12
dicembre

Masterchef 13, un’edizione… da paura! Intervista ai tre giudici Cannavacciuolo, Barbieri e Locatelli

Locatelli, Barbieri, Cannavacciuolo

Locatelli, Barbieri, Cannavacciuolo

Masterchef ha fatto 13. Giovedì 14 dicembre in prima serata su Sky Uno, e in streaming su Now, debutta la nuova edizione del talent show culinario. Prontissimi i riconfermati giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, ancora una volta a caccia del nuovo talento dei fornelli. A DavideMaggio.it i rinomati chef anticipano le “novità da paura” del programma. E non solo.

Tredicesima edizione per Masterchef, possiamo dire che è come il vino che migliora quanto più invecchia?

Antonino Cannavacciuolo: Hai fatto un’osservazione bellissima: più invecchia e più diventa buono. Poi dobbiamo stare attenti perchè, sai, la apri e c’è il tappo che sa di sughero.

Bruno Barbieri: Abbiamo festeggiato la tredicesima edizione e la trecentesima puntata, è tutto fantastico.

Giorgio Locatelli: E’ un traguardo, trecento puntate sono tantissime.

A Masterchef partecipano persone che hanno un lavoro e poi la passione per la cucina, al contrario, il vostro lavoro è la cucina ma la vostra passione?

AC: Macchine e pesca.

BB: Scoprire talenti. Mi diverto ma non solo per il nostro mestiere, mi piace incontrare gente, capire che cosa fanno, magari da lì nascono cose… La cosa interessante è che, dopo tantissimi anni, ho scoperto che, fuori dalle cucine, c’è un mondo! E questo è molto interessante e quindi so fare anche altre cose.

AC: Ti porto con me a pesca!

BB: Perché no?

GL: La mia passione è il motociclismo.

Novità di questa edizione è il “giudice” misterioso.

BB: Non è un giudice, è un’ombra.

AC: Ma chi è che ha messo in giro questa voce del giudice?

BB: Secondo te, chi? Locatelli!

GL: Ma io non ho detto niente.

BB: Sì tu. Perchè giudice? Un’ombra, una donna, un uomo, ragazzo…

GL: Un’ombra fluida.

AC: E’ un’ombra, le ombre fanno paura e abbiamo voluto mettere un po’ di paura.

BB: Abbiamo voluto mettere un po’ di stress nelle persone.

AC: Perché già non ce n’era abbastanza!

E non bastavate voi a fare paura?

AC: La verità è che Bruno quest’anno, per me, è stato più buono. Per questo motivo abbiamo messo l’ombra (nel frattempo Barbieri fa il gesto di Pinocchio, ndDM). Si sta addolcendo.

GL: Si sta affinando.

BB: La vedo molto dura.

AC: Vedete Masterchef e poi…

BB: Non credo però sarà un’edizione veramente interessante, divertente e anche un po’ piccante. Ci abbiamo messo dentro un po’ di pepe, ci piaceva.

AC: Ma quanto pepe c’aveva quest’anno?

BB: Ce n’era. Dico solo una cosa: prova ad immaginare quando ti arriva una Mystery Box nera, quindi il nero chiaramente fa un po’ paura. Prova ad immaginare cosa ci potrebbe essere sotto.

AC: E quando una prova dura due giorni e dormi 2 ore, cosa può succedere?

BB: Di tutto e di più.

GL: Stress.

Un’edizione dark potremmo definirla.

BB: Esattamente.

Cosa pensate di nuovi trend della cucina come carne sintetica o insetti?

BB: Trovo che sia interessante perché ti arrivano a far capire che tipo di evoluzione può avere la cucina, dove può arrivare. Per noi che facciamo questo mestiere, è bello scoprire qualcosa che magari non è entrato nel tuo dna professionale, che provi per la prima volta; è anche divertente!

GL: Sicuramente c’è bisogno di una risposta a questo problema della produzione delle proteine. E’ un errore enorme per l’Italia non prendere parte a questi esperimenti.

AC: Tanti legumi e verdure.

Masterchef e gli altri programmi di cucina hanno contribuito ad un’alfabetizzazione culinaria. C’è un rovescio della medaglia? Ad esempio clienti che diventano giudici.

GL: Quando uno paga il conto può esprimere un giudizio, è sempre stato così. Si diceva anche che il cliente ha sempre ragione.

BB: Io credo che tutto questo movimento abbia fatto un grande bene, non solo per noi che facciamo questo mestiere. La gente ci riconosce i sacrifici che abbiamo fatto per una vita intera. Attraverso Masterchef lanciamo dei messaggi facendo capire che dietro a questo lavoro c’è la fatica di tanta gente, piccoli produttori che non hanno la forza per arrivare a un mercato gestito dalle multinazionali.

Perchè non hai fatto Ballando con le stelle?

BB: Perchè sto a Masterchef, perchè sto a Quattro Hotel, perchè sto con i miei amici giudici, amiamoci.




Articoli che potrebbero interessarti


Giorgio Locatelli, Antonino Cannavacciuolo e Bruno Barbieri
I Giudici di MasterChef 11 a DM: «Vi diciamo qual è l’errore imperdonabile nella nostra cucina» – Video


Joe Bastianich
Masterchef 9: Joe Bastianich lascia. Giuria a tre


Masterchef 7: Barbieri, Klugmann, Cannavacciuolo
Masterchef 7, concorrenti più preparati ed ospiti stellati: ecco le novità


MC13_VALERIA_1X1
I concorrenti di Masterchef 2024

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.