Conduttori



23
luglio

STRISCIA LA NOTIZIA 2014/2015: LEONARDO PIERACCIONI E MAURIZIO BATTISTA CONDUTTORI DELLA PRIMA SETTIMANA

Maurizio Battista e Leonardo Pieraccioni

Aria nuova a Striscia La Notizia. Come l’anno scorso, anche l’apertura di questa nuova edizione sarà caratterizzata da un valzer di conduttori. E proprio come nel 2013/2014 sarà un’inedita coppia a dare il via alla nuova annata del tg satirico di Canale 5. Possiamo, infatti, confermarvi l’indiscrezione lanciata dal settimanale Chi, annunciando che saranno Leonardo Pieraccioni e Maurizio Battista ad aprire le danze. Aggiungiamo altresì che saranno conduttori per una sola settimana.

Striscia La Notizia 2014/2015: aprono Leonardo Pieraccioni e Maurizio Battista

Il regista toscano dunque, dopo esserci andato vicino più volte, dice sì alla televisione. E se il suo esordio nell’access prime time dell’ammiraglia Mediaset promette bene – considerato anche il periodo limitato di permanenza dietro al bancone -, qualche perplessità la nutriamo nei confronti di Battista che non sembra avere l’appeal per una posizione così delicata e di spicco. Resta comunque da vedere come i due interagiranno perchè in un programma come Striscia l’affiatamento tra i conduttori è un requisito essenziale. Giova segnalare, a proposito, che Battista ha lavorato con Pieraccioni nell’ultimo film del regista, Un Fantastico Via Vai. I due ci sorprenderanno? Nel 2005 (era il periodo delle “multiproprietà” per contrastare l’Affari Tuoi di Bonolis) Leonardo Pieraccioni aveva già assaporato le atmosfere di Striscia con una conduzione lampo al fianco di Massimo Ceccherini.

Striscia La Notizia 2014/2015: confermati Michelle Hunziker e Piero Chiambretti

A Leonardo Pieraccioni e Maurizio Battista dovrebbero poi subentrare Michelle Hunziker e Piero Chiambretti, coppia che abbiamo già visto all’opera nella passata stagione. Facile poi immaginare il ritorno più in là degli inossidabili Ezio Greggio (che ha appena risolto il contenzioso con il Fisco) e Enzo Iacchetti. Confermate anche le veline Ludovica Frasca (fresca di liason con Luca Bizzarri) e Irene Cioni.




28
agosto

STRISCIA LA NOTIZIA: CHI CONDURRA’? IL CALO D’ASCOLTI E’ DIETRO L’ANGOLO

Striscia la notizia

Striscia la notizia

Ufficialmente c’è silenzio attorno alla prossima edizione di Striscia la notizia. Tanti rumors ma da Milano 2 bocche cucite riguardo all’edizione 2013/2014 del tg satirico che partirà su Canale 5 alla fine di settembre. Una situazione che potrebbe nascondere una rivoluzione in atto e non ancora conclusa o che semplicemente mira ad accrescere la curiosità verso un’annata “pericolosa”.

Striscia la notizia 2013/2014 rischio calo d’ascolti

Striscia la notizia, infatti, quest’anno dovrà vedersela con Flavio Insinna, il conduttore più bravo e quello che finora ha raggiunto i migliori risultati ad Affari Tuoi. Il programma poi denota una certa stanchezza, che, unita alla minore competitività di Canale 5 rispetto a Rai1 in prime time, l’anno scorso ha portato alla sconfitta o al pareggio in più di un’occasione con i pacchi di Giusti. L’altra sfida che dovrà affrontare la banda di Antonio Ricci è l’introduzione di un break pubblicitario che interromperà la trasmissione. Ci riferiamo a quell’All21, risposta di Publitalia a Carosello che prevede un minuto di spot alle 21 in contemporanea su sette reti Mediaset (per maggiori info clicca qui).

Striscia la notizia 2013/2014 chi condurrà?

Ma il rischio più grosso per il tg satirico è quello di non trovare una conduzione all’altezza. Chi troveremo a settembre dietro al bancone più irriverente della televisione nostrana? Proprio ieri il quotidiano Libero, dando per scontata la presenza di Ezio Greggio, si chiedeva chi lo affiancherà. Com’è noto Michelle Hunziker è incinta mentre Enzo Iacchetti – salvo sorprese – pare non torni prima del 2014. Tramontata l’ipotesi (mai presa in considerazione?) di vedere Belen Rodriguez, il quotidiano di Maurizio Belpietro avanza un toto nomi che comprende Claudio Bisio (che secondo Chi avrebbe rinunciato), Piero Chiambretti, Geppi Cucciari e addirittura Virginia Raffaele.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


1
giugno

TG1, VALZER DI CONDUTTORI. MATANO E D’ACQUINO PROMOSSI ALLE 20

Nuovi Conduttori del Tg1

Alberto Matano e Luciana Littizzetto

Vento di novità al Tg1 con l’arrivo dell’estate. Eccezion fatta per l’edizione del mattino, ci sono vari avvicendamenti tra i volti che quotidianamente danno le notizie al pubblico di Rai1. A comunicare le variazioni è stato il direttore Mario Orfeo. Partiamo dall’edizione delle 20, orfana di Attilio Romita e attualmente affidata a Francesco Giorgino e Laura Chimenti ai quali andranno ad unirsi, ovviamente in alternanza, Alberto Matano, caposervizio della redazione politica finora impegnato nell’edizione delle 13:30 nonché conduttore di Unomattina estate lo scorso anno, ed Emma D’Acquino, già inviata di Porta a Porta e conduttrice di Tv7 e Tg1 Focus.

Al posto di Matano arriva all’edizione delle 13:30 Elisa Anzaldo, catanese, colei che nel 2011 annunciò il proprio ritiro dalla conduzione del Tg1 Notte in polemica con l’allora direttore Augusto Minzolini (secondo la giornalista all’epoca c’era imparzialità nell’informazione offerta). Al suo fianco restano i già presenti Marco Frittella e Francesca Grimaldi.

Per quanto riguarda l’edizione delle 17:00 raggiungono Barbara Carfagna: Marina Nalesso, già vista nell’edizione notturna nonché in Tg1 Economia, e Maria Soave, conduttrice del Tg1 Sessantasecondi e anche lei reduce dal Tg1 Notte.





27
aprile

EURO 2012: NESSUNA NOVITA’ TRA I VOLTI DI RAI SPORT

Jacopo Volpi

Chi si aspettava volti nuovi, magari giovani giornalisti provenienti da quella fucina di talenti che è Sky Sport24, rimarrà deluso. Anche per Euro 2012 Rai Sport affiderà le rubriche di approfondimento di contorno alla diretta dei match ai soliti istituzionali conduttori che siamo abituati a conoscere e che accompagnano ogni manifestazione calcistica cui partecipa la Nazionale da ormai un quindicennio.

Quella della bella Giorgia Rossi, transitata dalla pay tv di Murdoch al nuovo Rai Sport News, rimane insomma la classica eccezione che conferma la regola e chi ha auspicato un rinnovamento della redazione sportiva di Viale Mazzini (quantomeno per ciò che attiene le posizioni di vertice) si ritroverà anche quest’anno a seguire i vari Varriale, Franco Lauro, Jacopo Volpi. Stando a quanto riportato qualche giorno fa da Marco Castoro su Italia Oggi non sarà della spedizione in Polonia e Ucraina Francesca Sanipoli, animalista convinta in protesta contro la strage di cani in atto nell’ex regione Urss.

