Anna Tatangelo



27
febbraio

LA SFIDA DELLA DOMENICA: SPAZIO ALLA MORTE DI YARA E A CORONA AD AVETRANA. EMMA DALLA CUCCARINI, TATANGELO DALLA PANICUCCI, DURAN DURAN DALLA VENTURA

Fabrizio Corona ospite di Claudio Brachino a Domenica cinque

Finita la kermesse sanremese, anche se i protagonisti del Festival stanno invadendo i salotti televisivi, la sfida della domenica torna alla pari, dopo il boom di ascolti di Domenica In di una settimana fa. Sarà la cronaca la protagonista di questa domenica di fine febbraio: il delitto di Avetrana e il ritrovamento del cadavere di Yara Gambirasio catalizzeranno l’attenzione dell’Arena di Rai1 e della prima parte di Domenica cinque, condotta da Claudio Brachino.

Proprio da Brachino si tornerà a parlare di Fabrizio Corona, andato ad Avetrana per intervistare la mamma della ragazzina uccisa, Concetta. Secondo il legale della donna, Walter Biscotti, “Concetta era dentro casa, ha sentito dei rumori e ha scoperto che Fabrizio Corona si era introdotto nella sua casa entrando da una finestra. Era terrorizzata, ha cercato di dirgli di andare via, poi lui le ha chiesto un bicchiere d’acqua e le ha fatto delle domande, a cui lei ha risposto perché era spaventata. Poi fortunatamente è arrivata una giornalista e Corona si è allontanato“. Corona smentisce e siamo certi che fornirà la sua versione in diretta.

Musica, cinema e intrattenimento saranno invece i protagonisti di Domenica in…onda: Carlo Verdone parlerà del film “Manuale d’Amore 3”, mentre Monica Bellucci si racconterà in un’intervista esclusiva. Poi spazio ai protagonisti delle fiction Rai Atelier Fontana: Le sorelle della Moda, con Anna Valle, Alessandra Mastronardi e Federica de Cola, e Il commissario Manara 2 con Guido Caprino. Ospiti anche Emma Marrone e Tricarico, reduci dal successo dell’ultimo Festival di Sanremo. Emma, oltre a riproporre il brano sanremese, farà un omaggio al grande Roberto Vecchioni. A Domenica in Amori (ore 16.15) Sonia Grey racconterà la storia d’amore di Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo.




25
febbraio

DM LIVE24: 25 FEBBRAIO 2011. AL VIA IL TOTO-PANNOLOTTO

Diario della Televisione Italiana del 25 Febbraio 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Toto-pannolotto

lauretta ha scritto alle 09:15

All’Alfonso Signorini Show, Signorini racconta che c’è un noto presentatore televisivo che mette il ‘pannolotto’ sotto i pantaloni e questo solo per aumentare i propri ‘attributi’ in televisione.

  • A proposito di rigonfiamenti

Vincenzoo ha scritto alle 13:16

Ieri (mercoledì 23 febbraio) a “La Vita In Diretta” era ospite Anna Tatangelo. Durante l’intervista, Mara Venier lancia un filmato che riguarda il  cambiamento di Lady Tata negli anni e, ad un certo punto, l’autrice del filmato dice che Anna ha deciso di intervenire sul proprio fisico, aumentando di una taglia la misura del suo seno, per rendere il suo corpo più seducente. Anna, nel corso del filmato, commenta così: “L’ha fatto la Littizzetto, l’ha fatto la Pausini… lo faccio io, succede il casino”. Immediata la risposta di Laura Pausini, che arriva tramite il suo Facebook ufficiale: “La gente si inventa cose per giustificare le loro insicurezze… peccato pero’ che quello che dice è troppo spesso falso!”. Attendiamo un evolversi della vicenda.

  • Notorialità

mats ha scritto alle 18:24

Secondo Eva Henger, per Biagio del GF11 prevarrà la NOTORIALITA’ all’amore per Simona Salvemini.

