Il Confine



21
maggio

FICTION NEWS: ROCIO MUNOZ MORALES BALLA IL TANGO, DIONISI VA AL FRONTE, LA MASTRONARDI STUDIA MEDICINA LEGALE

Rocio Munoz Morales

Con l’arrivo della bella stagione si moltiplicano i set aperti in giro per l’Italia. Diverse le novità che attendono i telespettatori nella prossima stagione tv.

Non Uccidere – Monica Guerritore nel cast

A Torino e dintorni da alcune settimane si gira Non Uccidere, la nuova fiction poliziesca destinata a Rai3, cui spetta il non facile compito di rilanciare i centri di produzione tv del capoluogo piemontese. La serie, composta di 12 appuntamenti, è diretta da Giuseppe Gagliardi e racconta la storia del commissario Valeria Ferro – interpretato da Miriam Leone - alle prese, in ogni puntata, con delitti legati all’ambiente familiare, come uxoricidi e parricidi. Nel cast, oltre all’ex Miss Italia, Matteo Martari, Thomas Trabacchi, Davide Iacopini, e Monica Guerritore. Quest’ultima, di ritorno in tv dopo l’esperienza della miniserie Trilussa – Storia d’amore e di poesia, interpreterà il ruolo della madre della protagonista. Guest star di una puntata anche Gian Marco Tognazzi.

Il Tango della Libertà – Alessandro Preziosi e Rocio Munoz Morales in una fiction ambientata negli anni ‘70

Sempre a Torino, sono iniziate lo scorso 11 maggio le riprese de Il Tango della Libertà, fiction destinata a Rai1, con protagonista maschile Alessandro Preziosi. Al suo fianco, dopo l’esperienza di Un passo dal Cielo 3, e il ruolo di valletta all’ultimo festival di Sanremo, ci sarà Rocio Munoz Morales. Ambientata negli anni ’70 e prodotta da Federico Scardamaglia, la serie vede dietro la macchina da presa Alberto Negrin, che ritorna a Torino, dopo la realizzazione nel 2013 delle fiction Qualunque cosa succeda, incentrata sulla vita di Giorgio Ambrosoli, e Un mondo nuovo, la fiction su Altiero Spinelli. Le riprese in Piemonte termineranno il 20 giugno 2015, poi la produzione si sposterà per alcune giornate di riprese in Argentina.

Il Confine – Stefano Dionisi al fronte nella miniserie sulla Grande Guerra