Laura Pausini



21
novembre

LA MERAVIGLIA DI ESSERE SIMILI: LAURA PAUSINI CELEBRA SE STESSA NELLO SPECIALE DI RAI1

La meraviglia di essere simili, Laura Pausini e Jovanotti

Siamo già alla monografia. All’esaltazione del personaggio. Al divismo sentimental-canoro. Nell’access prime time di oggi, sabato 21 novembre, Rai1 ha proposto uno speciale intitolato La meraviglia di essere simili e dedicato interamente a Laura Pausini. Dopo aver girato il mondo, la popolare cantautrice di Solarolo è riapparsa sugli schermi italici con un patinatissimo tributo alla sua vita, alla sua carriera, alla sua umiltà (soprattutto): un appuntamento nel quale – ha spiegato la stessa artista – si è parlato “di amore, di amicizia, di nuvole, e di note“.




11
novembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (2-8/11/2015). PROMOSSI SOTTO COPERTURA E IL POMERIGGIO COMEDY DI ITALIA 1, BOCCIATI FICTION MEDIASET E PAUSINI

Laura Pausini

Promossi

9 a Valentino Rossi. Il “dottore” di Tavullia ha riacceso gli animi degli italiani per la Moto Gp regalando a Sky Sport, MTV8 e Cielo ascolti record (46.13% con oltre 9 milioni di spettatori). Il campione può almeno consolarsi per la beffarda sconfitta.


5
novembre

LAURA PAUSINI: HO DETTO NO ALLA CO-CONDUZIONE DEL FESTIVAL. A SANREMO COME OSPITE

Laura Pausini

Laura Pausini torna a Sanremo. Niente ruolo da valletta, però, come avrebbe voluto Carlo Conti, ma una semplice ospitata al Festival della Canzone che l’ha lanciata nel lontano 1993. In occasione della presentazione del nuovo album Simili, in uscita domani, la Pausini, in collegamento (!) con l’Italia dalla Florida e al cospetto dei giornalisti che hanno attraversato l’Oceano, ha fatto chiarezza sui rumors che la volevano sul prestigioso palco dell’Ariston.





5
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (27-04/3-05/2015). PROMOSSI IL BANCO DEI PUGNI E LOREDANA BERTE’, BOCCIATI PAUSINI PREZZEMOLINA (ALL’ESTERO) E FUORICLASSE

Loredana Bertè

Promossi

9 a Il Banco dei Pugni, programma cult di DMAX che lo scorso primo maggio ha deciso in maniera inusuale di programmare la nuova stagione tutta d’un fiato raccogliendo picchi superiori al 3% in access prime time. D’accordo lo show sulla famiglia Gold andrebbe iscritto alla categoria tv trash ma ci sono modi e modi di raccontare le cose e soprattutto non tutti gli “show sopra le righe” attecchiscono. Tra le chiavi del successo: la realtà sociale americana di Detroit (che peraltro “rincuora” gli italiani alle prese con la crisi) e la famiglia. Difficile trovare un elemento che faccia presa sul pubblico nostrano più della famiglia, e di quello che le sta intorno.

8 a Loredana Bertè. Finalmente ad “Amici varietà” qualcuno che leva quella patina di buonismo e dice quello che pensa. I toni forse saranno troppo accesi ma una dose di “televisione vivace” è sempre ben accetta.

7 al coraggio e all’incoscienza del redivivo Francesco Facchinetti che accetta la sfida di The Voice e si fa un tatuaggio in diretta, dopo aver perso un’impari scommessa con J AX.

6 ad Expo The Opening. Non si sa se il risultato d’ascolti monstre sia dovuto alla curiosità che aleggia attorno all’Expo o all’appeal del tridente Bonolis-Clerici-Bocelli perchè di certo non sembra riconducibile ai contenuti della serata. Oltre alla lirica si poteva offrire qualche elemento di variazione che elevasse il tasso di spettacolarità. P.S.: A Lucio Presta, vista la caratura internazionale dell’evento, non si poteva chiedere Benigni?

Bocciati


7
aprile

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (30/03-5/04/2015). PROMOSSI PAUSINI E MIRIAM LEONE, BOCCIATI KARAOKE E DOMENICA IN

Miriam Leone in 1992

9 al simpatico “pesce d’aprile” di Rai1 che ha coinvolto Carlo Conti e Flavio Insinna. I due si sono scambiati le conduzioni dei rispettivi programmi (L’Eredità e Affari Tuoi) per un giorno. Peccato però che, se il padrone dei pacchi di Rai ha dato buona prova di sè all’Eredità, lo stesso non possa dirsi del conduttore di quest’ultima al timone del quiz di Endemol.

8 a Laura Pausini, coach di La Voz. La cantante di Solarolo è stata accolta positivamente dai media spagnoli e sembra sempre più a suo agio con la televisione. L’unico rammarico è che Laura accetti di mettersi in gioco solo all’estero mentre in Italia, paese nel quale non ha bisogno di accrescere la notorietà e che l’ha fatta diventare ciò che è, si conceda esclusivamente per i grandi eventi.

7 a Miriam Leone. Su Rai1 con La Dama Velata e su Sky Atlantic con 1992, l’ex Miss Italia si accredita come attrice protagonista. La strada verso la consacrazione, comunque, è ancora in salita. Anche e soprattutto in considerazione delle capacità attoriali.

6 ad Auditel che si rinnova con i cambiamenti nel CDA e il varo del Super Panel.

Bocciati





29
dicembre

LA VOZ: A GENNAIO INIZIA L’AVVENTURA SPAGNOLA DI LAURA PAUSINI

Laura Pausini

Dopo l’annuncio in anteprima e in esclusiva a DM del conduttore Jesús Vázquez, pochi minuti fa anche Telecinco ha ufficializzato la presenza di Laura Pausini nel quartetto di coach della terza edizione di La Voz. Dopo le dichiarazioni rilasciate su queste pagine dal padrone di casa del programma, la cantante su Facebook tentò in un certo qual modo di mettere a tacere la notizia, ma oggi è a tutti gli effetti nel cast di un talent show non italiano. Quest’autunno Laura è stata, infatti, coach dell’edizione messicana di The Voice.

In Spagna sarà affiancata dalla new entry Alejandro Sanz, da Malù, che ha trionfato nella scorsa edizione, e da Antonio Orozco. Le registrazioni del programma, che ha totalizzato nella scorsa edizione il 23.2% di share (risultato che lo ha reso uno degli show di intrattenimento più visti in assoluto in terra spagnola), inizieranno nei primi giorni di gennaio. Come in tutti i The Voice del mondo, a dare il là alla caccia al talento saranno le Blind Auditions (Audiciones a ciegas).

Per chi ha un po’ di dimestichezza con lo spagnolo, ecco il comunicato ufficiale Mediaset España:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


18
novembre

JESUS VAZQUEZ A DM: LAURA PAUSINI SARA’ COACH DI THE VOICE SPAGNA. MI PIACEREBBE AVERE ANCHE RAFFAELLA

Jesús Vázquez

E’ un gigante della tv spagnola. Nato a Ferrol 49 anni fa, ha trascorso metà della sua esistenza su un palcoscenico e sotto l’occhio dei riflettori; la sua lunga carriera, iniziata al fianco di Penelope Cruz e Natalia Estrada, lo ha visto al timone delle versioni spagnole de La Ruota della Fortuna, Affari Tuoi, Operazione Trionfo, Pechino Express, L’Isola dei Famosi, La Ghigliottina, Un Minuto per Vincere e Jump! Stasera Mi Tuffo, soltanto per citarne alcuni.

