3
settembre

Il Giovane Wallander: su Netflix il ‘prequel’ sulla vita del commissario svedese

Il Giovane Wallander - Netflix

Il Giovane Wallander - Netflix

Salgono a tre le serie televisive dedicate a Kurt Wallander, il commissario di polizia svedese nato dalla penna di Henning Mankell. Oggi Netflix ha rilasciato la prima stagione de Il Giovane Wallander, nuova produzione che ricostruisce, anche se ambientata ai giorni nostri, la vita del poliziotto appena ventenne e fresco di accademia. Una sorta di ‘prequel’, suddiviso in 6 episodi, che arriva dopo Wallander, trasmesso dalla rete svedese TV4 dal 2005 al 2013, e Il Commissario Wallander, in onda su BBC One dal 2008 al 2016. Produzioni proposte entrambe anche al pubblico italiano.

Il Giovane Wallander: trama e anticipazioni

Wallander (Adam Pålsson) è un giovane poliziotto svedese che ha appena terminato l’accademia e che vive in un quartiere di Malmo, popolato principalmente da immigrati. L’esistenza di Kurt verrà quindi sconvolta nel momento in cui si troverà ad assistere al brutale omicidio di un ragazzo, esploso – di fronte a numerosi testimoni – a causa di una granata infilata nella sua bocca.

Invaso dai sensi di colpa per non essere riuscito ad interrompere il terribile assassinio, Wallander verrà così coinvolto nelle indagini legate allo stesso, escamotage che gli darà modo di immergersi nei meccanismi di una complessa rete criminale creata con lo scopo di provocare crescenti tensioni sociali legate al tema dell’immigrazione. Un’esperienza formativa che segnerà profondamente la quotidianità dell’ancora inesperto Kurt.

Oltre a Pålsson, nel cast della serie il pubblico troverà Richard Dillane, chiamato ad interpretare il commissario Hemberg, Leanne Best, che presterà il suo volto a Frida Rask, Ellise Chappell, scelta per interpretare Mona, Yasen Atour (sarà Reza), Charles Mnene (sarà Bash) e Jacob Collins-Levy nel ruolo di Karl-Axel Munck. Chiudono il cast Alan Emrys e Kiza Deen, i quali saranno rispettivamente Gustav Munck e Mariam.

Il giovane Wallander ha potuto contare sulla regia di Ole Endresen e Jens Jonsson, mentre è stato prodotto da Berna Levin. La sceneggiatura è invece firmata da Ben Harris.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Alejandro Speitzer ed Ester Exposito
Qualcuno Deve Morire: i gay nella Spagna franchista nel nuovo dramma di Netflix


The Haunting of Bly Manor
The Haunting of Bly Manor: sulla scia di Hill House, una nuova serie horror su Netflix


Ayrton Senna
Ayrton Senna: la vita del pilota di Formula1 diventa una serie TV


Resident Evil
Resident Evil: Netflix prepara una serie tv sul celebre videogame

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.