Federico Ruffo



23
novembre

Federico Ruffo attacca sui social: «Piccolo avvelenatore di pozzi. Ti fai complimenti da solo, quanta solitudine». Con chi ce l’ha?

Federico Ruffo

Da Mi Manda Raitre a ‘ti mando a quel paese’ il passo è brevissimo. A è bastato un post sui social per esprimere il proprio disappunto nei confronti di un non meglio identificato “avvelenatore di pozzi” televisivo. Con poche ma affilatissime righe, il giornalista Rai si è tolto qualche sassolino dalla scarpa senza però nominare mai il bersaglio del proprio sfogo.




7
settembre

Mi Manda Raitre: la differenza con le altre stagioni è «sottile»

Mi Manda Raitre

Mi Manda Raitre

Nuovo logo, nuova scenografia, per la prima volta conduzione doppia, ma Mi Manda Raitre è sempre la solita – e menomale che c’è! – finestra del servizio pubblico Rai sulla vita quotidiana dei cittadini. I nuovi conduttori Lidia Galeazzo e Federico Ruffo vanno così ad inserirsi in punta di piedi in meccanismi rodati e consolidati da trent’anni.


2
luglio

Mi manda Raitre: Federico Ruffo con Lidia Galeazzo al posto di Salvo Sottile

Federico Ruffo

Cambio della guardia a Mi Manda Raitre. Come noto, il programma del daytime dedicato ai diritti dei consumatori non sarà più condotto da Salvo Sottile. Al suo posto, come riporta Dagospia, Federico Ruffo con la giornalista Lidia Galeazzo.





20
giugno

Gli Orologi del Diavolo è la nuova fiction di Beppe Fiorello

Beppe Fiorello

Beppe Fiorello

Nuovo ruolo per Beppe Fiorello. L’attore sarà Gianfranco Franciosi, protagonista de Gli Orologi del Diavolo, nuova fiction in onda nella prossima stagione televisiva. Il progetto andrà in onda su Rai1 ed è una coproduzione internazionale che coinvolge Rai Fiction, Picomedia, Mediterraneo, Rai Com e Mediaset Espana (da qui probabilmente gli erronei rumors circolati su una messa in onda su Canale 5).


21
novembre

Pagelle TV della Settimana (12-18/11/2018). Promossi I Bastardi di Pizzofalcone e Cannavacciuolo. Bocciati Finocchiaro e Weber

House of Cards

House of Cards

Promossi

9 a Federico Ruffo. Autore di un’inchiesta tosta sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nella curva della Juventus, il giornalista è scampato ad un attentato. Onore al coraggio e anche ad un percorso professionale che tante volte l’ha portato ad andare oltre le cose.





14
novembre

Federico Ruffo, sventato attentato al cronista di Report che indagò sulla Juve – Video e foto

Federico Ruffo

Federico Ruffo

Una croce rossa tracciata sul muro esterno di casa, il pianerottolo cosparso di benzina. Federico Ruffo, il cronista e autore di Report che di recente aveva condotto una delicata inchiesta sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nella curva della Juventus, è stato vittima di un’allarmante intimidazione. Intorno alle 4.30 del mattino di martedì ignoti hanno raggiunto l’ingresso della villetta in cui vive il giornalista, compiendo gesti minacciosi che si sarebbero potuti trasformare in un vero e proprio attentato.


4
luglio

Federico Ruffo a DM: «Il Posto Giusto si occuperà di offerte di lavoro-truffa. La collocazione ci penalizza ma abbiamo un pubblico vasto»

Federico Ruffo

Il lavoro e le sue dinamiche sono temi di stretta attualità che Rai 3 tornerà ad approfondire anche nella prossima stagione tv. Non solo con i tradizionali talk show. Ad affrontare l’argomento, infatti, ci sarà ancora Il Posto Giusto, la trasmissione condotta da Federico Ruffo e dedicata proprio alla tematica occupazionale nei suoi vari risvolti. Dall’11 novembre prossimo, alle ore 13, il giornalista riprenderà il suo racconto e stavolta – ci ha anticipato – porrà l’attenzione sulle offerte di lavoro truffaldine e sui consigli per evitarle.


14
aprile

Il posto giusto, la collocazione sbagliata: Rai3 racconta il lavoro con contenuti inediti

Il posto Giusto, Federico Ruffo

Il posto giusto sta nel posto sbagliato. Il programma di Rai3 dedicato al mondo del lavoro andrebbe spedito in un centro per l’impiego (in fasce più adatte del palinsesto). La sua attuale collocazione – ogni domenica alle 13 – appare infatti poco adatta a raggiungere il pubblico di riferimento fatto da giovani e universitari, che a quell’ora difficilmente stanno davanti alla tv. Così, il rischio è che gli spunti offerti e le realtà virtuose documentate non arrivino ai destinatari, come comprovato dagli ascolti bassi registrati.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »