20
giugno

PALINSESTI RAI AUTUNNO 2013: VIA LIBERA DAL CDA

Il cavallo di Viale Mazzini

UPDATE - La Rai comunica che i palinsesti approvati risultano più forti, innovativi e sempre più orientati verso lo spirito del servizio pubblico. Nei nuovi palinsesti tra l’altro si evidenzia un nuovo ruolo della donna, maggiore presenza di Europa temi di integrazione e social, arte e cultura. Il Consiglio ha invitato il Dg a far si che vengano concretamente declinati i temi sopra espressi.

Dopo una serie di rinvii, il consiglio di amministrazione Rai ha dato il via libera ai nuovi palinsesti autunnali 2013 che saranno presentati agli inserzionisti pubblicitari lunedì 24 giugno a Milano e martedì 25 a Roma. Ancora non sono trapelate notizie in merito ad eventuali colpi di scena o variazioni dell’ultimo minuto.

A quanto apprende l’Agi è stato un via libera a maggioranza, 6 a favore e voto contrario invece dei consiglieri Gherardo Colombo e Benedetta Tobagi. Era assente il consigliere Marco Pinto, rappresentante dell’azionista. Si apprende inoltre che dal consiglio è stata fatta raccomandazione al direttore generale Luigi Gubitosi di valutare la possibilità di un format televisivo che valorizzi la bellezza italiana.

Significa che la Rai dovrà trovare un’alternativa al tradizionale format di Miss Italia (che non figura nei palinsesti).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Luisa Todini
RAI: LUISA TODINI SI DIMETTE DAL CDA


Anna Maria Tarantola approvazione palinsesti Rai
PALINSESTI RAI 2014/2015: CDA LI APPROVA. MAI UNA MAGGIORANZA COSI’ RISICATA


Rai - Andrea Vianello - Luigi Gubitosi - Angelo Teodoli - Giancarlo Leone pagelle
PALINSESTI RAI AUTUNNO 2013: TUTTE LE NOVITA’ IN DIRETTA SU DM


Elsa Di Gati
RAI – PALINSESTI AUTUNNO 2013: CONFERMATO MISSION SU RAI1, RITORNA MI MANDA RAI3

23 Commenti dei lettori »

1. Ettore ha scritto:

20 giugno 2013 alle 12:50

Cioè devono cambiare il meccanismo di Miss Italia? !



2. Silvia ha scritto:

20 giugno 2013 alle 13:11

che senso ha non trasmettere Miss Italia per creare un altro concorso di bellezza?



3. Peppe93 ha scritto:

20 giugno 2013 alle 13:22

Bene. Attendo con ansia lunedi!



4. Luca ha scritto:

20 giugno 2013 alle 13:39

concordo con silvia…il senso???



5. gino ha scritto:

20 giugno 2013 alle 13:39

PIPPO BAUDO SPERIAMO FACCIA UN BEL VARIETA’ MAGARI SU RAIUNO



6. Salvo ha scritto:

20 giugno 2013 alle 13:59

gino, per favore, Pippo Baudo con un varieta su Rai 1 proprio no!



7. pollon87 ha scritto:

20 giugno 2013 alle 14:06

x 1. Ettore e 2. Silvia e 4. Luca
Semplicemente la cancellazione di Miss Italia è un pegno / feticcio che la RAI deve pagare alla sinistra bachettona radical chic che nel 2011 fece la mega campagna mediatica contro le Veline (e quindi contro le Miss, le vallette e tutto questo mondo).



8. Franco2 ha scritto:

20 giugno 2013 alle 15:40

“bellezza italiana” può significare tante cose. Magari è riferito ai beni artistici e paesaggistici.



9. Mattia Buonocore ha scritto:

20 giugno 2013 alle 16:01

Dove sarà secondo voi l’innovazione dei palinsesti? E quale il nuovo ruolo della donna?



10. Liukss ha scritto:

20 giugno 2013 alle 16:05

Nuovo ruolo della donna?? Ehm..fatemi pensare: burka?? ahahah

Sembra che siamo finiti nell’800..tra programmi noiosi e flop e ruoli della donna.

ps: è inutile che in tv ci fanno vedere un nuovo ruolo della donna e poi in privato fanno quello tutto l’immaginabile. Per non parlare della sfilza di scarse conduttrici (Landi, Muccinelli Maya,)sostenute da molti potenti … che dire alla faccia della TANTO SVENTOLATA MERITOCRAZIA.



11. PierVivaCanale5 ha scritto:

20 giugno 2013 alle 16:06

ma se fanno davvero(come ho sentito dire in giro) miss universo italia,e mi cancellano miss italia significa che a leone sta antipatica la Mirigliani..oppure per qestioni politiche…immagino



12. Silvia ha scritto:

20 giugno 2013 alle 16:06

Mattia a quanto sembra ci saranno più fiction dove le vere protagoniste saranno personaggi femminili piuttosto che maschili



13. giò ha scritto:

20 giugno 2013 alle 16:20

la Muccitelli è l’esempio più eclatante, ma ce ne sono anche altre che stanno lì non per meritocrazia, ma per il ruolo dei loro compagni, per esempio la Gregoracci che è passata sempre per l’inchiesta valettopoli e sta in tv solo perchè moglie di Briatore. Più che il ruolo della donna, si interessino al ruolo dei mariti,fidanzati,amanti di quelle donne che mettono a ricoprire certi ruolo senza merito e competenza. E basta questo ostruzionismo verso le belle ragazze italiane, per anni ci hanno rotto i cocomeri imponendoci pure a sanremo straniere sopravvalutate che hanno sceso le scale facendo vedere le mutande e ora a pagare deve essere la bellezza italiana?



14. giò ha scritto:

20 giugno 2013 alle 16:23

ipocriti



15. pollon87 ha scritto:

20 giugno 2013 alle 16:58

x 9. Mattia Buonocore e 10. Liukss
Semplicemente parlando del “corpo delle donne”, la sinistra rincoglionisce gli elettori: vedete, parlando dei culi delle veline o del “ruolo delle donne in tv”, si impedisce agli elettori di fare al PD domande scomodissime come “perchè siete totalmente allineati alle politiche di austerità della UE?” oppure “perchè non avete mai fatto la legge sul conflitto di interessi?” oppure “quali sono le proposte del PD per i disoccupati?” e quindi bisogna distrarre gli elettori (altrimenti si scoprirebbe che la sinistra non ha alcuna proposta) con questi temi… se ci avete fatto caso, Liorni a Vita In Diretta ha passato gli ultimi sei mesi a fare proprio questo quando parlava di attualità con i soliti opinionisti di sinistra radical chic: forse sperava di farsi riconfermare? Spiacente, ma Di Mare a UnoMattina è stato molto più lecchino (verso Monti e quindi verso Gubitosi e Tarantola) di lui: ecco spiegata la promozione al pomeriggio! E la destra cosa fa in tutto questo scenario? Ovviamente nulla, visto che è stata annienta dagli scandali di olgettine, Ruby, spread e processi vari di Silvio: ergo, per evitare la ripetizione delle campagne diffamatorie del 2011, la destra (o sedicente tale) rappresentata dal PDL si allinea al pensiero dominante di sinistra.



16. Gianni ha scritto:

20 giugno 2013 alle 16:58

Nuovo ruolo della donna significa che a tutte quelle già nei palinsesti Rai verrà riscritto il passato come fanno già in film e telefilm per farle apparire donne moderne , emancipate e preparatissime e non mogli-amanti-compagne di persone di potere.

E che le nuove assunte avranno imposto da contratto la rinuncia a qualunque vago accenno di sensualità. Dovranno accettare che l’ultima parola in fatto di abbigliamento sarà delle costumiste Rai accuratamente selezionate da Moige-Cei-Aiart-Snoq. E che il loro comportamento fuori dagli studi sarà controllato al fine di evitare qualunque possibile fenomeno “belenifero”. In pratica il contratto che hanno le ultime arrivate (Leone, Rinaldi e suorine tutte)



17. pollon87 ha scritto:

20 giugno 2013 alle 17:11

x 15. Gianni
Che la RAI fa contratti capestro (e perchè li fa?) come quelli da te elencati, a noi cittadini non dovrebbe importare: il problema è che Mediaset… FA PERSINO DI PEGGIO! Insomma, il problema è il solito monopolio del pensiero unico: sembra quasi che Mediaset sia gestita da Aiart, PD e Gad Lerner! Se l’obiettivo era far crollare gli ascolti puntando solo sul target di pubblico femminile o anziano, allora tutto va bene: ma forse io penso che l’obiettivo di Mediaset era… zittire il PD, aiutare il PDL a risalire nei sondaggi “rassicurando” donne e anziani (cioè gli elettori di centrodestra e le persone più lontane dalla politica), riabilitare l’immagine di Silvio dopo gli scandali. Tu che dici?



18. Nicola ha scritto:

20 giugno 2013 alle 17:28

PierVivaCanale5: è al limite dell’impossibile l’ipotesi di trasmettere in Rai la finale di Miss Universo IT e per un motivo semplice: la finale è già fissata per il 20 luglio al parco di divertimenti di Valmontone. Non vedo fattibile uno spostamento di data a settembre oppure una trasmissione in differita di 2 mesi…



19. aleimpe ha scritto:

20 giugno 2013 alle 17:40

E allora la Rai punterebbe su Miss Muretto ?



20. PierVivaCanale5 ha scritto:

20 giugno 2013 alle 21:48

Nicola,io dico dal prossimo anno .in rete ho sentito anche di una probabile edizione di miss italiaa nel mondo



21. aleimpe ha scritto:

20 giugno 2013 alle 23:56

Nicola e PierVivaCanale5,

Miss Italia nel Mondo non è della Miren (che ha solo Miss Italia), è della Rai. E dunque a settembre in prima serata su Rai1 forse Miss Italia nel Mondo, magari per ripicca alla Mirigliani…

E alla Rai potrebbe riprendere il progetto “Ragazza Italiana” accatonato da Roberto Cenci.

Mediaset forse aspetta la sentenza sul Caso Ruby se vuole trasmettere Miss Italia 2013, (il cumine del caso è stato dopo una selezione del concorso e l’ anno scorso c’era la Danese tra i concorrenti). In caso di condanna a Berlusconi, Mediaset potrebbe di no alla Mirigliani, ma non si sa mai…



22. Nina ha scritto:

21 giugno 2013 alle 09:59

Ancora la teoria per cui Berlusconi, se condannato, non troverebbe di meglio da fare che prendersela con la Mirigliani.



23. ciak ha scritto:

21 giugno 2013 alle 10:07

ciao gino…concordo con te….
PIPPO BAUDO alla prova di un varietà….perchè il PIPPONE NAZIONALONE non si affida ai FORMAT…ma fà frullare il cervello … un bel varietà magari con la CARRA’… perchè per forza su RAIUNO???
anche su raitre…
…io avrei affidato a lui la nuova miss ITALIA in rai… come conduzione e direzione artistica… non dimentichiamoci che la BRAVISSIMA “Miriam Leone” è VENUTA FUORI DA miss italia….



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.