Giro d’Italia



9
maggio

GIRO D’ITALIA 2014: AL VIA OGGI DA BELFAST. ECCO LA PROGRAMMAZIONE TV DI RAI ED EUROSPORT

Giro d'Italia 2014 - Prima tappa 9 maggio

I fanatici del ciclismo hanno ormai le ore contate, così come (chi può) i pomeriggi impegnati. Scatta oggi, infatti, la 97° edizione del Giro d’Italia, in programma dal 9 maggio al 1° giugno. Si parte dall’estero: prima tappa a Belfast, in Irlanda. Arrivo a Trieste. L’edizione 2014 della Corsa Rosa è garantita in tv da Rai ed Eurosport.

Giro d’Italia 2014: la programmazione tv della prima tappa di oggi

Andiamo a conoscere nel dettaglio gli appuntamenti e gli orari tv riguardanti la prima tappa irlandese di oggi, venerdì 9 maggio, del Giro d’Italia 2014:

Ore 17.30 – Anteprima Giro su RaiSport 2
Ore 18.10 – LeMond of Cycling su Eurosport
Ore 18.40 – Diretta Giro partenza Belfast su RaiSport 2 ed Eurosport
Ore 20.00 – Diretta Giro arrivo Belfast su Rai 3, RaiSport 2 ed Eurosport
Ore 21.05 – Processo alla Tappa su RaiSport 2

Giro d’Italia 2014: Rai 3, RaiSport 2 ed Eurosport i canali dedicati

Ricca, come ogni anno, l’offerta tv dedicata al Giro d’Italia. La Rai dedica alla Corsa ben due reti: Rai 3 e RaiSport 2. La copertura del Giro verrà ampliata da martedì 13 maggio, quando la “scia rosa” contaminerà il Belpaese con la prima tappa italiana. Su RaiSport 2, ogni mattina intorno alle 10.00, verrà replicata la gara del giorno prima; alle 14.00 scatta Anteprima Giro, che precede la Diretta Giro intorno alla 15.10 (in simulcast anche su Rai 3 e Rai HD). Spazio, poi, agli appuntamenti post-gara con il Processo alla Tappa alle 17.15 (anche su Rai 3), il notiziario TGiro alle 19.00 e il punto a mezzanotte all’interno di Giro Notte.




8
maggio

GIRO D’ITALIA 2013: TELESPETTATORI CONTRO LA RAI PER LE DIDASCALIE IN INGLESE

Giro d'Italia 2013

L’ampia copertura garantita dalla Rai per la 96° edizione del Giro d’Italia, arricchita per la prima volta nella storia dalla messa in onda in alta definizione (qui tutta la programmazione in tv e qui tutte le tappe della corsa), non è bastata a soddisfare il sempre più esigente telespettatore che, ora, manifesta malcontento per le didascalie in inglese, anziché in italiano, che appaiono durante la diretta del Giro.

“Chasing group” segnala il gruppo degli inseguitori, “front of the race” la testa della corsa, “intermediate sprint” il traguardo volante, “back of the peloton” la coda del gruppo, etc… Gli storici fans della Corsa Rosa e, soprattutto, i meno “affezionati” alla lingua inglese lamentano la mancata traduzione da parte della Rai di determinate scritte, talvolta fondamentali nel comprendere certe inquadrature durante la diretta delle tappe.

Michele Acquarone, direttore generale della Rcs Sport (società organizzatrice del Giro d’Italia), si solleva da ogni responsabilità, giustificando l’utilizzo di quella che è ormai la lingua parlata in tutto il mondo e “scaricando” alla tv di Stato la decisione (non presa) di tradurre le didascalie a favore dei telespettatori:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


29
aprile

GIRO D’ITALIA 2013: ECCO LA PROGRAMMAZIONE RAI, PER LA PRIMA VOLTA IN HD

Giro d'Italia 2013 sulle reti Rai

Nel 1953 la prima diretta Rai del Giro d’Italia, con la storica partenza da Piazza Duomo a Milano. Esattamente sessanta anni dopo, un’altra prima volta: la Rai trasmette il Giro in alta definizione. Spunta, dunque, il “sigillo” HD anche per l’edizione 2013 della Corsa Rosa, al via sabato 4 maggio da Napoli (clicca qui per il quadro completo delle ventuno tappe).

La squadra di Rai Sport garantirà un’ampia copertura della corsa, a cominciare dalle cinque telecamere installate sulle moto, due sugli elicotteri e tredici all’arrivo, che offriranno al telespettatore ben nove replay da angolazioni diverse. In caso di mal tempo, la ripresa verrà garantita dall’aereo-ponte.

