Bruno Barbieri



27
marzo

4 Hotel: Bruno Barbieri si emancipa da MasterChef e diventa protagonista assoluto

Bruno Barbieri

Bruno Barbieri

Bruno Barbieri era rimasto l’unico, tra i giudici della vecchia guardia di MasterChef, a non avere un programma tv tutto suo. Così Sky Uno ha pensato di porre rimedio con 4 Hotel, versione alberghiera di 4 Ristoranti in cui i concorrenti si giudicheranno l’un l’altro dando un voto da 0 a 10 su 4 categorie: location, camera, servizi e prezzo. La prima puntata, ambientata in Trentino, andrà in onda questa sera alle 21.15, ma abbiamo seguito per voi l’anteprima della scorsa settimana, studiando il debutto in solitaria dello chef anti mappazzone.




20
dicembre

Bruno Barbieri a DM: «Dopo Masterchef farò 4 Hotel. La stella Michelin tolta a Cracco? Un incidente di percorso»

Bruno Barbieri

Presente all’appello. Bruno Barbieri non poteva mancare nella settima edizione di MasterChef Italia: e infatti è ancora lì. Da buon veterano del cooking show targato Sky Uno (di cui è protagonista sin dalla stagione d’esordio), lo chef emiliano tornerà anche quest’anno ad indossare i panni del giudice, affiancato da Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e dalla new entry Antonia Klugmann. In concomitanza con la ripartenza del talent culinario – giovedì 21 dicembre la prima puntata – Barbieri ha anche lanciato un suo blog ed ha annunciato la realizzazione di un nuovo programma tutto suo: 4 Hotel. Di che si tratta? Ce lo ha anticipato lui stesso in questa chiacchierata. 


20
dicembre

Masterchef 7, concorrenti più preparati ed ospiti stellati: ecco le novità

Masterchef 7: Barbieri, Klugmann, Cannavacciuolo

Di concedere qualcosa ai concorrenti, non se ne parla. Anche quest’anno la sfida di Masterchef Italia sarà serratissima. Quindi non aspettatevi leziosità nemmeno da Antonia Klugmann, la chef stellata che in questa settima edizione del cooking show di Sky Uno affiancherà i giudici Antonino Cannavacciuolo, Joe Bastianich e Bruno Barbieri (prendendo il posto di Carlo Cracco). Anzi, a riservare sorprese sarà proprio la nuova arrivata. Giovedì 21 dicembre in prime time si accenderanno i fornelli ed avrà inizio l’avventura degli aspiranti cuochi, disposti a tutto pur di entrare nella MasterClass del popolare programma, che ormai vanta adattamenti in 52 paesi.





22
dicembre

BRUNO BARBIERI A DM: A MASTERCHEF 6 ABBIAMO ABBANDONATO LA PARTE IMPETTITA, CI SIAMO DIVERTITI. E TRA I CONCORRENTI… (VIDEO)

Bruno Barbieri

Parlare di anarchia è forse eccessivo. Soprattutto in cucina. Eppure, quest’anno a MasterChef Italia vedremo i quattro giudici uscire dagli schemi, garantisce  Bruno Barbieri. Ai nostri microfoni, lo chef emiliano ha anticipato che la sesta edizione del cooking show di Sky Uno – al via stasera alle 21.15 – sarà caratterizzata dalla personalità dei concorrenti (con sorprese al femminile), ma anche da una rinnovata e in parte inedita complicità tra i giudici. A Barbieri, che si è auto-dichiarato nostro assiduo lettore, abbiamo innanzitutto chiesto un valido motivo per cui seguire la nuova stagione del programma.


16
dicembre

DM LIVE24: 16 DICEMBRE 2014. PIROMANI ‘CUCINANO’ AUTO DI BARBIERI – MORIC VS PEREGO: GRANDE NON-PROFESSIONISTA

Tapiro a Nina Moric per lite con Perego

Tapiro a Nina Moric per lite con Perego

Piromani ‘cucinano’ l’auto di Barbieri

tinina ha scritto alle 16:29

[Da Leggo] Piromani in azione a Reggio Emilia, dove la scorsa notte alle 3.20 è stata incendiata l’auto in uso a Bruno Barbieri, celebre cuoco di Masterchef. I vigili del fuoco sono intervenuti a domare le fiamme in via Cecati, nel piazzale Catellani, dove l’auto – una Mini Cooper – era occasionalmente in sosta. È intervenuta anche la polizia, che ha avvito indagini per scoprire il responsabile dell’incendio. Lo chef, noto per la trasmissione televisiva MasterChef, è stato contattato dagli agenti: ha detto loro che si trova a Milano e non ha idea di chi possa essere stato. Per altro l’auto, di proprietà di un concessionario mantovano, era in uso a Barbieri da poco tempo. Per cui, secondo la polizia reggiana, per il momento non è possibile sapere con certezza nemmeno se l’incendio fosse diretto a lui.

Tapiro a Nina Moric per lite con Paola Perego (che definisce “grande non-professionista”)

Ieri sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20:40) Nina Moric riceverà il Tapiro d’oro per il violento scontro in diretta nello studio di Domenica in con Paola Perego dove era stata invitata per replicare alle parole di Gabriella Corona, madre dell’ex marito Fabrizio, che da anni si batte per l’assoluzione del “re dei paparazzi”. La Moric ha approfittato dell’occasione per reclamare gli alimenti che Corona avrebbe dovuto pagare, in questi anni, al figlio Carlos. A quel punto la Perego, dopo aver interrotto bruscamente l’intervista, ha invitato la Moric a lasciare immediatamente lo studio. L’attapirata soubrette croata, ai microfoni di Valerio Staffelli che l’ha intercettata a Milano, ha commentato così l’accaduto: «Quando c’è stata la signora Corona lì in trasmissione si è parlato per 40 minuti di mio figlio senza nominare mai la madre, come se questo angioletto vivesse con la nonna e fosse sereno solo grazie a lei. Io ho solo voluto precisare che non è così. Mio figlio è sereno grazie alla madre». Quanto a Paola Perego, invece, Nina Moric ha detto: «Non porto rancore. È una grande non-professionista. Perché gli ospiti, nelle trasmissioni, debbono essere trattati dignitosamente».

Perego: mai litigato con Nina Moric





25
giugno

JUNIOR MASTERCHEF: I GIUDICI SONO LIDIA BASTIANICH, BORGHESE E BARBIERI

Lidia Bastianich

Lidia Bastianich, Alessandro Borghese (l’avevamo ‘ipotizzato’) e – come DM anticipato - Bruno Barbieri sono gli chef alla guida della prima edizione italiana di Junior MasterChef che Sky Uno HD trasmetterà il prossimo inverno. Il talent culinario dedicato ai più piccoli riprende il sapore e gli elementi principali del format madre: i 3 chef al timone del programma guideranno i piccoli concorrenti nell’avventura gastronomico-televisiva in una gara a misura di bambini, ma con la ricerca dell’originalità, della creatività e dell’eccellenza alla base del successo del format.

Il clima tra i fornelli di Junior MasterChef è sempre di incoraggiamento e stimolo per i piccoli aspiranti chef, e Lidia, Bruno e Alessandro partecipano attivamente ad alcune prove. Mystery Box, Invention test e sfide esterne a squadre fanno parte degli elementi di gara, ma non ci sono i classici “migliori” e “peggiori” al termine della prova. Lidia Bastianich è uno degli chef più amati della televisione americana, autrice di best-seller di cucina, e ristoratrice affermata a livello internazionale. Lidia ha sposato le due passioni della sua vita, la famiglia e il cibo, per far avvicinare a questo mondo i figli Joseph (per tutti Joe) e Tanya. Quest’anno Lidia ha ricevuto un Emmy come conduttrice del suo seguitissimo programma televisivo L’Italia di Lidia.

