23
luglio

Rai 1 anticipa «Il Pranzo è Servito» per preservarlo dalla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi

Flavio Insinna - Il Pranzo è Servito

Flavio Insinna - Il Pranzo è Servito

Variazioni un po’ a sorpresa nella programmazione del daytime di Rai 1 di oggi, venerdì 23 luglio 2021. La rete ammiraglia diretta da Stefano Coletta anticipa Il Pranzo è Servito alle ore 11.25, trasmettendo al suo posto (alle 14.00) una replica de Il Paradiso delle Signore, che dunque andrà in onda con un doppio episodio.

Il programma che fu di Corrado, affidato ora a Flavio Insinna, abbandona eccezionalmente per oggi il primo pomeriggio, così da evitare la messa in onda in contemporanea alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi di Tokyo, che Rai 2 garantirà in diretta a partire dalle 13.00. Da qui la decisione di preservarlo (ma perché?!) e collocarlo alle 11.25 al posto di Don Matteo 9, le cui repliche proseguiranno dunque con un solo episodio.

Ecco un recap del daytime di oggi di Rai 1:

11.25 Il Pranzo è Servito

12.20 Don Matteo

13.30 Tg1

14.00 Il Paradiso delle Signore

14.50 Il Paradiso delle Signore

15.30 Estate in Diretta



Articoli che potrebbero interessarti


Alberto Matano - La Vita in Diretta
Mondiali su Rai 1: ecco cosa succede ai programmi di daytime


Tolo Tolo
Canale 5 ’spaventa’ Rai 1: arriva Zalone con «Tolo Tolo», slitta la partenza di «Non mi Lasciare»


Vittorio Conti (Alessandro Tersigni) - Il Paradiso delle Signore
Variazioni per il G20: cosa cambia su Rai 1 sabato 30 e domenica 31 ottobre 2021


Incontrada e Conti
Pagelle TV dell’Estate 2021. Promossi Il Circolo degli Anelli e Simona Branchetti. Bocciati Il Pranzo è Servito e i Music Awards

1 Commento dei lettori »

1. rossella ha scritto:

23 luglio 2021 alle 12:30

Perche’ Cotoletta come direttore di Rai uno vale meno di un raccoglitore di banane nane.
Basta guardare il palinsesto stra pieno di repliche che ha dovuto cancellare in fretta e furia per gli ascolti Flop.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.