1
marzo

COME UN DELFINO: CON RAOUL BOVA, IL MONDO DEL NUOTO DIVENTA PROTAGONISTA SU CANALE 5.

Come un Delfino - Raoul Bova

Può capitare di abbandonare la propria professione e intraprendere con successo una carriera nel mondo dello spettacolo, salvo poi ritornare al vecchio impiego, magari solo per… fiction. E’ il caso dell’ex insegnate di musica Luciana Littizzetto, tornata recentemente dietro la cattedra come protagonista della serie tv Fuoriclasse, ma anche di Raoul Bova, pronto a fare un tuffo – è proprio il caso di dirlo – nel suo passato di nuotatore. L’attore, cresciuto nell’Aurelia Nuoto, società presso cui è tutt’ora tesserato, è stato campione italiano di categoria a 16 anni nei 100 dorso, per poi lasciare la carriera natatoria e affermarsi in quella cinematografica.

Per il bel Raoul, il ritorno in piscina arriva grazie alla miniserie Come un delfino, in onda questa sera e domani in prima serata su Canale 5. La fiction, prodotta dallo stesso Bova e da sua moglie Chiara Giordano, è stata realizzata dalla SanMarco Film in collaborazione con la Regione Lazio, e si ispira parzialmente alla vita del nuotatore Domenico Fioravanti.

Raoul Bova interpreta Alessandro, un campione di nuoto costretto, a causa di alcuni problemi cardiaci, ad interrompere l’attività agonistica. Nello sconforto più assoluto, dovuto alla fine di un sogno e al termine della sua avviata carriera, il campione rincontra a distanza di tanti anni Don Luca (Ricky Memphis). Il prete, amico d’infanzia di Alessandro, vive in Sicilia, dove si occupa di una comunità di ragazzi vittime della criminalità organizzata. Coinvolti in un progetto sul nuoto, i giovani hanno bisogno di un allenatore; Don Luca propone allora il ruolo ad Alessandro che, seppur titubante, accetta l’incarico. Grazie alla sua umanità e alla sua esperienza di sportivo, l’ex campione riuscirà a portare il gruppo di ragazzi a nuotare la staffetta ai campionati italiani, allontonandoli così dal mondo della criminalità e dalle tante realtà familiari fatte di emarginazione e violenza.La fiction diretta da Stefano Reali, vede tra gli interpreti anche Maurizio Mattioli e Barbora Bobulova, e ha beneficiato del contributo della Federnuoto che ha partecipato attivamente al progetto consentendo la partecipazione di campioni come lo stesso Domenico Fioravanti, di Filippo Magnini, Alessia Filippi, Mattia Aversa, Emiliano Brembilla, Paolo Bossini e Luca Marin.

Girata a Roma, in Sicilia e nelle isole Eolie, contando sulle musiche del premio Oscar Ennio Morricone, la serie tv esalta i valori del nuoto, raccontando il riscatto della vita attraverso lo sport. Il direttore della fiction Mediaset Giancarlo Scheri, entusiasta del progetto, ha annunciato che qualora gli ascolti fossero positivi, Come un delfino potrebbe avere un eventuale seguito di 6 puntate.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Come un Delfino - La serie 1
COME UN DELFINO – LA SERIE: RAOUL BOVA TORNA QUESTA SERA SU CANALE 5


Martina Stella
FICTION RAI: DAL PUGILE AL TENORE, MARTINA STELLA E’ PAZZA PER AMORE


Raul Bova e Ricky Memphis a La Corrida
LA CORRIDA: INSINNA TEME BALLANDO E “INVADE” CANALE 5. OSPITI DOMANI RICKY MEMPHIS E RAOUL BOVA.


Ultimo 5 - Raoul Bova
Ultimo – Caccia ai Narcos: anticipazioni ultima puntata di giovedì 20 dicembre 2018. Poi Bova ‘migra’ su Netflix

6 Commenti dei lettori »

1. busb ha scritto:

1 marzo 2011 alle 23:58

finalmente una bella fiction. Questa mi è piaciuta! Voto 7,5.
Peccato che la promozione sia stata un disastro, cioè la storia poi era completamente diversa rispetto a quanto si poteva capire dalla promozione in cui non mi pare si fosse accennato all’elemento criminale.



2. Schattol89 ha scritto:

2 marzo 2011 alle 08:44

ho seguito la prima parte ieri…devo dire che raramente un fiction mi ha preso così tanto! proprio proprio bello…



3. roch ha scritto:

2 marzo 2011 alle 10:11

lo hanno dato – sponsorizzato fino all’esasperazione .. mi è venuta la noia prima ancora di vederlo.. peccato, d’altronde l’unica fiction che potrebbe competere con le numerose della rai…… :D quindi ho visto la serie, i pilastri della terra :O favolosa!!!!



4. mister ha scritto:

2 marzo 2011 alle 10:12

sono d’accordo con voi , DAVVERO UNA BELLA FICTION, peccato ke abbiano TOTALMENTE SBAGLIATO nel promuoverla…



5. mister ha scritto:

2 marzo 2011 alle 10:20

CIO’ NONOSTANTE CON 6 MLN VINCE ….mi ripeto, se l’avessero pubblicizzata come si deve (e quindi se avessero spinto sul contrasto alla mafia) io penso ke avrebbe fatto sicuramente mlt d+.



6. ersilia ha scritto:

2 marzo 2011 alle 17:38

Molto emozionante questa serie, lo spero tanto in un seguito. Io che nn amo particolarmente i film questa mi ha molto colpito!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.