22
gennaio

Mediaset spegne Mediavideo, il teletext del Biscione

Mediavideo

Mediaset chiude un altro capitolo della propria storia e lo consegna al passato. Dopo 25 anni, l’emittente televisiva del Biscione ha spento Mediavideo, il proprio servizio di teletext, che da alcuni giorni non risulta più consultabile.

Sebbene la suddetta tipologia di servizio sia ormai da considerarsi superata, la fine di Mediavideo non è sfuggita a molti attenti spettatori, che a partire dal 14 gennaio scorso hanno trovato la pagina di teletext di Mediaset priva di contenuti. Da tempo, in verità, la funzione non veniva più aggiornata con frequenza e risultava ormai in via di dismissione.

Mediavideo nacque il 27 novembre 1997, al centro di emissione Toc di Segrate. Il servizio non era un assoluto inedito per l’azienda del Biscione, che già negli anni precedenti aveva elaborato degli sperimentali contenuti come risposta di Fininvest al Televideo che già da alcuni anni la Rai offriva ai propri telespettatori.

Il servizio è stato per alcuni decenni parte integrante dell’offerta della tv analogica, con le sue notizie e i suoi aggiornamenti, per poi perdere appeal con l’avvento della tv digitale. Al momento la funzione risulta ancora attiva e funzionante sul fronte Rai

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Internazionali d'Italia
Internazionali d’Italia 2022 al via. Ecco dove seguirli in TV


totale tempo speso 3-9 aprile 2022
Arriva la Total Audience, Mediaset e Rai saranno ancora ‘mute’ sui dati digitali?


bonolis ucraina
«Come dite in Ucraina ‘ricordati che devi morire’?». Caos per l’agghiacciante battuta su Canale 5


Pier Silvio Berlusconi
Mfe, raddoppiano gli utili. Costi tv tagliati per circa 80 milioni

5 Commenti dei lettori »

1. Ennio ha scritto:

22 gennaio 2022 alle 14:35

Ed è stato anche lo strumento dell’allora nascente Banca Mediolanum per mettere in contatto i “consulenti” con i clienti.



2. Zio Enzo ha scritto:

24 gennaio 2022 alle 12:27

E un peccato faceva comodo



3. Paolo ha scritto:

24 gennaio 2022 alle 12:33

Grazie a Davide Maggio per aver fatto un articolo, sul fronte comunicazioni Mediaset tutto tace.
Era abbastanza abbandonato ma era ancora molto utile per le ultimissime e le ultime news, non condivido la scelta, con tutti i costi superflui che ha Mediaset…

Resta quello della RAI, molto completo e che resterà per tanti altri anni.
Sicuramente ancora molto letto.



4. Paolo ha scritto:

24 gennaio 2022 alle 12:34

Grazie a Davide Maggio per aver fatto un articolo, sul fronte comunicazioni Mediaset tutto tace.
Era abbastanza abbandonato ma era ancora molto utile per le ultimissime e le ultime news, non condivido la scelta, con tutti i costi superflui che ha Mediaset…

Resta quello della RAI, molto completo e che resterà per tanti altri anni.
Sicuramente ancora molto letto..



5. Rosanna ha scritto:

13 febbraio 2022 alle 18:03

Sono arrabbiatissima per la mancanza dei sottotitoli in quanto quasi sorda. Spero che venga ripristinato al più presto possibile.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.