Michael Jackson



23
giugno

Michael Jackson: l’omaggio di VH1 ad otto anni dalla morte

Michael Jackson

Michael Jackson

VH1 (canale 67 del digitale terrestre) propone per la serata di domenica 25 giugno 2017 una programmazione speciale per ricordare il Re del Pop, Michael Jackson, nell’ottavo anniversario dalla sua scomparsa. Saranno due gli appuntamenti che VH1 riserverà a tutti i “music lovers” italiani per ripercorrere la carriera di un artista che ha segnato un’epoca nel mondo della musica e della cultura pop.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




24
novembre

EMOZIONI: LA MUSICA SBARCA NELLA SECONDA SERATA DI RAI2. SI PARTE CON UN RACCONTO INEDITO DI MICHAEL JACKSON.

Michael Jackson

La seconda rete Rai gioca la carta della musica in terza serata con Emozioni, un nuovo programma in cui la melodia si intreccia con il genere del documentario. L’obiettivo della trasmissione è quello di riuscire a costruire un “racconto epico” (un pò come accade con le narrazioni a sfondo sportivo di “Storie”: il gruppo autoriale che lavora al programma è lo stesso di quello del programma di Rai3, guidato da Simona Ercolani) di un personaggio che ha fatto la storia del mondo musicale.

Nella prima puntata, in onda questa sera alle 23.40, tanti tasselli costituiti da immagini inedite, video-clip, documentari e fotografie contribuiranno alla realizzazione di un’inedita monografia di Michael Jackson. Il Re del Pop verrà raccontato in tutte le sue sfaccettature: dall’infanzia negata ai Jackson 5, il primo  gruppo “Black teen idol”, dal successo di Thriller fino all’ultimo atto, quello incompiuto di “This is it”; senza dimenticare le accuse di pedofilia: dal 1993 fino alla vittoria giudiziaria del 2006.

Un contributo importante al racconto verrà offerto dagli interventi di chi ha conosciuto personalmente MJ: David Zard, il produttore che l’ha portato a suonare in Italia; Nicoletta Mantovani, che l’ha conosciuto durante il Pavarotti and friends del ’97; Lorella Cuccarini che non farà cenno alla puntata di Odiens del 1988 dove fu ospitato un sosia del cantante (i fan più grandicelli ricorderanno il clamore che si è creato intorno a quell’ospitata: il sosia fu presentato come il vero Michael!); Kadir Nelson, che ha disegnato la copertina del suo ultimo album. A queste voci si aggiungeranno l’analisi musicale di Mario Luzzatto Fegiz e l’analisi della comunicazione non verbale di Michael Jackson fatta da un esperto di linguaggio del corpo (alla Lie to me, per intenderci).


27
marzo

DM LIVE24: 27 MARZO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Natura cattiva

lauretta ha scritto alle 08:53

All’Isola dei Famosi Davide di Porto parlando dell’ing. Rossetto: “certo che la natura é stata proprio cattiva cò questo quà!”. E si vede che tutta la bontà l’ha sprecata con lui!

  • Ed è subito… prima!

mcooo ha scritto alle 13:52

L’Album di Emma, cantante di Amici, entra subito al primo posto questa settimana nella classifica FIMI. Secondo Mengoni, Terza Noemi, Quarta Malika Ayane, Quinta Nina Zilli, Sesta Loredana Errore, Settimo Michael Jackson, Ottavo Mario Biondi, Nona Alessandra Amoroso e Decimo Valerio Scanu. Da segnalare il primo album di Alessandra Amoroso si trova ancora alla 38esima posizione dopo 50 settimana dalla data di uscita.

  • Indigestioni

Marinella ha scritto alle 14:35

La Setta rincara la dose sull’ “affaire Busi”. La diatriba con la Ventura proprio non le è andata giù!

  • Mi piace se ti muovi

lauretta ha scritto alle 14:36

Secondo il settimanale Oggi Milly Carlucci tornerà a settembre con un nuovo talent show “Mi piace se ti Muovi” che sarebbe la versione ‘nip’ di Ballando con le Stelle!





