30
aprile

SABINA DONADIO: LAMBERTO SPOSINI NON TORNERA’ IN TELEVISIONE. STA MEGLIO MA E’ SOLO. SCRIVETEMI PER INCONTRARLO

Lamberto Sposini

Lamberto Sposini

“Certamente non tornerà a fare il giornalista, non tornerà a fare televisione” ma “Lamberto sta meglio”.

Ha esordito così Sabina Donadio, ex compagna di Lamberto Sposini, intervenuta all’Alfonso Signorini Show, il programma di Radio Monte Carlo condotto da Alfonso Signorini, per parlare della nuova vita del giornalista, a 3 anni esatti dala grave emorragia cerebrale che lo colpì il 29 Aprile del 2011 negli studi de La Vita in Diretta.

E’ una vita in costruzione – prosegue la Donadio – una vita che giorno dopo giorno va migliorando. Certamente non è più quello di prima. Conoscendo la sua ritrosia, la sua timidezza, difficilmente posso immaginare che si ripresenterà davanti alle telecamere. Lamberto ha sempre chiesto il massimo a se stesso e quindi non credo proprio che, date le sue condizioni, si ripresenterà. Un’emorragia cerebrale lascia comunque dei segni“.

Sposini infatti, nonostante i notevolissimi miglioramenti, ha ancora difficoltà a parlare e deambulare e continua a fare fisioterapia. Ma, a dispetto della malattia, il giornalista è rimasto lo stesso di un tempo: affascinante, fumantino e…tifoso della Juventus:

“Lamberto ha avuto un’emorragia di 7 centimetri nel cervello per 4 ore, non è stato soccorso in tempi rapidi e purtroppo questo ha avuto delle conseguenze. Il percorso è lungo”. Ma “me ne ha fatte di tutti i colori. Il suo caratteraccio è rimasto intatto, la bellezza è rimasta la medesima. La fede calcistica anche, malgrado io ci abbia provato – quando si è svegliato dal coma a dirgli “sei della Roma” – purtroppo è rimasto juventino sfegatato”.

Abbandonato dalla maggior parte degli amici

Sabina Donadio è stata accanto a Sposini durante tutto il decorso della malattia, sebbene la loro relazione fosse finita già prima del 2011. Non è stato così per molti sedicenti amici di Lamberto:

La sfiga di Lamberto è che i suoi amici sono quelli che mandano avanti il mondo perché non si vedono più; evidentemente hanno tanto tanto da fare e non possono venirlo a trovaresottolinea Sabrina con una punta di sarcasmo - Se le persone normali volessero venire a trovarlo o scriverci, a Lamberto farebbe molto molto piacere perché Lamberto spesso è solo. Se scrivono al mio indirizzo di posta elettronica, io posso portare a Lamberto queste lettere”.

E noi vi diamo con piacere l’indirizzo di Sabina Donadio al quale potete inviare le vostre lettere per Lamberto. Eccolosabinadonadio@gmail.com

A Lamberto Sposini, da parte di tutta la redazione di DM, gli auguri di una vita il più possibile migliore e un forte abbraccio.



Articoli che potrebbero interessarti


lamberto--sposini oggi
LAMBERTO SPOSINI CHIEDE UN RISARCIMENTO ALLA RAI DI 10 MILIONI DI EURO


Lamberto Sposini
LAMBERTO SPOSINI, IL TRIBUNALE DEL LAVORO NEGA IL RISARCIMENTO PER IL MALORE IN TV


Conchita Wurst
DM LIVE24: 23 AGOSTO 2014. RMC TAGLIA SIGNORINI E TEOCOLI? – CONCHITA IN ITALIA – TROFEO TIM SU CANALE 5


Massimo Boldi
MASSIMO BOLDI: HO INVENTATO STRISCIA LA NOTIZIA. GLI ALTRI HANNO PRESO IL FORMAT E SONO 30 ANNI CHE VANNO AVANTI COSI’

4 Commenti dei lettori »

1. livia guglielmi ha scritto:

30 aprile 2014 alle 17:20

Non chiederei mai d’incontrarlo, non sono un’amica o conoscente ma una semplice telespettatrice. Sarei felice però di salutarlo attraverso questo blog, che spero legga, dal momento che l’intervista parla di lui.
Vorrei dirgli che alla televisione manca e manca alla Vita in diretta, dove Franco di Mare è un bravissimo professionista, un autorevole collega, Liorni si è distinto per eleganza e ineccepibilità, ma tutto il resto non va. Quando c’era Sposini non si dava spazio al sensazionalismo, non si processava in diretta, ma si dicuteva dei casi di cronaca con opinionisti autorevoli e l’equilibrio delle parti veniva sempre rispettato. Non si faceva pubblicità occulta a settimanali di cronaca nera, non si dava spazio alle farneticazioni delle medium, ai miracoli veri o presunti, veniva dato uno spazio discreto e limitato. Una televisione così non merita nè Sposini, nè Liorni, nè lo stesso Di Mare che ha un passato da grande inviato di guerra ed è un ottimo scrittore. Auguro a Lamberto di riprendersi presto, di non perdere la speranza, di guardare con ottimismo al futuro perchè uno stato d’animo positivo è sempre un toccasana. Faccia cose belle, quelle che in passato ha dovuto trascurare per impegni incalzanti e si goda le persone che lo amano. Auguri di cuore.



2. marialuisa ha scritto:

30 aprile 2014 alle 19:21

Mi avvicino, in punta di piedi, al dolore di Sposini, alle sue difficoltà giornaliere, al suo coraggio ed alla sua dignità per abbracciarlo forte.
In silenzio,senza aggiungere nulla al contatto solidale.
Un abbraccio per ringraziarlo delle ore belle trascorse insieme, della signorilità nel porgere le notizie,della professionalità nel non mischiarsi al sozzume propinatoci, da anni, nei pomeriggi televisivi.
Ci manca molto e molto potrebbe ancora dare a gentucola portatrice di microfono. Magari dietro le quinte, se questo si conciliasse meglio con la sua ritrosia a mostrarsi meno eloquente del solito. E se a ciò servisse una raccolta di firme, una catena su fb, una petizione popolare, io son sicura che, da qui o da altrove, un coro unanime si leverebbe.
Ci pensino gli” illuminati” consiglieri Rai, che tanto si spendono per amichette di…, beote ed incapaci.
Noi ti aspettiamo comunque!!!



3. W.Rai uno ha scritto:

1 maggio 2014 alle 18:30

Lo abbraccio!!!!!, gli sono vicino capisco le sue difficoltà giornaliere che deve affrontare e lo aspetto in tv più forte di prima
grande
Lamberto



4. Gianco ha scritto:

2 maggio 2014 alle 04:59

belle parole quelle di Livia Guglielmi

non potevano rappresentare meglio quello che è il pensiero di molti telespettatori che, pur silenziosi, non si stancheranno di fare il tifo per Lamberto!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.