Amministratore Delegato



26
luglio

Andrea Duilio è il nuovo amministratore delegato di Sky Italia

Andrea Duilio

Andrea Duilio

Sky annuncia che sarà Andrea Duilio il nuovo amministratore delegato di Sky Italia. Assumerà l’incarico, lasciato vacante dal dimissionario Maximo Ibarra, a partire dal 6 settembre 2021.




9
luglio

Nomine Rai, Draghi propone Carlo Fuortes come nuovo AD e Marinella Soldi Presidente

soldi

Marinella Soldi

ignora le sirene della politica politicante. O, quanto meno, prova a non farsi irretire troppo da esse. Sulla nomina dei nuovi vertici Rai – banco di prova rivelatore e decisivo per ogni governo – il premier intende toccare palla al più presto, evitando gli stalli e le procrastinazioni che invece piacciono ai partiti per ovvi motivi strategici. Così, mentre Camera e Senato hanno già fatto slittare il loro voto per l’elezione di 4 consiglieri (se ne riparla il 14 luglio), l’ex banchiere tira dritto. Ed estrae dal cilindro due nomi: Carlo Fuortes per il ruolo di AD e Marinella Soldi per la Presidenza.


26
giugno

Sky, Maximo Ibarra è il nuovo amministratore delegato

Maximo Ibarra

Maximo Ibarra

Maximo Ibarra è il nuovo AD di Sky. Ibarra torna in Italia dopo aver guidato per quasi due anni KPN, società leader di telecomunicazioni nei Paesi Bassi. Dopo le dimissioni dal colosso olandese, ieri è stata ufficializzata la sua nomina e concordato lo sbarco nella sede milanese della pay tv a partire dal prossimo 1° ottobre.





4
marzo

Rai, Salini difende il piano industriale: «E’ una sfida tra cambiamento e vecchi potentati».

Fabrizio Salini

Nuovo o morte. L’AD Rai Fabrizio Salini descrive il suo progetto per l’azienda radiotelevisiva come una sfida: “cambiare o rimanere arroccati a feudi e potentati“. Da una parte il futuro, rappresentato dalla sua proposta, dall’altra “il passato legato a vecchie logiche“. In una lettera inviata al Corriere, il top manager del servizio pubblico ha difeso il progetto di rinnovamento aziendale che verrà presentato nei prossimi giorni e che, stando alle indiscrezioni, sta già creando tensioni e resistenze a Viale Mazzini


15
novembre

Rai, Fabrizio Salini: «Avremo una struttura per nuovi format di intrattenimento. Le direzioni di rete? Sto valutando profili interni»

Fabrizio Salini

La Rai avrà una struttura che si occuperà di elaborare nuovi format originali di intrattenimento. Lo ha annunciato l’AD Fabrizio Salini durante l’audizione tenuta oggi in Commissione di Vigilanza. Nel corso della seduta, durata oltre due ore, il top manager ha fatto il punto della situazione rispetto al piano editoriale che intende attuare nel corso del suo mandato. Ed ha anche lanciato un allarme alla politica: l’impostazione della legge di bilancio 2019 – ha dichiarato – “rende critico il reperimento delle risorse necessarie per i progetti del contratto servizio“.





28
luglio

Fabrizio Salini: «La Rai non è un’isola. Valorizzare le risorse per offrire eccellenza»

Fabrizio Salini

Valorizzare tutte le risorse della Rai per offrire un prodotto “che rispecchi l’eccellenza italiana“. Fabrizio Salini affida le sue prime dichiarazioni da Amministratore Delegato della Rai in pectore ad una nota pubblicata sul suo profilo Facebook. Dopo la designazione da parte del Ministro dell’Economia, che ne ha proposto la nomina ai vertici del servizio pubblico, l’ormai ex DG di Stand By Me ha spiegato – con espressioni generiche, chiaramente di prammatica – quale compito intende svolgere. 


27
luglio

Rai: Fabrizio Salini Amministratore Delegato, Marcello Foa sarà Presidente

Marcello Foa

Il governo ha trovato l’accordo sui vertici Rai. Il ministro del Tesoro Tria ha proposto al Consiglio dei Ministri il nominativo di Fabrizio Salini come Amministratore Delegato Rai e Marcello Foa come Consigliere di amministrazione. Quest’ultimo, come annunciato dal vicepremier Luigi Di Maio, sarà votato dalla commissione di Vigilanza per la carica di Presidente dell’azienda di Viale Mazzini.


25
luglio

Rai, nuovo Amministratore Delegato: il cerchio si stringe

Fabrizio Salini

L’incontro è andato bene ma non abbiamo ancora chiuso“. La fumata nera è arrivata nella serata di ieri, quando Luigi Di Maio – come riportato dall’Ansa – ha sostanzialmente fatto capire che sui vertici Rai non è ancora stato trovato un accordo. La riunione tenutasi a Palazzo Chigi, cui hanno preso parte anche il premier Giuseppe Conte, Matteo Salvini e il ministro dell’Economia Giovanni Tria, si è conclusa con un momentaneo nulla di fatto. Ma qualcosa si è mosso. Secondo indiscrezioni di stampa, infatti, la scelta del prossimo Amministratore Delegato del servizio pubblico si è ristretta a tre candidati: Andrea Castellari, Marcello Ciannamea, Fabrizio Salini.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »