3
febbraio

Elettra e Ic*n*z* scompare. Censurato dalla TV l’influencer che aveva inscenato un’aggressione omofoba

lamborghini iconize

La censura nella serie su Elettra Lamborghini

Tutto ciò che non si racconta solitamente cade nell’oblio. Ed è quello che sta tentando di fare giustamente la televisione con Ic*n*z*, l’ex fidanzato di Tommaso Zorzi che aveva inscenato un’aggressione omofoba. Immediate, al suo smascheramento, le reazioni di sdegno di amici e conoscenti del mondo dello spettacolo. Anche l’ormai ex amica Elettra Lamborghini si è schierata contro di lui al punto che dello pseudo influencer, nel docureality Elettra (e il resto scompare), non c’è più traccia.

Addirittura, nella seconda puntata, nei pochi frammenti in cui compare su una barca durante i festeggiamenti di addio al nubilato della prorompente ereditiera, Ic*n*z* s appare pixelato Non solo la produzione di Discovery +, anche a Live Non è la D’Urso hanno mostrato un video in cui hanno appositamente oscurato il volto di Ic*n**z in compagnia dell’ex fidanzato gieffino.

Per una volta la Tv ha scelto di non dare più spazio a chi questo spazio non se lo merita. Quello che ci auguriamo è che non sia un singolo caso isolato ma che diventi normalità quella di non dare visibilità a chi poi dimostra di non meritarsela.



Articoli che potrebbero interessarti


Morgan, Elettra Lamborghini
BOOM! Rai riabilita Morgan ed Elettra Lamborghini: saranno ospiti nello speciale di Patty Pravo. E loro spoilerano tutto il parterre della serata (!)


ELETTRA_LAMBORGHINI
CensureRai: tagliata Elettra Lamborghini da The Voice Senior. Clerici e Bertè che twerkano sono ’scandalose’?


CAN YAMAN
Pagelle TV della Settimana (5-11/10/2020). Promossi Edoardo Ferrario e Nero a Metà. Bocciati Seconda Linea e la ‘caccia al gay’ a Mediaset


d'urso soleil
La faccia come il culo dell’ex di Zorzi che se la prende con la D’Urso («Questa non è tv, è schifo»), con l’amica Soleil («mi ha venduto») e si lamenta della violenza psicologica che sta subendo

1 Commento dei lettori »

1. Paolo ha scritto:

3 febbraio 2021 alle 12:02

Ma il senso di censurare il nome anche qui? Anche perchè a me risulta che sia stato “perdonato” dalla D’Urso mesi fa, quindi non capisco perchè continuare a infierire. Non che me ne freghi più di tanto, in ogni caso.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.