Capodanno



3
gennaio

CAPO-DANNO RAI1: INIZIA LO SCARICABARILE. DI CHI E’ LA COLPA? PARLA L’ADDETTO AGLI SMS

L'anno che verrà

Passano i giorni ma il polverone sollevatosi in seguito alla bestemmia e al countdown sbagliato andati in scena durante la serata in diretta del 31 dicembre di Rai1 “L’Anno che verrà”, non accenna a placarsi.




16
dicembre

STRENNE IRIS: CAPODANNO VIETATO CON BAMBOLA E IL MACELLAIO

capodanno iris

Valeria Marini

Per il lungo periodo festivo Iris proporrà una speciale settimana di programmazione (“Holiday On Iris”) e due maratone (“Un Capodanno vietato” e “MusiCult”) ricche di pellicole di culto. “Holiday On Iris”, tra il 22 al 28 dicembre, in prime-time, offrirà una serie di classici come “Mezzogiorno e mezzo di fuoco” e “Little Miss Sunshine”.

“Holiday on Iris” – prime time:

22 dicembre: “Mezzogiorno e mezzo di fuoco”

23 dicembre: “Al di là dei sogni”

24 dicembre: “Mio cugino Vincenzo”

25 dicembre: “Little Miss Sunshine”

26 dicembre: “L’ultima volta che vidi Parigi” (maratona “Liz Taylor-La Regina”)

27 dicembre: “Stargate”

A Santo Stefano, in particolare, Liz Taylor sarà protagonista di una retrospettiva di quattro titoli: “L’ultima volta che vidi Parigi”, “Lord Brummel”, “Il padre della sposa” e “Venere in visione”.

Iris, Capodanno vietato con Alba Parietti e Valeria Marini


15
dicembre

LA7: NATALE 2013 CON ANNICCHIARICO, GASSMAN E IL MEGLIO DI CROZZA

la7 natale 2013

Alessandro Gassmann

Il 2013 di La7 si chiude con un’offerta all’insegna dell’intrattenimento e del cinema, con una serie di fiction e film tv in prima visione e di grandi classici per tutta la famiglia, ma anche in compagnia della satira di Maurizio Crozza e del suo caleidoscopico mondo di personaggi, musica, monologhi ispirati all’attualità del Belpaese.

La7: stasera Faccia d’Angelo introdotto da Salvo Sottile

Nella settimana di Natale e Capodanno i telespettatori di La7 ritroveranno i tanti personaggi di Maurizio Crozza nell’access prime time, con il meglio dei suoi show. Oggi – 15 dicembre – e il 22 dicembre appuntamento con la miniserie in due puntate in prima tv in chiaro, coprodotta con Sky Cinema, Faccia d’angelo, con Elio Germano e Katia Ricciarelli. Le sanguinose vicende del boss Felice Maniero e della Mala del Brenta – una delle più feroci bande del crimine organizzato – saranno introdotte da due speciali di Le Storie di Linea Gialla, con Salvo Sottile, incentrate sulle vicende di cronaca criminale che hanno insanguinato il nordest negli anni ‘70.

La7: la Vigilia di Natale 2013 omaggio a Frank Capra

La sera della Vigilia, La7 renderà omaggio al grande regista Frank Capra. Alle 21:10 il film Angeli con la Pistola, cui seguirà una puntata speciale de La Valigia dei Sogni condotta da Simone Annicchiarico dal paese natale di Capra, Bisacquino, in provincia di Palermo, dove il regista ha vissuto i primi sei anni di vita. La grande musica classica e natalizia sarà protagonista il 25 dicembre alle ore 14:40 con il Concerto per la Vita e per la Pace di Betlemme, uno dei principali eventi culturali di solidarietà per la Terra Santa. La sera di Natale sarà dedicata ai bambini con il film Il piccolo Nicolas e i suoi genitori, la divertente commedia francese basata sul personaggio della collana per ragazzi Le petit Nicolas di Goscinny & Sempé.

