6
marzo

Fedez rompe il silenzio: «Assente per effetto rebound di un antidepressivo. Su mia moglie una tempesta di mer*a»

fedez

Fedez nelle sue storie

Per Fedez è arrivato il momento di raccontare tutta la verità. Dopo essersi volutamente allontanato dai social, il cantante ha sciolto il silenzio raccontando in alcune Instagram stories il motivo del suo silenzio, legato a problemi di salute, smentendo al contempo la di crisi con la moglie Chiara Ferragni.

Da dove partire? Purtroppo devo partire da un po’ indietro. Ovvero da quando mi è stato diagnosticato il tumore al pancreas. Per quanto privilegiato possa essere, è stato un evento molto traumatico e solo oggi ho realizzato di quanto non mi sia preso cura della mia salute mentale, rispetto a questo evento, e mi sia affidato solo a psicofarmaci che ho cambiato nel corso dei mesi fino, diciamo, a trovarne uno che proprio non era indicato a me. Ecco. Da gennaio mi è stato prescritto questo farmaco, questo antidepressivo molto forte, che mi ha cambiato molto, mi ha agitato tanto e mi ha dato anche degli effetti collaterali dal punto di vista fisico molto forti fino al punto di provocarmi dei tic nervosi alla bocca e da impedirmi di parlare in maniera libera“.

Entrando nei dettagli, ha rivelato per quale ragione, ad un certo punto, non si è fatto più vedere:

Questo farmaco avendomi dato degli effetti collaterali molto forti, l’ho dovuto sospendere senza scalarlo. Per chi non ha dimestichezza con gli psicofarmaci, solitamente non si fa questa cosa a meno che non ci siano dei rischi importanti. Io correvo dei rischi importanti, ho dovuto sospenderlo in maniera repentina, e mi ha provocato una cosa che si chiama effetto rebound. Che è una cosa che non auguro a nessuno. Oltre a darmi un annebbiamento importantissimo a livello cognitivo, mi ha dato dei forti spasmi muscolari alle gambe, che mi hanno impedito per diversi giorni di camminare, delle sensazioni di vertigini molto forti, mal di testa incredibili, nausea forte, ho perso praticamente 5 kg in 4 giorni. Insomma, non una bella cosa che mi ha impedito di svolgere il mio lavoro. Motivo per il quale non sono potuto essere presente alla presentazione di Lol, non ho potuto presenziare al processo per la strage di Corinaldo e diverse cose”.

Chiarito che ad oggi non è propriamente al 100%, perché ha ancora un po’ di vertigini, scalmane e sudorazioni, Fedez ha dedicato un pensiero alla moglie Chiara Ferragni:

Per quanto questo periodo sia stato parecchio infelice, mi ha fatto capire tante cose… questo periodo mi ha fatto capire quanto io voglia focalizzarmi sulla mia salute mentale, e soprattutto quanto voglia focalizzarmi sulla mia famiglia e su mia moglie. In questo periodo ne sono state dette di ogni su di lei ed è l’unica persona che mi è stata affianco in questo periodo, e mi dispiace che abbia dovuto subire una tempesta di mer*a mediatica totalmente immeritata“.

Uno sfogo che ha concluso invitando le persone a prendersi cura della salute mentale, asserendo che certe ferite prima o poi riemergono.

Ci tenevo a ringraziare nuovamente mia moglie perché ha dovuto badare a una famiglia intera e a me in questo periodo. Non è per niente scontato. Sono veramente un uomo fortunato

è stato il suo ultimo pensiero, per poi annunciare che andrà presto in terapia senza cercare scorciatoie, come ha fatto a lungo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Fedez - Belve (ph Stefania Casellato)
Fedez a Belve: «Ho tentato il suicidio a 18 anni». Sulla fine del matrimonio con Chiara Ferragni: «Ha influito il caso Balocco»


Francesca Fagnani - Belve (US Rai)
La ‘belva’ Fagnani torna a graffiare: «Emma Marrone continua a dire di no, non so perché. Nessuna diffida da Chiara Ferragni per Fedez»


Fedez
Mediaset ‘recupera’ Chi vuol essere Milionario


Fedez
Fedez a Belve

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.