26
gennaio

AUSMERZEN: MARCO PAOLINI RIEVOCA SU LA7 LA STRAGE NAZISTA DEI DISABILI.

Marco Paolini

Marco Paolini è indubbiamente uno dei pochi narratori in grado con i suoi racconti di affascinare il pubblico e riportare alla memoria storie e drammi spesso dimenticati. I suoi spettacoli come ‘Vajont’ o ‘Sergente’ hanno sempre riportato ottimi consensi di pubblico e critica, in teatro come in tv. Ed è proprio in televisione che Paolini riporta il suo impegno civile. Questa sera, alla vigilia del Giorno della Memoria, su La 7 andrà in onda Ausmerzen – Vite indegne di essere vissute”, una lunga prima serata priva d’interruzioni pubblicitarie, realizzata in diretta dall’ex ospedale psichiatrico Paolo Pini di Milano.

Lo spettacolo, il cui titolo tradotto dal tedesco significa “sradicare”, racconterà le terribili vicende legate alle teorie dell’eugenetica che fra il 1934 e il ‘45 portarono il nazismo a sterilizzare e in seguito eliminare disabili e malati di mente. Un’eliminazione avvenuta attraverso la sperimentazione di tecniche di soppressione di massa, utilizzate in seguito contro ebrei e altri “impuri”. Basandosi su incartamenti dell’epoca, Paolini racconterà il progetto Aktion T4 che in Germania schedò tutti i portatori di handicap, pianificandone la soppressione affinché non pesassero sui conti dello stato.

Il nuovo lavoro dell’artista veneto, scritto a quattro mani con il fratello Mario, da tempo impegnato nel campo della disabilità mentale, è frutto di due anni di studi,  ricerche,  incontri con testimoni e specialisti. Ancora una volta la narrazione cruda e razionale si pone l’obiettivo di puntare i riflettori su una storia di cui, a detta dello stesso Paolini, pochi sanno moltissimo e molti non sanno nulla.

Al termine del racconto, il giornalista Gad Lerner approfondirà con il pubblico le tematiche trattate. Per Lerner entusiasta di collaborare con Paolini, il compito di attualizzare il racconto e far capire come l’illogica selezione dei disabili, avvenuta in un particolare momento storico con l’obiettivo di azzerare i costi sociali, si possa per certi versi ritrovare anche nel mondo di oggi. Una serata di grande qualità che va ad aggiungersi alla ricca offerta di approfondimento della sempre più apprezzabile La 7.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


DM Live 24 28 Gennaio 2011
DM LIVE24: 28/1/2011. LA DE BLANCK E’ CHIATTELLA, PAOLINI E’ IN REPLICA E GRASSO E’ CONTRO FAZIO.


Non è L'Arena
Caso Tony Colombo, Giletti ancora contro la D’Urso: «E’ un dato di fatto che chiamasse Tina ‘principessa’. Mi chiedo come si faccia»


Giletti Corona
Massimo Giletti bacchetta la D’urso ma forse dimentica qualcosa…


Stefano Cucchi
Stefano Cucchi: La7 ricorda il caso riaprendo il proprio archivio

2 Commenti dei lettori »

1. aleo70 ha scritto:

27 gennaio 2011 alle 10:15

Ciao, buona giornata della memoria.
Ieri ho visto lo spettacolo come sempre molto bello.
Riesce con le sue parole ed il suo tono a rapirti il telecomando.
Dovrebbero far passare di più sui vari canali extra i suoi vecchi spettacoli.
Lerner non l’ho visto perchè era troppo tardi.



2. emy ha scritto:

27 gennaio 2011 alle 10:55

visto!! davvero meraviglioso.. ed interessante anche il dibattito che ne è seguito..
La7 guadagna sempre più punti nel mio cuore!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.