11
novembre

Pier Silvio Berlusconi: «Prometto che se Rai1 anticipa l’inizio della prima serata, lo facciamo anche noi»

Pier Silvio berlusconi

Pier Silvio Berlusconi

La promessa di Pier Silvio Berlusconi. Nel corso della conferenza stampa sui risultati dell’autunno, che vedono Mediaset primeggiare sia in prima serata che nel totale giornata testimoniando altresì la forza della tv generalista, il Vicepresidente dell’azienda di Cologno, interpellato da DavideMaggio.it, tocca l’annoso tema dell’inizio delle prime serate, che su Canale 5 prendono il via sempre più tardi precludendo altresì la visione del programma di punta ad alcune fasce di telespettatori. 

La posizione è di netta critica rispetto a quanto accade ora e per questo lancia “un appello” alla Rai:

“Onestamente, la televisione italiana, in particolare le due ammiraglie – poi tutti gli altri seguono – è sfasata, hai ragione. Partiamo troppo tardi, è uno spreco, non va bene per il pubblico, è uno spreco per tutto ciò che viene dopo. A me dispiace buttare la palla dall’altra parte, però noi siamo televisione commerciale, noi ci mettiamo al meglio per difendere l’ascolto non solo dei programmi anzi soprattutto dei break pubblicitari, il nostro vero fatturato sta lì (…) Se Rai1 dovesse iniziare a dare il buono esempio e a tenere, non per un giorno, ma per un certo periodo, un orario di partenza regolare, io prometto, prometto che lo facciamo anche noi”.

Cosa ne pensano a Viale Mazzini? Va precisato che, non tantissimi anni fa, la Rai provò ad anticipare l’inizio del prime time senza successo (dopo poche settimane si tornò ai canonici orari) e senza esser seguita da Mediaset mentre attualmente il prime time di Rai1 inizia già 5-10 minuti prima di quello di Canale 5.

Gli “ascolti incredibili” di Striscia

Un inizio anticipato, chiaramente, implicherebbe una riduzione della durata di Striscia la Notizia, programma che Pier Silvio continua ad incensare:

“E’ il programma più longevo non solo per ragioni editoriali anche per motivi d’ascolto, riesce a far risultati d’ascolto incredibili ha commentato nel corso della conferenza.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Pagelle, che tempo che fa terence hill
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (20-26/01/2014). PROMOSSI BRACCIALETTI ROSSI E TERENCE HILL, BOCCIATI LA GAG DI SAVINO E LE SCUSE DELLA D’URSO


piersilvio  2022
Mediaset cresce contro i Mondiali. Pier Silvio Berlusconi: «Per un editore che offre un prodotto gratuito è una bella notizia»


Tapiro D'Amico
Ilaria D’Amico non ne vuole sapere della chiusura di Che c’è di Nuovo: «Ci vuole tempo per farlo crescere»


piersilvio
Zelig entra nel gruppo Mediaset

6 Commenti dei lettori »

1. giauz ha scritto:

11 novembre 2022 alle 12:18

già, le conosciamo le promesse della famiglia Berlusconi…



2. Pianeta Urano ha scritto:

11 novembre 2022 alle 13:11

Mi sembrano discorsi di bambini all’asilo…



3. ent5 ha scritto:

11 novembre 2022 alle 13:47

Piersilvio prima si convince a togliere striscia, melgio è…so 4 anni che è un piattume nauseante.
A proposito di longevità e ascolti ci sta forum che è ancora piu’ longevo di striscia, va tutti i giorni dell’anno e pure l’estate fa ascolti molto alti in replica con un mucchio pubblicità e va in contemporanea su rete 4 facendo lo share piu’ alto della giornata contro una vita, uomini e donne, tg3, infante e la bortone. Cosa dovrebbe essere allora?



4. Luciano ha scritto:

11 novembre 2022 alle 14:22

Il problema è che la prima serata di Rai Uno comincia almeno dieci minuti prima di quella di Canale 5, tranne il sabato, quando la rete può contare su un programma di sicuro successo. “Striscia la notizia” e “Paperissima Spint” hanno, invece, ‘bisogno’ di sforare durante gli altri giorni della settimana per guadagnare qualche misero punticino sulla concorrenza. Quindi, che il giovane Berlusconi non faccia l’ipocrita, nel bieco tentativo di prendere in giro chi crede alle sue parole!



5. Paolo Rambaldi ha scritto:

11 novembre 2022 alle 16:07

Se guardate la televisione inglese, li’ i programmi di prima serata iniziano tutti alle 20:00 o alle 21:00. E cosa interessante, non finiscono mai a tarda notte.
Ad esempio da poco e’ iniziata la versione inglese dell’Isola dei Famosi (“I am a Celebrity… Get Me Out of Here!”) e le puntate non durano piu’ di un’ora e mezza. E lo stesso vale per show come la loro versione di “Ballando con le Stelle”.
La TV italiana e’ tutta deformata da strani calcoli dello share.



6. Simona ha scritto:

11 novembre 2022 alle 22:21

Per agganciarmi in parte,al commento di Paolo Rambaldi,in Germania la prima serata,inizia addirittura alle 20.15! Sulla TV tedesca,non esiste un preserale,il programma parte praticamente dopo il TG, che non dura mezz’ora come qui in Italia e si limita a dare solo le notizie essenziali per poi chiudere subito col meteo. Sono stata bambina negli anni 90′,e ricordo che quando nel 1992, cominciò il TG5,”Striscia la notizia”, venne slittato in avanti, spostando di conseguenza l’inizio della prima serata su Canale 5,alle 21.00. Su Rete 4, l’orario era le 20.45,su Italia 1, le 20.30. Prima che anche “Paperissima Sprint”,occupasse il preserale,nel periodo estivo Canale 5, faceva partire le trasmissioni anche prima tra le 20.30 o 20.40. La pubblicità c’era,ma non in maniera così eccessiva come adesso e quando veniva trasmesso un film,lo stacco pubblicitario era presente,solo fra il primo e il secondo tempo di quest’ultimo. I programmi d’intrattenimento,terminavano alle 23.00, lasciando quindi spazio alla seconda serata. La RAI,non la guardo,non la calcolo nemmeno di striscio,ma Mediaset fino a poco tempo fa’ sì,perché io con loro ci sono cresciuta. Ormai,non guardo quasi più nulla sui loro canali, perché quello che mandano in onda, è il NULLA,e quel poco di decente che e se c’è, è esasperante da seguire, proprio a causa della troppa pubblicità e del vizio folle di fare iniziare un qualsiasi programma,alle 21.30 o alle 22.00! È un indecenza e una mancanza di rispetto verso lo spettatore,un segno di menefreghismo assoluto. La prima serata dovrebbe riniziare,non alle 21.00 come suggerito da tanti,ma a mio avviso alle 20.30, perché se trasmetti dei film che durano tre ore come “Titanic” o ,”Il Signore Degli Anelli-Il Ritorno Del Re”, è impensabile farli iniziare alle 22.00! Lo spettatore si stufa e giustamente spegne la televisione, perché non ha la voglia e il tempo di sottoporsi a degli orari così assurdi! Io ho fatto l’esempio dei film,ma vale per qualunque programma in generale. Dovrebbero cominciare tutti alle 20.30, indistintamente:reti pubbliche,private,tematiche,a pagamento, regionali… TUTTI! E se sforassero seppur di mezzo secondo, dovrebbero pagare una multa salatissima,per imparare un po’ di educazione e buon senso. E riguardo a questi ascolti trionfali di Mediaset,non so proprio dove li veda PierSilvio, visto che i dati Auditel,raccontano tutt’altro. Berlusconi senior,di TV ai tempi d’oro di Fininvest,ne capiva ben più di lui. Dispiace dirlo,ma il figlio non ha lo stesso “fiuto televisivo”, come il padre. Non ne capisce niente. Si risparmi i proclami e le frecciatine,e pensi a rimettere in sesto Mediaset. Se ci riesce,se gli gira,ma ho i miei dubbi in proposito.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.