31
ottobre

MICHELE CRISCITIELLO A DM: PER IL MIO PUBBLICO NON CAMBIA NULLA, CI VEDREMO TRA 7 GIORNI SU LT SPORT 1

Michele Criscitiello

La chiusura di Sportitalia, televisivamente parlando, è la notizia principale di questi giorni. Ai rumors che si sono susseguiti negli ultimi giorni ha risposto ieri sera Michele Criscitiello, giornalista di punta dell’ormai ‘defunta’ emittente, con un discorso ‘cuore a cuore’ ai telespettatori ai quali ha dato appuntamento tra 7/10 giorni su LT Sport 1, il canale di Valter La Tona. L’avellinese ha svelato a DM cosa bolle in pentola col passaggio ai nuovi canali e il cambio di editore.

Allora Michele, a livello umano quanto dispiacere c’è per la chiusura di Sportitalia?

Moltissimo. In questi anni ho avuto rapporti con oltre 100 persone tra tecnici e giornalisti con i quali ho anche litigato anche se tutti insieme eravamo uniti dall’obiettivo comune di realizzare degli ascolti pazzeschi in tutte le stagioni nonostante le mille difficoltà che adesso tutti conoscono.

Cosa senti di dire a tutti i tecnici, i giovani redattori, le maestranze che in questi giorni stanno scioperando e sono preoccupati per il loro futuro?

Innanzitutto voglio precisare che non è uno sciopero al quale hanno aderito tutti. Io, Longari, Letizia, la Schirru ed altri giornalisti, ad esempio, non abbiamo aderito. I tecnici, invece, hanno aderito tutti. Per molti di loro purtroppo l’esperienza lavorativa si concluderà qui perché la politica aziendale sarà diversa e perché se siamo arrivati a questo punto vuol dire che a livello economico c’era qualcosa che non andava. Io sono solidale con quelli che stanno scioperando anche se non ho partecipato perché credo sia meglio avere un confronto con l’editore piuttosto che passare per i Sindacati che non hanno mai portato a nulla.

Cosa cambierà per i telespettatori più affezionati?

E’ come passare da “La Favorita” al “Renzo Barbera” (sono i due nomi dello stadio di Palermo, nDM). In questa settimana non andremo in onda per sette giorni, poi torneremo in onda con alcuni contenuti nuovi. Si punterà sul calcio giovanile, faremo il countdown per l’inizio dei Mondiali in Brasile, ci sarà molta produzione esterna e molta post-produzione senza ovviamente tralasciare il live. D’altronde se il leone non lo ammazzi e resta vivo, questo può farti molto più male. Siamo molto incattiviti dalla disinformazione che è stata fatta in questi giorni, tanti colleghi dovrebbero guardare in casa propria.


E poi?

Calcio e Mercato tornerà tra circa sette giorni. Daremo spazio al calcio mercato, al calcio giocato ma soprattutto punteremo forte sull’inchiesta. Andremo nelle banche di Lugano e di Montecarlo e più in generale indagheremo su tutti i comportamenti che stanno dietro al sistema calcio che magari la gente non conosce. Faremo nomi e cognomi, vi faremo scoprire come arrivano i soldi del calcio italiano nelle banche estere.

E gli studi? Vi trasferite a Roma?

Fino a Natale starò a Roma, e la cosa mi pesa perché amo Milano. Gli studi saranno completamente nuovi e miglioreremo anche sotto il profilo della tecnologia, il nuovo canale sarà visibile su smartphone e tablet. Punteremo forte, inoltre, sui social. A Gennaio torneremo a Milano dove la produzione sarà curata da una redazione completamente gestita dal sottoscritto e lo studio principale delle trasmissione sarà a Milano.

Quali giornalisti ti seguiranno nel viaggio da Sportitalia a LT Sport?

Non è il caso di fare nomi ma i 4 scudieri che sono parte di me sono Letizia, Longari, Milone e Deborah Schirru. Loro si trasferiranno con me a Roma. In base al palinsesto e alle ore di diretta che avremo a disposizione, poi, vedremo se riusciremo a portare dietro anche altre persone. Il mio desiderio sarebbe quello di coinvolgere tutti perché quella di Sportitalia è stata una squadra eccezionale.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Calciomercato
CALCIOMERCATO 2016: TUTTI GLI APPUNTAMENTI IN DIRETTA TV


Michele Criscitiello
DM LIVE24: 11 SETTEMBRE 2014. SPORTITALIA TORNA SU SKY AL CANALE 225


Sportitalia, palinsesto estivo
BOOM! ECCO IL PALINSESTO ESTIVO DELLA NUOVA SPORTITALIA


Jolanda de Rienzo Sportitalia
SPORTITALIA: NON SOLO CALCIO E NUOVE CONDUTTRICI NEL PALINSESTO ESTIVO

15 Commenti dei lettori »

1. GiGinuLuFurbu ha scritto:

31 ottobre 2013 alle 11:57

e grazie al katso se questi cinque sciacalli non abbiano scioperato! hanno già il contratto e il kulo parato! quanta spocchia in quest’uomo
-_-”"”"”"



2. pasquale ha scritto:

31 ottobre 2013 alle 12:15

ma i nuovi canali lt continueranno ad essere trasmessi sul digitale? si o no?