Andiamo ora a scoprire nel dettaglio la programmazione Rai – dal 4 al 26 maggio 2013 – per il 96° Giro d’Italia con le principali trasmissioni dedicate:

  • Anteprima Giro dalle 14.00 su Rai Sport 1
  • Diretta Giro dalle 15.10 su Rai 3, Rai Sport 1 e Rai HD
  • Processo alla Tappa dalle 17.15 su Rai 3 e Rai Sport 1
  • TGiro dalle 19.30 su Rai Sport 1
  • Giro Notte da 00.00 su Rai Sport 1
  • Sintesi della tappa del giorno precedente dalle 10.00 su Rai Sport 2





26
aprile

GIRO D’ITALIA 2013: DA NAPOLI A BRESCIA. DA RAI SPORT AD EUROSPORT

Le tappe del Giro d'Italia 2013 (da La Gazzetta dello Sport)

L’esclusiva, si sa, è un termine che ultimamente ha ben poco a che fare con gli appuntamenti sportivi in tv. Al tavolo di ogni evento che conta, ormai, si siedono in molti; e non fa ovviamente eccezione il ciclismo, che da sabato 4 maggio si tinge di rosa con il 96° Giro d’Italia. Il rischio che l’edizione 2013 fosse riservata ai soli telespettatori abbonati a Sky è stato scongiurato dall’acquisizione dei diritti da parte di Rai Sport che, al pari di Eurosport, trasmetterà in diretta e in HD la corsa.

Prima di procedere nel dettaglio delle varie programmazioni, con gli orari delle tappe e delle trasmissioni dedicate al Giro (lo faremo in un secondo articolo), segnaliamo ai “fanatici” della storica Corsa Rosa che la partenza della 96° edizione, a differenza della precedente che ha debuttato con una tre giorni in Danimarca, “torna” nel Belpaese con il via da Napoli. Voi direte: “Giusto così, altrimenti perché chiamarlo Giro d’Italia?”. Sappiate, però, che il prossimo anno si riparte dall’estero con le prime tappe in terra irlandese.

Da evidenziare, inoltre, un’”anomalia” anche nell’arrivo, in programma domenica 26 maggio. La tappa finale, infatti, culminerà a Brescia e non più a Milano. Queste, nel dettaglio, le ventuno tappe del Giro d’Italia 2013:


2
marzo

GIRO D’ITALIA 2013: LA RAI RINNOVA L’ACCORDO PER QUATTRO ANNI E TRASMETTERA’ IN HD

Giro d'Italia 2013 - La mappa

Questa volta Sky soccombe. I rumors più accreditati vedevano la pay tv di Rupert Murdoch in pole position per l’acquisizione dei diritti relativi alla messa in onda del Giro d’Italia e invece la corsa rosa resterà in Rai per i prossimi quattro anni. Qualche giorno fa infatti è stato siglato l’accordo quadriennale tra l’azienda di Viale Mazzini e RCS Sport avente ad oggetto la corsa a tappe più vista del Belpaese e gli altri eventi di ciclismo organizzati da RCS Sport, vale a dire la Milano – Sanremo, Il giro di Lombardia, la Tirreno – Adriatico, Strade Bianche e la neo nata Roma Maxima.

La Rai potrà trasmettere in diretta e differita sulle varie piattaforme le immagini delle manifestazioni ciclistiche e ne garantirà l’HD avvalendosi della supervisione di una regia internazionale. Non solo le gare, la Rai si impegnerà a garantire la trasmissione delle interviste e degli approfondimenti, sulle diverse piattaforme televisive in chiaro e digitale.

Si tratta di un colpo senza dubbio importante sia sotto il profilo degli ascolti che sotto quello dell’immagine. L’anno scorso, nonostante la vittoria di un ciclista non europeo e relativamente poco conosciuto come il canadese Ryder Hesjedal, il Giro d’Italia ha ottenuto un buon  riscontro soprattutto sul canali all digital Rai Sport2 che trasmetteva le tappe in simulcast. Inoltre, la rinuncia alla corsa rosa nello stesso anno in cui la Rai ha perso parte del Campionato Mondiale di Formula 1 sarebbe stata troppo senza contare il rischio che il Giro – da grande evento popolare quale è sempre stato considerato – sarebbe potuto diventare uno spettacolo troppo di nicchia nel caso di messa in onda pay.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





9
gennaio

DM LIVE24: 9 GENNAIO 2013. AVANTI UN ALTRO VIENE DOPO LA D’URSO

Paolo Bonolis nella puntata di Avanti un Altro dell'8 gennaio 2013

Paolo Bonolis nella puntata di Avanti un Altro dell'8 gennaio 2013

>>> Dal Diario di ieri…

  • Infante precisa a Dago

tinina ha scritto alle 17:23

ROMA – Risponde così Milo Infante all’articolo rilanciato da “Dagospia” in cui si parlava del flop di “Pomeriggio sul Due”. Il conduttore ha scritto al sito per fare alcune precisazioni: “Caro Dago – si legge sul sito – titolando l’articolo di Paolo Scotti per Il Giornale finisci con l’attribuire al sottoscritto il flop dell’edizione di quest’anno del pomeriggio di Rai 2 condotto invece in solitaria da Lorena Bianchetti. L’anno scorso infatti il sottoscritto, proprio per l’essersi opposto ad una linea editoriale che andava contro gli ottimi risultati degli anni precedenti, è stato escluso dal palinsesto 2012. Grazie. Milo Infante” (Fonte Leggo.it)

