Elezioni



29
gennaio

ELEZIONI 2013, BERLUSCONI DICE NO AL CONFRONTO A SEI IN RAI PREVISTO PER SABATO. BERSANI: “ALLORA VADO A SKY”

Pierluigi Bersani

Contrordine! Sembrava tutto pronto per il duello finale annunciato ieri sera da un tweet di Enrico Mentana, ovvero il confronto a 6 tra gli aspiranti Premier, ma il ribaltone delle ultime ore ha scombussolato i piani in quel di Viale Mazzini. La Rai, destinata a ospitare l’evento televisivo, aveva anche già fissato il giorno –  questo sabato – ma all’ultimo momento è arrivato il veto definitivo. Uno dei candidati si rifiuta di partecipare, il suo nome è Silvio Berlusconi.

L’ammutinamento del boss del PdL è dovuto a un’eventuale violazione di una norma del regolamento della Commissione di Vigilanza Rai che prevede che sia riservato uno spazio solo a chi sia leader di una coalizione con la conseguenza che Antonio Ingroia, Beppe Grillo e Oscar Giannino non avrebbero diritto a partecipare al confronto. Il problema è che Pierluigi Bersani aveva posto come condizione imprescindibile che venisse garantita la presenza di tutti e 6 i leader. Questa la dichiarazione del segretario del PD che sarebbe disponibile a spostare il confronto su una rete privata, dove non varrebbe il regolamento della Vigilanza Rai:

“Non si può fare? Vado a Sky! Per quale diavolo di motivo non si può fare il confronto a sei? Escludiamo Grillo, escludiamo Ingroia, escludiamo Giannino? Dite alla vigilanza Rai che io, quando c’era da fare le primarie, non l’ho fatto fra i favoriti perché un conto sono i sondaggi e uno sono i voti. Io mi chiamo partito democratico e partecipo solo a cose dove tutti hanno uguali condizioni. Non intendo partecipare a cose dove ci sono condizioni diverse, questo lo lascio fare a Berlusconi”.




28
gennaio

ELEZIONI 2013: PER ENRICO MENTANA SI VA VERSO IL CONFRONTO TRA I 6 LEADER SULLA RAI

Enrico Mentana

Confronti tv che passione! I pessimi ascolti di Italia Domanda (ma anche gli ordinari risultati de Lo Spoglio con Ilaria D’Amico) dimostrano come l’interesse del pubblico televisivo alle vecchie tribune politiche scemi quando vengono trasmessi monologhi assimilabili a spottoni elettorali senza contraddittorio mentre il gradimento si infiammi nel momento in cui la messa in onda riguardi faccia a faccia, duelli rusticani, sulla falsariga di quello tra i candidati alle Primarie del PD trasmesso da Sky Tg24 o la battaglia finale moderata dalla Maggioni tra Renzi e Bersani.

Ed invero, proprio Sky Tg24 stava lavorando al faccia a faccia a tre tra Berlusconi, Bersani e Monti indicando anche una probabile data (quella dell’8 febbraio) un tweet di qualche ora fa cinguettato dal Direttore del Tg La7 Enrico Mentana, sempre in prima linea sulle questioni politico-televisive, svela:

“Si va al confronto a 6 (Berlusconi Bersani Giannino Grillo- ?- Ingroia Monti) settimana prossima in Rai. Credo che i cittadini vogliano altro”

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


21
gennaio

ELEZIONI 2013: CICCIOLINA, MINZOLINI E RUOTOLO GUIDANO LA CARICA DEI ‘CANDIDATI FAMOSI’

Augusto Minzolini

Sportivi, ex magistrati, sindacalisti e ovviamente giornalisti. La carrellata di volti noti che hanno compiuto il salto in politica in vista delle prossime elezioni è assai varia. Anche in questa tornata elettorale, infatti, i partiti punteranno molto su di loro per calamitare voti e consensi degli elettori.

