ABC



30
agosto

DANCING WITH THE STARS: ELISABETTA CANALIS IN UN CAST SOTTOTONO CON IL FIGLIO DI CHER E ROB KARDASHIAN

Il cast di Dancing with the Stars 13

Elisabetta Canalis ce l’ha fatta. Se prima era un rumor ben accreditato, ora è ufficiale: la velina più famosa del Belpaese sarà una delle concorrenti di Dancing with the Stars. Poche ora fa la Abc ha reso noto il cast della stagione 13 del suo show di punta (video dopo il salto), nonchè secondo programma più seguito d’America, al via il 19 settembre. Elisabetta Canalis, forse la più intrigante presenza per l’Huffington Post, sarà parte di un cast non all’altezza delle passate edizioni, ma comunque fatto di personaggi abbastanza noti negli Usa: al pari dell’ex lady Clooney, che negli Usa ha all’attivo la sola partecipazione nella serie Leverage, alcuni componenti sembrano non avere un grande curriculum artistico alle spalle.

Un particolare, quest’ultimo, che il pubblico americano del web non ha mancato di sottolineare (c’è chi dice che non guarderà più la trasmissione o dubita sul buon andamento degli ascolti). Oltre alla Canalis, noti al pubblico del Belpaese anche David Arquette, protagonista della saga di Scream nonchè ex marito di Courtney Cox, Chaz Bono, figlio transgender di Cher che abbiamo avuto modo di conoscere nel documentario trasmesso pochi giorni fa da Real Time, Rob Kardashian e Kristin Cavallari, star dei reality The Hills e Laguna Beach in onda in Italia su Mtv.

Non mancheranno, poi, un giocatore di Basket (Ron Artest) e una di calcio (Hope Solo), una ‘paladina dela giustizia’ (Nancy Grace), un’attrice e conduttrice (Ricky Lake), un veterano dell’Iraq che ha recitato in una soap (J.R. Martinez), un guru della moda (Carson Kressley), e una figlia d’arte (Chynna Phillips) che fa anche la cantante ed è moglie di William Baldwin.




18
agosto

ELISABETTA CANALIS CONCORRENTE DI DANCING WITH THE STARS?

Elisabetta Canalis

Elisabetta Canalis ci riprova. L’ex velina insiste nel tentativo di dare alla propria carriera una dimensione internazionale e dopo il debutto nella serie Leverage ritorna alla conquista della tv americana. La bella sarda con ogni ogni probabilità sarà una concorrente di Dancing with the stars, la versione a stelle e strisce del programma di Milly Carlucci. La notizia è stata annunciata in anteprima dal sito E! Entertainment.

Si tratta di un bel colpo per una delle protagoniste del gossip di casa nostra: il Ballando americano, la cui tredicesima edizione (!)inizierà lunedì 19 settembre sulla Abc, è il secondo show più visto degli States. Un’iniezione di popolarità che fa gioco alla Canalis, fino a qualche giorno fa indicata come possibile giurata di American Idol. La notizia era stata prontamente smentita dal produttore dello show che le aveva preferito i ben più noti Jennifer Lopez, Steven Tyler e Randy Jackson.

Il viaggio hollywoodiano è stato ugualmente proficuo per la bella Elisabetta, che ha trovato (sempre se le indiscrezioni troveranno fondamento) una collocazione meno prestigiosa ma ugualmente di spicco. Lontano dagli occhi di una critica spesso invidiosa e sempre pronta a giudicare ogni singolo atteggiamento (vedi alla voce Festival di Sanremo 2011), la mission dell’ex fidanzata di George Clooney è quella di dimostrare – a un pubblico certamente meno prevenuto – di aver migliorato i propri passi di danza rispetto agli esordi che la vedevano protagonista dei celeberrimi stacchetti mossi sul bancone di Striscia la notizia.


6
agosto

DESPERATE HOUSEWIVES E DR. HOUSE FINIRANNO NEL 2012?

Desperate Housewives

E’ stata riconosciuta come la terza età dell’oro per la serialità statunitense, ma questa fortunata decade creativa è ormai in fase di declino: con la prossima stagione altri due “classici” americani potrebbero sparire dai teleschermi. Secondo quanto scrive il sito Deadline Hollywood, la ABC annuncerà domani al Television Critics Association summer press tour la decisione di chiudere Desperate Housewives con l’ottava stagione, al via il prossimo 25 settembre in america.

Di questa prospettiva sono già state informate le quattro star dello show, che dal 2004 danno vita ai personaggi delle casalinghe disperate di Wisteria Lane. Alcune fonti rivelano che Teri Hatcher, Felicity Huffman, Marcia Cross e Eva Longoria sarebbero rimaste scioccate e rattristate dalla notizia.

Anche i fan di Dr. House potrebbe presto dover dire addio ai metodi spietati di Gregory House: i vertici della Fox hanno confessato di essere incerti riguardo alla conferma della serie per una nona stagione. Se l’ottava, al via il 3 ottobre in America, dovesse essere l’ultima, i creatori si assicureranno che il dottore più cinico del piccolo schermo esca di scena col botto. Il presidente della Fox Kevin Reilly ha poi smentito i rumors sulla nascita di uno spin-off di House, un progetto che non rientra nei piani della rete per il prossimo futuro.





16
luglio

GREY’S ANATOMY NON FINISCE CON L’OTTAVA STAGIONE. PAROLA DI SHONDA RHIMES

Patrick Dempsey in Grey's Anatomy

Questo amore è una camera a gas, che tra alti e bassi va avanti da ormai sette stagioni. Parliamo dell’eterna complessata Meredith Grey e del dottor Stranamore suo partner, Derek Shepherd. La loro storia è stata il cardine di una delle serie più seguite degli ultimi anni, quella per intenderci in cui chirurghi di stimata professionalità discutono in sala operatoria di intricati problemi di cuore, e quasi mai sono quelli dei loro pazienti.

La brutta notizia è che Romeo e Giulietta, o se preferite Ellen Pompeo e Patrick Dempsey potrebbero lasciare Grey’s Anatomy al termine dell’ottava stagione, che sarà trasmessa negli Stati Uniti a partire dal prossimo settembre. Una questione di soldi? Forse, ma non è detto. Entrambi gli attori hanno il contratto in scadenza (per maggiori info clicca qui) e nessuno dei due al momento pare voglia prendere una decisione definitiva, forse per non compromettere in anticipo il successo dei nuovi episodi.

Dai fan ai produttori della serie, tutti si augurano che le due star alla fine decidano di tornare in corsia al Seattle Grace. Pensare ad un seguito di Grey’s Anatomy senza il “mordi e fuggi” della loro storyline eternamente adolescenziale, sarebbe come provare a fare un buon budino al cioccolato senza cioccolato, impossibile. Ma Shonda Rhimes, creatrice di questo fortunato medical drama, è ottimista.


19
maggio

UPFRONT 2011/12: LA STAGIONE DORATA DI FOX CON X FACTOR, TERRA NOVA E L’ULTIMA DEL DR. HOUSE. ABC PUNTA SU SCANDAL E SUL REMAKE DELLE CHARLIE’S ANGELS

Il palinsesto Fox per l'autunno 2011

La settimana degli Upfront, quella in cui i grandi network americani annunciano i palinsesti della nuova stagione, attira da sempre la curiosità di tantissimi telespettatori, specialmente quella dei fan che aspettano col fiato sospeso di scoprire se la loro serie preferita è sopravvissuta alla mannaia dei ‘piani alti’. In questi giorni le quattro più grandi reti statunitensi hanno presentato al pubblico il menù per l’Autunno 2011, farcito di tante novità e qualche doloroso addio.

Il palinsesto più rivoluzionario e per certi aspetti temibile è quello della Fox di Rupert Murdoch, rinnovato dopo una serie di cancellazioni a raffica. Tra i grandi titoli ritroveremo Dr. House (ottava stagione), Glee (terza stagione), Fringe (quarta stagione), Bones (settima stagione) e tutti i cartoni animati della domenica (I Simpson, I Griffin, American Dad, The Cleveland Show). Le novità sono importanti: la serata del lunedì, che vede già schierato il colosso House, verrà arricchita con un nuovo drama firmato da J.J. Abram (Alias, Lost, Fringe) e prodotto da Steven Spielberg. Si tratta di Terra Nova, una storia che prende vita nel 2149, anno in cui la Terra rischierà la distruzione, per cominciare un viaggio nel tempo che riporterà la famiglia Shannon (e lo stesso Spielberg) all’età dei Dinosauri.

L’altra grande novità per gli schermi Fox sarà il debutto di X Factor US, dopo ben due anni di preparativi, spalmato tra il mercoledì e il giovedì sera. In giuria sono confermati Simon Cowell, Cheryl Cole, Paula Abdul e il produttore discografico Antonio “L.A.” Reid. X Factor avrà il compito di trainare il pubblico verso un’altra nuova serie: I hate my teenage daughter, una commedia sul difficile rapporto tra due madri e le loro figlie. La serata del martedì, dopo Glee e il riconfermato Raising Hope, ospiterà l’altra nuova comedy della stagione, New Girl. Le serie che non hanno invece ottenuto il rinnovo sono Lie to me, Human Target e gran parte dei nuovi progetti lanciati quest’anno.





2
maggio

UCCISO OSAMA BIN LADEN: L’ANNUNCIO IN TV FA IL GIRO DEL MONDO. SPECIALI DI RAI E MEDIASET IN SECONDA SERATA

Ucciso Osama Bin Laden

Hanno accoppato Osama Bin Laden, il principe del terrore, il capo di Al Qaeda, il ricercato numero uno al mondo. E’ stato ucciso a nord di Islamabad, in Pakistan, nel corso di un’operazione mirata messa a punto dai corpi speciali dell’esercito americano. A darne pubblico annuncio è stato il presidente degli Stati Uniti Barack Obama con un comunicato trasmesso in diretta tv poco prima delle 23 (le 5 del mattino in Italia). Da quel momento le informazioni sul colpaccio messo a segno dagli sceriffi a stelle e strisce ha fatto il giro del mondo, ripreso dai grandi network.

