Mauro Crippa



1
agosto

Videonews: Mauro Crippa nuovo direttore al posto di Brachino

Mauro Crippa

Mauro Crippa

Cambio ai vertici di Videonews, la testata giornalistica a cui fanno capo le principali trasmissioni di infotainment in onda sulle reti Mediaset. Al posto di Claudio Brachino, direttore dal 2007 (ha ’saltato’ soltanto parte della stagione 2013/2014, affidata a Mario Giordano), arriva Mauro Crippa, già numero uno dell’Informazione del Biscione.




9
aprile

TOP MANAGER TV: ECCO I COMPENSI. MEDIASET TAGLIA ANCORA, URBANO CAIRO RICEVE 5MILA EURO L’ANNO

Piersilvio Berlusconi

La spending review colpisce anche i top manager del piccolo schermo. Sia ben inteso: i loro restano pur sempre stipendi da capogiro, ma un raffronto tra il 2014 e l’anno precedente attesta una riduzione degli emolumenti. Chi più, chi meno, i vertici aziendali hanno dovuto rinunciare a qualcosa. In particolare, una elaborazione di Italia Oggi sulle relazioni dei singoli gruppi editoriali dimostra che ad effettuare i tagli più significativi è stata Mediaset, che già lo scorso anno aveva sfoltito i compensi dei propri top manager.

Mediaset: i compensi dei top manager

Piersilvio Berlusconi, vicepresidente Mediaset, nel 2014 si è ridotto il compenso del 10% rispetto all’anno prima. La sua remunerazione è passata così a 1,7 milioni di euro. Il Presidente del Biscione Fedele Confalonieri (confermato per i prossimi tre anni), invece, ha sfoltito il proprio stipendio ’solo’ dell’1,4%, incassando 3.682.612 euro. Marco Giordani (chief financial officer), Niccolò Querci (Direttore centrale del personale dell’organizzazione) e Gina Nieri (Consigliere d’Amministrazione) hanno rispettivamente ricevuto tagli allo stipendio del 13,9% (1.168.039 euro l’importo corrisposto), del 16,3% (1.131.912 euro) e del 15% (1.119.721 euro). La decurtazione più cospicua, però, è stata riservata al Direttore Generale dell’informazione Mauro Crippa, che con una riduzione del 19,1% è sceso a quota 965 mila euro.

In controtendenza è stata la remunerazione di Giuliano Adreani, AD del gruppo Mediaset, che è lievitata del 20,1% rispetto al 2013, ammontando a quasi 4 milioni di euro. Tale cifra si spiega col fatto che nel maggio 2014 Adreani abbia interrotto il proprio rapporto come dirigente interno, incassando così 500 mila euro di indennità di cessazione del rapporto e 841.125 euro di tfr. A questi si aggiungono i 2.612.110 euro di remunerazione per le cariche tutt’ora ricoperte come collaboratore esterno.

La7: il compenso di Urbano Cairo


11
ottobre

RADIO BELVA SOSPESO. PER MAURO CRIPPA TORNERA’ IN ONDA…. SU ITALIA1?

Giuseppe Cruciani, David Parenzo

Hanno spento Radio Belva, ma forse non per sempre. Sono passate poche ore della sospensione coatta del programma condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo su Rete4, e già si parla di un suo possibile ritorno in onda. Forse su Italia1. Secondo Dagospia, il canale diretto da Luca Tiraboschi sarebbe stato individuato come il luogo adatto ad accogliere l’anti-talk pecoreccio ideato dai due giornalisti, anche in virtù del suo target più giovanile. Il programma in questione, del resto, non possedeva “le caratteristiche di tono e contenuto adatte al prime time di Rete4“, come sottolineato ieri dal direttore Giuseppe Feyles.

Radio Belva è piaciuto a Silvio Berlusconi?

Sempre stando alle indiscrezioni di D’Agostino, a scongiurare la chiusura definitiva di Radio Belva sarebbe stato nientepopodimeno che Silvio Berlusconi, il quale avrebbe seguito la prima puntata e ne sarebbe rimasto entusiasta. Il Cavaliere avrebbe quindi chiesto di non cancellare la trasmissione. La sospensione stabilita, insomma, sarebbe soltanto un provvedimento momentaneo e a sostegno di tale interpretazione si aggiungono le dichiarazioni rilasciate da Mauro Crippa, Direttore Generale dell’Informazione Mediaset.

Radio Belva sospeso – Le dichiarazioni di Mauro Crippa

Radio Belva torna ai box. La nuova trasmissione di Cruciani e Parenzo ha provato a fare un giro di pista, ma è finita fuori alla seconda curva: ieri sera ho visto cose che non si possono vedere in onda, e che non possiamo e non dobbiamo permetterci di trasmettere (…) La strada della sperimentazione è piena di insidie e inevitabilmente anche di errori che devono essere corretti. Il prototipo di Radio Belva, dunque, rientra in officina per la messa punto. E per tornare prossimamente” ha affermato il vertice del Biscione.

Radio Belva su Italia1?





4
aprile

MEDIASET: STIPENDI TAGLIATI IN TEMPO DI CRISI. CONFALONIERI GUADAGNA 811MILA EURO IN MENO

Piersilvio Berlusconi, Fedele Confalonieri, Giuliano Adreani

I tempi d’oro sono finiti un po’ per tutti, e anche a Mediaset le contingenze della crisi hanno fatto sentire i loro effetti. Da un anno a questa parte la parola d’ordine sembra sia una sola: spending review. Nel 2012 l’azienda del Biscione ha risparmiato 307 milioni e per il 2014 l’obiettivo è fissato a quota 450 milioni. Del resto il fantasma dei conti in rosso è lì, sempre in agguato. Così si tira la cinghia a più livelli, e stavolta anche i vertici aziendali hanno dovuto fare i conti con i tagli.

Per questi ultimi, tuttavia, la manovra ha assunto tinte più light. Niente lacrime e sangue, insomma. Secondo quanto riporta Il Fatto Quotidiano, la riduzione complessiva dei compensi di amministratori e dirigenti è stata infatti inferiore al 9%, pari a 1,16 milioni di euro. Piccoli o grandi che fossero, però, i tagli ci sono stati: nel 2012 il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri si è ridotto lo stipendio di 811mila euro (-22%) e di conseguenza ha guadagnato 2 milioni e 745mila euro, più 293mila in azioni.

Il dirigente più pagato risulta invece Giuliano Adreani, Presidente e Amministratore Delegato di Publitalia, che guadagna 2 milioni e 987mila euro, più 176mila in azioni. Il suo compenso è stato ridotto del 10%. Il vicepresidente Piersilvio Berlusconi ha invece incassato 1milione e 464mila euro (più 243mila in titoli), con una decurtazione dell’1,41% sul 2011. Accanto ai tagli, però, l’azienda del Biscione ha anche erogato alcuni premi “una tantum” ai dirigenti con responsabilità strategiche.


3
luglio

MAURO CRIPPA: LA DOMENICA DI CANALE 5 SARA’ IN DIRETTA

Mauro Crippa

All’indomani della serata di presentazione dei palinsesti, Mauro Crippa, direttore generale informazione Mediaset precisa:

“Il programma della domenica pomeriggio non verrà cancellato. Anzi, si sta lavorando a una versione potenziata del contenitore, in diretta con servizi e collegamenti”.

Beh, questo l’avevano capito anche i muri per la verità!

Ciò che ci piacerebbe sapere è il nome del conduttore e il coinvolgimento o meno di VideoNews.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





10
agosto

TGCOM24: IL NUOVO CANALE ALL NEWS SFIDERA’ I COMPETITOR RAI E SKY. COME?

TgCom24

Notizie fresche e tempestive, trasmesse ad ogni ora in diretta. La filosofia dei canali all news, nonché la loro diffusione, è ormai un fenomeno imprescindibile del panorama televisivo. Nell’epoca delle comunicazioni veloci e dei social network, infatti, le emittenti che offrono informazione 24 ore su 24 costituiscono la nuova e necessaria frontiera del giornalismo tv. Sono la soluzione che svincola  l’approfondimento dalle logiche e dagli orari del tradizionale palinsesto, offrendo uno spazio di continuo richiamo.

Attualmente lo scettro delle all news in Italia è detenuto dai poli Rai e Sky, con i loro RaiNews 24 e Sky Tg 24. Dal prossimo autunno, però, arriverà un atteso ‘terzo incomodo’. A partire dalla prossima stagione, infatti, Mediaset lancerà un nuovo canale di notizie no-stop: TgCom24. Come già annunciato dai vertici del Biscione, l’emittente trasmetterà dalle 6 del mattino all’1 di notte e proprorrà anche tre fasce d’approfondimento. In attesa della messa in onda, c’è già chi prova ad immaginare come saranno impostate la rete Mediaset, domandandosi se saprà reggere il confronto con i concorrenti.