  • Moric VS Corona


21
febbraio

AMICI VS X FACTOR 3-0. I CANTANTI E I BALLERINI DI MARIA ALL’ARISTON FANNO FAVILLE

Emma e i Modà al Festival di Sanremo 2011

L’edizione del Festival appena conclusasi era anche l’occasione di un’ennesima sfida tra Amici e XFactor, una prova del nove soprattutto per il talent di Raidue il cui destino è ormai segnato. C’è da dire che la kermesse sanremese non ha sciolto le perplessità. Lo show di Morgan, Maionchi and company quest’anno schierava Nathalie Giannitrapani e Giusy Ferreri come avamposto simbolico del marchio. Nessuna delle due artiste è però riuscita ad entrare nella rosa nemmeno dei primi sei, evidenza che non appanna sicuramente il valore delle canzoni o delle esibizioni prese a sé ma che getta ombre inquietanti sull’efficacia del programma. Che dire poi della partecipazione all’Eurofestival… quello che sembrava un discorso tra Mengoni e Giannitrapani è diventata invece un’occasione per Raphael Gualazzi (mah!).

La De Filippi dopo due anni di vittorie, rispettivamente con Marco Carta e Valerio Scanu, quest’anno ottiene ancora un grandissimo ritorno d’immagine con Emma Marrone il cui secondo posto vale come una vittoria, considerata l’alta qualità dei brani presenti e il valore quasi insormontabile del professor Vecchioni. Maria può guardare con fiducia al futuro, conscia che al massimo ci possa essere da combattere un po’ l’usura del tempo. Dalla Riviera però arrivano solo belle notizie, anche perché finalmente ad una sua amica la stampa riconosce qualità che vanno al di là del mero successo discografico. Se persino una testata come L’Unità benedice la scelta del rosso di Emma, etichettata come la Pasionaria di Amici, il bilancio può essere ancora positivo. Quel palco sta accogliendo i ragazzi di Amici con sempre meno pretesa di superiorità: quando non sono in gara gli allievi vengono chiamati come ospiti per i duetti del venerdì, com’è successo per esempio a Loredana Errore, apparsa se possibile più elettrizzante (o elettrizzata!) che mai.

Ma la vittoria diventa a tutto campo se si considera il ballo. Tra gli artisti che Franco Miseria ha scelto per le coreografie del Festival figuravano infatti, oltre a Valerio Pino che deve tutta la sua popolarità italiana ad Amici, anche Gianluca Lanzillotta, ballerino dell’ottava edizione, e Costantino Imperatore, uscito da pochissimo dalle grinfie di Garrison e quindi di recentissima produzione.





19
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2011: CHI VINCERA’? EMMA E I MODA’ E ROBERTO VECCHIONI SONO I FAVORITI

Sanremo 2011: Emma e I Modà

Il nuovo che avanza di Emma e i Modà o il classico senza tempo offerto da Roberto Vecchioni? La vittoria del sessantunesimo Festival di Sanremo sembra essere una partita a due. Un duello che, al momento, vede clamorosamente in vantaggio il professore. La gaffe del dirigente di Raitrade ha rivelato, infatti, che il televoto, che doveva essere il punto di forza del gruppo, nella serata di ieri, ha dato ragione a Vecchioni. Se tale leadership dovesse ripetersi stasera con ogni probabilità assisteremo ad una vittoria a mani basse di ”Chiamami Ancora Amore” perchè Vecchioni dovrebbe avere dalla sua i voti della giuria tecnica della Sanremo Festival Orchestra e dei giornalisti (per maggiori info sul regolamento clicca qui).

Dal canto suo Emma e i Modà sfoderano il primo posto su Itunes e nell’air play radiofonico, sono dati per vincitori dalla Snai(quotati a 2 contro 2,25 di Vecchioni), e hanno sempre un pubblico amico di giovanissimi che potrebbe accendersi in vista della finale. Ridurre però la conquista del Festival della Canzone italiana a due soli artisti potrebbe essere quanto meno azzardato perchè si sa Sanremo è Sanremo e spesso tra i due litiganti il terzo gode.

Chissà che la vittoria non vada a qualche outsider come Davide Van de Sfross, che ha dalla sua il popolo del nord; Nathalie che, seppur con quote molto più alte, è data per favorita da Snai alle spalle di Vecchioni e Emma; o Luca Barbarossa e Raquel del Rosario che presentano la canzone più sanremese. In quest’ultimo caso è  più realistico ipotizzare un terzo posto, stesso dicasi per Anna Tatangelo e Albano, idoli del televoto. Poche, invece, le chance per Giusy Ferreri, i cui obiettivi festivalieri erano decisamente più ambiziosi, e per Madonia e Battiato, il cui primo posto è quotato 33.