Da sempre vicina alla cucina italiana, ha pubblicato numerosi libri di cucina Lidia’s Favorite Recipes, Lidia’s Italy in America, Lidia Cooks from the Heart of Italy, e Lidia’s Italy. Celebre volto della cucina in tv, ma anche imprenditrice, Lidia è proprietaria di rinomati ristoranti negli States: Felidia, Becco, Esca e Del Posto solo a New York. E’ anche fondatrice e presidente della Tavola Productions, una società di produzione televisiva di alta qualità. Insieme a suo figlio Joe, a Mario Batali e Oscar Farinetti, ha aperto Eataly, il più grande store di cucina italiana artigianale, e mercato del vino, di New York. Lidia ha anche una linea di pasta e sughi naturali e una di piatti pronti ispirati alla tradizione casereccia.


17
aprile

BOOM! BRUNO BARBIERI GIUDICE DI JUNIOR MASTERCHEF

Bruno Barbieri

In una nostra intervista non sembrava entusiasta dei “bambini ai fornelli“. Tuttavia si era detto curioso di capire cosa ci fosse dietro al talento dei piccoli chef in erba (clicca qui per saperne di più). Ebbene, Bruno Barbieri è stato accontentato. Possiamo annunciarvi in anteprima che il pluristellato chef emiliano sarà uno dei giudici di Junior Masterchef, la versione del popolare talent culinario dedicata ai ragazzini tra gli 8 e i 13 anni.

Non solo, Barbieri sarà l’unico del trio di Masterchef ad occupare un posto nella giuria dello spin off, ancora una volta targato Magnolia. Gli altri giudici saranno sempre scelti tra personaggi provenienti dal mondo della cucina e della ristorazione, di grande prestigio e credibilità, e adatti a rapportarsi con i piccoli aspiranti chef. A proposito dei rapporti con i baby concorrenti Barbieri a DM aveva spiegato che:

Sarei comunque severo anche se, per quello che ho visto nella versione australiana, i giudici mi sono sembrati un po’ piatti. “


23
dicembre

SOS… MASTERCHEF

Masterchef

A parte quelli che soffrono di sindrome da talent e che non sapendo né cantare né ballare la … “buttano in cucina” perché tanto se un piatto ha un sapore strano è fusion e non disgustoso, nessuno ha mai sentito l’esigenza di un talent sul cibo. Poi è arrivato MasterChef e la nostra percezione dell’origano è cambiata. Masterchef si è subito imposto come programma cult… che in una conversazione fa più cool accennare ai suggerimenti di Bruno Barbieri di Masterchef piuttosto che a quelli della Clerici de La Prova del Cuoco. Anche se, un piatto di tagliatelle al ragù con la Clerici…

Una tendenza, quella di “cultizzare” i programmi, con cui Sky sta prendendo confidenza. Lo sappiamo tutti che quando XFactor andava in onda su Rai2 era il gemello sfigato di Amici, poi è passato a Sky ed è diventato il primo vero show internazionale trasmesso in Italia. Comunque, tornando a MasterChef non si può negare si tratti di un buon programma. E’ un format, infatti. Un format inglese, per la precisione, in cui i giudici per contratto devono dare di matto contro gli aspiranti chef circa 4 volte nel corso dell’edizione e rompere piatti da un minimo di 2 a un massimo di 10. Se poi ne rompono di più, vale la regola del “chi rompe paga”. D’altronde siamo a Sky, mica nel paese delle ceramiche a costo zero. La struttura è minimal. Puntate di un’ora, con una voce fuori campo al posto del conduttore in studio.

Nella versione americana, in giuria c’è Gordon Ramsay, uno che spaventerebbe pure l’incredibile Hulk, l’atteggiamento dei giudici italiani deve adeguarsi. Così ci ritroviamo davanti a tre che sono una via di mezzo tra il lupo cattivo di Cappuccetto Rosso e Jack Nicholson di Psycho o, per i fan di XFactor, Arisa dell’eliminazione dei Freres Chaos. Una cosa che quelli di Sos Tata per zittire i mammoccetti indemoniati minacciano l’arrivo di uno dei giudici di MasterChef, preferibilmente quello di Bastianich che il nome fa più paura, soprattutto se sussurrato a mezza bocca da Tata Lucia.