La7: Santo Stefano con i fiocchi





25
gennaio

DM LIVE24: 25 GENNAIO 2013. AGCOM SANZIONA TGLA7, A SKYTG24 E’ CAPODANNO, MARIA CARMELA HA FREDDO

Enrico Mentana Tg La7

Enrico Mentana Tg La7

>>> Dal Diario di ieri…

  • AgCom sanziona… Mentana replica

WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto alle 10:04

L’agcom ha sanzionato il Tg La7. Ecco la risposta di Mentana che ha inoltre scritto su Twitter che questa storia non lo ha fatto dormire tutta la notte.

  • A SkyTg24 è Capodanno
jonathan ha scritto alle 20:08

Su SKYTG24 al termine del telegiornale delle 19:00 anziché mandare in onda la sigla normale mandano quella di Natale con scritto Buon Anno.

  • MariaCarmela ha freddo

tania ha scritto alle 17:45


30
novembre

TESSA GELISIO ALLA GUIDA DELLO SHOW DI CAPODANNO IN DIRETTA SU ITALIA1?

Tessa Gelisio

Tessa Gelisio

In vista del Capodanno 2012, a Cologno Monzese avrebbero deciso di tagliare con il passato e rivoluzionare il palinsesto di Canale 5 e Italia 1 che solo per una notte, la notte più importante dell’anno, potrebbero scambiarsi le responsabilità. Come rivelato dal settimanale Chi, Italia 1 sarebbe pronta a scendere in campo con la sua prima serata in diretta per i festeggiamenti dell’ultimo dell’anno.

Potrebbe, dunque, essere compito della rete cadetta del Biscione dare del filo da torcere all’ammiraglia di viale Mazzini che, come di consueto, punterà sull’imbattibile L’Anno che verrà, la festa-varietà in onda in diretta per il secondo anno consecutivo da Courmayeur, in virtù di un accordo con la Regione Valle D’Aosta raggiunto dopo il niet di Rimini, storica location per il Capodanno.

Se per Rai1 si prospetta ancora una notte di San Silvestro innevata, a Cologno si sarebbe deciso invece di puntare sulla meno fredda (o forse no) Torino, da cui andrà in onda il nuovo show con la conduzione di Tessa Gelisio. Ebbene sì, potrebbe essere proprio la conduttrice di Pianeta Mare e Cotto e Mangiato a dover traghettare gli spettatori verso l’atteso scoccare della mezzanotte.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





5
dicembre

BOOM! IL CAPODANNO DI RAIUNO SI SPOSTA A COURMAYEUR. MARA VENIER E PINO INSEGNO ALLA CONDUZIONE

Mara Venier e Pino Insegno, Capodanno 2011

Inizialmente confermato a Rimini, il Capodanno di Raiuno, causa budget ridotti, era stato sospeso e non figurava più in palinsesto. Almeno sino a venerdi sera, quando è arrivata la lieta novella.

Non solo, infatti, la notte di San Silvestro verrà regolarmente festeggiata, ma la tradizionale location di Rimini cede il passo ad una ben più blasonata: Courmayeur. Un Capodanno innevato, dunque, al timone del quale troveremo nuovamente Mara Venier e Pino Insegno, per il secondo anno consecutivo al timone de L’Anno che Verrà.

La produzione è affidata, ancora una volta, a Bibi Ballandi. Ovviamente la serata sarà trasmessa in diretta. Pronostici sullo share?


31
dicembre

LA SFIDA DI CAPODANNO: MARA VENIER E PINO INSEGNO CON L’ANNO CHE VERRA’ CONTRO MARIA CARMELA CON CAPODANNO CINQUE

L'anno che verrà

La sfida di Capodanno

Chi si sfida a Capodanno, si sfida tutto l’anno. Per celebrare un 2010 di duelli all’ultimo punto di share, Rai1 e Canale5 scenderanno in campo in prime time con l’ultima grande battaglia. Dopo Carlo Conti e Fabrizio Frizzi, toccherà all’inedita coppia Mara Venier-Pino Insegno salutare il 2010 targato Rai con L’Anno che verrà (in diretta come consuetudine da Piazzale Fellini a Rimini) mentre sull’ammiraglia Mediaset la patata bollente sarà in mano a Barbara D’Urso, alla guida – dopo il flop della diretta del Grande Fratello dello scorso anno – di Capodanno Cinque.

