6
ottobre

DI POMERIGGIO SIAMO TUTTI UN PO’… IN TRANS

Alessandra Di Sanso (Trans, Mery Per Sempre)Nel pomeriggio delle ammiraglie Rai e Mediaset non ci sono solo alluvioni devastanti e modelli femminili pericolosi, ci sono anche storie di vita. Normali. Particolari. Sono le storie di chi vive una condizione di transizione sessuale, i cosidetti transgender o anche solo trans, e che, dopo averla superata o anche durante la stessa, decide di andare da Lamberto o dalla Bislacca e raccontarla ai quattro venti catodici.

Un male? Affatto.  Ormai, la televisione ha assunto essa stessa il ruolo di un unico ”Grande Fratello” e, pertanto, visto che i costumi italiani sono cambiati, la gente, comune e non, ha voglia di raccontare il proprio vissuto e di raccontarsi. Ma come forma di liberazione terapeutica più che come mero esibizionismo.

La Vita in Diretta e Pomeriggio Cinque ospitano con puntualità i Mario che sognano di essere Luana e gli Alessio divenuti Vittoria e, soprattutto, lei: Vladimir Luxuria, la portabandiera in tema e trans-fuga per eccellenza, visto che oggi, dopo puntate su puntate in cui abbiamo seguito sul Biscione i suoi dubbi e tutte le cliniche che ha contattato prima del passo importante che la aspetta, ha abbandonato la Bislacca di Cologno per il Bello della diretta.

Vladimir e tutti gli ospiti dei salotti di Sposini e della D’Urso sono vari e per nulla variopinti. Organisti, bancari, suore, ermafroditi: questo il parterre che abbiamo conosciuto proprio nel pomeriggio di ieri, a reti unificate. Uomini, donne, persone con un vissuto difficile e tanta voglia di superarlo.

Un nuovo fenomeno mediatico? Sicuramente. Ma un fenomeno da tenere sempre a bada. E lo si fa in base a quel noto principio che va sotto il nome di par condicio. In sostanza, quando c’è un trans c’è sempre un contraltare dialettico che deve riportare il tutto “alla normalità” e ricordare a tutti noi cosa andrà incontro e cosa non potrà più fare dopo questo passo.  E l’esperto di turno risponde oggi al nome di un prete (Don Mario su Raiuno) o di uno psicologo (Meluzzi su Canale 5), sempre pronti ad elargire dei ‘ma’, dei ’se’ e dei ‘no’, senza scomporsi e con fare fermo e sorridente all’accendersi della lucetta rossa delle telecamere.  Tutto sempre lì a dirci che i pregiudizi ancora esistono e che i vecchi bigottismi sono duri a morire.

Vladimir cita un grande della musica, Lucio Battisti, ricordandoci che per lui “Le anime non hanno sesso“, un po’ come gli angeli. Noi preferiamo ricordare un grande del cinema, Pedro Almodovar, e, forse, uno dei personaggi più riusciti in uno dei suoi film più belli. Quell’Agrado di “Tutto su mia madre”, il quale, dopo aver ironizzato su tutti i soldi spesi nel percorso che lo ha portato a diventare una donna, così conclude il suo memorabile monologo:  ”Quel che stavo dicendo è che costa molto essere autentiche, signora mia, e in questa cosa non si deve essere tirchie, perché una è più autentica quanto più assomiglia all’idea che ha di se stessa.”



Articoli che potrebbero interessarti


DM Live24 23 Aprile 2011
DM LIVE24: 23 APRILE 2011. MALGIOGLIO IN TRASFERTA, MARIKA FRUSCIO E GUENDALINA TAVASSI INCAZZATE (CON MARIA CARMELA), SPOSINI TENTATORE.


DI POMERIGGIO SIAMO TUTTI UN PO'... IN TRANS
TRANS-EVOLUTION: IL FENOMENO TRANS COLPISCE TV, POLITICA E MASS MEDIA. MA QUALCUNO SA CHE C’ERANO ANCHE PRIMA?


Alberto Matano
Alberto Matano su Barbara D’Urso: «Perché rinunciare alla sua impronta?»


Alberto Matano e Lorella Cuccarini
La Vita in Diretta, promo con «caffeuccio»

5 Commenti dei lettori »

1. Mauro Cataldo ha scritto:

6 ottobre 2009 alle 10:14

Penso che tutto questo sbandieramento sulla transessuliltà sia principalmente ai fini dell’audience…si è sempre risaputo,che l’essere fuori dalla norma attira sempre…
Su Valdimir Luxuria non sono d’accordo..xkè secondome, lei sta sostenendo molto a cuore questa vicenda…e sta presenziando in molte trasmissioni xkè vuole che si faccia piu’ informazione possibile su questo argomento,in modo che chi è a casa nelle sue stesse condizioni abbia il coraggio di farsi avanti..è da anni che Vladimir si batte x far valere i propri diritti!e adesso visto che si è guadagnata molta popolarità grazie alla vittoria all’isola del Famosi la sta sfruttando x questi fini…direi molto nobili!



2. Eugenio Viterbo ha scritto:

6 ottobre 2009 alle 10:18

@ Mauro: Ma su Vladimir io la penso come te. Che abbia fatto la spola televisiva è un dato di fatto. Ma non ho mica detto che ciò sia un male.



3. Vince ha scritto:

6 ottobre 2009 alle 11:20

E’ un fenomeno che riguarda anche le televisioni meno importanti a quanto pare, ma con livelli decisamente più bassi. La settimana scorsa mi ha sconvolto vedere a “Striscia la notizia” nella rubrica “i nuovi mostri” una specie di dibattito sull’argomento andato in onda su Canale Italia dove a un certo punto Maurizia Paradiso e un giornalista conservatore veneto, di cui purtroppo non ricordo il nome arrivavano ad isultarsi pesantemente, prima del solito show a base di tette e chiappe al vento della Paradiso, mentre il moderatore, invece di intervenire, rideva come un matto di fronte a un simile spettacolo.



4. Eugenio Viterbo ha scritto:

6 ottobre 2009 alle 11:31

@ Vince: Tra moderatori che non moderano ma irridono ed ospiti che non dialogano ma fanno monologhi non so chi sia peggio, però. A me fanno più paura questi ultimi, sinceramente.



[...] “sull’1″ con lo stesso argomento e la benedizione finale di un prete (qui il nostro commento a [...]



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.