4
maggio

LA MELEVISIONE: UNO SPETTACOLO TEATRALE ASPETTANDO LA FESTA IN TV

La Melevisione - Fabio Troiano

La Melevisione - Fabio Troiano

La Melevisione compie quindici anni e festeggia con un doppio spettacolo teatrale, oggi alle 15:00 e poi alle 18:00 al Teatro Brancaccio di Roma. Il programma per bambini, nato nel 1999 su Rai 3, è giunto alla quindicesima edizione, i cui episodi di mezz’ora ciascuno vanno in onda ogni giorno dalle 16:20 alle 16:50 su Rai YoYo.

Mentre i fans restano sempre bambini, i personaggi del Fantabosco in questo tempo trascorso insieme sono cambiati: il principe Giglio (Enrico Dusio) e la principessa Odessa (Carlotta Jossetti) sono diventati re e regina, lo storico Tonio Cartonio (Danilo Bertazzi) è andato via lasciando spazio a Milo Cotogno (Lorenzo Branchetti) e in ogni serie vengono introdotti nuovi magici personaggi, soprattutto in quest’ultima che terminerà con una grande festa a corte.

I personaggi del programma, entrati ormai nell’immaginario infantile, escono spesso dalla Mele-visione per entrare nella semplice Tele: quasi ogni giorno uno di loro è ospite di Carolina Benvenga a La Posta di YoYo e c’è anche chi ha partecipato a I soliti ignoti di Fabrizio Frizzi. Proprio come personaggio, s’intende.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


La nuova programmazione di Rai Ragazzi
RAI RAGAZZI: ANCHE VIALE MAZZINI PUNTA SUI CARTONI ANIMATI SUL DTT


Melevisione, Milo Lupo
LA TV PER RAGAZZI LASCIA RAITRE PER RAI GULP E RAI YOYO SUL DIGITALE TERRESTRE


PJ Masks
Rai YoYo, palinsesti 2017/2018. Tornano Masha e Orso, Mofy, Il piccolo principe e PJ Masks


YO YO
YO YO: i due gemellini che spopolano su Rai YoYo

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.