglio la programmazione de La7, indirizzata a consolidare i buoni ascolti estivi e incrementare qualche decimale di share.

Per i più mattutini già alle 6 andrà in onda la prima edizione de Tg La7 con meteo, oroscopo e traffico. Alle 7 segue la consolidata rubrica Omnibus con all’interno un’edizione del Tg alle 7.30. Alle 9.55 la replica di In onda (sostituita poi da Otto e mezzo?), seguita da telefilm fino alla nuova collocazione del Tg alle 13.30, in concorrenza diretta con il Tg1 di Minzolini.

Nel pomeriggio film e telefilm (in attesa di una striscia pomeridiana) fino alle ore 20 con il rinnovato Tg e Chicco Mentana alla conduzione. In access ancora informazione con In onda e da fine settembre Otto e mezzo con Lilly Gruber. Il restyling del notiziario e gli ottimi ascolti registrati nelle ultime settimane (stabilmente sopra il 4%) non preoccupano però il direttore del Tg1 Augusto Minzolini. Dopo il salto le sue dichiarazioni in merito.


27
giugno

DM LIVE24: 27 GIUGNO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Ridotti a Prandelli

lauretta ha scritto alle 16:00

A Notti Mondiali, Maurizio Costanzo: “(…) non c’é niente da fare! Alla fine ci hanno ridotto a “Prandelli”. E Galeazzi: “Complimenti Maurizio! Davvero una bella battuta!”.

  • O così o Pomì…gliano!

lauretta ha scritto alle 16:06

Ad Omnibus weekend:” Lavoro: o così o Pomi….gliano!”.

  • Promesse

lauretta ha scritto alle 18:02

Eleonora Daniele dalle pagine di Dipiù: “(…) Ho promesso a mio padre che da conduttrice televisiva sarei diventata giornalista e per questo che sono due anni che collaboro con il Corriere Laziale. Scrivo di eventi mondiali, ma anche di cronaca e politica. Inoltre, due anni fa, senza che nessuno lo sapesse, mi sono iscritta alla Libera Univesità degli studi Maria Santissima Assunta di Roma, detta Lumsa, alla facoltà di Scienze della comunicazione. Alla fine del quinto anno di studi potrò fare un esame e diventare una giornalista professionista. Poi vedremo come andrà, ma vorrei dedicarmi alla carta stampata(…)”.