19
febbraio

SANREMO 2011: I TESTI DEI BIG IN GARA. LE PAGELLE / 2

Belen Rodriguez - Festival di Sanremo 2011

Concludiamo il nostro viaggio all’interno dei testi delle canzoni in gara per i big al Festival di Sanremo, passando al secondo gruppo di artisti che comprende anche gli eliminati:

Anna Tatangelo: voto 4 e mezzo. Il titolo forte, Bastardo, non riesce a rialzare il tono della canzone dal solito pistolotto melodrammatico. Si ritorna sulla falsa riga di qualche edizione fa a Marcella Bella che già cantava di questo amore per un uomo bastardo. Le solite rime dolore-amore, sento-momento e il solito repertorio verbale (gridare-morire- amare- credere-pregare). Niente di nuovo sotto al sole.

Davide Van De Sfroos: voto 7. Coraggioso e innovativo. E’ la canzone dialettale dell’anno e per una volta non si gioca con la merolata napoletana. Al comasco Davide Bernasconi non manca certo la fantasia e appare positivamente sperimentale il suo lavoro. Yanez non è altro che il trasferimento immaginario dei personaggi di Salgari sulle rive dell’Adriatico, con Sandokan che diventa un bagnante con infradito, costume della Billabong e pedalò che la sera canta Romagna mia in una pizzeria della riviera.

Roberto Vecchioni: voto 8 e mezzo. Il professore colpisce nel segno e porta un brano provocatorio e attualissimo. Gli operai in cassa integrazione, la cultura ridotta a brandelli (il poeta che non può più cantare come nelle poesie crepuscolari), i ragazzi che in strada contestano la riforma universitaria difendendo il sapere: ecco i protagonisti della sua canzone. Il suo volutamente ripetitivo e semplice Chiamami ancora amore, con la sua allusione ai giochi retorici di Umberto Saba, è un canto alla resistenza, a riscoprire la forza dell’umanesimo contro i signori del male fino alla disperata considerazione che questa maledetta notte dovrà pur finire in questo sputo d’universo.





18
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2011: LA QUARTA SERATA IN DIRETTA SU DM, TRICARICO E PEZZALI TORNANO A CASA. RAPHAEL GUALAZZI VINCE SANREMO GIOVANI.

Sanremo 2011: Luca e Paolo

Tanta carne al fuoco per questo dinamico venerdì di Festival di Sanremo: è la serata dei duetti e i dodici big rimasti in gara rivisiteranno i loro brani con l’ausilio di una guest star. Come avremo modo di vedere, non tutti i cantanti hanno deciso di farsi accompagnare da un collega. C’è chi ha scelto infatti di duettare con personaggi appartenenti al mondo del cinema o della televisione.

Prepariamoci allora a seguire i Modà ed Emma che eseguiranno con Francesco Renga “Arriverà”, Luca Madonia e Franco Battiato con Carmen Consoli in “L’Alieno”, Giusy Ferreri e Francesco Sarcina in “Il mare immenso”, La Crus e Nina Zilli in “Io confesso”, Tricarico e il coro Si la sol..i in “Tre colori”, Nathalie con L’Aura in “Vivo sospesa”, Al Bano con Michele Placido in “Amanda è libera”, Luca Barbarossa e Raquel Del Rosario con Neri Marcorè in “Fino in fondo”, Roberto Vecchioni con la PFM in “Chiamami ancora amore”, Anna Tatangelo con Loredana Errore in “Bastardo”, Max Pezzali con Lillo e Greg in “Il mio secondo tempo” e Davide Van De Sfroos con Irene Fornaciari in “Yanez”. Saranno due i big che abbandoneranno la competizione con il sistema del “doppia votazione” espresso dalla preferenza da casa e dalla Sanremo Festival Orchestra. Stasera conosceremo anche il nome del vincitore della sezione giovani: in gara Serena Abrami con la canzone “Lontano da tutto”, Roberto Amadè con “Come pioggia”, Raphael Gualazzi con “Follia d’amore” e Micaela con “Fuoco e cenere”. A determinare la classifica di categoria, avrà un ruolo fondamentale la Golden Share (il giudizio delle radio) che avrà la possibilità di far salire di una posizione il favorito.

Attesa anche per i Take That e per la presentazione al film Manuale d’Amore 3 con ospiti come Monica Bellucci e, soprattutto, Robert De Niro. La speranza è quella di assistere a un’intervista non banale come quella fatta ad Andy Garcia. Chi sarà eliminato? Chi il vincitore della categoria giovani? Scopritelo su DM!

AFFILATE LE TASTIERE E SCHIARITE LE UGOLE! VI ASPETTIAMO DALLE 21.00!