21
febbraio

SANREMO 2010, GRAN FINALE: LA MUSICA IN TV DIVENTA LA MUSICA DELLA TV. TRIONFA VALERIO SCANU (E MARIA DE FILIPPI).

Anche quest’anno la fucina di “Amici” è riuscita a piazzare sul gradino più alto del podio del Festival di Sanremo uno dei suoi talenti, con buona pace della vecchia guardia musicale e dei concorrenti di X Factor. E’ stato, infatti, Valerio Scanu ad aggiudicarsi il 60esimo Festival della Canzone Italiana. Un’edizione dai successi inaspettati, nonostante le nefaste previsioni della vigilia, e per la quale va riconosciuto alla sua conduttrice il merito di essere riuscita a gestire con semplicità e veracità la difficile transizione post-Bonolis. La finale di ieri sera ha consegnato al pubblico due “campi di battaglia” e due risultati complementari e diversi: quello musicale e quello televisivo.

Sul fronte musicale, come al solito, la notorietà e la selezione naturale del pubblico che si siede davanti alla tv, hanno determinato un risultato per molti poco condivisibile ed accettabile. In gara molti artisti avevano infatti presentato diversi progetti validi o quanto meno orecchiabili, ma alla fine il pubblico sovrano e televotante ha riconsegnato alla finale proprio gli inizialmente esclusi Scanu e Pupo con Emanuele Filiberto, trascinandoli poi addirittura nel terzetto principale insieme al vincitore di X Factor Marco Mengoni. Il resto è quindi storia: rimangono escluse le favorite Noemi, Irene Grandi e Malika Ayane (per lei addirittura c’è stato un accenno di sciopero da parte dell’orchestra) e tra i tre finalisti, ha avuto la meglio proprio il giovane cantante sardo.

Ben diverso e plebiscitario invece il responso televisivo sulla kermesse e la sua padrona di casa, entrambe promosse a pieni voti sotto molti aspetti (ma non tutti). La finale di ieri è stata probabilmente la conferma nonchè la consacrazione definitiva di questo successo. La Clerici completamente a suo agio nel ruolo di unica condottiera, ha portato avanti con leggerezza una serata variegata e ben architettata: la sigla iniziale con Daniel Erzalow (anche lui volto noto di “Amici”… toh guarda!), la gara dei dieci cantanti e poi tanto ballo e tanto musical, a cominciare dal cast della fiction “Tutti pazzi per amore 2” in versione Bollywood, fino al coreografo di Michael Jackson, passando per una desnuda e modernissima Lorella Cuccarini cha ha dato un assaggio davvero avveniristico ed interessante del suo “Pianeta proibito”.


9
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO: RECAP GENERALE. I COLPI A SORPRESA POTREBBERO ESSERE TIZIANO FERRO, JENNIFER LOPEZ E…

Sanremo 2010: iniziamo a tirare le fila del discorso. Si parte martedì 16 e sul palco dell’Ariston verranno presentati i 15 “Artisti” in gara (la categoria si chiama così) e i 10 selezionati della “Nuova Generazione”; a fine serata verranno eliminati 3 cantanti sulla base della votazione della giuria demoscopica presente in sala. Insieme alla Clerici per la serata inaugurale ci sarà un autentico “carico da 90” di ospiti: Paolo Bonolis, Luca Laurenti, Susan Boyle, Antonio Cassano e forse (budget permettendo) Bill Clinton, tutti insieme per “premere l’acceleratore” sulla prima puntata, consapevoli che sarà difficile ottenere la stessa suspance nelle serate successive (se si esclude la finale).

Il mercoledì invece sarà il turno di Rania di Giordania, Raoul Bova, Michelle Rodriguez (direttamente dal film “Avatar”) e del “Trio” ( i tre baby tenori scoperti nell’ultima edizione di “Ti lascio una canzone”); per quanto riguarda la gara, altri due Artisti verranno depennati, mentre inizia la competizione della “Nuova generazione”: dei cinque che si esibiranno, ne rimarrano due. Giovedì 18 sarà poi dedicato al revival sanremese. “Quando la musica diventa leggenda”: 8 vecchie canzoni eseguite da big come Elisa, Bennato, Renga, la Consoli, Cocciante e Bosè. Anche nella terza serata ovviamente non mancheranno le eliminazioni (altri tre della categoria “Nuova generazione”) e il fatidico ripescaggio, ad opera del televoto e del parere dell’Orchestra, di 2 dei 5 big esclusi.

