12
dicembre

Il giallo della salma trafugata di Mike Bongiorno su Raiplay

sepoltura mike bongiorno

La salma di Mike Bongiorno trafugata (foto Us Rai)

Nella notte fra il 24 e il 25 gennaio 2011 dal cimitero di Dagnente, sul lago Maggiore, viene trafugata la salma di Mike Bongiorno. La notizia scuote l’opinione pubblica e il mondo della televisione.  A mettere a segno il colpo una banda di ladri esperti che spezzano la lastra del loculo della tomba di famiglia, caricano la bara su una stationwagon e poi si dileguano indisturbati in una stradina secondaria. Nella quattordicesima puntata di Ossi di Seppia, quello che ricordiamo, da domani su RaiPlay e venerdì 16 dicembre su Rai 3 (alle 23.05) si ripercorrono gli eventi, i mesi di indagini, l’incredulità della gente e il dramma familiare.

Voce narrante dell’episodio è lo scrittore Giancarlo Liviano D’Arcangelo.

«La reazione del paese fu di grande sgomento… Tra le ipotesi che andarono per la maggiore ci fu anche quella del satanismo. Perchè il Piemonte è abbastanza noto per tradizioni legate a pratiche sataniste e alla stregoneria. Io cercavo di presiedere il più possibile la zona del cimitero perché volevo capire. Transitavano in quei momenti personaggi particolari, come il veggente. Era un tipo un po’ estroso del paese che sosteneva di poter individuare il luogo preciso dove si nascondeva la salma, se solo avesse avuto un frammento di vestito o un oggetto di Mike, e collegare i suoi poteri soprannaturali per ritrovarlo».

Dopo quasi un anno di serrate indagini, veggenti che si sono offerti per risolvere il caso e vari tentativi di truffe, la bara del più popolare presentatore televisivo viene ritrovata a Vittuone, un piccolo paese vicino Milano, abbandonata in un fontanile profondo circa tre metri. I due ricattatori che hanno cercato di estorcere denaro ai familiari di Mike Bongiorno sono stati condannati per tentata estorsione. Dopo il ritrovamento del feretro, la famiglia decide di cremarlo.  Le ceneri del popolare conduttore vengono disperse nelle valli del Cervino, in Val d’Aosta, da lui tanto amate.

La nuova edizione di “Ossi di Seppia” prevede ventisei episodi per ventisei “esercizi di memoria” raccontati da testimoni d’eccezione che snocciolano, settimana dopo settimana, quei fatti che hanno colpito l’immaginario nel recente passato, provando a dare chiavi di lettura anche del presente.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Ossi di Seppia RaiPlay
Ossi di Seppia: nella seconda stagione l’incidente di Schumacher e il virus dell’aviaria


Mike Bongiorno a Porta a Porta
Dieci anni senza Mike: la programmazione di Rai 1 in ricordo di Bongiorno


Maurizio Costanzo Show - Allegria
Maurizio Costanzo Show – Allegria: stasera speciale dedicato a Mike Bongiorno. Tutti gli ospiti


Mike Bongiorno
Mike Bongiorno, programmazione speciale di Canale 5 a dieci anni dalla scomparsa

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.