Iva Zanicchi



2
luglio

IVA ZANICCHI VS L’ORGANIZZAZIONE DEL CONCERTO PER L’EMILIA: AVREBBERO DOVUTO INVITARCI TUTTI.

Iva Zanicchi

“Ci sono tanti artisti che non sono stati invitati a Bologna. Fossi stata io l’organizzatore avrei invitato tutti i cantanti emiliani. Tutti indistintamente. Magari non avrebbero potuto tutti cantare in televisione, ma magari si sarebbe potuto fare un coro con un bel ‘Romagna Mia’ ed erano tutti contenti. Non bisogna fare distinguo. Non si fa così caro Carletti”.

E’ questo il sassolino dalla scarpa che Iva Zanicchi, intercettata dalle nostre telecamere, lancia all’organizzazione del Concerto per l’Emilia. E su Ok, il Prezzo è giusto




7
gennaio

DM LIVE24: 7 GENNAIO 2012. ZANICCHI VS RICCIARELLI ALL’ARENA, EMMA MARRONE DA COSTANZO

Diario della Televisione Italiana del 7 Gennaio 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Papere della Parodi

PierVivaCanale5 ha scritto alle 20:37

Papere da TG: alla fine dell’edizione delle 20 del TG5 Cristina Parodi annuncia come di consueto i programmi che arrivano dopo il tg, stasera ha detto : vi lascio a Striscia la Notizia e poi al bellissimo film “Lo STRANO caso di Benjamin Button” invece de Il CURIOSO caso di Benjamin Button.

  • Zanicchi VS Ricciarelli

pippo ha scritto alle 21:21

Massimo Giletti torna protagonista del pomeriggio domenicale di Rai1 con una nuova puntata di Domenica In – L’Arena, in onda domenica 8 gennaio a partire dalle 14.00. Questa settimana nello spazio dedicato al “Due Contro tutti” due donne molto diverse tra loro, ma con un elemento in comune come quello di essere note al grande pubblico e di avere voci inconfondibili: Iva Zanicchi e Katia Ricciarelli. In studio non mancheranno altri ospiti ed esperti per approfondire e analizzare i fatti di cronaca e di costume che hanno caratterizzato la settimana. (fonte ufficio stampa rai)

  • Emma Marrone da Costanzo

pippo ha scritto alle 21:31

Sarà dedicato interamente alla musica il secondo appuntamento del nuovo anno con Di che talento sei?, il programma condotto da Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime, in onda alle 0.35 su Rai1. In studio Emma Marrone proporrà dal vivo alcuni dei suoi successi. (fonte ufficio stampa rai)


30
giugno

LA NOTTE DEGLI CHEF: STASERA L’ULTIMA PUNTATA CON VALERIA MARINI AL POSTO DI BELEN

Valeria Marini

Questa sera, a partire dalle 21.10 su Canale 5, va in onda il terzo ed ultimo appuntamento con La notte degli chef, il game culinario in versione talent condotto da Alfonso Signorini. Nove concorrenti si sono sfidati nel corso delle puntate a colpi di primi, secondi e dessert, e stasera conosceremo il nome di colui che ha avuto la meglio sugli altri aspiranti cuochi, conquistando il montepremi in palio di 50.000 euro ed uno stage col “suo” chef di riferimento. Spetta alla giuria di esperti, composta da Camilla Baresani, Alessandro Borghese e Davide Rampello, decretare il vincitore.

I concorrenti, suddivisi in tre brigate guidate da altrettanti chef di grande fama come Gennaro Esposito, Davide Oldani e Fulvio Pierangelini, anche nella puntata finale saranno supportati da tre “sguatteri” di lusso, chiamati a fare il tifo ed aiutare, quando serve, nella preparazione dei piatti. Resta saldamente attaccato al “trono” concessogli Emanuele Filiberto, presente in tutte le puntate, così come ritroveremo Iva Zanicchi, supporter cuoca da giovedì scorso. E’ invece il terzo posto da sguattero quello che ha fatto maggior discutere in queste due settimane: da una spaesata Elisabetta Canalis, sostituita nella seconda puntata da Belen Rodriguez, a Valeria Marini, chiamata per la finale a dare maggior spettacolo e show di quanto non abbia saputo fare l’onnipresente argentina. Ci riuscirà? L’impresa non sembra così impossibile.

Alla Valeriona Nazionale toccherà il compito di risollevare le sorti auditel del programma che, partito tiepidamente con la curiosità di appena 3.402.000 spettatori (share pari al 16,87%), nella scorsa puntata è crollato sotto la soglia, già poco consentita, dei 3 milioni. E vedremo se l’inaspettata irruzione di ieri di Barbara D’Urso e il suo Pomeriggio Cinque durante le prove dello show, con tanto di sfida ai fornelli tra la Bislacca e Signorini, sarà servita a dare maggior vitalità al programma o più semplicemente a riempiere il contenitore pomeridiano di Maria Carmela.





23
giugno

COTTO E MANGIATO: CHI PRENDERA’ IL POSTO DI BENEDETTA PARODI?