L’Orchestra torna poi a far sentire il suo parere autorevole (insieme a quello dei telespettatori) nell’elezione del giovane vincitore della “Nuova generazione” del venerdì. I “Big” si cimenteranno intanto nei duetti con altri cantanti famosi (certo quello Valerio Scanu-Alessandra Amoroso) e approderanno alla finale 10 dei 12 in gara. Gli ospiti che si alterneranno sull’Ariston saranno: Gabriel Garko, Bob Sinclair e i Tokio Hotel. La full immersion canora ovviamente si concluderà Sabato 20 con la finalissima e l’elezione del sessantesimo vincitore della kermesse.





20
novembre

THIS IS IT ARRIVA SU ITALIA 1: IL 10 GENNAIO MICHAEL JACKSON SALUTA I FAN ITALIANI SUL PICCOLO SCHERMO

THIS IS IT MICHAEL JACKSON TV ITALIA1 ITALIA UNO

Per moltissimi fan è stata l’occasione di rivederlo e scoprire che cosa avesse in serbo per il suo saluto alle scene, per tanti altri è stata una riuscitissima operazione di marketing che ha puntato a speculare sulla sua morte. Quel che è certo è che This is It è stata per tutti l’ultima occasione di sentir cantare Michael Jackson su un palco, quello di un imponente tour mai inaugurato.

Il film-documentario, rimasto in programmazione per due settimane, non è stato in Italia l’evento che ci si aspettava; nessuna ressa nelle sale, come qualcuno aveva previsto, e nessun faro puntato sulla pellicola, che è stata indubbiamente una chicca per tutti i fan di MJ, ma che non ha avuto nessuna eco presso i cinefili che non erano fra i sudditi del re del Pop. In effetti This is It non ha particolari attrattive costituite da mirabolanti innovazioni cinematografiche, nè una trama che possa attrarre pubblico “non Jacksoniano“; le riprese delle prove di quello che sarebbe dovuto essere il suo ultimo tour costituiscono l’unico fulcro del film, fornendo però un ritratto artistico e umano più eloquente di qualsiasi documentario o speciale che il piccolo schermo abbia potuto trasmettere fino ad oggi.

E il prossimo anno proprio la tv ospiterà il film all’interno del ciclo Cinema Uno, che su Italia1 dà spazio alle novità del grande schermo che possono trovare il consenso del pubblico più giovane. Il 10 gennaio, per la precisione, toccherà agli ultimi giorni di vita di Michael Jackson fare la propria comparsa in prima serata, proprio su quella stessa rete che ampio spazio ha dato alla notizia della sua morte, e in seguito ai sontuosi funerali-spettacolo presso lo Staples Center, con uno speciale della redazione di Studio Aperto. Se non avete avuto modo di vederlo al cinema, This is It sarà un modo piacevole di scoprire un MJ decisamente inedito: modesto, incredibilmente gentile e perfezionista sul lavoro, appassionato ad ogni singolo aspetto di quell’enorme macchina produttiva che avrebbe dovuto riportarlo di fronte a milioni di spettatori.


12
novembre

X FACTOR 3 DECIMA PUNTATA: VOLANO PAROLE GROSSE TRA FACCHINETTI E MORGAN. ELIMINATA CHIARA RANIERI

XFactor 3, Marco

Il peggior limite di Facchinetti è probabilmente il fatto di essere afflitto dalla “sindrome del bravo ragazzo” che evita tutte le forme di contrasto acceso, appiattendo così tutte le discussioni; il maggior difetto di Morgan è sicuramente la tracotanza, quell’edonistica saccenza che lo porta sempre a guardare tutti dall’alto in basso. Quando le due cose si scontrano succede che, per realtà o per spettacolo, una tranquilla serata come quella di ieri ad X Factor, si trasforma in un ring sotto i riflettori, con buona pace di tutti quelli che hanno sempre sostenuto che il talent di Raidue era totalmente estraneo al trash.