Dallo studio 10 di Cologno Monzese, Maria Carmela ci porterà verso il 2011 a ritmo di musica con Raf, I Neri per caso, il DJ Cristian Marchi e alcune esibizioni tratte dai più famosi musical internazionali (Mamma mia, Il libro della giunga, Flashdance, Tutto questo… danzando e Jesus Christ Superstar). Non mancherà ovviamente la parte talk con Elenoire Casalegno, Brando Giorgi, Eva Henger, Daniele Interrante, Leopoldo Mastelloni, Nina Moric, Pamela Prati e Platinette che disquiseranno su alcune classifiche dell’anno che sta per concludersi (i 10 eventi televisivi, i 10 eventi sportivi, gli amori, il gossip, i tormentoni e i sex symbol maschili e e femminili). Sul versante comico troveremo invece il Mago Silvan, da Colorado i Turbolenti in versione Turbotubbies e due attrazioni tratte da Lo Show dei Record.

Tanta musica anche a L’anno che verrà su Rai1. Il contenitore storico di mamma Rai prodotto in collaborazione con Ballandi (in diretta dopo il messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano) prevede un ricco menù a base di Pooh, Loredana Bertè, Patty Pravo, Noemi, i Boney M e gli ABBA The Show. E non finisce qui perchè a reinterpretare i grandi successi della musica italiana (e non) sono stati chiamati Orietta Berti, Luisa Corna, i bambini di Ti lascio una canzone, Piero Mazzocchetti, Fanny Cadeo, Paolo Mengoli, Rosaria Misseri, Marco Vito e Francesco Boccia, ovviamente con la direzione orchestrale del maestro Leonardo De Amicis. Non mancheranno i momenti comici con Stefano Masciarelli e l’elezione tramite televoto della Miss dell’anno, incoronata per l’occasione da Miss Italia 2010 Francesca Testasecca.


30
dicembre

BOLOGNA INSORGE CONTRO IL CAPODANNO DI BIBI BALLANDI: “CI MERITIAMO DI PIU’ DI UNA FESTA CON X FACTOR”

XFactor 4: Francesco Facchinetti

Non provate a domandare ai bolognesi cosa ne pensano della musica che batte sul due, rischiereste una risposta non proprio “oxfordiana”. L’idea di essere traghettati verso il nuovo anno dai cantanti  di X Factor, infatti, ha scatenato in quel di Bologna una protesta tale, che gli studenti che hanno “infiammato” Roma appaiono dei novellini al confronto.

Scherzi a parte, l’evento Ora X. La musica batte solo in Piazza Maggiore proposto dal commissario di Bologna Anna Maria Cancellieri e creato da Bibi Ballandi, che porta in Piazza Maggiore per la notte di San Silvestro le voci del talent show di Raidue, ha ricevuto un plebiscito di no da decine di realtà culturali bolognesi. Fra i portavoce più indignati del malcontento delle associazioni della città romagnola, Sandy Da Frè, presidente di Sempre Verdi Associati:

“In un periodo in cui si progetta di rimettere al centro la cultura e di farla divenire motore dell’economia oltre che dello spirito, questa ci sembra una scelta del tutto sbagliata. La TV spazzatura non merita certo di avere un palco così importante e se quando va in onda su un canale commerciale posso scegliere di cambiare, qui non ci lascia alternativa.”

A far da coro a Da Frè tutte le 50 associazioni unite nel gruppo Siamolacultura che, considerando X Factor un programma promotore di valori come il successo, la fama facile e l’esibizione, avrebbero preferito che le istituzioni avessero stimolato i giovani verso altri ideali. Della stessa opinione anche l’attrice Angela Baraldi, che rimpiange i momenti in cui Bologna si “distingueva per il tipo di offerta culturale autonoma e all’avanguardia rispetto alla media delle altre città”.