Il nome “nuovo” è sicuramente quello di Augusto Minzolini, che si candiderà con il Pdl in Liguria. L’ex direttore del Tg1 correrà per il Senato, ma non sarà il solo dipendente di Viale Mazzini a mettere a disposizione dei partiti la propria popolarità. Sandro Ruotolo, infatti, fedelissimo di Michele Santoro, sarà uno dei volti della neonata formazione politica “Rivoluzione Civile” dell’ex pm Antonio Ingroia. L’ex magistrato Pietro Grasso, invece, sarà candidato con il Partito Democratico.

Di giornalisti candidati ce ne saranno a iosa, così diventa difficile anche stilare un elenco che li comprenda tutti. Restando a sinistra, si candideranno con il Partito Democratico Massimo Mucchetti, ex vicedirettore del Corriere della Sera, e Corradino Mineo, già direttore di RaiNews 24. Due nomi noti del sindacato, invece, correranno con Sinistra Ecologia e Libertà, il partito guidato da Nichi Vendola. Si tratta di Giorgio Airaudo, ex Fiom, e di Roberto Natale, già Presidente della Federazione Nazionale della Stampa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





10
gennaio

BERLUSCONI, BERSANI E MONTI VERSO UN CONFRONTO SU SKY TG24 L’8 FEBBRAIO

Berlusconi e Monti

Alle Elezioni Politiche più litigiose di sempre manca poco (24 febbraio) e il clima della campagna elettorale si fa sempre più incandescente. Tutti i leader sono alla ricerca del proprio spazio televisivo, della propria vetrina e il rigore della par condicio permetterà ai candidati la medesima visibilità. Il colpaccio di questo inizio delle ostilità – oltre, ovviamente all’ospitata di Berlusconi negli studi di Servizio Pubblico – l’ha messo a segno Sky Tg24.

Pochi minuti fa, infatti, Sarah Varetto, direttrice del canale 500 della piattaforma satellitare, ha annunciato che l’8 febbraio è stato individuato da Sky come data probabile per un confronto a tre tra i leader dei principali schieramenti Silvio Berlusconi, Mario Monti e Pierluigi Bersani. La stessa moglie di Salvo Sottile ha spiegato che dopo aver ricevuto la disponibilità dei tre leader, attende adesso una risposta definitiva.

Per quel che attiene lo stile del confronto, ancora la Varetto specifica:

Sarà un confronto con regole condivise e domande a tempo sui programmi di ciascuno e sui temi caldi che interessano la gente


28
dicembre

ILARIA D’AMICO SU SKY TG 24 CON DEGLI SPECIALI ELETTORALI. CONTENTINO PER IL MANCATO TALK D’INFORMAZIONE?

Ilaria d'Amico

Da principessina della domenica calcistica a signora della elezioni. Ilaria D’Amico “scende in campo” (o se preferite “sale in politica” secondo il nuovo slogan Montiano) e si prepara a diventare la premiere dame di Sky durante tutto il periodo della campagna elettorale. A partire da metà gennaio infatti Sky Tg 24 affiderà alla conduttrice di Sky Calcio Show uno spazio bisettimanale il lunedì e il mercoledì dedicato alla conoscenza dei leader dei vari schieramenti. In onda dalle 20.30 alle 21.15, la trasmissione dell’algida giornalista proporrà una raffica di domande a ritmo serrato, a cui i protagonisti dovranno rispondere entro il tempo stabilito.

Il tutto in un’ottica di potenziamento della copertura che il canale all news intende attuare in vista dell’Election Day di domenica 24 febbraio. Fino a quella data il canale 500 della piattaforma satellitare offrirà ai suoi telespettatori un palinsesto ricco di racconti, programmi speciali, focus, rilevazioni quotidiane e sondaggi.

Per la D’Amico non si tratta del debutto in un programma politico. Molti di voi ricorderanno infatti che la giornalista era impegnata non più di due stagioni fa su La7 con Exit – Uscita di sicurezza, vero e proprio antecedente dell’attuale Piazzapulita. Si trattava peraltro di una trasmissione dai riscontri discreti ma che è stata abbandonata nel giugno del 2011 dopo la firma di un contratto triennale che legava la conduttrice a Sky in esclusiva.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





20
dicembre

FESTIVAL DI SANREMO 2013 DAL 12 AL 16 FEBBRAIO. LUCIANINA RIUSCIRA’ A RISPETTARE LA PAR CONDICIO?

