Fascino pgt



16
novembre

FERMI TUTTI. ANCHE CANALE 5 INAUGURA IL TEST D’INGRESSO: BASTERA’ IL FASCINO DI AMENDOLA PER SUPERARLO?

Su Canale 5 arriva il Fascino di Claudio Amendola

Non solo mamma Rai. La nuova tecnica one shot, tutta indolore, potrebbe essere adottata anche dall’ammiraglia Mediaset con un nuovo appuntamento inaspettato. Prendete il padre di famiglia più in crisi della televisione italiana Claudio Amendola, colui che in un colpo solo ha dovuto sopportare l’allontanamento della compagna catodica (Elena Sofia Ricci) e di milioni di parenti (Auditel) acquisiti nelle precedenti edizioni record dei suoi Cesaroni.

Aggiungeteci la supervisione della Fascino di Maria la castigatrice, che torna a produrre un format non suo. Mischiate il tutto con un pò di insolito coraggio di sperimentare e viene fuori un nuovo misterioso format, prossimamente in onda su Canale 5, che avrà per protagonisti volti noti dello spettacolo e della politica.

Inutile sottolineare che nessun pilot giunge per caso. Se il progetto, anticipato da Tv Sorrisi e Canzoni, prendesse forma non si tratterebbe di un volo isolato. Qualche malizioso, però, potrebbe chiedersi come mai questa opportunità venga data proprio a lui che non ha mai brillato come conduttore. Il decollo avverà con successo o sarà necessario l’utilizzo dell’uscita di emergenza?




10
agosto

LA FASCINO DI MARIA DE FILIPPI TRASLOCA AGLI STUDI ELIOS

Maria De Filippi

C’era addirittura chi pensava a questioni scaramantiche. Ma il motivo per cui Maria De Filippi non ha ancora spostato il proprio “quartier generale” da Cinecittà agli Studi Elios è presto detto. Complici un sequestro della tensostruttura per il serale di Amici (poi dissequestrata, clicca qui maggiori info) ed alcuni problemi tecnici, gli studi nuovi di zecca di Amici, C’è Posta per Te e Uomini e Donne attendevano impazienti la padrona di casa.

Ma l’attesa è finita: come DM anticipa sul numero di TV Sorrisi e Canzoni in edicola, a Natale la Fascino di Maria De Filippi trasferirà baracca e burattini dal complesso cinematografico di Via Tuscolana nella roccaforte romana di Mediaset presso gli Studi Elios di Via Tiburtina, sempre nella Capitale.

Gli scettici si chiederanno come mai il trasloco non coincida con l’inizio della stagione televisiva. Le ragioni, in questo caso, sono prettamente televisive. Com’è noto, infatti, la stakanovista De Filippi lavora senza sosta, anche d’estate. E proprio nelle scorse settimane ha avuto modo di registrare a Cinecittà alcuni spezzoni della prossima edizione di C’è Posta per Te, in onda da settembre. Terminate a novembre le fatiche del sabato sera di Canale5, i programmi “mariani” potranno andare in onda dalla nuova sede. 


16
aprile

INTERVISTA A LUCA ZANFORLIN: “LA TELEVISIONE E’ SEMPRE IN RITARDO RISPETTO ALLA REALTA’ CHE LA CIRCONDA”

Luca ZanforlinSeconda intervista nell’ambito del progetto di ricerca ”Web 2.0 e Innovazione: il ruolo dei blog nell’entertainment televisivo“. Dopo Massimo Donelli (per leggere la sua intervista clicca qui) è la volta di Luca Zanforlin. Quarantacinque anni, ferrararese, autore di punta del talent più celebre del piccolo schermo. Tra le sue creature, però, ci sono anche Meteore, Il Brutto anatraccolo e Gay tv, esperienze lavorative che hanno preceduto la sua consacrazione professionale avvenuta grazie ad Amici di Maria De Filippi, di cui è autore fin dalla prima edizione. La multimedialità della trasmissione, che nel web 2.0 ha trovato un ottimo alleato, insieme all’indiscusso talento autorale, è alla base della decisione di coinvolgere Luca Zanforlin nella ricerca. Di seguito potrete leggere il suo contributo.

Luca, come giudichi il livello di innovazione della televisione italiana? E nello specifico il livello di innovazione in Fascino?

Bé si sa la televisione è sempre in ritardo rispetto alla realtà che la circonda, ma è anche normale e giusto che sia così, la gente vuole riconoscersi in quello che  vede, la novità deve essere sedimentata per essere capita. Con questo non voglio dire che non ci debba essere uno spazio per la sperimentazione, anzi è importante che ci sia  ma capisco anche  che venga recepita con piu difficoltà. La Fascino produce intrattenimento per la tv e quindi come tale si allinea alla richiesta del mercato, e di innovativo ha sicuramente il fatto che i suoi programmi siano più vicini al pubblico. I programmi sono piu scritti dai protagonisti che dagli autori, sparisce quindi il copione e l’autore si limita a scalettare gli ingredienti della puntata.  Inoltre la conduzione è vista più come tramite per la comprensione del programma che protagonista dello show.

Ci sono dei blog che consulti più spesso? Perché?

A seconda del tempo che ho disposizione, comunque Davide Maggio e tv blog sono quelli che seguo di più.

Quali (anche tutte) tra queste caratteristiche di un blog: numero di utenti, modus operandi (inteso come grado di tempestività, serietà, incisività), profilo socio-demografico della comunità, numero di anteprime;  ritieni essenziali?

Bè tutti questi insieme, ognuna di queste caratteristiche è rivelatrice d’informazioni.

Quando consulti un blog oltre ai cosiddetti post ti soffermi anche sui commenti?

Certo che sì.

E la lettura di un commento o di un articolo pubblicato su un blog ha mai influenzato o potrebbe influenzare una tua scelta?

Non è ancora successo ma non lo escludo, semmai lo registro come imput; quello scritto sui blog non è ancora una verità assoluta ma solo l’espressione di una (per ora) élite di utenti.





20
agosto

MARIA DE FILIPPI: UN FASCINO DA 48 MILIONI DI EURO L’ANNO

Maria De Filippi (Fascino PGT)

Era da tempo che molti di noi erano desiderosi di “frugare tra le tasche” della regina Mida della televisione per farsi un’idea del gettito che Maria De Filippi riesce a produrre grazie alla sua formidabile strategia comunicativa. Ci ha pensato l’analisi pubblicata questa mattina da Italia Oggi, e ripresa dai colleghi di Televisionando, che riesce a fornirci la dimensione d’impresa di Fascino, “sanguinaria” società di produzione di cui la  De Filippi detiene la metà delle azioni (il partner azionario per la restante quota è Mediaset con RTI).

Il 2008 è stato un anno eccezionale infatti per le produzioni  di Maria de’Miracoli e nonostante l’atmosfera di pesante recessione che ha fatto crollare globalmente i mercati, il bilancio Fascino è lapalissianamente in positivo. Le cifre parlano chiare: utile di 48 milioni di euro (+ 15, 6% rispetto al 2007), risultato che deriva dal successo combinato di almeno tre abilità di gestione del patrimonio mediatico defilippiano.

Innanzitutto balza agli occhi la riuscita strategia di internazionalizzazione dei prodotti con la conseguente vendita sui mercati esteri, in primo luogo la Spagna con Telecinco, dei format che in Italia primeggiano con forza nel daytime, ovvero il vituperatissimo Uomini e Donne e, più recentemente, Amici (info in questo post).