23
marzo

LA BIBBIA: SU RETE4 LA SERIE EVENTO DI HISTORY CHANNEL

La Bibbia - Diogo Morgado

Quale collocazione migliore in palinsesto se non le domeniche di Quaresima per La Bibbia, la serie evento realizzata da LightWorkers Media e Hearst Productions con il canale via cavo History Channel? Composta di dieci episodi, due a sera per cinque settimane, con il gran finale nella domenica di Pasqua, la fiction kolossal ripercorrerà da questa sera alle 21,15 su Rete4 gli eventi principali della Bibbia, dalla Genesi alla Rivelazione.

Un adattamento in chiave moderna e hollywoodiana del libro più diffuso della storia, con episodi del Vecchio e del Nuovo Testamento, seguito finora da oltre 100 milioni di spettatori in tutto il mondo. Ideata da Roma Downey e Mark Burnett, la miniserie è dotata di un cast corale internazionale, composto da attori per lo più sconosciuti al grande pubblico. Una scelta voluta dagli autori per evitare che volti noti distraessero il pubblico dai fatti narrati.

Nel ruolo di Gesù troviamo l’aitante attore portoghese Diogo Morgado, finito al centro di alcune polemiche proprio per la sua avvenenza, tanto che su Twitter ha imperversato l’hashtag #HotJesus. L’unico membro del cast coinvolto in tutte le puntate è il narratore, Keith David, che nella versione italiana è stato sostituito da Paolo Buglioni (voce di Nick Nolte, Samuel L. Jackson, Alec Baldwin).

La Bibbia – Foto

La Bibbia, che dopo Downton Abbey e Hatfields & McCoys prosegue la linea di proposte di qualità di Rete4, ha collezionato sin dalle prime fasi di lavorazione dei numeri da record. Dal budget di 22 milioni di dollari a una troupe di 400 persone tra attori, comparse e tecnici, passando per un team di 47 esperti tra sceneggiatori, teologi, consiglieri e studiosi biblici. Dietro la macchina da presa si sono alternati 3 registi, due inglesi e un canadese, mentre sono stati ben 180 i doppiatori arruolati per la versione italiana.

Il debutto della serie negli Stati Uniti ha totalizzato 13,1 milioni di telespettatori ed è diventato il programma della tv via cavo più visto del 2013. Ammonta invece a 28 milioni di dollari l’incasso nei primi tre giorni del film Son of God, che negli Stati Uniti e in Canada è stato tratto dalla serie.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Il Paradiso delle Signore 2 - 32
Il Paradiso delle Signore 2: anticipazioni quarta puntata di martedì 26 settembre 2017


Simona Ventura - Ultima puntata Selfie 2
Selfie: «Nel male e nel bere» si chiude la seconda edizione. Anticipazioni e foto dell’ultima puntata


Simona Ventura balla con Stefano De Martino - Selfie 2
Selfie: Mughini è il quinto giudice. Cambio look in arrivo per Platinette. Anticipazioni e foto della quinta puntata


Quarta puntata Selfie 2 (9)
Selfie: Tina Cipollari furiosa lascia ancora lo studio. Ospite Katherine Kelly Lang. Anticipazioni e foto della quarta puntata

6 Commenti dei lettori »

1. Anonimo Wikipediano ha scritto:

23 marzo 2014 alle 15:44

Una piccola parte del testo dell’articolo è copiata da Wikipedia.

Quando si riutilizzano i contenuti di Wikipedia (cosa consentita dall’apposita licenza CC BY-SA 3.0, per approfondire creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/deed.it) occorre ricordarsi di citare la fonte, in questo caso:
it.wikipedia.org/w/index.php?title=La_Bibbia_%28miniserie_televisiva%29



2. Davide Maggio ha scritto:

24 marzo 2014 alle 00:01

Anonimo: potresti per favore indicare cosa sarebbe stato preso da Wikipedia? Oltre a questo, ti dispiacerebbe commentare con un indirizzo email valido? Grazie mille.



3. Gianluca ha scritto:

24 marzo 2014 alle 14:39

Io ho visto la prima puntata ma non mi e’ piaciuta per niente.E’ iniziato gia con Noe’ che si trovava sull’arca,per poi fare una carellata di tutta la Genesi in 2 secondi netti e arrivare subito ad Abramo e finire con Mose’.La storia e’ spezzattata troppo,pochi effetti speciali,insomma mi aspettavo qualcosa di meglio,dato che nel film di John Huston la storia e’ molto piu’ completa e sicuramente,gli effetti speciali sono di gran lunga migliore di quelli di questa serie,anche se il film di Huston e’ stato fatto 40 anni fa.Ieri ce’ stato il boom di ascolti ma non credo che gli ascolti saranno identici per la seconda puntata.Un saluto



4. Kikka ha scritto:

24 marzo 2014 alle 18:33

Concordo con Gianluca, che delusione poi sapendo che era andata in onda su History Channel in teoria…Angeli ninja a Sodoma a parte, é proprio il tono della narrazione, le scelte operate su di un così vasto testo e in fondo la sua stessa *essenza* a non essermi piaciute.
Naturalmente si può farne una riduzione ma si dovrebbe essere talmente bravi da azzeccare le frasi e i passaggi salienti e pure degli attori adatti alla parte (appunto che dire del solito bonazzo anglosassone nella parte di Gesù?? o il diavolo di pelle scura se ho capito bene, o comunque tutti i personaggi minori e gli angeli “stranieri” rispetto al cast *all Americans* con Maria col botox?? Beh magari non serviva essere teologi per metter un po’ d’ordine a sto casino…)

PS_A proposito di film religiosi direi che per me il migliore resta quello di Zeffirelli, perché uno dei pochi che dava importanza alle parole, soprattutto nella versione estesa (non mi é piaciuto lo splatterone fatto da Gibson invece).



5. coccodimamma ha scritto:

24 marzo 2014 alle 18:45

Per me e’ una gran boiata. Ma chi sono i tre bischeri che si presentano ad abramo e che poi distruggeranno Sodoma? Angeli? Ma quali angeli? Un nero (una specie di Denzel Washington da strapazzo), un giallo ( una specie di Jackie Chan ingrugnato), infatti tutti e due danno l’aria di saperci fare un po’ da goffi con le arti marziali contro una banda di scemuniti capaci solo di minacciare, ma incapaci di tirare un cazzotto, ed infine un bianco, o giu’ di li, mezzo mascherato, di cui non si vede mai chiaramente il viso. Ma chi sono? I tre Re Magi comparsi fuori tempo e fuori luogo? Circa la terza figura poi, io ho un brutto sospetto che lascio indovinare a chi e’ capace di intendere.



6. Gianluca ha scritto:

25 marzo 2014 alle 16:59

Ciao Coccodimamma,eh eh,ho capito a chi ti riferisci con il terzo personaggio,anch’io ho avuto quel sospetto,ma non dico niente per non rovinare tutto agli altri spettatori.

Kikka,anche per me, il migliore resta il film di Zeffirelli e non ha eguali.
Un saluto



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.