A poche ore dalla diffusione della notizia, la televisione pakistana ha trasmesso alcune immagine di Bin Laden morto, col volto sanguinante e sfigurato. Il clamore suscitato dalla divulgazione di quelle foto in realtà è stato subito smorzato da alcune voci che mettevano in dubbio l’autenticità degli scatti. Cinque mesi fa un sito iraniano aveva trasmesso le stesse immagini ritenute un falso. Nel frattempo, però, gli organi di informazione di mezzo mondo riproponevano quelle fotografie senza sincerarsi della loro attendibilità. Che anche l’uccisione del terrorista annunciata con orgoglio da Obama fosse una messa in scena?

Foto false a parte, sembra di no. Come riferito dall’emittente AbcNews i tecnici americani hanno detto di aver confrontato il Dna del capo di Al Qaeda con quello di una sorella morta a Boston e tra i due codici genetici ci sarebbe “una corrispondenza molto affidabile“. La Cnn, intanto, rilanciava notizie apprese dal Pentagono, secondo cui se le foto originali del corpo di Bin Laden verranno diffuse non esisteranno dubbi. La tv americana ha inoltre fatto sapere che il cadavere del terrorista  “è stato sepolto in mare, trattato secondo la tradizione islamica“, senza però fornire ulteriori dettagli.


24
novembre

DESPERATE HOUSEWIVES E BROTHERS AND SISTERS: UN MERCOLEDI DI PRIME VISIONI SU FOXLIFE. PURTROPPO IN STANDARD DEFINITION

Desperate Housewives

Iniziamo con una domanda: perchè Sky – che da oltre un anno esalta la qualità delle immagini in Alta Definizione – trasmette gli episodi inediti di due serie importanti come Brothers & Sisters e Desperate Housewives in Standard Definition? Comprendiamo che, specialmente per quello ambientato nel quartiere di Wisteria Lane, si tratti di telefilm adatti al target di Fox Life ma non sarebbe meglio sfruttare il valore aggiunto dell’HD e lasciare a Fox almeno gli episodi in prima tv? E cosa aspettano ad iniziare le trasmissioni del canale più “rosa” di Fox in High Definition?

In attesa di una risposta soddisfacente, non possiamo che festeggiare la messa in onda di due serie cult a due mesi di distanza dalla trasmissione negli USA. Fox Life assembla i due prodotti della ABC in un’unica “serata family” (come accade anche negli Stati Uniti) inaugurata dalle casalinghe disperate (alle 21.00) e seguite dalle vicende della famiglia Walker alle 21.55.

Desperate Housewives inizia la settima stagione col botto: già dal primo episodio, dal titolo “Le brutte notizie viaggiano veloci”, assisteremo al colpo di scena del ritorno nella serie di Paul Young, già apparso nell’ultimo episodio della sesta stagione e protagonista del mistero di questa nuova serie. L’uomo è appena uscito di prigione: sarà Mary Alice, in un flashback, a rivelare il motivo della sua scarcerazione. Da registrare anche la new entry dell’attrice Vanessa Williams, la perfida Wilhelmina di Ugly Betty, che vestirà i panni di Renèe, un’amica di vecchia data di Lynette con la quale inizierà a scontrarsi.


3
settembre

TELEFILM IN AFFITTO LA RIVOLUZIONE TARGATA APPLE

Apple Tv

Tutto è iniziato con la musica. Poi è stata la volta dei libri, dei videogiochi e del mondo dell’informazione. Adesso, a drizzare occhi e orecchie, sono anche gli appassionati di tv e cinema. Steve Jobs, numero uno della Apple, ha infatti iniziato a mettere le sue potenti grinfie sull’industria dell’intrattenimento. L’annuncio è stato fatto, il 1° settembre, contestualmente alla presentazione della Apple Tv. Il dispositivo, che costa 99 dollari, permette di collegare il proprio apparecchio televisivo alla rete per fruire di contenuti di varia natura. Ed è qui che entrano in gioco le case produttrici di film e telefilm.

Siglando accordi con Fox, Abc e Netflix, per cominciare, la Apple si è assicurata un nutrito catalogo di serie tv e pellicole da proporre su iTunes. Mettendo mano al portafoglio per 4,99 dollari (i film) e 0,99 dollari (gli episodi dei telefilm), gli utenti potranno godere del prodotto scelto per le 48 ore successive all’acquisto. Si tratta, quindi, di un affitto e non di un’acquisizione vera e propria. Aspetto, quest’ultimo, che potrebbe far storcere il naso agli amanti dell’archiviazione folle. E’ anche vero che avere a disposizione quando e come si vuole gli episodi di Glee o Modern Family senza dover ricorrere agli oneri della pay tv non è cosa da poco.

E la tentazione di fare una scorpacciata di tv senza la tv tradizionale non arriverà solo da Apple. Anche Google e Sony stanno presentando proprio in questi giorni la loro soluzione, che come quella della casa della Mela invita a utilizzare la rete per fruire dei contenuti. Mosso dagli stessi intenti Amazon, intenzionato a proporre un servizio di abbonamento web per film e serie tv da vedere attraverso pc, tv e console di videogiochi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,