Attualmente è il volto di punta dei talent show di Telecinco, ma nel suo palmares si annotano anche la conduzione del baby talent Pequeños Gigantes, mentre a breve gli spettatori iberici lo ritroveranno alla guida dei programmi più seguiti del paese, ovvero La Voz e La Voz Kids.

Il suo nome è Jesús Vázquez che si racconta sulle nostre pagine, riservando a DavideMaggio.it un #BOOM bello e buono: il conduttore ufficializza, infatti, la presenza di Laura Pausini tra i coach della terza edizione de La Voz, in partenza nel 2015 su Telecinco.

Caro Jesus, se dovessi farti conoscere al pubblico italiano parlando di un solo programma che hai condotto nella tua carriera (perché magari ne vai fiero o perché sei stato particolarmente bravo), di cosa parleresti?

No, non farmi dire questo per cominciare!!! Non posso sceglierne uno solo. Tutti mi hanno insegnato qualcosa e con tutti ho cercato di divertirmi e far divertire il pubblico. Farei un piccolo video con alcuni dei migliori momenti di OT (Operazione Trionfo, ndDM), La Voz, La Voz Kids, Alla Tú (Affari Tuoi) e Supervivientes (Isola dei Famosi).

Bellezza, talento, tenacia. Quale di queste tre qualità ti sono servite di più per sfondare?

L’aspetto fisico, quando sei giovane, ti può aprire la prima porta. Dopo 25 anni di carriera, mi è chiaro che solo la tenacia, il lavoro duro e un pizzico di fortuna mi permettono di andare avanti.

Al contrario c’è qualcosa che ti ha ostacolato nel tuo percorso?

Ci sono sempre ostacoli, invidie, gente che cerca di metterti i bastoni tra le ruote. Altre volte sei tu stesso a sbagliare e fallire. Bisogna imparare, prendere lezioni da ogni caduta e rialzarsi.

Hai iniziato in un programma musicale al fianco, tra gli altri, prima di Penelope Cruz, diventata una star internazionale, e poi di Natalia Estrada, diventata molto famosa in Italia prima della sua scelta di ritirarsi dal mondo dello spettacolo. Che ricordi hai degli esordi?

Sono stati anni molto divertenti e folli. Era il 1990 ed eravamo molto giovani. Era appena sbarcato in Spagna un nuovo modo di fare televisione, una nuova era, un’autentica rivoluzione: la televisione privata. Con Penelope e Natalia mi sono divertito moltissimo, eravamo bambini e stavamo vivendo qualcosa di incredibile.

E tu hai mai pensato di andare all’estero?


1
agosto

DM LIVE24: 1 AGOSTO 2014. LAURA PAUSINI, LE MUTANDE E LA VERGOGNA

Laura Pausini - Lima - mutande

Laura Pausini - Lima - mutande

Laura Pausini, le mutande e la vergogna

Laura Pausini adesso si sfoga su internet, nello specifico su Facebook, per il clamore che la sue pudenda – casualmente esposte in pubblico causa vento a Lima – stanno riscuotendo in giro per l’etere. “Prima di tutto NON ero nuda – sottolinea la cantante – ma è stato un incidente che mi fa molto vergognare“.

Cara Laura, tanto per cominciare, visto che non eri nuda, qual è la ragione di tanta vergogna?! Ci sono abiti di scena che assomigliano a delle mutande (chiedi a Emma Marrone se non ci credi) e tu, artista navigata, ti poni un problema del genere per un paio di slip-au-vent?!

Secondo: sempre che tu non fossi nuda – ma noi ti crediamo – perchè mai affrettarsi a coprire con la mano le tue parti intime?!

Terzo: sempre che tu non fossi nuda – ma noi ti crediamo – perchè mai concludere con “se si è vista si è vista, ce l’ho come tutte”? A cosa ti riferivi alla biancheria intima?

Quarto: non hai provato un pizzico di vergogna, invece, quando hai chiamato in causa*, parlando di faccende decisamente più frivole, le stragi di bambini?