Juventus-Napoli



22
dicembre

SUPERCOPPA ITALIANA 2014: JUVENTUS-NAPOLI IN DIRETTA DALLE 18.30 SU RAI1

Supercoppa

Grande calcio oggi con la diretta della Supercoppa Italiana 2014 in programma a Doha (Qatar). I Campioni d’Italia 2014 della Juventus sfideranno il Napoli di Rafa Benitez, vincitore dell’ultima edizione della Coppa Italia a maggio contro la Fiorentina. Dalle 18.00 su Rai1 e RaiHd (canale 501 DTT), Franco Lauro condurrà il pre partita con la presenza in studio di Massimo Orlando per conoscere tutte le ultime sulle formazioni a pochi minuti dal fischio d’inizio.

Supercoppa Italiana in diretta Rai: Juventus-Napoli dalle 18:30

Alle 18.30 linea a Doha per la telecronaca in diretta di Juventus-Napoli affidata a Alberto Rimedio, supportato dalle interviste a bordo campo di Alessandro Antinelli. L’ultima volta che le due squadre si sono incontrate in Supercoppa è stato due anni fa. Allora, su un campo di calcio di Pechino, a trionfare fu la Juventus. E quest’anno chi vincerà tra Juventus e Napoli?

Supercoppa Italiana in diretta Rai: gli appuntamenti del post partita




22
ottobre

TGR PIEMONTE: “I NAPOLETANI LI RICONOSCETE DALLA PUZZA”. ERA UN SERVIZIO DEL CA…LCIO, MA BASTA IPOCRISIE

Tgr Piemonte Juve-Napoli

I napoletani sono ovunque, al nord, al centro, al sud… un po’ come i cinesi” dice un tifoso bianconero. Al che, il telegiornalista Giampiero Amandola commenta: “E voi li distinguete dalla puzza, con grande signorilità“. Quello andato in onda sabato 20 ottobre al Tgr Piemonte è stato uno scambio di battute tra teste di calcio. Ma sì, un imbarazzante uno-due tra persone che masticano il linguaggio degli ultrà. E le polemiche che ne sono seguite, con l’intervento dell’Ordine dei Giornalisti e del Cdr Rai, sono condivisibili su un punto: il telecronista ha esagerato, ironizzando in modo poco decoroso.

Ma chi parla di episodio gravissimo e si straccia le vesti – come accade in queste ore sul web – esagera. Oppure non è mai andato allo stadio. Tolto il velo dell’ipocrisia, è infatti evidente che il servizio del Tgr Piemonte abbia trasmesso degli slogan che, ahinoi, risuonano da sempre nei match di Campionato. In questo senso, il filmato in questione può considerarsi un esempio di tv verità. Quanto poi al commento di Giampiero Amandola, è presumibile che esso racchiudesse un chiaro riferimento ad un coro anti-Napoli piuttosto diffuso sugli spalti, finalizzato ad incalzare l’interlocutore bianconero. Stesso discorso per l’espressione “o Vesuvio lavali tu“.

Le critiche al servizio del Tgr, insomma, dovrebbero essere circostanziate ad un montaggio infelice e ad alcune parole inopportune da parte del cronista. Al di là delle reazioni offese, bisognerebbe riconoscere che il video incriminato è in qualche modo riuscito a raccontare uno spaccato dell’attuale mondo della tifoseria. Sì, perché le parole trasmesse saranno state pure volgari, ma saprete bene che in Curva se ne dicono di molto peggio. E la tv, di fronte a questo fenomeno, cosa dovrebbe fare? Girarsi dall’altra parte ed edulcorare il suo racconto? Censurare il tutto?