29
ottobre

LT SPORT: LA TONA LANCIA NUOVI CANALI SUL SATELLITE. SPORTITALIA CHIUDE IL 1° NOVEMBRE

LT Sport

Sportitalia chiude

UPDATE delle 23.15 del 29 ottobre 2013 - Sportitalia cesserà le trasmissioni a partire dal 1°Novembre ma nelle giornate di domani e giovedì i canali del gruppo manderanno in onda delle repliche in seguito allo sciopero del personale che lavora all’emittente. Domani mattina e giovedì mattina ci sarà un presidio dei lavoratori davanti alla sede e agli studi di Via Tazzoli a Milano. I lavoratori lamentano, tra le altre cose, l’assenza di comunicazioni in merito al loro futuro professionale da parte della nuova proprietà.

I nuovi canali LT Sport saranno gli eredi di Sportitalia?

Articolo delle 13 del 29 ottobre 2013 – Chi ci capisce è bravo! Alle voci non confermate di un imminente chiusura di Sportitalia, si affianca la notizia ufficiale relativa alla nascita di un nuovo progetto editoriale relativo al mondo dello sport di Valter La Tona –  già proprietario di Alice, Arturo, Leonardo, Nuvolari e Marco Polo – che a fine luglio ha acquisito anche le società Edb Media ed Edb Service che riuniscono il personale giornalistico, tecnico e amministrativo di Sportitalia.

Il punto è che il marchio Sportitalia è ancora di proprietà di Tarek Ben Ammar e che lo stesso La Tona ha dichiarato ad Italia Oggi di non essere più proprietario delle due società acquisite tre mesi fa. A ciò si aggiunga che proprio in questi giorni sono partite sui canali 44, 45 e 46 della piattaforma Tivusat le trasmissioni sperimentali di LT Sport 1, 2 e 3 (visibili però anche sulla piattaforma Sky) i nuovi canali che fanno capo a La Tona e che – nelle intenzioni dell’editore – dovrebbero dar vita entro fine anno al nuovo progetto editoriale di cui vi parlavamo sopra. Saranno gli eredi di Sportitalia?

In particolare, Sport LT 1 sarà interamente dedicato al mondo del calcio, Sport LT 2 si proporrà come il canale dello sport italiano con grande spazio agli sport olimpici e, più in generale, a tutte le discipline dello sport (anche d’ambiente) e dell’avventura mentre Sport LT 3 dovrebbe essere l’erede di Nuvolari: un canale interamente dedicato alle competizioni e all’agonismo sportivo legato ai motori.

Che fine farà la giovane redazione di Sportitalia? I volti principali del canale confluiranno nel nuovo progetto di La Tona oppure l’editore preferirà ripartire da zero all’insegna della discontinuità con facce e opinioni legate ai canali attualmente visibili ai tasti 60, 61 e 62 del digitale terrestre?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Michele Criscitiello sulla chiusura di Sportitalia
MICHELE CRISCITIELLO A DM: PER IL MIO PUBBLICO NON CAMBIA NULLA, CI VEDREMO TRA 7 GIORNI SU LT SPORT 1


Sportitalia acquisita da LT Multimedia
VALTER LATONA (LT MULTIMEDIA): CON L’ACQUISTO DI SPORTITALIA VOGLIAMO RAFFORZARCI SUL PUBBLICO MASCHILE


Sportitalia, disturbatore con banana
SPORTITALIA: DISTURBATORE CON LA BANANA, IL GIORNALISTA SBROCCA MA E’ UN FAKE (VIDEO)


Calciomercato
CALCIOMERCATO 2016: TUTTI GLI APPUNTAMENTI IN DIRETTA TV

11 Commenti dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

29 ottobre 2013 alle 14:12

valentina amerio ‏@AmerioValentin 2h
Buongiorno, ha saputo che il 30/31 ottobre i dipendenti Sportitalia, EDB Media e EDB Service, faranno sciopero totale contro Lt

Nelle nuove tv non ci sarà Criscitiello ?