Benedetta Parodi con la sorella Cristina nelle cucine di Cotto e mangiato

E’ partita la caccia alla sostituta. Uno degli spazi televisivi più ambiti degli ultimi mesi risulta libero da qualche giorno. Come sapete, Benedetta Parodi ha lasciato Mediaset per approdare a La7, dove andrà a vivacizzare il pomeriggio, con un nuovo show quotidiano. Nel frattempo le cucine di Italia1, o meglio di Studio Aperto, sono alla ricerca di un nuovo “chef”. Ebbene sì, Cotto e mangiato rimarrà all’interno del telegiornale della rete giovane del Biscione, anche a detta del direttore Giovanni Toti:

La volontà è di tenere viva la rubrica. Stiamo riflettendo se affidarla a una giornalista o no. Cotto e mangiato è un patrimonio del tg a prescindere dalla conduttrice“.

Chi prenderà quindi il posto di Benedetta, che con una piccola rubrica ha riscosso un successo personale ed editoriale non indifferente? Il posto è molto ambito. Con ogni probabilità sarà una donna a cimentarsi tra fornelli, pentole e ricette. Escludendo le giornaliste di Studio Aperto, abbiamo avanzato delle ipotesi che vogliamo sottoporvi: la prima candidata potrebbe essere Federica De Denaro che non tornerà in autunno A casa di Paola, vista la soppressione del programma della Perego. Il suo spazio, molto simile a Cotto e mangiato (leggi qui), potrebbe essere stata una palestra perfetta per il passaggio a Italia1.

Tra le ipotesi, non ci sentiamo di escludere nemmeno Wilma De Angelis che con Sale pepe e fantasia ha tenuto compagnia ai telespettatori di TeleMonteCarlo negli anni Novanta. Un’altra vecchia gloria della cucina (e della canzone) è Iva Zanicchi, la quale, sognando un programma celebrativo della sua carriera su Rai2, potrebbe trovare il tempo per tornare a spadellare in tv. Infine, perchè no, anche Francesca Romana Barberini, sicuramente meno conosciuta delle precedenti, ma volto noto del Gambero Rosso Channel. La Barberini fu la prima in un certo senso a sdoganare le ricette veloci e semplici nel 2005 con il programma Voilà, che regalò a Rai2 ottimi ascolti nel tardo pomeriggio del sabato.


22
giugno

A LA NOTTE DEGLI CHEF ARRIVA ANCHE IVA ZANICCHI. E’ L’INIEZIONE DI VERVE CHE SERVIVA?

Alfonso Signorini e Belen Rodriguez

Non tutte le ciambelle riescono con il buco, nemmeno se la cucina è quella di Alfonso Signorini. Il “Diretur” cambia la ricetta della sua “Notte degli Chef” e procede con il rimpasto degli ingredienti. Fuori Elisabetta Canalis, troppo “scotta” per stare tra i fornelli e già vittima di un cuoco fin troppo salace (“Tu che nella tua vita non hai mai fatto niente!”), troverà spazio la collega sanremese Belen Rodriguez.

Le due vallette tornano in questo modo a ‘pestarsi i piedi’ pochi mesi dopo la conclusione della kermesse canora. Anche Rino Gattuso non sarà più della partita: nonostante le doti culinarie e una buona dose di disponibilità a reggere gli sketch di Signorini, il centrocampista del Milan non deve aver conquistato il pubblico femminile che è la preda dello show. Sarà dunque la nazional-popolare Iva Zanicchi a prendere il suo posto nei panni di aiutante chef.

L’unico a rimanere con le mani in pasta è Emanuele Filiberto: l’immagine del Principe di casa Savoia alle prese con i fornelli e a prendere ordini da un cuoco provetto avrà appagato il sadismo dei telespettatori.





22
maggio

VITTORIO SGARBI A DOMENICA CINQUE: “IO NON POSSO CONDURRE, LO TROVO MORTIFICANTE. CECCHI PAONE SAREBBE STATO IL CONDUTTORE GIUSTO”.

Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi, il ritorno. Dopo il flop e la conseguente chiusura del suo programma su Rai1, il critico d’arte non depone le armi e, anzi, si presenta nello studio di Domenica Cinque a raccogliere l’onore dei vinti. Al suo arrivo il pubblico si scalda, scatta una specie di standing ovation, e il narciso Vittorio si sente già a suo agio. Sposta il ciuffo ribelle e si accomoda sulla potroncina preparatagli da Claudio Brachino; davanti a lui un parterre di ospiti pronti a commentare l’ineluttabile destino del suo esordio televisivo.

