11
giugno

Tensioni a Porta a Porta, Bruno Vespa sbotta contro gli autori – Video

Bruno Vespa - Porta a Porta

Bruno Vespa - Porta a Porta

Speciale di Porta a Porta alquanto teso per Bruno Vespa, che ieri in prima serata su Rai 1 ha commentato, con ospiti in studio e in collegamento, il risultato delle Elezioni Europee e Amministrative. Il padrone di casa ha avuto un duro confronto con il deputato del PD Marco Furfaro e soprattutto, al culmine della serata, ha sbraitato con i suoi autori.

Gli animi si accendono con l’intervento in collegamento di Roberto Vannacci, fresco di elezione. Il Generale, che alla tornata elettorale ha conquistato oltre mezzo milione di preferenze, rimarca alcuni suoi “mantra”, dal Mussolini statista alla Decima Mas, che ha rievocato in campagna elettorale come simbolo da apporre sul partito della Lega.

“Io credo davvero che sia inaccettabile che nel Servizio Pubblico noi ascoltiamo un parlamentare europeo che dice che la Decima Mas ha avuto una stagione gloriosa

tuona Furfaro, scatenando la reazione stizzita di Vespa:

Non le consento di dire che nel Servizio Pubblico non si possa ospitare un signore che ha preso 538.000 preferenze, abbia pazienza, punto primo. Punto secondo: la Decima Mas, come ha detto Vannacci, ha avuto due momenti…”.

Il politico del PD non sembra troppo intimidito dall’arringa del conduttore e rincara il suo dissenso sul consentire nel primo canale della TV di Stato dichiarazioni come quelle di Vannacci:

“Siccome la Decima Mas si è macchiata di crimini di guerra, di torture, di fucilazioni, di cattura dei civili… non una stagione gloriosa, per me è inaccettabile che si dica questo in TV, se per lei è accettabile ci mancherebbe, la trasmissione è la sua“.

Ma la vera sfuriata di Vespa si consuma contro gli autori di Porta a Porta, quando in studio non si placa il botta e risposta tra gli ospiti e da dietro le quinte il conduttore è ripetutamente invitato a chiudere.

Mi state facendo cenno, vi ho visto, la smettete? Ecco, basta per favore… questi rompiscatole

sbotta Vespa, prima di “chiarire” con Furfaro la sua posizione in merito alla Decima Mas, ricordando che “la parte cattiva della Decima Mas si è arresa, si sono consegnati tranquilli e beati”. L’Onorevole, però, si mostra perplesso: “Quindi, non ho capito Vespa, che vuol dire? Che il giudizio cambia?”.

Clima particolarmente rovente a Porta a Porta, che gli ascolti di questa mattina potrebbero ancor più aver incendiato: lo speciale di ieri sera è stato seguito da appena 887.000 spettatori, che sono valsi a Rai 1 il 5.9% di share.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Bruno Vespa - Porta a Porta (US Rai)
Elezioni, su Rai 1 raddoppia Vespa e varia il palinsesto di lunedì. Speciali anche su Rai 2 e Rai 3


Bruno Vespa (US Rai)
Bruno Vespa: «Se fossi stato di sinistra la mia carriera sarebbe stata più agevole»


Meloni-Schlein
Duello tv Meloni-Schlein giovedì 23 maggio a Porta a Porta


Porta a Porta
Porta a Porta, polemiche per la puntata sull’aborto con ospiti solo uomini. La Presidente Rai richiama Vespa, la replica del conduttore

4 Commenti dei lettori »

1. DavideFI ha scritto:

11 giugno 2024 alle 11:17

Vespa vergognati.



2. Vinny ha scritto:

11 giugno 2024 alle 11:37

Furfaro è un mistero per me(non è il solo),è un miracolato con il sorrisino stampato sul viso.Se lui è un politico io sono un’astronauta.Vespa? E’ il caso di ritirarsi



3. Teledico ha scritto:

11 giugno 2024 alle 12:14

nattuto da Propaganda Live e non solo, l’indecente teatrino vespaio non so smentisce, meglio farsi die risate con la politica con Zoro che ascoltare questi tromboni sbianca dittature.



4. emilio ha scritto:

11 giugno 2024 alle 14:05

Ieri sera un pochino nervosetto. Non ha fatto parlare gli inviati, li ha interrotti mentre stavano facendo le domande. Immagino oggi come sta dopo aver visto i dati Auditel. Sarà intrattabile.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.