  • Avanti un altro dopo Barbara D’Urso

Marco MDNA ha scritto alle 20:23

Bonolis alla fine della puntata odierna di Avanti Un Altro ha salutato il suo pubblico in modo piuttosto diverso dal solito: “se vorrete, domani saremo ancora qui, subito dopo Barbara D’Urso!”. La frase é stata pronunciata da Bonolis in modo piuttosto ironico. Da poco era scoppiata una polemica, perché Barbara D’Urso era stata accusata di non annunciare mai Avanti Un Altro. Si é sempre limitata a dire durante i saluti di Pomeriggio 5: “vi lascio al programma che viene dopo di me”. Bonolis e gli autori del programma erano rimasti infastiditi da questa situazione, per la quale Jurgens aveva anche ironizzato su twitter. Che sia l’ennesimo botta e risposta tra il conduttore romano e la bislacca?

  • La Rai si è aggiudicata il Giro d’Italia


18
novembre

SKY MIRA AL GIRO D’ITALIA, LA RAI NON HA SOLDI (?)

Anna Maria Tarantola

Dopo il calcio, la Moto Gp e la Formula Uno, sembra che, secondo Dagospia, Sky miri ad accaparrarsi anche il Giro d’Italia, sfilandolo a Mamma Rai. Le trattative con la Tv di Stato sembrano oramai a un punto morto, mentre il Direttore Generale Luigi Gubitosi assiste inerme alla migrazione dello sport che conta sul canale di Rupert Murdoch. La domanda è semplice: se davvero si parla di “conti in rosso” per la Rai, come si spiegherebbero altrettanti investimenti avviati dall’azienda nello stesso periodo?

Andiamo per ordine. Il Fatto Quotidiano rivela che Anna Maria Tarantola, stanca della veste austera del suo prestigioso ufficio in Viale Mazzini, abbia deciso di riarredare la sua “postazione comando” con un tavolo in grado di accogliere venti persone, comodamente adagiate su altrettante sedie più moderne e sofisticate. Il prezzo di questo necessario provvedimento? Appena 13.000 euro, con la promessa di riutilizzare il materiale usurato nei saloni ospitanti le Conferenze Stampa. E ancora: da dove vengono i tanto chiacchierati 6 milioni di euro per il contratto con Roberto Benigni per lo show-evento di pronta risposta al RockEconomy di Celentano?

Ha poi avuto ragione spendere 90.000 euro per una società esterna in grado di monitorare la web-reputation di Gubitosi-Tarantola avendo già a disposizione l’efficiente Rai Net e più di 1700 giornalisti come rivela Dagospia? E meno male che “i conti in rosso della Rai non consentono spese incontrollate” come afferma Gubitosi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


21
settembre

DM LIVE24: 21 SETTEMBRE 2012. LA RAI PERDE IL GIRO D’ITALIA?, EL PIQUETON FA CENTRO (SHAKIRA E’ INCINTA), MORGAN LASCIA XFACTOR

Gerard Piquè (El Piquetòn)... felice!

Gerard Piquè (El Piquetòn)... felice!

>>> Dal Diario di ieri…

  • La Rai perde il Giro d’Italia?

aleimpe ha scritto alle 11:15

Secondo il quotidiano La Repubblica, la Rai rischia di perdere il Giro d’Italia…

  • El Piquetòn ha fatto centro

tinina ha scritto alle 14:55

Dopo settimane di indiscrezioni, arriva finalmente l’ufficialità. Con un messaggio pubblicato sul suo sito, Shakira ha confermato di essere incinta del compagno Gerard Piqué. El piquetòn ha fatto centro! Come alcuni di voi forse sapranno, io e Gerard siamo in attesa dell’arrivo del nostro primo bambino. Abbiamo deciso di dare la priorità a questo momento unico e posporre tutte le attività promozionali programmate nei prossimi giorni. (Fonte Gossipblog)

  • Morgan lascia XFactor, dice.

tinina ha scritto alle 15:07

Ultimi impegni in tv per il giudice Morgan, che dopo X-Factor avrebbe deciso di lasciare il mondo del piccolo schermo: “Marco CasloIdi, in arte Morgan, ha deciso di chiudere con la Tv. Lui stesso ha dichiarato che questo sarà l’ultimo anno che farà il giudice a X Factor, perché vuole tornare alla sua vera passione, fa musica: «Fare il giudice di X Factor va benissimo per i disoccupati, ma per chi aveva qualcosa da fare, invece, vuoi dire non poterlo più fare. Mi sto riferendo al mio caso di compositore di musica, autore e anche strumentista. Ho potuto coltivare molto meno i miei interessi personali quando mi sono dedicato agli altri. È Stato come … appendere il violino al chiodo [ … l. Non sarà più così perché questa è la mia ultima edizione, non vedo l’ora di ritornare a fare il mio mestiere, che non è il giudice di X Factor. .. ma il giudicato”. (Fonte Leggo.it)