Il professore si sottopone alle critiche, ma anche ai complimenti: forse “Ci tocca anche Vittorio Sgarbi” non è stato una vera disfatta. Antonella Boralevi, ad esempio, riconosce che in tv “l’amico” Vittorio è stato semplicemente se stesso, con il suo spirito ribelle e la sua grande cultura. Quell’ 8.27% di share totalizzato mercoledì scorso dal neoconduttore sarà anche stato un risultato penalizzante, ma nell’agorà di Domenica Cinque c’è chi intende far valere le ragioni del sapere su quelle dell’auditel. Il critico d’arte concorda, e a riguardo rilancia: “La cosa veramente grave è che se il contenuto discutibile di una trasmissione si misura sull’ascolto, è una tragedia. Io ho vinto su un punto: esiste ciò di cui si parla. Nessuno ha parlato del programma che ha vinto la serata in cui sono andato in onda io, il vincitore è stato occultato, il perdente è stato ovunque discusso; evidentemente erano felici della mia sconfitta e io sono felice della loro felicità”.

A sostenere questa tesi c’è anche Morgan, che interviene telefonicamente nella trasmissione. Il cantante ha commentato l’imperfezione di Sgarbi, intesa come “qualcosa di profondamente umano, legato all’artisticità“. ”Bisogna rispettare dei canoni televisivi ma è molto più semplice perfezionarli, piuttosto che imparare le cose che Sgarbi conosce come livello culturale. Penso che il suo contributo televisivo sia prezioso e andrebbe solo aiutato a confezionare il prodotto“ dice Morgan. Non è della stessa idea Alessandro Cecchi Paone, che da studio fa notare come nel programma sgarbiano siano mancate le basilari regole della tv: “Bisogna riportare in televisione gente che sa fare questo mestiere. Lì non ha condotto nessuno, questo è il problema. Senza conduttori si va a sbattere contro il muro“.


13
maggio

IVA ZANICCHI TORNA IN TELEVISIONE SULLA GIOVANE RAI2 CON VITA DA ZINGARA?

Iva Zanicchi

Iva Zanicchi ad ottobre su Rai2

Ci voleva effettivamente una ventata d’aria fresca in televisione. Stando a quanto rivelato dal settimanale Oggi, Rai2 dal prossimo autunno ha tutte le intenzioni di strappare telespettatori giovani alla concorrenza puntando su un volto di sicuro appeal tra i ragazzi: Iva Zanicchi.

D’altronde bisogna pur celebrare la carriera della giovane padrona di casa (71 anni) di Ok il prezzo è giusto, già voce di Zingara, disposta a lasciare definitivamente la noiosa carriera politica da europarlamentare, stanca probabilmente di occupare solo i talk show politici e dividersi continuamente tra Belgio e Italia, e tornare in pompa magna in televisione sugli schermi del canale diretto da Massimo Liofredi con Vita da Zingara.

Una scelta che lascia di stucco. Da una parte c’è l’evidente volontà da parte dei piani alti di Viale Mazzini di ringiovanirsi e ringiovanire in particolar modo la seconda rete pubblica, non a caso Massimiliano Ossini è stato preferito – non senza polemiche – a Claudio Lippi in I love Italy, dall’altra si continua a puntare su produzioni adatte ad un pubblico più adulto rispetto al target della rete. Produzioni che in molti casi riscuotono maggior successo sul pubblico. Ma a questo punto non si parlasse più di svecchiamento!


27
aprile

IVA ZANICCHI LASCIA LA POLITICA PER TORNARE IN TV. MA A BERLUSCONI CONSIGLIA: “RESISTI”

Iva Zanicchi

Cantante, conduttrice, scrittrice, parlamentare. Iva Zanicchi ci ha fatto conoscere le sue mille facce, mettendo però sempre al primo posto il contatto diretto con il pubblico. L’Aquila di Ligonchio è pronta, stavolta, all’ennesimo colpo di scena: lasciare il “dorato” mondo della politica per tornare in tv. E’ il quotidiano Il Tempo a raccogliere le dichiarazioni della cantante che tracciano un bilancio dell’esperienza al Parlamento Europeo:

“Non voglio un futuro in politica, tutto si concluderà quando finirà questa legislatura. Non ho nessuna intenzione di andare avanti. È stata un’esperienza molto forte ma si concluderà.”

La plurivincitrice del Festival di Sanremo, quindi, sembra non essere intenzionata a proseguire l’avventura in Europa, desiderosa di tornare in tv con un programma dedicato alla sua carriera, una sorta di one woman show. Nonostante il progetto sia ancora in uno stato embrionale, sembra che il programma troverà concretezza entro l’anno:

“Dovevamo andare in onda a maggio ma è slittato. Io ci credo ancora e mi hanno detto che sicuramente si farà. Diciamo a ottobre. Bene, mi sta meglio.”

Ma non è tutto. Nella mente di Iva c’è anche il ritorno alla fiction, dopo la fortunata prova di Caterina e le sue figlie:

“La fiction che vorrei fare – e sono un po’ presuntuosa a dirlo – dovrebbe essere basata sul mio libro “Polenta di castagne“. E io vorrei interpretare la mia bisnonna. Farei la parte della vecchia ma molto simpatica e divertente. (Come protagonista, ndDM) vedrei una giovane, tipo la Cortellesi. Deve saper cantare, ballare, deve essere brillante.”

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,