Così mentre Lauro e Volpi (in coppia con Simona Rolandi) sono i favoriti per le rubriche pomeridiane e serali che introdurranno e chiuderanno le partite in diretta, per il napoletano mattatore di Stadio Sprint sembra profilarsi la conduzione di Dribbling Europei anche se – da uomo di campo – Varriale preferirebbe fare il bordocampista a seguito degli uomini di Cesare Prandelli. Comunque collocate, le tessere del mosaico sono sempre quelle mentre desta la curiosità su come verrà impiegato l’ex telecronista degli azzurri, quel Marco Civoli che rappresenta allo stato attuale anche il giornalista sportivo più autorevole sotto contratto in Rai.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


31
agosto

FESTIVAL DI SANREMO 2011: NEL TOTO-CONDUTTORI SPUNTA FABRIZIO FRIZZI

Fabrizio Frizzi

Ormai è un’overdose di nomi e iniziano a far fatica a starci dietro persino i più accaniti sostenitori del Festival della Canzone Italiana. Cosa sarebbe Sanremo senza il Toto Conduttori che accompagna il periodo estivo prima di lasciare il testimone al Toto Cantanti tutto l’autunno?

Sanremo dura solo 5 serate ma è incredibile come il battage pubblicitario prosegua tutto l’anno. D’altronde, e malgrado tutto, resta un evento mediatico unico nel suo genere per la nostra televisione. Dopo le due edizioni trionfali di Paolo Bonolis ed Antonella Clerici, ora bisogna trovare chi accetterà di immolarsi in una sfida tutt’altro che facile. Nelle ultime settimane abbiamo assistito, anche in questo blog, al delirio di nomi: Ranieri, Morandi, Carlo Conti, Milly Carlucci, persino Bruno Vespa ed Elisa Isoardi. Prima che la situazione degeneri e qualcuno scriva che sarà il polpo Miranda in arte Gegia a presentare i cantanti in gara, speriamo che presto il vero nome del cerimoniere venga annunciato. Intanto qualcuno oggi azzarda un’ipotesi  decisamente più credibile rispetto a quelle fatte negli ultimi giorni.

E se presentasse Fabrizio Frizzi? E’ questa la domanda che i vertici di Viale Mazzini si stanno ponendo in queste ore, dato che le quotazioni di Massimo Ranieri sembrano scendere inesorabilmente. E dopo la bomba Vespa, l’idea  appare poco strampalata. Di certo Frizzi è un nome meno forte rispetto ad altri fatti ma sicuramente potrebbe contare su un ampio target di fedelissimi che ha imparato nelle ultime stagioni a seguirlo nuovamente su una rete importante come Raiuno. Se adeguatamente affiancato, magari da un volto meno istituzionale in modo da compensare il suo stile pacato, potrebbe degnamente portare a casa l’ingrato compito.





21
agosto

FACEBOOK DIVENTA IL TERMOMETRO DELLA CELEBRITA’: ECCO QUANTO “CONTANO” I CONCORRENTI DE LA TRIBU’ MISSIONE INDIA

Facebook

Produttori del belpaese fiondatevi su Facebook. Il social network più in voga nell’italica penisola diventa giorno dopo giorno punto di riferimento per sondare l’indice di gradimento di qualunque tendenza del momento, quelle catodiche comprese. Se le vostre intenzioni sono quelle di accaparrarvi il “concorrente da reality” che più accende gli animi dei tele-internauti o se, piuttosto, volete sondare la popolarità, telematica, di un conduttore più stagionato, Facebook è ciò che fa al caso vostro.

Proprio per questo motivo abbiamo condotto una piccola indagine prendendo ad oggetto i  prossimi concorrenti dell’imminente reality “La Tribù – Missione India” della  Perego, per poi allargare la nostra panoramica ai pilastri della nostra tv e vedere quanto (e se) siano riusciti a trovare un proprio spazio in un contesto fresco e dinamico come Facebook anche i protagonisti più navigati del piccolo schermo.

Il social network più amato dagli italiani si trasforma in questo caso nel più spietato tribunale della tv italiana: i dati sono interessanti e, tenuto conto che l’utente medio di Facebook ha un’età non troppo elevata, detta in altri termini appartiene a pieno titolo al target commerciale tanto attenzionato da reti e inserzionisti, forse tale indagine non si rivelerà troppo distante dalla reale mappatura dei gusti degli utenti-consumatori che tutti cercano con ansia quasi come l’elisir di lunga vita.