10
aprile

ECO DELLA STORIA: PAOLO MIELI IN SECONDA SERATA SU RAI STORIA

Paolo Mieli - eco della storia

Paolo Mieli - eco della storia

Rai Storia ha una nuova storia. Un nuovo programma che parlerà dei grandi temi del passato per cercare di raccontare e riflettere meglio sulla situazione politica di oggi e di ieri. Andrà in onda sul canale 54 del digitale terrestre e si chiamerà “Eco della Storia”.  Da questa sera, mercoledì 10 aprile, sarà in onda per quattro mercoledì, dalle 23 alle 24 (canale 54), con la conduzione del giornalista Paolo Mieli.

Un parterre di ospiti, editorialisti, storici e testimonianze che si alterneranno alle immagini e ai video dei ricchi archivi delle Teche Rai, nel tentativo di ricostruire il passato e riflettere sul fedele. Punti di forza del programma, oltre alle immagini delle Teche di ‘Mamma’ Rai, anche l’intervista settimanale ad un esperto e la recensione-rassegna di numerose testate giornalistiche d’epoca.

Il progetto è ideato da Giuseppe Giannotti e Davide Savelli e si propone in un periodo singolare in quanto a Governi e la sua durata. Una riflessione sul passato ma che mira a lasciare un segno in-delebile per il futuro e soprattutto, per il presente.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Paolo Mieli
ITALIANI: PAOLO MIELI INSEGNA LA STORIA SENZA NOIA


renzo-arbore-mariangela-melato
Mariangela!: Rai Storia ricorda la Melato con Renzo Arbore


Walter Veltroni
GLI OCCHI CAMBIANO: 6 DOC DI WALTER VELTRONI AL POSTO DI PORTA A PORTA DURANTE LE FESTIVITA’


Italia - Viaggio nella Bellezza
ITALIA: VIAGGIO NELLA BELLEZZA. RAI STORIA RACCONTA LE MERAVIGLIE DEL NOSTRO PAESE

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.