21
maggio

Alessandro Cattelan è sempre più Piero Chiambretti

Alessandro Cattelan in Da Vicino Nessuno è Normale

Alessandro Cattelan in Da Vicino Nessuno è Normale

Cattelan, abbiamo un problema. Che poi è lo stesso di Piero Chiambretti: sempre uguale a se stesso. Non si tratta di una riconoscibilità dello stile di conduzione, ma di un’insana propensione a proporre al pubblico sempre lo stesso programma, cambiandone in sostanza soltanto il titolo (questa volta, “Da Vicino Nessuno è Normale”). E non è un bene, soprattutto quando i telespettatori hanno già dato prova di non gradire quel tipo di show.

Una declinazione in varie salse che non giova al conduttore, soprattutto in un periodo in cui si valuta un suo coinvolgimento a Sanremo 2025. Cattelan dovrebbe dar prova di maggiore versatilità, altrimenti l’idea rimarrà sempre quella di un conduttore riservato alle nicchie e tendenzialmente esclusivo. Alessandro, infatti, per lessico utilizzato, argomenti trattati ed ospiti coinvolti esclude con incredibile naturalezza il pubblico più popolare che rappresenta la maggior parte della platea, quello per intenderci che fa… i numeri. Quelli Auditel, s’intende.

E se un’impostazione di questo tipo può essere accettata per una seconda serata, in una prima serata generalista decisamente no.



Articoli che potrebbero interessarti


Cattelan, Da Vicino Nessuno e' normale, CREDITS_ COMUNICARLO
Da Vicino Nessuno è Normale: qual è il format?


E sempre mezzogiorno cattelan clerici
Cattelan in prima serata su Rai 2 con un people show. Titolo (provvisorio): «Da vicino nessuno è normale»


PrimeVideo_LOL4_Fedez2
BOOM! Salta Fedez da Cattelan


Belen Rodriguez
Belen Rodriguez: «Dieci anni fa immaginavo la vita che sto facendo, senza corna»

5 Commenti dei lettori »

1. Elly Shelly ha scritto:

21 maggio 2024 alle 13:05

Ma chi lo raccomanda questo tizio in Rai?



2. Perseo ha scritto:

21 maggio 2024 alle 13:41

@Elly Shelly: non lo so, ma è un grande amicone del sindaco Sala. Se era un Pino Insegno assieme ad un politico di destra ahivoglia a polemiche.



3. Pippo ha scritto:

21 maggio 2024 alle 22:01

Era già uno dei programmi più brutti che abbia mai visto… poi sono arrivati cassano, vendola, e adani ed ha vinto!!! il programma più brutto che abbia mai visto!!!



4. Gio77 ha scritto:

21 maggio 2024 alle 22:19

Hai detto niente…Piero Chiambretti è un fuoriclasse e se lo si paragona a lui, non si può negare le grandi doti di Cattelan. Se si vuole vincolare un artista a proporre i rigidi format televisivi, a volte demenziali, allora l’articolo ha senso. Tuttavia, non si può impedire ad un artista di fare l’artista. Vi ricordate “ Non dimenticare lo spazzolino da denti” o “Superball”? Era tutti flop…di Fiorello. Non capiti dal pubblico, perché Fiorello faceva Fiorello. Ora lo vogliono tutti… Auguro a Cattelan un giorno di essere capito…



5. Pat ha scritto:

22 maggio 2024 alle 02:38

Ecco i commenti dei due più inutili commentatori di questo sito che travolti dall’inutilità scrivono stupidaggini senza senso.

Elly Shelly: tu nemmeno con le raccomandazioni potresti mai farcela, stai serena.

Perseo: qui la differenza sta nel fatto che Cattelan non ha mai presentato alcun comizio politico, a differenza di Pino Insegno. Se vuoi un disegnino poi per capire meglio cosa significa te lo faccio.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.