Ore 21.09: La consueta anteprima svela il dietro le quinte della kermesse.

Ore 21.15: La meravigliosa sigla dell’eurovisione apre le danze. Morandi è sulla passerella rossa fuori dall’Ariston dove il pubblico presente balla sulle note de “Lo schiaccianoci”, lo stesso ballo è eseguito sul palco da Betty e Belen che presentano l’eterno ragazzo.

Ore 21.20: Gianni – forte degli strepitosi ascolti ottenuti – ringrazia Benigni, il regista, le “due Mazze”e ricorda i picchi da 19 milioni di spettatori raggiunti. Ennesima predica sulle “pratiche scorrette”nell’uso del televoto, questa volta sono Betty e Belen a recitare la solita tiritera. L’eterno ragazzo legge i codici validi per televotare i big, sbagliando tre-quattro volte!

Ore 21.24: La prima esibizione è quella di Barbarossa, Del Rosario e Marcorè, quest’ultimo fa finta di essere geloso e rimprovera il cantante per la scelta della spagnola come partner del Festival. Il conduttore di “Per un pugno di libri” si limita a suonare la chitarra.

Ore 21.31: L’esibizione si conclude con Marcorè che ricorda alla Del Rosario di somministrare le medicine a Barbarossa. Entra in scena la parte migliore del Festival, stiamo parlando ovviamente di Luca e Paolo. Kessisoglu regala un mazzo di rose a Morandi e le ragazze vanno via dal palco. Le Iene ringraziano i telespettatori per gli ascolti di ieri sera e consigliano di festeggiare l’Unità d’Italia il 6 aprile, una data non casuale…

Ore 21.35: Luca e Paolo lanciano i La Crus accompagnati da Nina Zilli, prepariamoci ad ascoltare “Io confesso”.

Ore 21.39: Belen è gelosa perchè tra poco:”Gianni Morandi la tradirà con Monica Bellucci“. Telepromozione.

Ore 21.44: E’il momento della coppia Tatangelo-Errore, stendiamo un velo pietoso sul look delle due.

Ore 21.49: Morandi elogia le esibizioni dei duetti e lancia l’inedito trio Pezzali-Lillo-Greg con “Il mio secondo tempo”. Esibizione divertente con i due comici che iniziano il primo tempo del brano, caratterizzato da un inedito ritmo swing. Max Pezzali entra per il secondo tempo e il brano riprende la solita cadenza. Applausi per il siparietto, originale e gradevole.

Ore 21.56: Tricarico, accompagnato dai piccoli Si la sol..i, canta il suo “Tre colori”. La Canalis e Belen continuano con la gag della gelosia per l’imminente arrivo della Bellucci. Consigli per gli acquisti.

Ore 22.05: E’il momento dell’”attrice italiana più famosa del mondo”, Monica Bellucci, che si accomoda sulle poltroncine dell’intervista avvolta in uno splendido vestito nero che evidenzia le generose forme.

Ore 22.08: Domande scontate (cosa si prova ad essere la donna più desiderata dagli italiani? riesci a stare accanto alle tue figlie? parlami del tuo ruolo nel film), Morandi da del “lei” all’attrice e chiama De Niro sul palco dell’Ariston.

Ore 22.14: Gianni rivolge all’attore delle domande particolarmente studiate e preparate a tavolino, De Niro parla dell’importanza che ha avuto la presenza della Bellucci per convincerlo a partecipare a Manuale d’Amore 3.

Ore 22.20: Dopo il trailer del film continua l’intervista, per De Niro:”E’sempre imbarazzante denudarsi davanti a registi e alla troupe“, riferendosi a una scena del film. Morandi si propone per uno spogliarello ma entrano in scena Luca e Paolo che si portano via l’attrice di “I Mitici-Colpo gobbo a Milano”. De Niro tornerà sul palco tra una quindicina di minuti per la seconda parte dell’intervista, vedremo Betty Canalis sfoggiare il suo inglese?

Ore 22.23: Betty e Belen cambiano abito e scendono dalle scale, devono presentare Giusy Ferreri ma sbagliano posizione sul palco. Per fortuna arriva Paolo Kessisoglu a indicare alle ragazze il punto dal quale devono lanciare l’esibizione di Giusy e Francesco Sarcina. Finita l’esibizione, Luca e Belen lanciano la telepromozione.

FOTOGALLERY QUARTA PUNTATA


18
febbraio

SANREMO 2011: COME DA PREVISIONE RIPESCATI ALBANO E ANNA TATANGELO. FUORI ANNA OXA E PATTY PRAVO (QUINDI NIENTE ARISTON PER MORGAN)

Anna Tatangelo

Con la poltroncina degli eliminati, che introdusse Bonolis qualche anno fa, si celebra il ripescaggio per approdare alla semifinale di Sanremo 2011. Come la storia del televoto largamente faceva prevedere la spuntano i due che hanno tra i loro fan una platea più popolare: Albano e Anna Tatangelo. Fuori le chic Anna Oxa e Patty Pravo.

Questo il bilancio dopo l’amaro verdetto:

Patty Pravo: il testo era veramente bello ma la cantante soffre i segni del tempo sul suo graffio vocale. Le atmosfere pregevoli del suo carpe diem convincono solo a metà il pubblico. La dimensione parallela in cui vive si conferma ancora una volta la sua croce e la sua delizia. Il suo duetto con Morgan sfuma. Per Marco Castoldi l’Ariston rimane davvero un tabù.

Anna Oxa: il look arriva più delle sue canzoni ormai. Tutta presa dal suo inquieto personaggio la Oxa stavolta trascura meno l’aspetto della comunicazione più essenziale, cioè la comprensione delle parole, ma purtroppo riesce a portare poco in là la bellissima atmosfera della sua canzone.

Albano: Il vecchio leone non molla la preda. La promessa di partecipare al Festival fino a quando barcollerà con il bastone suona come una minaccia, la sua tenacia e l’affetto del pubblico non lo abbandonano mai. Apprezzabile il suo testo d’impegno, sempre fortemente impressionanti i suoi gorgheggi potenti.

Anna Tatangelo: i consigli di Cristiano Malgioglio di farsi vedere più pulita dal suo pubblico forse hanno sortito il loro effetto. La giudice di X Factor dopo il ciuffo maledetto torna quasi al boccolo, all’immagine più confortante della mamma. Anche l’esibizione smorza il più possibile gli eccessi. Il restyling porta bene.


16
febbraio

SANREMO 2011: I TESTI DEI BIG IN GARA. LE PAGELLE / 1

Sanremo 2011 - Luca Barbarossa (La Presse - US Rai)

Poche ore dopo la prima del Festival di Sanremo è già tempo di uscire allo scoperto con le palette in mano. Il nucleo focale della prima valutazione delle canzoni sono proprio i testi. Se è vero che all’Ariston si celebra la musica non possiamo trascurare che una canzone è fatta anche, o soprattutto, di parole.

Come sempre a Sanremo vincono i sentimenti. Nei 14 testi dei big la parola amore si ripete ben 32 volte, con una fortissima concorrenza di ripetizioni con dolore, cuore, mare attestati rispettivamente a 7, 10 e 16 occorrenze.  Tra le righe qualche sparuta forma di protesta sociale o qualche istinto di ribellione nel contesto che i radical chic hanno sempre etichettato come il principale simbolo del conservatorismo melodico e sociale. Pochi i coraggiosi sulla ribalta a dire il vero: Tricarico, Roberto Vecchioni, Anna Oxa e Patty Pravo, Davide Van de Sfroos.

Scendiamo però nel dettaglio dei testi del primo gruppo di artisti dando una prima valutazione. Lasciamo alla seconda esibizione il voto delle esecuzioni e la classifica complessiva.

Al Bano: voto 5. Amanda è libera parte con le migliori intenzioni. Il tema è lo sfruttamento della prostituzione, a partire dal triste fatto di cronaca della morte di Doris Iuta, prostituta nigeriana trovata morta sulla strada vicino a Livorno. Il nobilissimo intento sfuma con la banalizzazione del lessico e delle rime: predominano le rime baciate e l’assonanza si ripete in maniera abbastanza monotona. A parte qualche verso scritto bene per il resto si ha la sensazione di essere in un disegno di bambino delle elementari. Un Povia di maniera, quindi vi lasciamo immaginare.

Luca Barbarossa e Raquel De Rosario: voto 4. Sembra una riedizione delle metafore di Carone per Scanu. Anziché esserci però tutti i luoghi e tutti i laghi troviamo su su nel cielo, giù giù nel mare per esprimere questo folle amore. Quello che più pesa sulla canzone è il fatto che si riduca a una breve strofa e un brevissimo ritornello che si ripetono sempre uguali.