17
agosto

PAURA DI AMARE 2: IN AUTUNNO SU RAI1 TORNANO GIORGIO LUPANO E ERICA BANCHI

Paura di Amare 2

Non un semplice melodramma popolare, ma una serie con un impianto narrativo evoluto in una commistione di “generi” che rendono tutto più avvincente e ricco di colpi di scena. Così il regista Vincenzo Terracciano presenta Paura di Amare 2, secondo capitolo della fiction prodotta dalla Titania di Ida Di Benedetto, in onda il prossimo autunno su Rai1. Dopo il buon successo della prima serie, che nel 2010 raccolse una media di 6.500.000 spettatori pari al 25% di share, tornano dunque le vicissitudini sentimentali di Stefano e Asia, interpretati rispettivamente da Giorgio Lupano e Erica Banchi.

Le riprese, durate 21 settimane, si sono svolte a Torino, in Serbia e in Tunisia, ed hanno coinvolto 128 attori e 90 membri di troupe. Sono state girate 830 scene e utilizzati ben 137 km di pellicola. Numeri da kolossal per una serie che promette di tenere inchiodato sul divano il pubblico più romantico. La seconda stagione riprenderà laddove si è concluso il primo capitolo, ovvero da Stefano, giovane vedovo e presidente della Loipharma, e Asia, che, dopo mille drammi e peripezie, sono ora uniti da una promessa di matrimonio e dall’arrivo di un figlio. I due possono finalmente gioire del loro amore, anche perché la perfida e diabolica Elide, interpretata dalla produttrice Ida Di Benedetto, è finalmente solo un ricordo, tutti la credono morta… anche se il suo corpo non è stato ancora ritrovato.

Paura di Amare 2 – la trama

Si riparte dal matrimonio ormai alle porte tra Asia e Stefano. A casa Loi fervono i preparativi. In questi anni molte cose sono cambiate: Asia è diventata mamma e, una volta laureata, ha iniziato a lavorare come tirocinante presso un ospedale. Stefano ha aperto una nuova sede della Loipharma, a Tunisi. Tutto sembra andare per il meglio per la giovane coppia, ma non tutto è come sembra. Una giovane e bella tunisina, Esther, interpretata da Alexia Degremont, minaccia l’amore tra Asia e Stefano mettendone in pericolo il matrimonio; la Loipharma è in crisi e Stefano rifiuta la proposta di acquisto dei nuovi stabilimenti tunisini avanzata da Henri Von Berg (Fabio Sartor), un industriale concorrente che, secondo suo cugino Carlo (Giovanni Scifoni), potrebbe essere invece una buona soluzione per risollevare le sorti dell’azienda di famiglia. (continua dopo le foto)

Paura di Amare 2 – le foto

Nessuno immagina, però, che dietro a Esther e alla proposta di Von Berg si nasconda Elide. La donna, dopo aver simulato la sua morte, si è rifugiata nel cuore del deserto tunisino con l’unico scopo di annientare Stefano Loi e la sua famiglia. Le cause del suo odio, violento e irrazionale, racchiuse in un passato lontano, rimangono ignote a tutti, anche alla stessa Elide. Ma quel “rimosso”, a poco a poco, torna dolorosamente alla luce, spingendo la donna ai limiti della follia.

Paride (Marco Falaguasta), complice di Elide in varie misfatti, è intanto uscito di prigione e intende rifarsi una vita, rimediando alle colpe del passato. Nessuno sembra dargli fiducia tranne Simona (Ivana Lotito), l’amica di Asia. Mentre tra i due si fa strada l’amore, l’occasione di riscatto arriva dal concorrente di Stefano, Henri Von Berg che – all’insaputa di Elide – offre a Paride di allearsi con lui alle spalle dei Loi. Una scelta inaspettata che porterà il giovane manager a fare i conti con se stesso.

Mentre Stefano e Asia, sotto il peso delle macchinazioni di Elide, vivono giorni sempre più difficili, Asia è costretta a scontrarsi con l’iniziale diffidenza del nuovo primario, il professor Masini (Edoardo Sylos Labini). Solo l’ostinata passione e l’innato talento della ragazza per il proprio lavoro, le permetteranno di entrare nelle grazie del luminare, convincendolo a riprendere una ricerca su un farmaco per curare le malattie auto immuni. Un’occasione che Stefano considera preziosa per rilanciare l’azienda e gli stabilimenti tunisini e recuperare la fiducia della compagna. Il giovane imprenditore non può sapere che cosa Elide ha in serbo per lui e non immagina che tutto questo è solo l’inizio di un incubo.



Articoli che potrebbero interessarti


Giorgio Lupano
PAURA DI AMARE 2: ANTICIPAZIONI SESTA ED ULTIMA PUNTATA DEL 22 OTTOBRE 2013


Non Uccidere 2 - 24
Non Uccidere 2: un nuovo dramma in arrivo nella vita dell’ispettore Miriam Leone


Doctor Foster - Gemma
Doctor Foster: anticipazioni seconda ed ultima puntata di mercoledì 12 aprile 2017


L'Onore e il Rispetto 5 -- 24
L’Onore e il Rispetto 5: trama, cast e foto dell’Ultimo Capitolo

2 Commenti dei lettori »

1. Peppe93 ha scritto:

18 agosto 2013 alle 00:53

A me questa fiction è piaciuta. Spero vada bene anche la seconda



2. Michele ha scritto:

18 agosto 2013 alle 18:29

Io ne avevo visto solo alcune scene a casa di una mia amica e mi è sembrato il solito polpettone strappalacrime all’italiana (tra l’altro recitato in maniera appena sufficiente ed in alcuni casi, al di sotto della sufficienza) rimasto come trame e spessore psicologico dei personaggi ai tempi delle telenovelas sudamericane d’inizio anni ‘80 con i buoni tutti da una parte ed i cattivi tutti dall’altra con i buoni che sono solo buoni ed i cattivi che sono solo cattivi (guai a fare personaggi più complessi e sfaccettati altrimenti le vecchie che guardano queste fiction non riuscirebbero a capire per chi fare il tifo) così come è stato quest’anno l’orribile Rosso San Valentino (di cui fortunatamente non ci sarà alcun sequel); questa seconda stagione se la potevano proprio risparmiare spero che floppi (ma purtroppo su Rai 1 più una fiction è brutta, banale, irreale, anacronistica e mal recitata e più fa ascolto vedi Tutta la musica del cuore)

L’unico family-drama decente proposto dalla Rai negli ultimi quindici anni a mio avviso è solo Una grande famiglia di Ivan Cotroneo, di cui invece attendo impaziente la seconda stagione



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.