4
aprile

Geppi Cucciari silurata dai David di Donatello? I Cinque Stelle insorgono, il Ministro Sangiuliano replica, la Rai smentisce

Geppi Cucciari

Geppi Cucciari

Al posto di Alessia Marcuzzi, al fianco di Carlo Conti per la cerimonia di consegna dei David di Donatello, in programma venerdì 3 maggio in prima serata su Rai 1, ci sarebbe dovuta essere Geppi Cucciari. La sua presenza sarebbe però stata bloccata dai “piani alti” della politica, consentendo così di virare sulla conduttrice di Boomerissima.

Lo rivela Alberto Dandolo su Oggi, secondo cui la Cucciari avrebbe dovuto co-condurre la serata ma il suo ingaggio sarebbe stato però bloccato all’ultimo momento dalle alte sfere della politica. Non solo: a quanto si apprende, Geppi non condurrà più nemmeno l’ormai tradizionale incontro dei candidati ai premi al Quirinale con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella; al suo posto Teresa Mannino.

Dalla Rai nessuna precisazione né smentita in merito ad una eventuale dipartita della conduttrice di Splendida Cornice in Rai dai David di Donatello. Dalla politica, invece, da dove di fatto avrebbe preso vita il fattaccio, arriva qualche malumore. A farsi sentire è il Movimento 5 Stelle:

Ci auguriamo davvero che non sia così, ma non vorremmo che ci sia stato qualcuno che abbia voluto scientemente farla fuori, magari memore della sua performance al Premio Strega, quando la conduttrice ridicolizzò Gennaro Sangiuliano che sedeva in giuria senza aver letto i libri in gara”

fanno sapere, in una nota, il capogruppo in Commissione Cultura al Senato Luca Pirondini e l’esponente in Commissione di Vigilanza Rai Dolores Bevilacqua.

Lo scorso anno, infatti, al Premio Strega la Cucciari coinvolse in un siparietto il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano. Interpellato dalla conduttrice sui titoli in gara, l’ex direttore del TG2 affermò: “Proverò a leggerli”. Una gaffe clamorosa, considerando che il Ministro era giurato al Premio Strega e quindi votò l’assegnazione dei premi. Cucciari cavalcò lo scivolone e, difronte al tentativo di “ripresa” di Sangiuliano (“Sì, li ho letti perché ho votato, però voglio, come dire, approfondire questi volumi”, precisò), chiuse con una simpatica stoccata: “Cioè, oltre la copertina, dentro”.

Sarebbe opportuno che la Rai e l’organizzazione dell’evento facessero chiarezza, per non prestare il fianco a chi paventa un caso politico con tanto di censura dall’alto

hanno aggiunto i Cinque Stelle.

La replica di Gennaro Sangiuliano

Sulla questione è intervenuto lo stesso Ministro Sangiuliano, che ad Adnkronos nega apertamente un suo coinvolgimento:

Diffido chiunque dall’affermare una cosa del genere. E sono pronto a querelare chiunque racconti queste fantasie. Da liberale conservatore, mi oppongo a qualsiasi forma di censura. Giudico Geppi Cucciari bravissima nel suo lavoro e le auguro di avere grandi successi e di raggiungere tutti i traguardi a cui aspira”.

La smentita della Rai

E’ poi intervenuta direttamente la Rai, smentendo un coinvolgimento iniziale di Geppi Cucciari ai David di Donatello:

“In merito ai “rumours” su una presunta censura nei confronti di Geppy Cucciari come coconduttrice dei David di Donatello, Direzione Intrattenimento Prime Time smentisce tali illazioni e informa che non c’è mai stato alcun contatto da parte della Rai con l’artista relativamente a proposte di coconduzione del suddetto evento”

si legge nella nota di Viale Mazzini. Nessun accenno, invece, alla cerimonia di presentazione al Quirinale, che la Cucciari ha condotto nel 2019, 2021 e 2023.



Articoli che potrebbero interessarti


fabrizio casinelli
Pagelle TV della Settimana (13-19/05/2024). Ecco i promossi e i bocciati


Eden Golan, Israele (foto di Sarah Louise Bennet)
Rai sul pasticcio televoto dell’Eurovision: «Dati parziali erroneamente evidenziati»


Eurovision - Le percentuali del televoto
Pasticcio Rai all’Eurovision Song Contest: diffuse per errore le percentuali del televoto


Serena Bortone
Serena Bortone: «Sto valutando con avvocato e sindacato come affrontare il provvedimento della Rai»

7 Commenti dei lettori »

1. Francesco ha scritto:

4 aprile 2024 alle 18:47

I 5 stelle sono sempre più ridicoli.



2. Teledico ha scritto:

4 aprile 2024 alle 22:18

Beh dopo la figuraccia del ministro che vota libri mai letti…



3. Pianeta Urano ha scritto:

5 aprile 2024 alle 09:10

La Cucciari fu pessima in quel frangente, da professionista com’è non avrebbe mai dovuto ridicolizzare il ministro e la sua gaffe ma far finta di niente. Purtroppo questi artisti di sinistra non smettono mai di fare politica anche quando non gli é richiesto.



4. giauz ha scritto:

5 aprile 2024 alle 11:25

@Pianeta Urano
Ridicolizzare il ministro? Ma se si è reso ridicolo da solo???
Vota libri che non legge e scambia Londra con New York! Ministro della cultura! Ma piantiamola!
N.B.: non voto a sinistra



5. Pianeta Urano ha scritto:

5 aprile 2024 alle 14:41

@Giauz sicuramente lui sa rendersi ridicolo molto bene, resta il fatto che lei non doveva deriderlo davanti a tutti.



6. Ivan ha scritto:

5 aprile 2024 alle 23:45

Il dito e la luna



7. Papapaparap ha scritto:

7 aprile 2024 alle 00:31

viva la Schadenfreude, mai come ora.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.