Dalla premesse sembrerebbe proprio di sì. In effetti, Tgcom24 è il primo canale tv che nasce da una testata web (Tgcom) e quindi l’approccio al piccolo schermo potrebbe risentire di influenze nuove e poco sperimentate in precendenza. Ma  basterà? Di certo il successo di un canale all news si basa anche sui mezzi e sulla capillarità del lavoro redazionale. Una qualità che, al momento, riguarda soprattutto la squadra di Sky Tg24, presente con le proprie telecamere sui principali luoghi dell’attualità.


19
giugno

DM LIVE24: 19 GIUGNO 2011. SATISFACTION

Diario della Televisione Italiana del 19 Giugno 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Soddisfazioni

Risultato storico per il programma rivelazione dell’anno a cura di Siria Magri “Quarto Grado”, condotto da Salvo Sottile con Sabrina Scampini. Ieri, venerdì 17 giugno 2011, il settimanale di Retequattro è risultato per la prima volta il programma più visto della prima serata di tutta la tv italiana con un ascolto di 3.145.000 telespettatori e una share del 14.79%. Mauro Crippa, direttore generale dell’Informazione Mediaset, dichiara: Con “Quarto Grado” abbiamo dimostrato che la grande cronaca non è sorella minore del giornalismo. Vincere cosi la prima serata, col rigore delle inchieste e il rispetto dei protagonisti, è una grande soddisfazione per tutti noi, e di questo dobbiamo essere grati a Siria Magri, Salvo Sottile, Sabrina Scampini e a tutta la squadra di “Quarto Grado”

  • Soddisfazioni 2

In merito ai grandi ascolti di “Quarto Grado”, Giuseppe Feyles, commenta: “Lo straordinario successo di “Quarto Grado”, che ieri sera ha vinto il prime-time, premia il lavoro di Salvo Sottile e Sabrina Scampini, della curatrice Siria Magri e di tutta la squadra di Videonews”. “Grazie ai risultati di “Quarto Grado” – aggiunge Feyles – uniti alla programmazione di cinema e serie di qualità e ad alcuni speciali, la Rete raggiunge anche quest’anno i suoi obiettivi di ascolto nel prime-time”. Forti della positiva esperienza di collaborazione tra Rete e strutture giornalistiche – conclude il direttore – Retequattro punta a rafforzare la sua offerta con nuovi programmi di approfondimento per il prossimo anno”.


4
giugno

DM LIVE24: 4 GIUGNO 2011. MATTINO CINQUE TORNA IL 12 SETTEMBRE, DOMENICA CINQUE IL 25. AGCOM DA’ ULTIMATUM ALLA RAI PER I REFERENDUM. CONTI SALUTA SCOTTI

Diario della Televisione Italiana del 4 Giugno 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Do ut des

mats ha scritto alle 10:23

Rocco Pietrantonio entra in studio a Mattino 5, dove è presente Lory Del Santo, con un regalo destinato a… Federica Panicucci. La Del Santo, visibilmente seccata, si rivolge alla conduttrice: “Quando si accetta un regalo poi si deve dare qualcosa in cambio!”

  • Ritorni
Phaeton ha scritto alle 10:50

La Panicucci dice in chiusura di Mattino5 che il 12 settembre ritorna Mattino5, e il 25 settembre ritorna Domenica5!

  • E Brachino?

mats ha scritto alle 10:52

La Panicucci in chiusura di Mattino 5 ringrazia Videonews e Mauro Crippa, ma Brachino non viene nemmeno menzionato. Conferma così la maretta tra la conduttrice e il suo direttore?

  • Referendum

AnTo ha scritto alle 16:24

Roma, 3 giu. (TMNews) – Ultimo avviso dell’Agcom alla Rai in materia di informazione sui referendum del 12 e 13 giugno. Il Garante per le Comunicazioni ha infatti giudicato largamente insufficiente l’informazione finora fornita agli utenti del servizio pubblico, giudicandola “inadempiente” rispetto alle regole imposte sulla campagna referandaria dalla Commissione di Vigilanza Rai. Ed ha disposto un “ordine conformativo” alla Rai molto dettagliato, il cui mancato puntuale rispetto comporterà sanzioni. Lo ha reso noto la stessa Agcom, sottolineando che “l’ordine” dovrà essere immediatamente eseguito dal servizio pubblico e che per martedì prossimo è fissata una riunione dell’Autorità Garante nella quale se ne verificherà l’effettiva attuazione. Pronta a multare di nuovo viale Mazzini qualora l’attuazione puntuale e completa non verrà riscontrata nella programmazione del servizio pubblico da oggi a martedì.

  • Ciao Gerry

lauretta ha scritto alle 20:09


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »