18
ottobre

PIERO CHIAMBRETTI, UN FUORICLASSE IN ATTESA DI COLLOCAMENTO

Piero Chiambretti

“Qui è come Palazzo Grazioli, gente che va, gente che viene. Mi avete sicuramente riconosciuto: sono Renato Brunetta!”. Solo per una battuta d’esordio così goliardica e brillante, Piero Chiambretti meriterebbe un’acclamata standing ovation e un premio speciale come campione d’improvvisazione e diletto, invece del “contentino” di due settimane dietro il bancone di Striscia la Notizia. Sì, perché il Pierino nazionale, con i suoi 163 cm d’altezza e un cervello più pesante della Lady Dior di Paris Hilton, è forse uno dei pochi, veri mattatori del piccolo schermo italiano.

Intelligente, irriverente e autoironico, Piero Chiambretti si è sempre contraddistinto per la sua battuta pronta, per un’interazione non convenzionale con il suo ospite e per uno spirito vivace e poetico da fare invidia al Buffone delle tragedie shakesperiane. Dal suo esordio in radio, fino ad arrivare alle sue creature televisive, dal graffiante Markette su La7 al Chiambretti Night su Mediaset, Pierino ha dimostrato di essere più di un padrone di casa, ma un vero e proprio “intervistatore non desiderato”. Ce ne siamo accorti quando ha chiesto ad un’allora magra Mischa Burton quando avesse perso la verginità; quando si è coccolato sul grembo di Kate Winslet dopo una lunga chiacchierata “core a core” e quando ha strappato, davanti alle telecamere, l’ultima fatica letteraria di Silvia Valerio.

Anche se la conduzione di Striscia la notizia non è certo una delle occasioni migliori per mettere in mostra le proprie qualità comiche e oratorie, sono bastati appena cinque giorni a Piero Chiambretti per dimostrare di non aver perso quel mordente e quella voglia di divertire e di divertirsi che l’ha sempre accompagnato. Dalle battute sprezzanti con la collega neo-mamma Michelle Hunziker, alle lapidarie sentenze prima del lancio di un servizio di Jimmy Ghione. A questo punto viene da chiedersi una cosa: perché Mediaset non si decide a scommettere ancora una volta su un talento palesemente “sprecato” per una trasmissione di appena trenta minuti e, soprattutto, per sole due settimane?Potrà piacere come non piacere, ma è ormai chiaro come il sole che Chiambretti è un fuoriclasse e, malgrado abbia commesso qualche passo falso come la formula un po’ forzata del suo ultimo Chiambretti Sunday Show, privato di quel ritmo e di quell’energia che accendeva il Chiambretti Night, meriterebbe una seconda occasione. Magari in seconda serata, dove certi ospiti e certe battute potrebbero essere pronunziate con maggiore disinvoltura e tranquillità, senza dimenticare l’assoluto potenziale di chi la tv la sa fare, e anche bene.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Chiambretti - Hunziker a Striscia la Notizia
STRISCIA LA NOTIZIA: ESCE BELEN, ENTRA CHIAMBRETTI. MA SOLO PER DUE GIORNI.


Cristina Parodi - Vita in Diretta a Milano
DM LIVE24: 29 SETTEMBRE 2014. LA VITA IN DIRETTA A MILANO (IL VENERDI) – CHIAMBRETTI E HUNZIKER A STRISCIA (PER DUE SETTIMANE)


leonardo pieraccioni maurizio battista
STRISCIA LA NOTIZIA 2014/2015: LEONARDO PIERACCIONI E MAURIZIO BATTISTA CONDUTTORI DELLA PRIMA SETTIMANA


Striscia la Notizia | Piero Chiambretti
STRISCIA LA NOTIZIA: PRONTE LE NUOVE VELINE. CHIAMBRETTI E HUNZIKER ALLA CONDUZIONE

6 Commenti dei lettori »

1. Luca ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 13:42

Sì è molto bravo, ho apprezzato i recenti lavori come Markette e Chiambretti Night…ma a Striscia bisogna dire che i copioni dei conduttori sono piuttosto rigidi, magari quella battuta su palazzo grazioli e brunetta non l’ha nemmeno pensata lui…c’è poca improvvisazione, quella sta soprattutto tra un servizio e un altro e lui non fa altro che incarnare volutamente lo stereotipo del piacione con la bellona di turno o a giocare sulla sua altezza…dopo un po stanca, sembra non abbiano altro su cui aggrapparsi…anche Chiambretti disse che avrebbe avuto ben poca autonomia, visto che la macchina di Striscia è complessa e ha regole precise, tempi brevi ecc…comunque la Raffaele pure è brillante e bravissima – anche a Striscia – tanto che era lei che reggeva il tutto (e a volte proprio Michelle sembrava la debuttante) ma nessuno ne ha fatto un articolo celebrativo…



2. io88 ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 13:57

Io spero davvero possa tornare il chiambretti night ma su italia1 dove dava il meglio ed era un programma senza censura



3. Andrew ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 14:48

Sinceramente mi domando anche io perché non sia stato più riproposto Chiambretti Night su Italia 1! Era la collocazione ideale per Chiambretti, poteva dare il meglio senza censure…



4. giuseppe p. ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 15:15

pierino perfetto a striscia



5. FABRIZIO ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 15:29

Vero: bravissimo, intelligente, sagace, preparato. Lo rivorrei al Chiambretti Night. Messaggio per il Sig. Antonio Ricci: ma perché non pensare a lui per i mesi primaverili di Striscia, al posto di Ficarra e Picone, che ormai hanno dato e anche senza grandi risultati?



6. Andrew ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 17:44

Concordo con Fabrizio.
Invece di Ficarra e Picone, perché non riproporre Chiambretti a Striscia nel periodo in cui Ezio ed Enzo non ci sono? Ovviamente con un/una degno/a compagnia.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.