16
aprile

Top Dieci non va al sabato perchè è «un programma da proteggere, potrebbe diventare un classico di Rai 1». Tutte le novità della seconda edizione

Carlo Conti

Carlo Conti

Top Dieci potrebbe diventare la terza colonna dell’intrattenimento di Rai 1 ed entrare stabilmente in palinsesto. Parola di Claudio Fasulo, Vice Direttore di rete. Nato un anno fa come esperimento durante la pandemia è diventato una sfida vincente che la Rai vuole portare avanti e proteggere. Nella conferenza stampa di presentazione che si è tenuta ieri, il direttore Stefano Coletta e il conduttore Carlo Conti hanno commentato la scelta di trasmettere la seconda edizione di venerdì e non di sabato come precedentemente annunciato, anticipando anche alcune novità nel meccanismo.

Partiamo proprio da queste ultime: una scenografia originale creata da Riccardo Bocchini all’auditorium del Foro Italico (quella dell’anno scorso era stata ereditata da La Corrida); diciotto persone nel pubblico, non inquadrate, che potranno però suggerire in caso di dubbio sulle classifiche; non più manichini ma modelle e modelli in carne ed ossa per mostrare abiti d’epoca e alcuni ospiti musicali “a sorpresa”, che eseguiranno in studio le canzoni vincitrici di qualche top ten. Confermate due squadre da tre concorrenti vip ciascuna e due ospiti a puntata. I primi a giocare Christian De Sica, Nancy Brilli e Massimo Boldi da una parte, e Loretta Goggi, Paola Minaccioni e Cesare Bocci dall’altra. Ospiti Giorgia, che creerà una sua personale classifica musicale, e Rita Pavone, della quale si indagheranno le vendite internazionali a favore di gara. Come ha sottolineato Conti:

“Ogni cosa che abbiamo potuto fare con le poche aperture rispetto ad un anno fa, c’è. Per quanto riguarda il gioco, abbiamo potuto applicarci di più nella preparazione dei sondaggi, fare della classifiche giuste, ad hoc per il nostro programma e possiamo giocare su costumi, abitudini e curiosità del nostro popolo, di noi italiani”.

Intrattenimento light, memoria, divulgazione popolare, varietà, talk e informazione. Tutto questo è per la Rai Top Dieci: un programma che per Fasulo “con un capitano come Carlo Conti non può fallire“, per Coletta un “rigurgito di innovazione“, un’occasione nata dalla difficoltà nella quale crede fortemente. Il direttore commenta così quella che a tutti gli effetti è apparsa come una fuga dal sabato, al momento regno incontrastato di Maria De Filippi con Amici.

E’ stata mia la scelta di reinsediarlo al venerdì, che è la serata identitaria di Carlo e soprattutto è la serata dove ha debuttato questo format. Fare innovazione oggi non è più come prima, bisogna molto proteggere i programmi, bisogna saperli comunicare bene e far trovare anche dove sono nati [...] Per ragioni produttive non siamo riusciti a partire prima e partire con un quadro di palinsesto in una giornata con molte settimane di distanza sicuramente significa non proteggere un format che abbiamo tutti nel cuore [...] Riportarlo nel suo habitat naturale del venerdì è stata la scelta più immediata, proprio perchè pensavamo di poter partire molto prima e per ragioni produttive e anche economiche della rete siamo arrivati alla fine di aprile [...] Nessun desiderio di rinunciare al sabato, ma in alcune fasi non potremo essere continui nell’offerta di intrattenimento [...] Non è una fuga da un pericolo ma un cercare di alimentare e coltivare un nuovo titolo che potrebbe diventare un classico di Rai 1″.

Una scelta che Conti ha commentato ironicamente, sottolineando lo scontro con Pio Amedeo, che al venerdì saranno in onda su Canale 5 con Felicissima Sera: la moglie Francesca è loro fan e potrebbe preferirli a lui. Ma il conduttore si è lasciato andare anche ad una riflessione più seria e forse un tantino “ingenua”.

“Io non vivo più e non ho mai vissuto la sfida con questo contro quello. Lo scorso anno Amici è venuto il venerdì sera, mi sono trovato a sfidarmi con Maria con la Corrida, poi si è interrotta alla seconda puntata per la pandemia. Ho fatto il sabato sera con questa sperimentazione di Affari Tuoi addirittura contro Striscia e contro una parte di C’è Posta per Te, ma io non vivo il mio lavoro come una sfida. Non guardo più il dato d’ascolto [...] Per fortuna non vivo questo tipo di tensione, è importante il dato d’ascolto perchè è l’unita di misura del nostro lavoro però non mi angoscio. Lo scorso anno il David di Donatello ha fatto un misero 8 o 9% ma non è stato angosciante, è stata di più la soddisfazione di aver fatto, primo al mondo, un premio così importante in uno studio da solo con gli artisti in collegamento”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


cast tale e quale show 2021
Tale e Quale Show 2021, conferenza stampa: Conti parla di blackface. Arrivano il giurato imitatore e i voti social – Le imitazioni della prima puntata


Carlo Conti, Simona Ventura, Enrico Papi, Paolo Bonolis
In prima serata si gioca, ma col fuoco!


Carlo Conti Top 10
Top Dieci: Carlo Conti scappa da Amici


Affari Tuoi, Carlo Conti
Affari Tuoi (Viva gli Sposi!), Carlo Conti sbarca in prime time. «Dovevamo spettacolarizzare il format, non ho detto subito sì»

2 Commenti dei lettori »

1. Alessandro C. ha scritto:

16 aprile 2021 alle 14:09

Solo io lo trovo bruttissimo ?



2. Livio ha scritto:

17 aprile 2021 alle 23:35

Brutto il programma e il conduttore



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.