2. Marcourli ha scritto:

29 ottobre 2013 alle 15:07

Secondo me dovrebbe ripartire da zero o quantomeno non avvalersi più della presenza gonfiata di Criscitiello.



3. aleimpe ha scritto:

29 ottobre 2013 alle 16:46

Sparita la programmazione di Si per domani. Mi sa che ci sarà lo sciopero generale



4. marco ha scritto:

29 ottobre 2013 alle 17:07

Volevo informare che i 3 canali di Sportitalia dal giorno 1 novembre non saranno più in onda a causa della cessata attività editoriale (dovuta all’acquisizione da parte di LT Multimedia). A seguito di tale decisione, nei giorni 30 e 31 ottobre il personale tecnico e redazionale di Sportitalia sciopererà manifestando davanti alla sede di milano, via Tazzoli, 15 dalle 9.00 alle 12.30



5. tito ha scritto:

29 ottobre 2013 alle 17:08

Mah… meglio sportitalia come nome di canale sportivo…



6. uno dei dipendenti SI ha scritto:

29 ottobre 2013 alle 17:25

E’ esatto,lo scipero è confermato.
Dal 30 Novembre ci sarà un presidio davanti alla sede in via Tazzoli a Milano.
Ad oggi non ci è stato comunicato che fine faranno i tecnici,giornalisti e collaboratori dei tre canali.
Lo sciopero è rimasta la nostra unica risorsa.
Addio.



7. marco ha scritto:

29 ottobre 2013 alle 18:20

Lo sciopero è da DOMANI, non dal 30 novembre! Oltre a non averci ancora detto che fine faremo, stando alle condizioni di vendita all’asta dell’azienda, il personale non poteva essere licenziato.



8. Sandro ha scritto:

30 ottobre 2013 alle 09:35

Mi dispiace moltissimo, adoro Sportitalia: negli anni ha arricchito la tv italiana di molti sport, anche se ultimamente gli venivano “strappati” i diritti migliori (vedi NBA, NFL).
In merito ai dipendenti: le solite “schifezze” che accadono solo in Italia, repubblica democratica fondata sul lavoro…
Spero che, qualsiasi scelta venga fatta, le cose siano sistemate al meglio per i lavoratori.
Criscitiello, che dire: per opinione personale è capace, ma troppo borioso.



9. Mattia ha scritto:

30 ottobre 2013 alle 11:23

peccato davvero!..negli ultimi anni hanno fornito un’ottima programmazione sportiva!il gruppo sportitalia è ottimo..mi spiace per tutti.. spero vengano dirottati tutti sul nuovo canale!…anni e anni buttati in un attimo!..



10. Walter ha scritto:

31 ottobre 2013 alle 00:45

Premesso che mi dispiace molto per i dipendenti, che non hanno più garanzie per il proprio futuro ed ai quali esprimo tutta la mia solidarietà, una cosa è certa: l’impostazione di Sportitalia era davvero molto poco professionale. E non mi riferisco solo al fatto che la conduzione dei talk show era affidata a donnine scosciate e scollacciate appollaiate su uno sgabello dal quale offrivano generosamente accavalli in perfetto stile “Basic Instinct”; ora, nulla di personale contro le belle donne, ma se una trasmissione ha bisogno di certi mezzucci di bassa lega per aumentare l’audience, è evidente che non ha altro da offrire, quantomeno in termini di contenuti.
Ma soprattutto, ed è questo il punto, non tutti sanno che Sportitalia prendeva impegni che poi non manteneva, nel senso che: fonti più che attendibili, rappresentate da addetti ai lavori, mi hanno rivelato che Sportitalia si accordava per trasmettere eventi sportivi di varia natura, magari pubblicizzando le dirette degli eventi in questione oppure facendoli già riprendere e confezionare per la differita, ma poi non se ne faceva nulla. In altre parole: gli eventi in questione non venivano neanche trasmessi, con buona pace, tra l’altro, dei telespettatori che li attendevano. E sarebbe serietà, questa?



11. kikos ha scritto:

12 novembre 2013 alle 15:24

sono tutti a casa tranne 3 o 4 tra cui criscitiello



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.