3. Wlafoca ha scritto:

31 ottobre 2013 alle 12:39

Speriamo che sui nuovi canali rimangano soprattutto le belle e brave giornaliste scosciate….. di tutta la tv italiana sportitalia è rimasta l’unica rete con un po’ di figa…..



4. marcuz ha scritto:

31 ottobre 2013 alle 12:47

D’altra parte siamo in italia, vanno sempre avanti quelli che non se lo meritano e i telecronisti seri di sportitalia come quelli dell’basket e dell’volley vengono fatti fuori per delle persone ignobili come: Criscitiello & co…
Alla vergogna non c’è mai fine



5. noncimettoilnome ha scritto:

31 ottobre 2013 alle 13:51

A dire il vero, i pezzi DAVVERO pregiati di Sportitalia hanno preso, da tempo, strade diverse. Ricordiamoci Daniele Caiola che è andato a Mediaset (e ora Fox Sports), ma anche Dalila Setti (SS24), senza parlare dei vari Anna Capella (SportMediaset, motori) e Francesco Bonfardeci (Sky Sport) e tanti altri che ora non ricordo…



6. enrico ha scritto:

31 ottobre 2013 alle 17:04

a dire il vero caiola è andato a sky non a mediaset e il primo vero big a mollare è stato massimo callegari che un paio d’anni fa passò a mediaset premium



7. Giada ha scritto:

31 ottobre 2013 alle 18:57

“Io sono solidale con quelli che stanno scioperando anche se non ho partecipato perché credo sia meglio avere un confronto con l’editore piuttosto che passare per i Sindacati che non hanno mai portato a nulla.”
Forse Michele non ha capito che lo sciopero è stato fatto proprio perchè l’editore ha sviato il confronto….



8. massimo ha scritto:

1 novembre 2013 alle 09:53

quando si vince si vince tutti insieme e quando si perde tutti insieme lo sciopero dovevate farlo tutti caro michele…



9. ginotv ha scritto:

1 novembre 2013 alle 11:26

Perchè viene scritto nel corriere e della repubblica che i canali sono solo sul satellite? io da oggi riesco vedere sport uno, sport due, sport tre su digitale terrestre nei canali 60, 61 e 62.



10. Anto ha scritto:

1 novembre 2013 alle 12:31

Ma il nome è orrendo, così come il logo.. LT (La Torre) Sport… i promo che ho visto e i bumper dei nuovi canali sembrano quelli di una tv regionale… non so se vale lo stesso per voi, ma per me diventerà una sorta di nuvolari! Io avrei lasciato il nome sportitalia, sicuro meglio di questo LT… è come se canale 5 si chiamasse Canale SB 5



11. Franz ha scritto:

1 novembre 2013 alle 22:59

Michele Criscitiello, INSOPPORTABILE, SCONTROSO, ANTIPATICO E SOPRAVVALUTATO.
VIA DAGLI SCHERMI!!!!!



12. Nik ha scritto:

4 novembre 2013 alle 16:15

Criscitiello sei un presuntuoso incompetente puoi solo lavorare in piccole emittenti friuliane



13. giovanni f. ha scritto:

6 novembre 2013 alle 05:15

Secondo me, tempo al tempo ed anche Criscitiello resterà a spasso. Penso questo perchè non lo si può definire un vero giornalista sportivo. Lui, da quest’articolo, dice che le trasmissioni che dovrà condurre si occuperanno di vari format sportivi, calcio giocato, calcio mercato ed anche di inchieste sportive e varie cose più seriose. Non ha mica fatto questo tipo di giornalismo in questi anni??!!!? Non penso che possa essere credibile e capace nel fare questo tipo di giornalismo. Ma non è solo questo, dopo una serie di cose negative che ha fatto, non è proprio credibile in generale come giornalista. Durante gli anni a Sportitalia, abbiamo avuto modo di vedere e capire che è sempre stato un “gossipparo” dello sport e del calcio, dando solo notizie pescate dai vari siti Internet, dando notizie faziose, di parte e che facevano comodo soltanto a lui. Se questo è un giornalista??!? Cmq chi vivrà vedrà……



14. Indignato!! ha scritto:

6 novembre 2013 alle 15:55

La leggerezza e la superficialità delle parole che Criscitiello ha avuto in merito alla chiusura di Sportitalia mi lasciano davvero allibito!! Come può essere così leggero, quando in questa situazione perderanno il lavoro tante persone, essendo almeno lui sicuro di continuare a lavorare, è stato davvero egoista!! Ma poi un’ altra cosa spregevole, che motivo c’era di organizzare il corso WorkShop, coinvolgendo tanti giovani aspiranti giornalisti, quando poi Sportitalia era prossima alla chiusura?? Davvero senza parole!!:(



15. Massimiliano B. ha scritto:

25 dicembre 2013 alle 09:27

Parole assolutamente da voltastomaco. Spero di non incrociarti mai…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.