14
ottobre

Antonio Ricci punge Pier Silvio Berlusconi: «Sostanziale differenza tra quello che teorizza e quello che manda in onda»

Antonio Ricci, Pier Silvio Berlusconi

C’è una differenza sostanziale tra ciò che teorizza e quello che manda in onda“. Striscia la frecciata. non si trattiene nemmeno su Pier Silvio Berlusconi, l’amministratore delegato dell’azienda per cui lavora. In un’intervista rilasciata all’ottimo Riccardo Bocca di Tpi, il patron del tg satirico di Canale5 ha dedicato affermazioni pungenti persino al top manager dell’emittente di Cologno Monzese.

Siamo su posizioni completamente opposte con Pier Silvio Berlusconi c’è una differenza sostanziale tra ciò che teorizza e quello che manda in onda. Quando ci parli assieme dice che vuole una televisione non caciarona, diciamo un po’ modello Toffanin. Poi guardi lo schermo e trovi dell’altro

ha affermato Antonio Ricci, con riferimento ad alcune trasmissioni dei palinsesti Mediaset, che di tanto in tanto diventano anche bersaglio di ironie dal bancone di Striscia la Notizia. Poi, il papà del Gabibbo – che in tal senso si conferma un battitore libero in quel di Cologno – ha aggiunto tra il serio e il faceto:

Ma non è questo il peggio. Il peggio è che invece di spassarsela, di combinare casini da milionario qual è in quanto figlio di Silvio, resta qui, nella ridente Cologno Monzese, a lavorare una quantità assurda di ore. Glielo dico sempre: divertiti, Piersilvio, goditela, strafogati. Non spendere le tue energie a fare il padre di tuo padre“.

Valutazioni che da una parte hanno il retrogusto dello sberleffo e dall’altro quello dell’apprezzamento nei confronti della laboriosità del top manager. Al quale, in effetti, va riconosciuto di essere sul pezzo ma anche, come ribadito dalla storico creativo, di aver preso (o semplicemente aver acconsentito a) decisioni poco in linea con la tipologia di tv per famiglie che elogia.

Ricci su Chiara Ferragni e Fedez

Ma Ricci ha anche preso di mira Chiara Ferragni e Fedez, riservando loro un commento altrettanto fulminante:

Sono un vero potere forte. Resta da verificare quanto sapranno mantenere il consenso. Tra dieci anni immagino Chiara Ferragni senza Fedez. Lei una signorina borghese bien élevée, lui tamarrissimo: un maschio alfetta. Lei lo farà fuori versandogli una pozione nella Coca Cola e farà in modo che la colpa ricada su J-Ax“.



Articoli che potrebbero interessarti


Striscia la notizia, Siani e Incontrada con le Veline
Striscia la Notizia, la conferenza stampa in diretta. Ricci: “Con Siani e Incontrada mi piace vincere facile. Abbiamo denunciato Diet Prada, il politicamente corretto mi offende nel profondo”


Massimo Boldi
Boldi VS Ricci, la controreplica di Cipollino a DM: «Antonio voleva dire che sono diventato scemo. Ma l’idea del tg satirico è mia, che mi smentisca»


Striscia la Notizie, Ficarra e Picone con le veline
Striscia la Notizia fa 33 anni. Antonio Ricci: «Saremo la voce dell’insofferenza» – Video


Maria De Filippi - Amici
Coronavirus: Striscia la Notizia, Amici e Grande Fratello Vip non si fermeranno

3 Commenti dei lettori »

1. giauz ha scritto:

14 ottobre 2021 alle 18:12

Giuro, a “Maschio alfetta” ho riso! Fossero tutte così le battute di Striscia, invece sono tutte così mosce…



2. Takazzu ha scritto:

14 ottobre 2021 alle 21:01

Antonio Ricci dovrebbe sparire dalla TV, fa lo stesso programma da secoli, ma se prima poteva sembrare anche carino, oggi è becero. Battute vecchie di 100 anni, culi in primo piano, body shaming, soprusi, accanimenti su personaggi presi di punta al limite dello stalkeraggio.
Poi fa le morali agli altri!??!!? Ma da che pulpito.



3. Domenico ha scritto:

15 ottobre 2021 alle 18:20

«Sostanziale differenza tra quello che teorizza e quello che manda in onda»
APPUNTO!!! manda in onda Striscia!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.