Luciana Littizzetto

Allarme rientrato. Il Festival di Sanremo 2013 si svolgerà regolarmente dal 12 al 16 febbraio. L’annuncio è arrivato pochi minuti fa da Viale Mazzini, con un comunicato ufficiale, e segue la decisione del Quirinale di indire le prossime elezioni politiche per il 24 febbraio.

Può tirare un sospiro di sollievo, dunque, Fabio Fazio che su Twitter si affida ad un semplice “W la Rai” per commentare la notizia. Uno slittamento della kermesse, oltre a procurare danni economici, avrebbe complicato le trattative per portare sul palco dell’Ariston artisti stranieri e non.

Il prossimo scoglio da affrontare per il conduttore ligure e soprattutto per la sua spalla Luciana Littizzetto sarà quello della par condicio, la cui salvaguardia sarà indispensabile in piena campagna elettorale in una vetrina Rai così importante e seguita come quella sanremese.


12
dicembre

SANREMO 2013: LE ELEZIONI FANNO SLITTARE IL FESTIVAL?

Fabio Fazio e Luciana Littizzetto

Tanto tuonò che piovve. Dopo un tira e molla infinito a colpi di fiducie e sfiducie, sembra ormai certo che andremo a votare il 17 o il 24 Febbraio. E, tra le tante vittime sacrificali di questa tornata elettorale anticipata, potrebbe esserci anche Sanremo. Si, avete capito bene: il Festival di Sanremo 2013 rischia di saltare per colpa delle elezioni o, meglio, rischia di essere posticipato per la concomitanza con le consultazioni.

La notizia si è diffusa ieri, e ne hanno scritto molti organi di stampa. La Rai potrebbe decidere di far slittare l’inizio della competizione canora più importante d’Italia per far spazio a tribune elettorali, talk show e programmi a sfondo politico. La ragione sembra essere la funzione stessa del servizio pubblico, cioè quella di informare i telespettatori in maniera adeguata, rispetto agli obblighi contrattuali dell’azienda con lo Stato.

Perciò, a causa della par condicio e della programmazione che la Rai dovrà studiare per garantire un perfetto equilibrio nel minutaggio concesso alle diverse formazioni politiche, Il Festival di Sanremo potrebbe non svolgerrsi più -come previsto- dal 12 al 16 Febbraio. Infatti, come ha scritto Paolo Conti sul Corriere della Sera, proprio per questi motivi “al Festival sarebbe impossibile qualsiasi battuta legata all’attualità politica“.


5
maggio

DM LIVE24: 5 MAGGIO 2012. CONVERSANO CANDIDATO A LECCE, LA SPISNI SIFFREDI E IL MATTERELLO, PRESTA TWITTER E PUNTO SU DI TE

Rocco Siffredi

>>> Dal Diario di ieri…

  • Giovanni Conversano candidato a Lecce

tinina ha scritto alle 14:48

Dopo il ‘trono’ di Uomini e Donne, le serate in discoteca e le ospitate in tv per Giovanni Conversano è arrivato il momento della politica. L’ex concorrente di Uomini e donne si è candidato al Consiglio comunale di Lecce, la sua città natale, nella lista dell’UdC. Inevitabili le polemiche tra i blog politici e i social network: i meno convinti della scelta della compagine di Pierferdinando Casini sembrano proprio i militanti dell’Udc. “Un controsenso criticare il velinismo e candidare un tronista”, si legge in un forum. (Fonte Leggo.it)

  • La Spisni, Siffredi e il matterello

Alessandro ha scritto alle 17:08

Grandi risate oggi a La Prova del Cuoco quando la Clerici (che ormai quotidianamente parla per tutta la puntata di E’ stato solo un flirt) annuncia la presenza di Siffredi e la cuoca Spisni impugna inconsciamente (o no?) il mattarello…

  • Presta, Twitter e Punto su di te

Alessandro ha scritto alle 20:25