Tutto in verità comincia “per colpa” della Mori che liquida Castoldi durante un suo giudizio dicendo, con somma soddisfazione del pubblico,  ”Va bene, queste sono ca**ate“. La Mori si guadagna così l’applauso del pubblico e la risata del conduttore e… apriti cielo! Morgan inizia ad inveire contro il solito “pubblico becero e ignorante”; Facchinetti prova a placare il giudice con frasi di circostanza ed è presto accusato dal bizzarro giudice senza troppi giri di parole: ”Ecco che arriva Facchinetti, come al solito nel suo ruolo di arbitro senza competenze“; non pago, ed in pieno delirio, Morgan continua la sfilza di epiteti “Sei un demagogo, un populista, retorico e vuoto!“, e Facchinetti chiosa: ”Se essere pieni vuol dire essere come te, meglio essere vuoti tutta la vita”. Nessuno dei due retrocede e la tensione è decisamente alta. A distanza di qualche minuto i bollori si placano e, come da manuale, arrivano le scuse di Morgan e l’abbraccio con il conduttore, che tuttavia mastica un perdono amaro e sembra davvero colpito dalle invettive del pirata.

Per il resto una puntata che è filata via, ”liscia come l’olio”: Amadeus nel ruolo del quarto giudice; Mariah Carey, Spandau Ballet e Matteo Becucci ospiti musicali della serata. Sei i cantanti in gara, due le manche che hanno visto al ballottaggio finale i “fratelli di categoria” Chiara e Silver, salvato poi dal giudizio finale dello stesso Morgan. Si conferma vincente inoltre la scelta della “manche tematica”: dopo quella “Anni 80″ e quella sanremese, ieri sera è stata la volta di Michael Jackson. Le ottime performance dei talenti e le hit intramontabili del “re del pop” hanno infatti confezionato uno show godibile e credibile… peccato solo per l’orario!

I dettagli sulle performance dei concorrenti, l’eliminazione di Chiara e le “7 note”, dopo il salto.


11
novembre

XFACTOR 3: PER LA DECIMA PUNTATA AMADEUS QUARTO GIUDICE, MARIAH CAREY, SPANDAU BALLET E MATTEO BECUCCI OSPITI MUSICALI

Francesco Facchinetti X factor 3: decima puntata e day time

Se gli ascolti del prime-time di “X Factor” non hanno regalato particolari soddisfazioni, sta letteralmente naufragando tra i titani del preserale (Conti e Scotti) l’appuntamento quotidiano del talent show. Il day time delle ore 19 infatti stenta a superare la soglia del 6% di share e nel momento in cui lo si guarda, non è difficile capirne il perchè.

Un’autentica “mezz’ora di nulla”: qualche provino, la review dell’assegnazione brani, alcune prove e Facchinetti che tenta di creare un po’ di suspence tra un montaggio e l’altro. Praticamente ridotta a zero la cronaca della vita nei loft, sulle simpatie, le antipatie e i confronti tra concorrenti. Inspiegabile poi l’utilizzo massivo di spezzoni dell’ultima puntata serale; inspiegabile perchè, sebbene sia comprensibile un recap generale, vengono mandate in onda ad oltranza vere e proprie repliche (presumibilmente già viste dai telespettatori) del mercoledì precedente e, a fine puntata, lo spettatore si chiede se per caso sia finito “lost in translation“, vittima di una dimensione parallela in cui il tempo si è fermato.

Quarto giudice della decima puntata in onda stasera, Amadeus (già visto insieme alla Mori durante alcuni provini), mentre gli ospiti musicali saranno Mariah Carey, gli Spandau Ballet (band culto degli anni 80′) e il vincitore della seconda edizione del talent, Matteo Becucci. Sei i cantanti rimasti in gara che si  cimenteranno in due manche, di cui una interamente costruita con brani del compianto re del pop, Michael Jackson.

Dopo il salto, tutte le assegnazioni.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »